Informazione indipendente

Tutto quello che le tv per bene non ti raccontano

Protesto contro i lettori di questo blog!

Cari ragazzi, care ragazze,
scusate ma così non va.
Ieri ho sparato una cannonata, ho elencato una serie di scandali che il Movimento, per ragioni misteriose e pelose, non vuole denunciare.
Storie grosse, tipo 450 milioni euro che lo stato non paga ai fornitori di servizi e materiali per le intercettazioni. In questo modo hanno in realtà bloccato l’uso di uno strumento essenziale nella lotta alla criminalità. In Italia non si fanno quasi più intercettazioni. Mancano i mezzi.
Stanno attaccando frontalmente l’efficienza della macchina difensiva dello stato.
Non è una cosa piccola.
Dovrebbe essere una notizia sbandierata 24 ore su 24.
Perché i siti dell’informazione indipendente tacciono su questa storia?
E perché nessuno sta dicendo un cazzo sulla diossina ad Acerra, secondo le analisi della Asl locale ce n’è quasi il doppio di quanta ce n’era a Seveso quando l’hanno evacuata.
Lo ha raccontato il coraggioso Ruotolo in tv… E’ una cosa documentata… Ma perché cazzo il Movimento non ne parla?
Comunque dopo aver lanciato questa denuncia, grave, mi aspettavo un minimo di reazione. L’articolo è stato letto da un bel numero di persone. Ma la cosa finisce lì. Nessuna reazione. Un commento. Google mi dice anche nessun link all’articolo.
Gente, ma che succede?
Ci sono stati tempi in cui gli abitanti di questo blog erano belve scatenate. Sempre pronti a buttarsi nella mischia, far rimbalzare la notizia, lanciare iniziative parallele, con una potenza magica da stormo di vespe incazzate…
Depressione? Delusione post Veltroni? (nessuno mi fregherà mai più!) Sindrome del muro di Berlino? (che ti crolla sulle palle…)
Non fatemi così!
Proprio adesso che finalmente stavamo capendo come funziona il gioco!
Tocca uscire dalla nevrosi Berlusconiana. Non si parla d’altro! Guardate le cose nell’insieme.
Crisi ambientale, crisi finanziaria: avevamo ragione noi, lo dicevamo da anni. Si aprono possibilità per grandi cambiamenti. Il primo, molto interessante, Obama, un nero alla Casa Bianca. L’impossibile in prima pagina sul quotidiano di oggi!
E anche con Berlusconi le cose cominciano a migliorare, dieci giorni fa avevamo titolato: La destra spaccata. E adesso in parlamento si fermava lo Scudo Fiscale grazie a un gruppone Pdl che si dà assente al momento del voto. Se non era per quei polentoni del Pd, assenti pure loro, il governo andava sotto!!! E poi la Fininvest si becca 750 milioni di euro di multa. 1500 miliardi di lire!
Cioè, è un bel momento.
E proprio adesso c’è il crollo generalizzato dell’attivismo politico.
Cioè se è così ditelo subito che andiamo tutti a casa.
Noi pensavamo che fossero ancora in vita un paio di migliaia di duri a morire, quelli che hanno reso possibile avvisare 2 milioni di persone della trasmissione pirata di Ubù Bas e L’Anomalo Bicefalo, quelli che ci hanno aiutato a lanciare i riduttori del flusso dell’acqua e far scoppiare lo scandalo delle frequenze nazionali tv negate a Europa7, quelli che hanno fatto andare esaurito l’olio di colza nel Nord Italia, hanno lanciato la campagna sui pannelli fotovoltaici e sull’uranio impoverito usato in Iraq e Jugoslavia.
Quelli che ci hanno detto: andate avanti così vi sosteniamo noi.
E noi ci abbiamo creduto.
Non è che adesso ci potete mollare così...
O almeno ditelo!
Noi senza di voi non esistiamo.
Ci siamo fatti in quattro per organizzare un colossale catalogo di ecotecnologie, dalla casa termica al compattatore di rifiuti che fa anche il caffè equo e solidale, abbiamo lavorato come ciucci, stiamo per lanciare la più grande campagna di comunicazione globale dopo il matrimonio di Lady Diana, e voi cazzo ci mollate così?
Vi prego, vi scongiuro, no!
Resistete ancora un attimo, in quelle cazzo di trincee dietro i vostri schermi ultrapiatti.
Ripensate ai grandi ideali che vi hanno sostenuto fin’ora, ripensate agli orrori che un giorno avete deciso di combattere.
Là fuori c’è ancora un mondo mentalmente malato che ha bisogno di essere curato.
Noi siamo la medicina!
E’ un lavoro sporco ma qualcuno lo deve ben fare.
Salvare i bambini che muoiono di fame, fermare l’inquinamento, praticare una cultura di solidarietà.
Non è cambiato niente. Questo dobbiamo continuare a fare.
Lentamente stiamo migliorando il mondo. 50 anni fa era molto peggio. Funziona. E’ un sistema lento ma funziona.
Quindi torna al tuo posto. Prendi in mano quel cazzo di arnese per la comunicazione istantanea digitale e combatti la tua battaglia.
Pensa a quant’era più dura se te ne stavi in mezzo alla neve e ti dicevano che dovevi fermare una colonna di carri armati tedeschi con un paio di bottiglie piene di benzina e un fucile da caccia con 6 cartucce. Fatti una tisana calda, mettici tanto miele e ringrazia la buona sorte.
Ma esci da questo cazzo di torpore.
Ti fa male alla salute.
Ricordati che una persona per stare bene ha bisogno di:

-Reagire a un’ingiustizia almeno una volta al giorno (aumento efficienza sistema immunitario 3%)
- sognare un mondo migliore, dopo il pasto serale (aumento efficienza sistema immunitario 4%)
-Fare un regalo, nell’intervallo tra i pasti principali (aumento efficienza sistema immunitario 8%)
-Fare sesso in modo sfrenato, possibilmente nei modi che sono ancora vietati dalla legge in alcuni stati Usa. Soprattutto dopo i pasti principali (aumento efficienza sistema immunitario 12%)
-Organizzare eventi satirico ludici a scopo di protesta sociale o culturale o di semplice sollazzo ribelle e equo (aumento efficienza sistema digestivo 11%)
-Mandare affanculo un prepotente, una volta al mese (aumento efficienza sistema digestivo 7%)
- Sabotare tutti i giorni una multinazionale del dolore scegliendo prodotti alternativi (evita l’alitosi)
- Inviare mail di protesta (aumento efficienza orgasmica 3%)

Quindi alzati e combatti. La rivoluzione non ti aspetta.
E se non ti spicci la vecchiaia ti cattura e ti porta in un campo di sterminio. Non ci sono alternative. C’è solo il fuoco della battaglia.
Vinceremo!
E se non vinceremo avremo comunque fatto un gran bel casino!
(Ovvero) E se non vinceremo vinceromolo!


Perché l'informazione indipendente tace su alcune questioni? (E stiamo sul cavolo a molti perché ne parliamo)

Possiamo capire molto del Movimento Progressista italiano e della crisi che sta attraversando enumerando alcuni argomenti sui quali, incredibilmente sta zitto.
Sembrerebbe che non si perda occasione per attaccare Berlusconi. Ma su un tema quasi nessuno fiata.
Il governo ha di fatto reso inoperativo il sistema delle intercettazioni, al di là di ogni decisione parlamentare, semplicemente smettendo di pagare 450 miioni di euro di crediti verso le aziende che gestiscono i servizi e forniscono le attrezzature per le intercettazioni. E l'associazione Iliia che raccoglie i creditori disperati non trova un cane che la ascolti.
http://www.jacopofo.com/stato_non_paga_debito_450_milioni_aziende_fornit...
Perchè su questo fatto si parla così poco?
Fa vergogna difendere i diritti di un gruppo di imprenditori perchè in fondo sono tutti cattivi?
Non vogliamo costruire una società basata sul rispetto e sulla cultura della qualità della vita e del rispetto della parola data?
Chi ha buona memoria si ricorderà che nel 2000 lo stesso trattamento venne riservato a Francesco di Stefano, era sospetto che un imprenditore sconosciuto pretendesse di avere vinto una gara indetta dallo stato e non gli fosse riconosciuto nei fatti il suo legittimo diritto d'uso di due frequenze nazionali.
Anche lì, con Atlantide tv, ci trovammo tra i pochissimi che sostenevano i diritti di Europa7 e molti ci guardavano storto proprio perchè pareva fuori le righe occuparsi delle questioni con questo taglio, disposti a difendere i diritti di chicchessia (anche di un imprenditore non schierato politicamente). E questo perchè vogliamo costruire uno stato di diritto cosa che in Italia, per alcuni versi, non esiste ancora in modo compiuto.
E perchè io non vedo costantemente ripetuto a martello che ad Acerra stanno morendo perché c'è una quantità spaventosa di diossina? (http://www.jacopofo.com/node/529)
In questo caso perché se ne parla così poco? Io ho provato in una trasmissione radio su un canale rai e mi hanno letteralmente tolto l’audio e anche i progressisti in trasmissione hanno fatto finta di niente.
E perché fu così difficile far capire cos’era la truffa del Cip6? Forse perché i sodi depredati erano quelli destinati alle fonti rinnovabili ecologiche e si pensava che i mulini a vento fossero cose da soubrette?
All’inizio degli anni 90 denunciammo l’esposione di casi di nascite malformi in corrispondenza delle raffinerie (Agrigento). Quanti anni impiegò questa notizia a farsi largo?
E perché si parla così poco dell’inquinamento nelle grandi città? In Italia i dati dell’Om ci fanno contare di decine di migliaia di morti. Si preferisce parlare del clima. Che è spaventoso ma in un certo modo impersonale.
Si parla poco dela vergogna del divieto di consumare canapa (4-5 milioni di italiani ridotti alla clandestinità. La canapa terapeutica negata ai malati…), pochissimo del flagello dell’alcolismo coi suoi 20 mila morti. Pochissimo dei circa 8000 morti per incidenti d’auto.
Non sono battaglie significative queste?
Smettere di produrre auto che vanno a 200 kmh quando il massimo consentito è 150 kmh è un’utopia più folle che lottare per la pace del mondo?
I morti stradali hanno meno dignità di quelli causati da incidenti sul lavoro o guerre. Ci sono morti di serie A e morti di serie B?
Vi ricordate poi quando se parlavi di ecologia quelli della sinistra storica storcevano il naso e ti dicevano che eri un radical scic?
E vi ricordate quando a parlare di parto dolce sembravi gay?
E quando a parlare di asili creativi come quelli di Reggio Emilia ti sospettavano un po’ di infantilismo?
Eri uno che era convinto che la vita è una favola.
Allora a questo punto tocca dire una cosa chiara: il motivo per cui stiamo sul cavolo a molti nel movimento è perché noi rifiutiamo questa logica campanilista per la quale non mi interesso di tutte le cause giuste ma solo di quelle che mi fanno gioco, immagine, mi piacciono esteticamente, emotivamente. Invece è necessario progettare un approccio globale al cambiamento. Questà è l’intuizione dalla quale siamo partiti nel 77 con l’occupazione dei Centri Giovanili a Milano. Riappropriarsi della totalità della vita. Qualità totale. Complessità, perché la vita è complicata e se non cambi tutto il modo di pensare continui a stare nel loro gioco, nel Sistema.
La rivolta ideale ha bisogno della capacità di sognare e questa ha a sua volta bisogno di una critica totale alle idee che hanno prodotto il Sistema. Non puoi cambiare il sistema con gli schemi mentali che il sistema ha generato.
Da questo partimmo a costruire Alcatraz nel 1981, costruire case con forme diverse per pensare in maniera diversa. E piantare alberi per dare aria ai nostri pensieri. Per questo oggi abbiamo proclamato la Libera Repubblica di Alcatraz, perché pensarci come Nazione Indipendente ci fa muovere il punto di vista.
Ma a questo punto vogliamo mettere al centro della nostra iniziativa anche la nostra diversità.
E’ vero, siamo animali strani. Molti non riescono a capire neanche cosa siamo… Una setta, un partito, un’azienda, una comune…
Siamo difficili da inquadrare innanzi tutto perché siamo un consorzio di piccole bande e molti cacciatori solitari. Parliamo di sesso, managment, ecotecnologie, web, agricoltura, ristorazione, disabili, benessere psicofisico, zen, gruppi d’acquisto solidali, arte, flah mob, comicoterapia, amore e buoni sentimenti, abbracci gratis, clown, puericultura, terapie posturali, tecniche di comunicazione, oratoria, formazione professionale, creazione d’impresa, edilizia, informazione, commercio etico, solidarietà internazionale, ecovillaggi. E vendiamo magliette e pannelli fotovoltaici via internet.
A molti sembra in inguacquo senza senso. Altri restano irritati perché in effetti facciamo molte cose. Ma tutte indispensabili però! Non puoi toglierne una.
E poi non puoi fare a meno di fare tante cose se non crei un partito monolitico ma una rete di individui e micro gruppi che collaborano. Ognuno ha il suo specifico, la sua storia, connetti pezzi di mondo e ti finisce dentro tutto per forza.
Nella nostra rete nessuno dice: “Questo no, è un problema secondario, ora ci sono altre priorità”. Si dice: “C’è anche questo problema, avanti, siamo con te, prendi il tuo spazio, ti ascoltiamo.”

Negli ultimi 30 anni possiamo dire di aver anticipato molte battaglie facendo da apripista su strade che molti non consideravano e che col tempo si sono rivelate essenziali. Di questo spero ce ne si potrà dare atto. Ma non è stata una particolare intelligenza che ci ha portato a questo risultato bensì la più modesta applicazione di un metodo di lavoro corretto. Avevamo capito che il compito dell’azione politica e culturale è innanzi tutto quello di scovare e includere il massimo della diversità, delle particolarità. Degli approcci differenti. Oggi poniamo questa questione: si vuol finalmente riconoscere che questo lavoro ha avuto un senso positivo e che l’approccio è corretto e andrebbe generalizzato se vogliamo creare una rete capace di costruire pezzi di un mondo diverso (case con forme diverse per pensare diversamente…).
Vogliamo lanciare una poderosa campagna per collegare le reti locali o settoriali e creare un vero effettivo network ecoprogressista artistico, umanitario, amorevole e includente?
Pronto?
C’è qualcuno dall’altra parte di sto cazzo di monitor?
Cioè io non so chi sei tu che hai letto fino a questo incredibile punto. Forse hai dei gravi problemi emotivi come me. Complimenti, Non so come fai a sopravvivere. Io ogni tanto in modo tortuoso. Bella parola TORTUOSO.
Comunque cazzo è un momento strano… Sembra che molta gente abbia finito la miscela…
Berlusconi ha vinto ma poteva andare peggio.
E assurdamente mentre sembrerebbe che un sacco di storie vanno in porto, ecotecnologie e dintorni, dall’altro canto ho la sensazione che gran parte del movimento sia in stato di shok da impatto frontale con nave aliena.
Ma Dio dei Pangolini. L’Armata Rossa doveva essere di ben altra tempra!
La gente spera che Santoro faccia qualche cosa, che Beppe Grillo ne dica un’altra… E col prendere la vita nelle proprie mani, che è il cuore pulsante della rivolta spirituale, come la mettiamo?
Su dieci persone che incontro almeno 8 avrebbero bisogno di due pasticconi al giorno, per 4 settimane, di Rivoltina. Una medicina a base di peperoncino rosso, caffè, teina cattiva, optalidon. E te lo dice uno che è contrario per religione agli psicofarmaci.
(E tutto quello che ho scritto fino a qui andrebbe riletto in romagnolo)


Ma che me ne frega a me della D’Addario che mi fanno male i denti?

Ascesso paradontale. Merda! Un male cane e una settimana ad antidolorifici chimici rincoglionenti (che Dio li benedica!).
Vado dal mio dentista che è un ex fascista riumanizzato ma non mi ha mai fatto male (che Dio lo benedica!) e mi dice: “Cazzi acidi, qui la radice del dente ricoperto e' andata, tocca fare una bella implantologia ossea!”
(Da un certo punto di vista resta fascista e ha la sensibilita' psicologica di un elefante, pero' ha un cuore d’oro e la mano che non gli trema, il che, se devi scegliere un dentista, e' meglio. Per inciso, per la masturbazione la mano tremante ha i suoi pregi)
E mi casca addosso una depressione avvilente tipo “mondo che cade giu'” (e tu stai sotto). Cazzo, ho 54 anni, se vivevo nel 1800 statisticamente ero gia' morto da 10 anni. Miracoli della modernita', adesso ho davanti (statisticamente) una trentina di annate di straziante decadimento del mio meraviglioso corpaccione.
Mi viene quella tremenda sensazione da contemplazione della tua fine ineluttabile. Niente piu' seni di donne, abbracci, fare il cretino sotto la pioggia.
Ma chiccazzo aveva il diritto di farmi uno scherzo cosi'?
Cazzo, lo so che non e' educato parlarti della mia morte futura, che poi ti viene in mente la tua morte futura, e magari ti deprimi anche tu. Pero', porco qui, porco la', tocca parlarne. E’ un gesto eroico che dobbiamo compiere, cazzo. La sinistra e' nella merda perche' non te ne parla mai. Dicono che fa perdere voti… Invece Veltroni…
Perche' non si deve mai parlare della morte?
Perche' secondo me c’e' un filo nero e puzzolente che lega il tabu' della morte al fatto che dopo la puntata sulla D’Addario di Annozero gli italiani non sono insorti, i vescovi non si sono incatenati davanti a Palazzo Grazioli e la sinistra e' ancora in coma (coi suoi furbetti che trafficano con le protesi a Bari, non fanno una gara d’appalto dal 2001 e trombano ragazzine con il seno, le labbra e gli zigomi gonfiati e poi vengono incriminati, e l’assessore Tedesco, incriminato, si dimette ma poi finisce in Parlamento (http://www.jacopofo.com/addario_anno_zero_santoro_travaglio_bocchino_rai).
Invece bisognerebbe ammettere che, nonostante che pensare alla morte sia decisamente fastidioso e rivoltante, e' anche utile. Ti da' una misura della grandiosita' della vita. Un istante per vedere l’energia cosmica materializzarti in un posto pieno di montagne, oceani e discariche, umane, mentali e pattumistiche. E dire: cazzo, ma ti rendi conto che son qua, forse solo fino a domani e posso perfino vedere Raffaella Carra' e scrivere su Facebook che la mia vicina di casa e' una stronza? Poi o ti deprimi oppure ti viene una voglia selvaggia di fare qualche cosa di grandioso.
La vita non ha senso. Tocca a te darglielo.
Un lavoro difficile e puzzolente. Penso ai miei ponti dentali che crollano, penso che ho davanti a me solo un certo tempo da vivere su questo cazzo di pianeta.
Comunque vedro' tramonti incendiati, amori travolgenti, ululati di tenerezza, piatti succulenti, musiche commoventi, colori assurdi, eventi impossibili.
E se sei fortunato vedi pure un nero diventare Presidente degli Stati Uniti d’America.
Che ancora nel 1999 era tra le 5 cose piu' impossibili del mondo insieme a una traversata di massa del Giordano a piedi, il Casa del Diavolo Football Club in serie A e la conversione del papa al Cristianesimo. Ma l’impossibile succede tutti i giorni.
Per questo vale comunque la pena di vivere.
Per questo e' cosi' scocciante morire.
E comunque c’e' una consolazione.
Neanche gli stronzi sono immortali!
Bene. Ho scritto un bel discorso. Adesso cerco di convincermi che e' proprio vero.
Fanculo.
Nessuno mi convincera' mai che morire e' una cosa da persone intelligenti.
Per fortuna siamo tutti un po’ stupidi.
Forse riusciremo a farlo.
Cosa?
Indovina

Copia il codice qui sotto e pubblicalo sul tuo blog per sostenere questa campagna!
<a href="http://www.jacopofo.com/nucleare_berlusconi_fonti_rinnovabili_catena_sui... target="_blank" ><img src="http://www.jacopofo.com/files/suicidio-energetico-nucleare.jpg" border="0" title="No al suicidio energetico!" alt="No al suicidio energetico nucleare!"/></a>

 

 

No al suicidio energetico nucleare!


Lodo Mondadori: Fininvest condannata a pagare 750 milioni di euro alla Cir di De Benedetti!

Si mormora che i giudici abbiano sentenziato che sia stato appurato che c'è stata corruzione. Fininvest, Previti e gli altri (si mormora) siano stati condannati per aver falsato un giudizio legale ("corruzione in atti giudiziari"). Berlusconi ha il giudizio annullato per prescrizione.750 milioni di euro sono solo la prima trance di danni materiali perché i danni morali verranno liquidati in un successivo dibattimento.
Ditemi quel che volete ma questa per me è una notizia orgiastica. E c'è pure la luna piena. Bellissima.

www.repubblica.it
sintetizza così i fatti:
Cesare Previti, nel 2007, venne condannato (a titolo definitivo) a un anno e mezzo di reclusione al termine del secondo processo d'appello celebrato a Milano nell'ambito del caso lodo-Mondadori. La Terza corte d'appello di Milano aveva accolto tutte le richieste di condanna avanzate dal sostituto pg Pietro De Petris anche per gli altri imputati. La pena più alta era stata per il giudice Vittorio Metta, condannato a 2 anni e 9 mesi di reclusione in continuazione con i 6 anni riportati per Imi-Sir. L'avvocato Attilio Pacifico aveva invece subito la stessa condanna di Cesare Previti, mentre l'avvocato Giovanni Acampora era stato condannato a 1 anno e 6 mesi. L'assoluzione dei quattro imputati dal parte della Corte d'appello di Milano era stata annullata dalla Cassazione che aveva disposto un nuovo processo.

In particolare il giudice Metta, secondo l'accusa, sarebbe stato corrotto dagli altri imputati per annullare, attraverso una sentenza di cui fu relatore, il lodo arbitrale che assegnava a Carlo De Benedetti il controllo azionario della Mondadori, a favore di Silvio Berlusconi. Non a caso, all'inizio del processo l'ex presidente del Consiglio figurava tra gli imputati, ma nel 2001 la Cassazione stabilì nei suoi confronti la prescrizione dei reati contestati.

opia il codice qui sotto e pubblicalo sul tuo blog per sostenere questa campagna!

<a href="http://www.jacopofo.com/nucleare_berlusconi_fonti_rinnovabili_catena_sui... target="_blank" ><img src="http://www.jacopofo.com/files/suicidio-energetico-nucleare.jpg" border="0" title="No al suicidio energetico!" alt="No al suicidio energetico nucleare!"/></a>

 

No al suicidio energetico nucleare!


La destra spaccata! Salvo lo Scudo Fiscale grazie a 23 PD e 1 IDV .

Incredibile! La destra si spacca sullo scudo fiscale e alcuni PD la salvano. Hai letto bene.

NON CI POSSO CREDERE!
Erano assenti 23 onorevoli del Partito Democratico. E 1 dell'Idv. E 6 dell'Udc.
se ci fossero stati.
270 sì
250 no
2 astenuti
Nella maggioranza gli assenti erano 56 su 269,
uno su 5. E questo è il dato più stupefacente. In fondo che nel PD c'erano parecchi stronzi lo sapevamo. Che invece si formasse nella maggioranza una corrente degli onesti è un grande segnale di cambiamento.
solo ieri non l'avrei mai detto.
Napolitano ha già detto che firmerà domani.
(Nessuno insulti il presidente, si deve attenere alla legge).
Parecchi malavitosi e corrotti si stanno sgalluzzolando dall'entusiasmo.
Siamo una nazione da 1800.
anzi sono, noi siamo della Repubblica di Alcatraz.

Ricito da www.beppegrillo.it (sempre sia lodato)

Cito qui www.corriere.it
(Da leggere in piedi con tono ufficiale e moderatamente funereo. a voce alta.)

Passa solo con 20 voti di scarto in Aula alla Camera il decreto correttivo che contiene lo scudo fiscale (270 i sì, 250 i no, 2 gli astenuti): significa che se l'opposizione fosse stata al completo, la norma tanto contestata da Pd, Idv e Udc e su cui il governo ha ottenuto la fiducia non sarebbe passata. Domani, al suo rientro a Roma, il presidente della Repubblica, firmerà la legge promulgandola. Per il capo dello Stato, le norme sullo scudo fiscale sarebbero state più consone all'interno del decreto anticrisi. Ma, in ogni caso, non si configurerebbero come una amnistia secondo quanto precisa un comunicato del Quirinale. «La previsione di ipotesi di non punibilità subordinata a condotte dirette ad ottenere la sanatoria di precedenti comportamenti - si legge nella nota -, non è ritenuta qualificabile come amnistia in base a ripetute pronunce della Corte costituzionale, da ultimo con ordinanza 9 aprile 2009, n. 109».

ECCO LA LISTA DEGLI ASSENTI:
(RICORDATEVENE!!!)
l'Idv Aurelio Misiti, i Pd Ileana Argentin, Paola Binetti, Gino Bucchino, Angelo Capodicasa, Enzo Carra, Lucia Coldurelli, Stefano Esposito, Giuseppe Fioroni, Antonio Gaglioni, Dario Ginefra, Oriano Giovanelli, Gero Grassi, Antonio La Forgia, Marianna Madia (assente perché si è dovuta sottoporre ad un importante accertamento medico), Margherita Mastromauro, Massimo Pompili, Fabio Porta, Giamomo Portas, Sergio D'Antoni (quest'ultimo ha reso noto che la sua assenza era dovuta alla necessità di sottoporsi a ricovero urgente per accertamenti medici presso la clinica universitaria Sant'Orsola Malpighi di Bologna) e Linda Lanzillotta, Giovanna Melandri, Lapo Pistelli (tutti e tre impegnati a Madrid per seguire, per conto del Partito Democratico e del gruppo parlamentare che aveva autorizzato la missione, i lavori del Convegno «Global Progress Conference» promosso dal Center of American Progress e dalla Fundacion Ideas para el progreso. Nell'Udc gli assenti erano Francesco Bosi, Amedeo Ciccanti, Giuseppe Drago, Mauro Libè, Michele Pisacane, Salvatore Ruggeri. Nelle fila della maggioranza tra gli assenti (QUESTI SONO I BUONI, ONORE AL MERITO) Luca Barbareschi, Giulia Bongiorno, Manlio Contento, Manuela Di Centa, Elvira Savino, Maurizio Scelli, Denis Verdini.

PS
PER INCISO LUCA BARBARESCHI E' STATO CENSURATO A CAUSA DI UNA STORIA NELLA QUALE UN OMOSESSUALE ERA UNA BRAVA PERSONA. Per fortuna la destra sta migliorando.

TAG: MI VIENE DA VOMITARE. Fottuti doppiogiochisti di merda.

PS
Ieri IL FATTO, il quotidiano di Marco Travaglio e Padellaro, ha venduto 800 mila copie. Fanculo, è una buona notizia!

Copia il codice qui sotto e pubblicalo sul tuo blog per sostenere questa campagna!

<a href="http://www.jacopofo.com/nucleare_berlusconi_fonti_rinnovabili_catena_sui... target="_blank" ><img src="http://www.jacopofo.com/files/suicidio-energetico-nucleare.jpg" border="0" title="No al suicidio energetico!" alt="No al suicidio energetico nucleare!"/></a>

 

No al suicidio energetico nucleare!


Per fortuna il Letenoz non esiste

Mi ha pigliato un colpo stamattina guardando Current tv. C'era la pubblicità del Letenox, una medicina che cancella i brutti ricordi. Su Current!!! Ma non era una tv democratica?
Faccio una ricerca sul web e trovo robe spaventose tipo questa:
"LETENOX - sedativo memoriale per cancellare i Traumi
l laboratorio M&K può dirsi oggi creatore di un ritrovato farmaceutico destinato a cambiare le sorti dei disturbi psichiatrici e psicosomatici: M&K porta oggi alla luce Letenox un farmaco rivoluzionario che agisce sulla memoria umana e ne modifica la percezione degli eventi negativi, aiutando così il paziente a superare i suoi traumi.

Il ricordo di alcuni vissuti di sofferenza è all'origine di attacchi di panico, disturbi d'ansia e crisi depressive: Letenox sedativo memoriale, presto disponibile nelle farmacie sotto prescrizione medica, è in grado, nell'assoluto rispetto di standard di qualità e sicurezza di eliminare via via i ricordi traumatici; Letenox può regalare una vita più felice a chi ha sofferto. Proprio questo è da anni il nostro obiettivo.
"
Sto già per iniziare a scrivere un articolo di fuoco quando mi rendo conto che c'è qualche cosa che stona. Non ci sono siti in inglese sul Letenox, non ci sono siti salutisti imbestialiti neanche in Usa...
Vado a vedere il sito www.letenox.com, telefono all'azienda (messaggio registrato che chiede di lasciare la mail).
Poi trovo un post su Google che dice: Pubblicità virale.
Fatta veramente bene. Siti, contrositi.... solo una traccia: sul sito della fantomatica azienda si cita l'Università di Ferri che non esiste (ho controllato).
Per fortuna il Letenox non esiste. E' solo reclame.
Fanculo!





Milioni di persone in anestesia totale

Ho avuto una grande illuminazione, ieri pomeriggio facendo pipi' su una pianta di rose rosse (che se mia moglie mi scopre mi decapita, che e' convinta che la mia pipi' uccida le rose rosse. Poi dice: hai visto che belle rose fa la nostra pianta? Cazzo, ci faccio la pipi' sopra da 10 anni, per forza sono belle).
Comunque l’illuminazione e' che e' ovvio che questo mondo sembra un autoscontro per schizoidi. Una parte considerevole del genere umano vive in anestesia totale.
Cioe'. Tutti ogni tanto finiamo in anestesia totale, e' fisiologico. Non si riesce a stare sempre attenti a quel che fai, ti rompi i coglioni o soffri troppo. E allora si va in anestesia: stato di trans con cervello spento e attive solo le funzioni vitali-lavorative essenziali. Ma poi c’e' gente che vive costantemente in trans autocancellante. Non ci sono mai. Almeno non mentalmente presenti a quel che succede.
Usano di tutto, stanno connessi a computer, tv, ipod, radio. Oppure si masturbano con il tifo per qualche ideale totalizzante, c’e' gente che pur di anestetizzarsi riesce a fare il tifo per Bersani.
Malati.
Altri sono persi nelle storie di Clooney e la Canalis, altri per le notti brave di Berluscaccio, altri per il Milan, la Formula 1, Amici della De Filippi.
Ne discende che lo scopo della mia esistenza e' riuscire a restare cosciente almeno un po’. Ogni tanto.
Secondo: il nucleo della mia azione sociale deve concentrarsi sull’azione dello svegliare i dormienti. Che poi e' un’idea quasi antica. “La Sveglia” era il titolo di un periodico socialista dei primordi.

Ma come si sveglia una persona (o un popolo)?
Innanzi tutto e' difficile. Non e' che gli urli e si sveglia.
Il sonnambulismo e' talmente profondo, radicato e efficiente che ESSI possono affrontare praticamente qualunque situazione terrena senza svegliarsi da questo coma farmaceutico senza sogni. A volte non si svegliano neanche se gli spari. Figurati che incidenza puo' avere un corteo. Gli unici strumenti risveglianti sono l’arte e l’amore. E per arte non intendo le mostre di pittura organizzate dai mercanti ne' le rappresentazioni teatrali finanziate dal Ministero dello spettacolo triste.

Mettersi a descrivere cos’e' l’arte adesso sarebbe noioso e deprimente.
Comunque dopo questa illuminazione ho deciso di gettarmi con rinnovata determinazione in azioni politico-ludiche perche' il resto non serve a un cazzo.
Quindi vi invito a leggere gli articoli che vi propongo insieme a questo testo e che contengono piani dettagliati per battaglie oniriche.
E vorrei sottolineare che il sogno e la fantasia sono gli unici strumenti di comunicazione in grado di far breccia nelle anestesie totali. Si tratta di una cura omeopatica, il simile cura il simile. Il sogno e' inerente al sonno ed e' l’unica medicina capace di curare l’anestesia totale, che e' una forma di sonno dell’anima.
Detto questo, favorevolmente impressionato dalle mie capacita' di sintesi letteraria, vi saluto cordialmente dalle verdi colline della Libera Repubblica di Alcatraz.
Non acchiapperanno mai i nostri sogni!


Please Obama, stop a new USA militar base in Italy! No army, food!

STIAMO PER BLOCCARE LA COSTRUZIONE DELLA BASE MILITARE DI VICENZA!!!

<a href="http://www.jacopofo.com/campagna-pressione-politica-obama-presidente-usa... target="_blank" ><img src="http://www.jacopofo.com/files/obama-no-dal-molin.gif" border="0" title="Please Obama, stop a new USA militar base in Italy! No army, food!" alt="Please Obama, stop a new USA militar base in Italy! No army, food!"/></a>

 

Lo so che la demotivazione ti ha catturato e non c’hai piu' voglia di fare un cazzo. Ma quello che ti sto per proporre e' una figata pazzesca: BLOCCHIAMO LA BASE USA DI VICENZA! Servono 100 persone, un thermos di caffe', i computer, un disco dei Pink Floyd e sudore dei polpastrelli.

Avrai ormai capito che se continuiamo a fare manifestazioni contro la Base USA, e a urlare NO Dal Molin! non tiriamo fuori un ragno dal buco. Col cavolo che Berlusconi si commuove e dice agli Usa che l’Italia ha cambiato idea. Siamo d’accordo su questo?
Io credo sia essenziale rendersi conto che l'allargamento della base Nato si blocca solo se riusciamo a fare pressioni INTERNAMENTE AGLI STATI UNITI.
La situazione e' favorevole visto che c’e' Obama.
Si tratta di organizzare un’operazione di pressione internazionale. Tutto si incentra su una lettera appello a Obama. Una lettera che se sara' sottoscritta e diffusa a sufficienza e' in grado di convincerlo a bloccare la costruzione della base del Dal Molin (lui puo' e se e' coerente con le sue idee DEVE!).
(Vedi alla fine di questo testo la lettera a Obama in inglese e in italiano).
La strategia e' semplice e collaudata:

FASE UNO
Apriamo una raccolta di firme alla lettera a Obama (http://www.petizionionline.it/petizione/ohh-mister-obama-io-ti-prego-solo-tu-puoi-aiutarci/48 (italiano), http://www.ipetitions.com/petition/obamahelp/ (english)).
Contemporaneamente raccogliamo pero' anche firme di personaggi del mondo della cultura italiani. 

FASE DUE
Usiamo le firme raccolte in Italia per scatenare una campagna di telefonate a gente dello spettacolo, dello sport, della scienza e della cultura USA.
Contemporaneamente chiediamo a blog in lingua inglese di linkare la pagina dell’appello, traduciamo questa lettera in piu' lingue e cerchiamo adesioni e link internazionali.
In questo modo ci costruiamo una leva capace di porre la questione a Obama.

FASE TRE
Se non risponde, iniziamo a presidiare l’ambasciata di Roma e il Consolato di Milano. No manifestazioni. Una staffetta con un solo manifestante per volta. Oppure un centinaio che fanno un flash mob.

FASE QUATTRO
Sciopero della fame di 10 persone e acquisto di una pagina sul New York Time dove pubblicare la nostra lettera a Obama. Quando muoiono i primi 10 attaccano altri 10. E cosi' via.

FASE CINQUE
La fase cinque non c’e'. O abbiamo vinto con la fase 4 o siamo morti di fame.

COSA SERVE:
Servirebbe un partito che facesse tutto questo. Visto che il partito non c’e', cerchiamo di farlo lo stesso usando i meravigliosi poteri di un’organizzazione a rete autogestita sul web. Non serve molto in realta'. Non e' un azzardo pensare di riuscire a fare in pochi quel che in molti non si riesce a mettere assieme… L’esperienza dei gruppi di acquisto ci ha insegnato che esiste un grande movimento che di fronte a proposte logiche e chiare e' disposto a muoversi. E’ necessario pero' formare una FORZA DI SFONDAMENTO INIZIALE che riesca a bucare il muro della disinformazione. VUOI TU FAR PARTE DI QUESTO MANIPOLO DI EROI E POTER DIRE UN GIORNO: “SE NON CI MUOVEVAMO NOI DEL FOTTUTISSMO GRUPPO DI PRESSIONE SU OBAMA COL CAZZO CHE SI IMPEDIVA LA COSTRUZIONE DI QUELLO SCEMPIO!”?
Ci sono momenti nella vita nei quali abbiamo il privilegio di scegliere se vogliamo o non vogliamo combattere e vincere. Questo e' uno di quelli!!!
(Questo pezzo va letto con sottofondo di rulli di tamburo del Tamburino Sardo del Libro Cuore. In culo a quelli che dicono che ormai non c’e' piu' un cazzo da fare).
E vorrei dire che trovare un gruppo di persone decise e capaci che inneschi un cambio di direzione nella campagna contro il Dal Molin e' essenziale anche perche' di fronte all’altrimenti imminente sconfitta non vedo altro destino che quello triste e perdente della radicalizzazione dello scontro, delle botte con la polizia, dei feriti, della gente massacrata in questura e magari del solito vecchio morto ammazzato, un altro bel ragazzo stroncato nel fiore degli anni solo perche', alla fin fine menare le mani e' scenografico e liberatorio.
E, attenzione, non abbiamo molto tempo. E’ evidente che gia' c’e' chi si sta organizzando per provocare un bel macello telegenico (il sangue e', ahime', sempre piu' telegenico di un lavoro al computer, silenzioso ed efficiente).
Ma per impedire questa deriva distruttiva serve che si costituisca un gruppo minimo di persone che vogliano far partire la campagna. E in particolare, scendendo nel dettaglio dei bisogni essenziali, ecco un elenco sommario e provvisorio dei lavori da fare e delle capacita' necessarie (spero vogliate aggiungere le vostre proposte):

Servono persone che pubblichino link a questa pagina e alle pagine della raccolta firme (http://www.petizionionline.it/petizione/ohh-mister-obama-io-ti-prego-solo-tu-puoi-aiutarci/48 (italiano), http://www.ipetitions.com/petition/obamahelp/ (english)) o che ripubblichino questo appello (o uno analogo) sul loro sito.

Servono traduttori in tutte le lingue del pianeta.
In particolare Cinese, Tedesco, Russo, Arabo, Spagnolo, Francese, Giapponese, Indiano, Indonesiano, Inuit e Bergamasco.
Se conosci bene una lingua realizza la traduzione e pubblicala nei commenti a questo blog (preghiamo Rutelli di astenersi).

Servono persone che contattino possibili firmatari di prestigio in Italia.
Pubblica nei commenti a questo blog la lista delle persone che contatterai, cosi' non facciamo doppioni. Quando ricevi l’adesione, pubblicala sempre nei commenti a questo articolo.
Idem per personaggi stranieri.

Qualcuno con una pronuncia inglese decente potrebbe realizzare un video su YouTube leggendo la lettera a Obama (Rutelli e' ri-pregato di astenersi). Se hai intenzione di farlo, dichiaralo prima in questo spazio cosi' non ne facciamo 25.
Idem per l’audio.

Fra una ventina di giorni dovremmo aver raccolto adesioni sufficienti per iniziare a rompere i coglioni ai giornalisti italiani e stranieri.

Per ora mi sembra sufficiente. Altri aggiornamenti via via che la cosa si muove.
E vedrai che riusciremo a farla muovere.
Venceremos!!!
E se no venceremos insisteremos!
(Tenemos las cabesas duras como las pietras)



LETTERA A OBAMA in italiano

Mister Obama, noi siamo qui in Italia, alla periferia dell’Impero e ti scrivo perche' solo tu puoi aiutarci.
Qui sta succedendo qualche cosa che non va.
Bush, quella strana persona, ha deciso di costruire vicino a Vicenza una immensa base militare. Ce n’era gia' una ma gli sembrava piccolina.
La gente di Vicenza e molti italiani sono scesi in piazza a manifestare. Non abbiamo proprio bisogno di una nuova base militare, un nuovo monumento allo spreco di denaro, alla paura e all’odio.
Non ci servono missili piu' grossi carichi di bombe nucleari.
La tua elezione alla carica di Presidente degli Stati Uniti d’America ha segnato un punto di svolta nella storia di questo pianeta. Ora possiamo immaginare un’epoca di pace, di comprensione, di comunicazione. Un’epoca nella quale non ci si uccida piu' per il petrolio e si prenda l’energia dal sole, dal vento e dagli oceani.
E allora, Presidente, che c’entra con questo sogno una nuova luccicante base militare? Veramente vuoi buttare tutti questi soldi in nuovi bunker sotterranei, rampe di lancio, bombe?
Se qualcuno impazzisse potrebbe gia' adesso lanciare missili a testata nucleare sufficienti a distruggere mille volte questo pianeta. Quale potenza aggiuntiva potrebbe portare questa nuova base militare? Quando l’avrete costruita potrete distruggere il mondo milleuno volte?
Ne vale la pena?
Ne avete proprio bisogno?
Con i soldi che si risparmierebbero rinunciando a questo progetto potreste dare da mangiare e una scuola a un milione di bambini.
Se tu domani mattina facessi questo annuncio al pianeta, la gente direbbe: “Vedi, questo presidente vuole veramente cambiare il mondo.” E questo proteggerebbe l’America molto piu' di cento basi militari.
E poi a cosa servono oggi nuove basi militari?
L’Unione Sovietica non esiste piu' e sta lentamente aprendosi al progresso. La guerra con la Cina per il petrolio non ci sara' perche' tu stai aumentando dieci volte la velocita' della transizione all’economia delle fonti rinnovabili con i grandi investimenti che stai realizzando.
Una base militare nuova non servira' contro i nemici della tua patria che sono terroristi difficili da colpire con una bomba atomica.
Anzi, costruendo questa follia darai forza ai nemici degli Stati Uniti d’America che diranno: “Vedi, gli americani, parlano di pace ma costruiscono la guerra.”
Non conviene a chi ama il sogno di un mondo nuovo, investire denaro e intelligenza nel costruire, ancora, cattedrali del terrore irte di cannoni e filo spinato.
Abbiamo bisogno di segnali d’amore.
Yes we can!
Fermiamo i cani della notte.
Ieri a Vicenza, ancora una volta, questo sogno oscuro di potenza ha causato altri feriti e altro dolore.
Gia' ora questa base militare sta armando le mani di chi conosce solo l’odio.
Tra i manifestanti pacifici si infila gente che vuole la guerra. E invita a nozze chi nelle forze dell’ordine rimpiange l’uso di massa dei manganelli e dei lacrimogeni.
Ti prego Obama, ti prego.
Compi l’impossibile, l’inaspettato.
Un gesto d’amore, un gesto di fiducia, una preghiera per l’anima degli uomini.
Ferma questa follia.
Noi stiamo lottando e gridando, da anni contro questa malvagita' insensata. Ma le nostre proteste vengono calpestate, ignorate.
Viviamo in un pezzo di mondo strano, dove il buon senso, momentaneamente e' svenuto.
Noi abbiamo lottato con tutte le nostre forze, sinceramente, ma stiamo perdendo.
Noi non possiamo fermare questo ingranaggio, siamo uno Stato vassallo, alla periferia dell’Impero.
Si sta eseguendo quel che Bush ha deciso per noi e nessuno qua potra' mai opporsi. Ci sono trattati, accordi, impegni presi dai nostri strani governanti.
Noi non possiamo vincere da soli questa battaglia della civilta' della pace contro quella della guerra.
Tu puoi farlo.
Solo tu puoi farlo.
Se tu agisci noi saremo con te, siamo sempre stati con te.
Insieme possiamo farlo.

Per sottoscrivere la raccolta firme in italiano http://www.petizionionline.it/petizione/ohh-mister-obama-io-ti-prego-solo-tu-puoi-aiutarci/48


LETTER TO OBAMA (English version)

Mr. Obama, we are here in Italy, in the Empire outskirts, and we write to you because only you can help us.

Something weird is happening here.

Bush, that strange person, decided to build near Vicenza an enormous military base. There was another one already, but he thought it was tiny.

People of Vicenza and many other Italians came down to manifest their disagreement. We don't need at all a new military base, a new monument to money waste, to fear and to hate. We don't need greater missiles full of nuclear bombs.

Your election to the chair of President of the United States has marked a turning point in the history of this planet. Now we can imagine an era of peace, undestanding, communication. An era in which not to kill one another for oil and in which to take energy from the sun, the wind and the oceans.

Then, Mr. President, what has to do with this dream a new shimmering military base?

Do you really want to drop all that money into new underground bunkers, launch pads, bombs?

If someone gets mad, he could already launch enough nuclear missiles to destroy this planet a thousand times. What additional power could you get with this new base? When you end to build it, could you destroy the world the 1001'st time?

Is it really worth the effort? Do you really need it?

With the money spared by renouncing to this project, you could give food and education to a million children. If you, tomorrow morning, could announce such a thing to the world, people would say: "You see, this President really wants to change the world!", and this would protect America more than a hundred military bases.

What are new military bases for, however?

Soviet Union does not exist anymore, and its heirs are slowly opening to progress. War with China for oil will not be, since you are speeding by ten the transition to renewable power sources, with the big investments you are making.

A new military base will not be useful against the enemies of your homeland, wich are terrorists, difficult to hit with atom bombs. At the contrary, by building this mad thing, you will enforce the enemies of USA, who will say: "You see, Americans speak about peace, but build war."

It's not fair, for one who loves the dream of a new world, to invest money and skill to build, once again, cathedrals of terror filled with cannons and barbed wire. We need signs of love. Yes we can! Let's stop the night dogs.

Yesterday, in Vicenza, this dark dream of power caused more wounded people, and more pain.

Right now, this military base is arming the hands of the ones who know only hate.

People who wage war is infiltrating peaceful manifestants. And this fact is enforcing those who, into the police forces, hope the return of blackjacks and tear gas bombs.

Please, Mr. Obama, please! Make the impossible, the unexpected. A love gesture, a faith gesture, a prayer for the mankind's soul. Stop this madness.

We are fighting and screaming, from many years, against this senseless evil. But our protests are crushed, or ignored. We live in a strange place of the world, where wit is momentarily vanished.

We are fighting with all our forces, sincerely, but we are losing.

We can not stop this spinning gear, we are a vassal state, in the outskirts of the Empire. It's being executed here and now what Bush decided for us, and no one here could ever resist. There are treaties, agreements, obligations took by our strange rulers.

We alone can not win this battle of the civilization of peace, against the one of war.

You can do it. Only you can do it. If you act, we will be on your side, like always have before, and even more.

Together we can do it.

Sign the petition http://www.ipetitions.com/petition/obamahelp/


APPELLO AGLI INGEGNERI ECOLOGISTI: uno studio per fermare il nucleare!

METTIAMO INSIEME UN GRUPPO TIPO LINUX E TIRIAMO FUORI UN PIANO ECONOMICO VERO PER DIMOSTRARE CHE IL NUCLEARE NON SOLO E’ PERICOLOSO MA ANCHE ANTIECONOMICO

Ingegnere e ingegneri,
Io sogno una politica veramente basata sui fatti. E vi propongo quindi un’azione ingegneristica spettacolare, un’iniziativa che permettera' ai partecipanti di coprirsi di gloria imperitura.
Sappiamo tutti che l’idea del governo di tornare al nucleare e' una cavolata pazzesca. Ma finora l’opposizione al nucleare e' restata sul piano dei discorsi generali.
Credo che se vogliamo veramente fermare questi pazzi e/o speculatori dobbiamo dimostrare coi fatti che si tratta di un progetto che servira' solo a buttare soldi dalla finestra.
La mia proposta e' di realizzare un piano alternativo concreto per produrre la stessa quantita' di energia che il governo vorrebbe produrre con le nuove centrali nucleari.
Non un piano teorico ma un vero progetto con tanto di preventivi delle aziende, piano finanziario, eccetera. Cioe' un progetto che ci permetta realmente di passare alla fase di realizzazione.
Presentare questo piano al governo e ai media e pretendere una gara d’appalto paritaria potrebbe essere il passo successivo, se riusciremo realmente a strutturare un piano economico e gli accordi preliminari con le ditte che potrebbero poi realizzare concretamente l’intervento.
Mi rendo conto che non sto proponendo una cosa semplice come distribuire volantini.
Difficile trovare persone capaci e disposte a metterci tempo, difficile inventarsi il modo di coordinare un gruppo di lavoro simile, difficile trovare le aziende realmente in grado di concretizzare il progetto e tradurlo in impianti, difficile convincere le banche a dichiararsi disposte a finanziare una simile impresa, difficile far conoscere la proposta una volta realizzata.

Ma era difficile anche battere Bill Gates producendo un software operativo in modo collettivo. E inoltre nessuno aveva mai neppure immaginato che un’impresa cosi' fosse possibile.
Noi almeno sappiamo che in altri settori e' stato fatto.

Inoltre chiarisco che io non ho ne' le competenze ne' le forze per coordinare una simile impresa. Pero' osservo che se si concretizzasse questa impresa potrebbe avere realmente sviluppi enormi e contribuire in modo corposo a bloccare la scelta nucleare italiana.

Sto proponendo una cazzata pazzesca?
Innanzi tutto apriamo il dibattito.
Prego le persone che interverranno di specificare se sarebbero disposte anche a metterci lavoro, che competenze hanno, che parte del progetto sarebbero disposte a sviluppare e chi sarebbe disponibile a coordinare il tutto.


E’ partita la rissa nel Centro Destra. Siamo salvi!

Oggi, 20 settembre e' la Giornata Mondiale dell’Insetto Burlone.
Domani, 21 settembre e' la Giornata Mondiale del Vaffanculo Promiscuo.

Cosa c’e' di piu' incredibile di un direttore della Rai nominato dalle destre che difende AnnoZero e Report dalle intemperanze di Berlusconi? Forse Fini che attacca il premier dicendo all’assemblea del Partito delle Liberta' che tutti fanno finta di essere d’accordo col Liftato Nazional Popolare e poi gli parlano dietro.
Una roba da asilo infantile, per inciso, parlar dietro a un leader, una cosa patetica, uno scorcio dal paradiso dei leccaculi.
Comunque, ammettiamolo, amiamo Fini che si eleva come astro sfolgorante. Ed essere qui a sperare in un post fascista e' la misura del crollo oceanico della sinistra. Siamo tutti orfani di un’identita' con le speranze in riserva.
Comunque, grazie a Dio, adesso Fini ha fatto causa a Feltri che lo ha minacciato trasversalmente, velatamente e di rimbalzo, di diffondere dossier riservati su storie di sesso del Fini medesimo risalenti al 2000. E questo e' avvenuto dopo che Feltri ha spalato merda anche sul direttore di Repubblica insinuando che abbia dichiarato un prezzo di acquisto, di una casa, inferiore a quello reale per risparmiare sulle tasse. E sapete chi ha scelto Fini come avvocato? La Buongiorno, quel rottweiler che ha difeso Andreotti, che nel frattempo e' morto, dall’accusa di aver fatto delle fetenzie orali con esponenti di spicco di cosche mafiose.
Dall’altra parte il clero scalpita e sbava d’ira. Non s’era mai visto che un giornale di destra spiattellasse al mondo storie d’alcova di eminenti moralizzatori. Non lo avevano fatto neanche i comunisti nei momenti peggiori.
Ma non si tratta di casi isolati. Piquet junior sputtana Briatore, piu' volte inquisito da ragazzo per estorsione e truffa, per averlo costretto a simulare un incidente durante una corsa. Facendo cosi' entrare in pista le auto di soccorso e favorendo il compagno di squadra Alonso, che in effetti alla fine ha vinto la gara.
E che dire di Brad Pitt e Matt Dillon che hanno dichiarato che George Clooney e' gay e la piantasse di far finta di essere macho? E Clooney che ha risposto che in effetti non ha ancora capito se la Canalis e' maschio o femmina… Stavano scherzando? Al di la' che il Corriere della Sera li ha presi sul serio (il punto piu' basso del senso dell’umorismo dai tempi di Noe' quando gli aveva preso la paranoia del Diluvio Universale).
Ma comunque quando mai due attori si mettevano a sputtanare sui giornali un loro ottimo amico che ha fatto i soldi sulla sua virilita' prorompente dandogli dell’omosessuale? Certe cose non si dicono neanche per scherzo…
Stiamo vivendo un momento nel quale le posizioni degli astri (o il karma galattico o forse la posizione delle varici sulle gambe di mia zia Rosalinda) stanno determinando il posizionarsi di attrattori esistenziali che portano lo sputtanamento a scatenarsi?
Il Grande Sputtanamento non riguarda quindi solo i partiti di destra, i giornali di destra, la chiesa e Repubblica ma si tratta di una fase endemica? E’ una specie di CIFRA del momento? Ci sono giornate che piove e giornate che lo sputtanamento va forte?
(Vorrei soffermarmi a sottolineare la profondita', oserei dire filosofica e ermeneutica, di questa riflessione!)

La domanda quindi e': stiamo per assistere a un Gioco al Massacro di proporzioni siderali?
Tutti quelli che in Italia hanno un archivio personale pieno di dossier sui vicini di casa, i datori di lavoro, i ministri della Pubblica istruzione e simili (che in Italia sono milioni) lo sbatteranno sul web? (l’archivio)
Il governo delle Destre potrebbe reggere a un simile frullatore mediatico?
Lasciamo al futuro il compito di sciogliere l’arduo interrogativo e passiamo a occuparci della nostra esistenza globale che, a prescindere dal livello di chiacchiere sputtanatorie continua a evolversi seguendo il suo misterioso disegno.
Oggi e' la giornata Mondiale dell’Insetto Burlone. Domani quella del Vaffanculo Promiscuo.
E qui c’e' da estasiarsi di fronte alla immisurabile saggezza di coloro che, migliaia di anni fa, hanno deciso di dedicare questi giorni proprio a queste particolari celebrazioni.
Vi e' mai successo di aprire una vecchia scatola da scarpe e trovarci dentro un diamante da 40mila euro che proprio non sapete da dove viene?
E’ ora che sappiate che quel diamante non si e' miracolosamente materializzato nella vostra puzzolente scatola da scarpe perche' avete fatto un fioretto e avevate rinunciato a masturbarvi per un paio di giorni. NO!
Questa e' opera dell’Insetto Burlone.
Si diverte cosi'. Sara' giusto o no rendere omaggio a una creatura che ha come grande sollazzo infilare diamanti da 40mila euro dentro vecchie scatole di scarpe?
E la Chiesa Cattolica vuole spiegarmi perche' in tutti i salmi e i trattati ecclesiastici non trovo neppure un rigo di elogio a questa splendida creatura?
E questo solo perche' ha organi sessuali sovradimensionati e perennemente congestionati?
Non mi sembra giusto. Non mi sembra giusto.
E vorrei collegare questo fatto con l’evenienza che (guardacaso) domani e' la Giornata Mondiale del Vaffanculo Promiscuo. Proprio domani. E proprio dopo la Giornata Mondiale dell’Insetto Burlone.
Mi capisci?
No?
Sono convinto che domani il tuo parroco ti consegnera' una vecchia scatola da scarpe con dentro le foto di Berlusconi che fa sesso con Frank Sinatra (un peccato di gioventu'). Essere sospettato di omosessualita' e' l’unica causa che puo' spingere un italiano a dimettersi da qualche cosa. Nel paese di Pinocchio (che ce l’aveva sempre duro) puoi rubare, complottare, tradire, prendere mazzette… Ma il culo no!
… E sai quanto te le paga Repubblica del foto con Frank Sinatra?

PS
Mi informano che contrariamente a quanto dichiarato nel corso del testo precedente Andreotti non e' morto veramente. Fa solo finta.