Scienza e Tecnica

Cacao Scienza e Tecnica

Il robot da guardia

Le nostre storie di ladri subiranno un duro colpo quando entrera' in commercio il robot anti-ladro messo a punto dagli studenti dell'Istituto J. Von Neumann di Roma in collaborazione con l'Istituto Galileo Galilei.
Non e' dotato di armi o altri sistemi difensivi ma grazie a telecamere e a sensori e' in grado di percepire una presenza estranea in casa e via cellulare avvisare subito proprietario e autorita'.
Nella sua forma piu' evoluta sara' anche capace di captare fughe di gas e incendi, e darsela a gambe.
(Fonte: Adnkronos)

Fonte imm


La Nasa inventa un nuovo carburante sostenibile

Qualche giorno fa, in collaborazione con l'Air Force Office of Scientific Research (AFOSR) hanno lanciato a 400 metri di altezza un piccolo razzo alimentato da una miscela di polvere di alluminio e ghiaccio, un nuovo carburante a basso impatto ambientale chiamato “Alice”.
Il propellente ha la consistenza di una pasta dentifricia, puo' essere congelato per mantenerlo inalterato e si potrebbe, un giorno, anche produrlo su una base lunare o marziana.
Secondo l'ingegnere della Nasa Mike Ryschkewitsch, questo esperimento apre le porte a nuovi studi sulla mobilita' sostenibile nello spazio e nei voli aerei terrestri.
Viene da chiedersi con cosa ci laveremo i denti nel futuro...
(Fonte: Ecologiae.com, segnalata da Davide Calabria)

Fonte imm


APPELLO AGLI INGEGNERI ECOLOGISTI: uno studio per fermare il nucleare!

METTIAMO INSIEME UN GRUPPO TIPO LINUX E TIRIAMO FUORI UN PIANO ECONOMICO VERO PER DIMOSTRARE CHE IL NUCLEARE NON SOLO E’ PERICOLOSO MA ANCHE ANTIECONOMICO

Ingegnere e ingegneri,
Io sogno una politica veramente basata sui fatti. E vi propongo quindi un’azione ingegneristica spettacolare, un’iniziativa che permettera' ai partecipanti di coprirsi di gloria imperitura.
Sappiamo tutti che l’idea del governo di tornare al nucleare e' una cavolata pazzesca. Ma finora l’opposizione al nucleare e' restata sul piano dei discorsi generali.
Credo che se vogliamo veramente fermare questi pazzi e/o speculatori dobbiamo dimostrare coi fatti che si tratta di un progetto che servira' solo a buttare soldi dalla finestra.
La mia proposta e' di realizzare un piano alternativo concreto per produrre la stessa quantita' di energia che il governo vorrebbe produrre con le nuove centrali nucleari.
Non un piano teorico ma un vero progetto con tanto di preventivi delle aziende, piano finanziario, eccetera. Cioe' un progetto che ci permetta realmente di passare alla fase di realizzazione.
Presentare questo piano al governo e ai media e pretendere una gara d’appalto paritaria potrebbe essere il passo successivo, se riusciremo realmente a strutturare un piano economico e gli accordi preliminari con le ditte che potrebbero poi realizzare concretamente l’intervento.
Mi rendo conto che non sto proponendo una cosa semplice come distribuire volantini.
Difficile trovare persone capaci e disposte a metterci tempo, difficile inventarsi il modo di coordinare un gruppo di lavoro simile, difficile trovare le aziende realmente in grado di concretizzare il progetto e tradurlo in impianti, difficile convincere le banche a dichiararsi disposte a finanziare una simile impresa, difficile far conoscere la proposta una volta realizzata.

Ma era difficile anche battere Bill Gates producendo un software operativo in modo collettivo. E inoltre nessuno aveva mai neppure immaginato che un’impresa cosi' fosse possibile.
Noi almeno sappiamo che in altri settori e' stato fatto.

Inoltre chiarisco che io non ho ne' le competenze ne' le forze per coordinare una simile impresa. Pero' osservo che se si concretizzasse questa impresa potrebbe avere realmente sviluppi enormi e contribuire in modo corposo a bloccare la scelta nucleare italiana.

Sto proponendo una cazzata pazzesca?
Innanzi tutto apriamo il dibattito.
Prego le persone che interverranno di specificare se sarebbero disposte anche a metterci lavoro, che competenze hanno, che parte del progetto sarebbero disposte a sviluppare e chi sarebbe disponibile a coordinare il tutto.


Tutti a scuola di informatica!

E' iniziato ieri a Milano il Convegno Edu-Tech 2009, sulla tecnologia al servizio dell'educazione scolastica.
Il panorama che ne esce e' abbastanza sconfortante.
Su un campione di 1.000 insegnanti ben il 18%  non usa mai il computer, mentre il 67% afferma di usarlo abitualmente.
Ma come?
Il 19% confonde Notebook con Facebook, il 14% pensa che un notebook sia una sorta di registro elettronico per le note.
Se il 62% sa cosa sia Outlook, i restanti si dividono tra quelli che pensano sia un'espressione giovanile per definire una persona fuori dal tempo e quelli secondo cui e' il software che gestisce il navigatore satellitare.
Buio quasi totale invece sul termine download: il 20% pensa che sia un programma per ascoltare le radio sul Web mentre l'11% pensa si riferisca a un computer con problemi.
Non chiedete al 16% degli insegnanti cosa sia l'hard disk, potreste sentirvi rispondere “un complesso heavy metal”.
(Fonte: Zeusnews)


Le piramidi Maya erano in realta' strumenti musicali (!)

La bizzarra rivelazione arriva da Jorge Cruz, ricercatore della Professional School of Mechanical and Electrical Engineering di Citta' del Messico e Nico Declercq del Georgia Institute of Technology negli Stati Uniti, dopo uno studio sulla piramide di El Castillo, nello Yucatan messicano.
La struttura funzionerebbe da cassa di risonanza e i gradini sarebbero stati progettati per provocare la diffrazione del suono dei passi di chi li percorreva. Riproducevano un suono simile a quello delle gocce di pioggia che cadono in una pozzanghera e questo fa pensare che servisse per invocare il dio della pioggia Chaac.
“Con un po' di immaginazione - spiega Cruz - possiamo pensare alle piramidi Maya come giganteschi strumenti musicali, da utilizzare in modo sempre diverso”.
Si cercano ora i resti della prima playlist maya.
Da anni sulla funzione delle piramidi abbiamo tutt'altra idea.
Vedi http://www.jacopofo.it/libri/pira.html
(Fonte: Repubblica)

Fonte imm


Forse c'e' acqua sulla Luna

La notizia arriva dal quotidiano The Times of India. Prima che interrompesse la sua attivita' il satellite indiano Chandrayaan-1 avrebbe scoperto tracce di idrogeno nel polo sud della Luna.
E dove c'e' idrogeno, spiegano alla Nasa, potrebbe esserci acqua. O una stazione di rifornimento per auto ecologiche.
(Fonte: Repubblica)

Fonte imm


I tecnotrucchi della nonna

I tecnotrucchi della nonnaI simpatici colleghi del New York Times hanno pubblicato una lista di semplici trucchi per risolvere piccoli problemi del mondo moderno. Una sorta di Manuale di Nonna Papera del 21.mo secolo.
1) Se vi finisce l'inchiostro nella cartuccia della stampate e vi mancano ancora poche pagine, prendete un phon asciugacapelli e scaldate la cartuccia per due/tre minuti. Poi rimettetela nella stampante, avrete inchiostro per 3-4 pagine.
2) Se dimenticate il caricabatterie del cellulare, potete salvare la carica spegnendo il cellulare e mettendolo in frigorifero.
3) Se vi cade il telefonino in acqua, prendetelo, togliete la batteria, asciugate con cura e mettete il tutto in un barattolo con del riso. L'umidita' si trasferira' naturalmente dal cellulare al riso.
4) Se volete aumentare la portata dell'antenna wi-fi si possono utilizzare i sacchetti delle patatine come ripetitore. Occhio ai grassi insaturi!
5) Dovete pulire cd e dvd? Un ottimo sistema e' utilizzare il whisky, che grazie alla componente alcolica e' un ottimo solvente.
6) Vi e' andato in crash l'hard-disk? Mettetelo nel congelatore, una volta riportato a temperatura ambiente e' possibile che le testine si riallineino, facendovi recuperare un po' dei dati contenuti all'interno.
Se non funziona fate bollire con sedano e carote.
PS: La Redazione declina ogni responsabilita' in caso di danno a cose, persone o avatar.
(Fonte: Repubblica)


E' possibile ottenere biocarburante dal fiato umano?

Pare di si' e la tecnologia necessaria alla trasformazione esiste gia' e fa circolare i veicoli dell'aeroporto di Liverpool.
La societa' che gestisce lo scalo aereo ha infatti installato nei suoi locali degli apparecchi in grado di recuperare l’anidride carbonica emessa dai passeggeri attraverso il respiro. Una volta imbottigliata e trattata, la CO2 viene utilizzata come nutrimento per alghe (biomasse), che poi vengono raffinate in biodiesel.
Il progetto e' partito a gennaio, e si stima che a regime l’impianto possa fornire circa 4.000 litri di combustibile per autotrazione e riscaldamento al giorno.
Dare fiato alle cazzate e' finalmente diventato ecologico!!!
(Fonte: Focus)


Le lampadine a super risparmio energetico

Le ha presentate in Giappone la Panasonic e grazie ai Led offrono prestazioni da record.
Le “Everled” consumano un ottavo rispetto alle lampadine a incandescenza (le fluorescenti arrivano a un quinto) e hanno una vita media di 19 anni (circa 20mila ore).
Hanno forma e attacchi tradizionali, non contengono mercurio e non necessitano di particolari sistemi di smaltimento.
Costano 30 euro l'una, ma si ripagano da sole.
(Fonte: yeslife.it)

Fonte imm


Scoperti in Cina i resti di un mini tirannosauro

Vissuto circa 125 milioni di anni fa Raptorex era 100 volte piu' piccolo del suo celebre discendente T-Rex. Vista la struttura ossea in mattoncini Lego si suppone fosse la versione giocattolo.
(Fonte: Ansa)

Fonte imm