CuoreBasilicata

Abbonamento a feed CuoreBasilicata CuoreBasilicata
Cultura | Natura | Gusto
Aggiornato: 1 ora 37 min fa

“Trisciddi” al ragù e canestrato di Moliterno I.G.P.

Mar, 08/18/2020 - 16:36
Livello di difficoltà: MEDIOCosto: MEDIOTipologia: PRIMI PIATTIINGREDIENTI

Per i trisciddi:

  • 500 g di farina di semola di grano duro
  • acqua q.b.
  • sale q.b.

Per il condimento:

  • 300 g di macinato di carne di maiale
  • olio extravergine di oliva q.b.
  • 1 l di salsa di pomodoro
  • 1 cucchiaio di cipolla tritata
  • canestrato di Moliterno I.G.P. q.b.
  • sale q.b.
PREPARAZIONE

Disponete la farina a fontana e inserite al centro un pizzico di sale e dell’acqua poco alla volta. Lavorate fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo; coprite con un panno e lasciate riposare per 10 minuti circa.

Stendete la pasta e create tanti bastoncini lunghi 4 cm che andrete a schiacciare con tre dita (indice, medio e anulare) esercitando una leggera pressione e contemporaneamente trascinando verso di voi. La parte della pasta profondamente irregolare (quella che è stata a contatto con le dita) dovrà essere poi aperta verso l’esterno a mo’ di orecchietta: avrete creato così i vostri “trisciddi”.

Iniziamo la preparazione del sugo. In una padella soffriggete la cipolla e, quando sarà ben dorata, aggiungete la carne macinata che lascerete cuocere per 5 minuti. A questo punto aggiungete la salsa di pomodoro, salate e continuate la cottura per circa mezz’ora a fuoco basso.

Portate a bollore una pentola colma di acqua salata e cuocetevi la pasta fresca.

Quando sarà cotta, dopo circa 5 minuti, scolatela e aggiungetela al sugo di carne.

Impiattate e spolverate con il canestrato di Moliterno grattugiato.

Buon appetito!

Categorie: Altri blog

Ravioli con ricotta e tartufo nero alla crema di burro e salvia

Mer, 08/05/2020 - 16:19
Livello di difficoltà: MEDIOCosto: MEDIOTipologia: PRIMI PIATTIINGREDIENTI

Per i ravioli:

Pasta:

  • 300 g di farina
  • 2 uova
  • un pizzico di sale
  • acqua q.b.

Ripieno:

  • 175 g di ricotta vaccina
  • 1 uovo
  • 1 tartufo nero (scorzone)
  • prezzemolo q.b.
  • sale q.b.

Per il condimento:

  • 100 g di burro
  • 4-5 foglie di salvia
PREPARAZIONE

Setacciate la farina e disponetela a fontana sul piano di lavoro. Nel centro della fontana, ponete le uova ed il sale. Iniziate ad impastare aggiungendo un po’alla volta l’acqua.

Lavorate la pasta finché sarà liscia e omogenea. Coprite il vostro panetto e fatelo riposare per una mezz’ora circa.

In una terrina preparate il ripieno per i ravioli, unendo tutti gli ingredienti (ricotta, uovo, una spolverata di tartufo grattugiato, sale, prezzemolo) e amalgamando il composto fino ad ottenere una consistenza cremosa.

Successivamente, stendete la pasta e ritagliate con l’aiuto di una rotella dentata tanti quadrati di 5 cm circa. Dopodiché ponete al centro di ognuno un cucchiaio di ripieno; richiudete sovrapponendo un altro quadrato di sfoglia e sigillando i lembi con una forchetta.

In padella fate sciogliere il burro con qualche foglia di salvia.

Cuocete i ravioli in abbondante acqua salata per 5 minuti circa. Quando saranno cotti scolateli e amalgamateli per bene con la crema di burro e salvia. Impiattate e aggiungete qualche scaglia di tartufo nero (scorzone) grattugiato.

Buon appetito!

Categorie: Altri blog

Dolci c’u naspr’

Mer, 07/15/2020 - 16:15
Livello di difficoltà: MEDIOCosto: BASSOTipologia: DOLCI TRADIZIONALIINGREDIENTI

Per i biscotti:

  • 3 uova
  • 60 g di farina
  • 45 g di zucchero

Per la crema pasticcera:

  • 600 g di latte
  • 4 tuorli
  • 5 cucchiai di zucchero
  • 5 cucchiai di farina
  • buccia di 1 limone

Per la glassa:

  • 450 g di zucchero a velo
  • 2 cucchiai di succo di limone
  • acqua q.b.
  • ciliegine candite q.b.
PREPARAZIONE

Iniziate dalla preparazione dei biscotti. Separate i tuorli dagli albumi; montate i tuorli con lo zucchero e gli albumi a neve (la consistenza degli albumi è importante per la buona lievitazione dei dolci).
Versate poi i tuorli nella ciotola degli albumi e mescolate delicatamente all’alto verso il basso, facendo molta attenzione a non smontare il tutto.

Aggiungete poco alla volta la farina setacciata e continuate ad amalgamare delicatamente.

Ora versate il composto nella tasca da pasticciere, create delle palline e posizionatele su una teglia foderata di carta da forno.

Infornate a 160 gradi per 25/30 minuti.

Nel frattempo dedicatevi alla preparazione della crema pasticcera. Fate scaldare il latte (non dev’essere bollente) con la buccia del mezzo limone.

Versate poi i tuorli e lo zucchero in una ciotola, amalgamate bene fino ad unire la farina e, sempre mescolando, versate a filo il latte caldo dopo aver tolto la buccia del limone.

Versate il tutto nella pentola usata per scaldare il latte e portatelo sul fuoco. Senza smettere di mescolare, portatelo a bollore per circa 5 minuti.

Versate la crema in una ciotola e lasciatela raffreddare.

Una volta terminato il tempo di cottura dei biscotti, sfornateli aprendo il forno lentamente (per non compromettere i dolcetti rischiando di farli sgonfiare).

Tagliate i sospiri a metà e farciteli con la crema pasticcera ormai fredda.

Infine ricopriteli con la glassa, preparata sciogliendo lo zucchero a velo con un cucchiaino di succo di limone e poca acqua.

Posizionate al centro del sospiro una ciliegina candita.

Lasciate riposare i dolci per consentire la solidificazione della glassa.

Buon appetito!

Categorie: Altri blog

Ferricelli con mollica di pane, peperoni cruschi e noci

Gio, 07/02/2020 - 12:57
Livello di difficoltà: ALTOCosto: MEDIOTipologia: PRIMI PIATTIINGREDIENTI

Per i ferricelli:

  • 500 g di farina di semola di grano duro
  • 2 uova
  • acqua q.b.

Per il condimento:

  • 3 fette di pane raffermo
  • 10 peperoni “cruschi”
  • 20 gherigli di noci
  • olio extravergine di oliva q.b.
  • 1 spicchio d’aglio
  • sale q.b.
PREPARAZIONE

Disponete la farina a fontana, rompete le uova all’interno e sbattetele con una forchetta, aggiungendo un pizzico di sale. Aggiungete dell’acqua poco per volta. Impastate fino a quando il composto non risulterà liscio ed omogeneo.

Una volta pronto il panetto, copritelo con un canovaccio e lasciatelo riposare per mezz’ora circa. Dopodiché, ricavate dall’impasto dei panetti più piccoli e prelevate da questi dei cilindri di 5 cm di lunghezza e dal diametro di 1 cm circa. Spolverateli con della farina.

Prendete il ferretto, posizionatelo su un cilindro di pasta e, con un po’ di pressione, fatelo rotare avanti e indietro. Sfilate dal ferretto il formato di pasta così ottenuto e ripetete l’azione per ogni cilindro. Una volta pronti, allineate i ferricelli sulla spianatoia, copriteli con un canovaccio e lasciateli riposare per una mezz’ora.

Prelevate la mollica di pane e sbriciolatela con cura. Triturate grossolanamente i gherigli delle noci e mette il tutto da parte.

Passate alla preparazione dei peperoni cruschi. Pulite i peperoni con un panno umido, eliminando il torsolo e i semi.

Riscaldate l’olio in un tegame, allontanandolo dal fuoco quando è abbastanza caldo: è importante perché se l’olio ha una temperatura troppo elevata i peperoni possono bruciare, al contrario se troppo freddo i peperoni non diventeranno croccanti. Iniziate la frittura: immergete i peperoni nell’olio caldo per pochi secondi fino a quando tendono a gonfiarsi e a diventare di colore rosso vivo. Fateli asciugare su carta assorbente.

Nello stesso olio soffriggete l’aglio, le noci tritate e la mollica di pane precedentemente sbriciolata.

Nel frattempo cuocete i ferricelli in abbondante acqua salata. Trascorsi 5 minuti di cottura, scolateli e versateli nel soffritto. Sbriciolate i peperoni cruschi e aggiungeteli alla pasta amalgamando per bene il tutto.

Buon appetito!

Categorie: Altri blog