Le buone notizie di CaCaO

tratte dalla newsletter Cacao Il quotidiano delle buone notizie comiche

Ciao a tutti! E grazie!

Carissimi,
Con questo numero Cacao, Il Quotidiano delle Notizie Comiche sospende le pubblicazioni quotidiane.
Continuiamo con la pubblicazione del Cacao della Domenica che si trasformerà ma non vi anticipiamo ancora come, sarà una sorpresa!

Siamo stati insieme per tanti anni. Cacao è nato cartaceo ormai più di 30 anni fa. Jacopo Fo lo pubblicava mettendo insieme suoi articoli, le vignette di Angese, le storie di Alcatraz.
Poi è arrivato Internet e nell’autunno del 1999 abbiamo iniziato a mandarlo via mail a poco più di 200 persone, usando Outlook. Ovviamente non si poteva inviarlo a tutti insieme e allora Armando e Simone lo inviavano a dieci indirizzi alla volta. L’impaginazione era quella di quel tempo: solo testo, e guai a mettere immagini che pesavano troppo.
E così via. Tutti i giorni da 19 anni a questa parte una persona della Redazione cercava le buone notizie con il lanternino in mezzo al marasma di quelle cattive, perché crediamo fermamente che mostrare il lato comico, sciocco e anche straordinario dell’essere umano ci salvi dal sentirci tutti vittime. Poi lo si rileggeva tutti insieme e si inviava a migliaia di persone.
Per alcuni anni il Cacao della Domenica fu lo spazio di Franca Rame e Dario Fo: fece un grande scalpore l’articolo scritto anche con Jacopo a pochissime ore dall’attentato alle Torri Gemelle di New York “Diamo una possibilità alla pace!”. Per non parlare della campagna contro l’uranio impoverito e delle tante altre battaglie che la famiglia Fo ha portato avanti con coraggio e determinazione.
Non ultima quella per lo sviluppo del fotovoltaico, e le mille altre a favore dell’ambiente, del benessere, della salute. A raccontarle tutte non basterebbe una settimana.

Abbiamo anche fatto degli strafalcioni che i lettori ci hanno segnalato puntualmente, come quando parlando di un progetto per fare un tunnel sotterraneo tra New York e Londra abbiamo scritto che sarebbe passato per l’Adriatico: le osservazioni di chi ci scrisse erano esilaranti.
Ed è famosa anche la nostra discalculia – non vi dico la soddisfazione quando abbiamo scoperto che non eravamo scemi ma solo malati – per colpa della quale non riuscivamo a fare un calcolo che fosse uno esatto.
E voi siete stati lettori straordinari! Non erano poche le persone che arrivando ad Alcatraz o incontrandoci a un qualche evento ci dicevano “Vi leggo! Mi fate fare la prima risata della giornata!” ed è proprio per questo che siamo stati presenti nelle vostre caselle mail per così tanti anni.
Ora ci fermiamo un po’ e prendiamo fiato, ragioni di vario genere ci hanno costretto a fare la scelta di fermarci. In questi anni molti siti hanno iniziato a mettere una sezione “buone notizie”, il messaggio è passato, noi abbiamo fatto da apripista come in moltissime altre iniziative.

E’ stato fantastico, davvero.

Siamo presenti nel web con blog, pagine Facebook, e con People For Planet, il nuovo sito che a gennaio compirà un anno e che sta crescendo con regolarità e che parla di quello che ci interessa da sempre. Insomma, non ci si perde, ci si trasforma, ci si adatta alle nuove esigenze, ma sempre mantenendo un contatto con chi ha voglia di seguirci.
Cacao Quotidiano chiude, viva Cacao!
Grazie a tutti! A chi ci ha letto, a chi ci ha segnalato le notizie, proprio a tutti!

A presto!
Jacopo, Simone, Maria Cristina, Gabriella, Armando, Manuela

Sfilo anche io!

In inglese la passerella si chiama 'catwalk' e allora il gatto che ha deciso di farsi la toilette durante una sfilata in Turchia aveva tutto il diritto di esserci.
Ha pure cercato di afferrare le frange degli abiti delle modelle che gli passavano troppo vicino cercando coccole e gioco ma ‘ste benedette ragazze non lo hanno guardato di striscio. Insensibili.
(Fonte: Ansa)

(...) Continua a leggere CACAO di oggi

Cerca i santi e lascia stare i Pokemon

Si chiama Follow JC Go e pare, si dice, si mormora, che sia stata accettata anche dal Papa. Praticamente è come Pokèmon Go ma al posto dei mostricciattoli bisogna cercare i santi, i beati e i personaggi della Bibbia per le vie della città.
Non è che si fanno catturare, individuati entrano nell’“evangelization team” del giocatore e vince chi ne ha di più. Se poi si vuole proprio il Paradiso il gioco permette di fare dotazioni in denaro “vero” a varie opere pie. Belzebù non c’è, pare non abbia rilasciato la liberatoria per lo sfruttamento dell’immagine dichiarando: “Non c’è più religione”.
(Fonte: Repubblica)

(...) Continua a leggere CACAO di oggi

Dalle rose nasce un medico

Rumon Siddique, 27 anni, originario del Bangladesh, è arrivato in Italia nel 1999. Dopo avere vissuto per cinque anni a Mantova, nel 2004 si è trasferito a Palermo. Lunedì scorso, il 15 ottobre, ha conseguito la laurea in Medicina e Chirurgia.
Questo grazie al professore Nicola Carlisi, docente di diritto commerciale, che incontrò Rumon mentre vendeva le rose nei ristoranti e decise di aiutarlo a studiare.
#qualcunoglielotelefoniasalvini

(...) Continua a leggere CACAO di oggi

Il Cammello delle Dolomiti

Una famiglia di cammelli vive in una malga del Parco naturale dello Sciliar (Alto Adige).
Stanno bene e a differenza dei fratelli che abitano nel deserto hanno sviluppato una bella pelliccia folta.
Il famoso cappotto DEL cammello.
(Fonte: Il Mattino di Padova)
Video

(...) Continua a leggere CACAO di oggi

Un bacino e passa la bua

E’ quello che ha pensato la figlia di Michel Butter, maratoneta che dopo la gara di domenica scorsa ad Amsterdam si è accasciato a terra in preda ai crampi. La biondissima figlia gli si è avvicinata e lo ha coperto di baci.
Tutto passato.
(Fonte: La Stampa)

(...) Continua a leggere CACAO di oggi

Niente fuochi, c’è la balena

Volete andare a Londra per vedere i fuochi d’artificio sul Tamigi durante l’inaugurazione dell’area ricreativa di Riverside il 2 novembre? Vi conviene cambiare itinerario perché per l’evento niente fuochi: potrebbero infatti disturbare la balena beluga Benny che da da un mese nuota nelle acque del fiume londinese.
Sempre che Benny non decida di passare il ponte di Ognissanti ad Amsterdam.
(Fonto: La Stampa)

(...) Continua a leggere CACAO di oggi

Un enorme lampione in orbita

Bisognerà riscrivere tutte le canzoni romantiche sulla Luna se andrà in porto il progetto pensato da Wu Chunfeng, presidente dell'Istituto di ricerca sulla scienza e la tecnologia dell'aerospazio della città di Chengdu, nella provincia cinese del Sichuan.
L’idea è quella di mandare in orbita un enorme satellite riflettente, così potente da illuminare le città.
Fantascienza horror? Mica tanto, pare che l’aggeggio sia pronto per andare in orbita nel 2020, a darne notizia il Quotidiano del Popolo. I particolari non si conoscono: pare, si mormora, si dice che la luna artificiale sarebbe in grado di illuminare un’area tra i 10 e gli 80 chilometri di diametro così da sostituire l’illuminazione elettrica.
Una soluzione ecologica? Chissà perché non ne siamo convinti.
(Fonte: Ansa)

(...) Continua a leggere CACAO di oggi

Perche' la storia di Riace non finira'

di Chiara Sasso (“Riace terra di accoglienza”) Tiziana Barillà (“Mimì Capatosta”)
comune-info.net

“Gridatelo dai tetti” scriveva Bartolomeo Vanzetti in una lettera al padre il 1° ottobre 1920.
“Non tenete celato il mio arresto. No, non tacete, io sono innocente e voi non dovete vergognarvi. Non tacete ma gridatelo dai tetti, del delitto che si trama al mio danno… No, non tacete che il silenzio sarebbe vergogna”.
(...) Continua a leggere CACAO del Sabato

Il Ministero della Pace

Il Presidente del Consiglio etiope Abiy Ahmed ha ridotto il numero dei ministeri da 28 a 20, assegnandone la metà a donne. Tra i ruoli al femminile: quello per il commercio e l'industria, le entrate, la difesa e il neonato Ministero della Pace.
Quest'uomo sta facendo cose epocali!!
(Fonte: Allafrica.com, segnalata da Davide Calabria, grazie!)

(...) Continua a leggere CACAO di oggi