Ribellione spirituale

Viviamo in un'allucinazione collettiva.
La gente non vive veramente

In difesa dei figli di papà.

Lo so che tutti odiano i figli di papà.
Lo so per esperienza.
Nessuno ti perdona di aver avuto la fortuna spaventosa di essere nato in una famiglia baciata dal successo, dal potere o dai soldi.
Daltra parte, scusate, ma che colpa abbiamo noi?
E' stato un caso, lo giuro.
(Hai mai provato a metterti per un istante nei panni di Bobo Craxi?)
E comunque ormai è fatta, quindi vorrei, una volta tanto, difendere la categoria.
Fare il figlio di papà è difficilissimo.
Generalmente hai subito lo shock di vivere vicino a persone con un'enorme ego, sei stato abbandonato a schiere di baby sitter e fin da piccolo hai capito che eri un diverso...
E poi sai che qualunque cosa tu faccia nella vita diranno che ci sei riuscito perché sei figlio di papà. Qualunque cosa tu faccia non sarà riconosciuta.
Inoltre hai avuto sempre la pappa fatta e quando inizi ad andartene per il mondo ti rendi ben presto conto che sei un debole, ti manca la grinta selvaggia e affamata di quelli che si sono fatti da sé.
E ti pigli una quantità di sberle spaventose e difficilmente riesci a reagire perchè in fondo anche se perdi non resti a pane e acqua.
Quindi vorrei dire che i poveri figli di Moggi, di Tanzi, di Tizio e di Caio dovrebbero ottenere, in sede di condanna penale e di giudizio mediatico, un'attenuante dovuta alla parziale infermità mentale che essere figli di papà provoca.
E' ora di capire che muore per aver mangiato troppo altrettanta gente di quanta ne muore di fame. E' ovvio che morire mangiando troppe merendine davanti alla tv è meglio. Ma si muore lostesso. e prima di morire si fa anche una vita di merda.


Come sviluppare ed utilizzare al meglio la propria Intelligenza Emotiva


Jacopo Fo e Libera Università di Alcatraz

Rendersi conto della possibilità di adoperare la propria intelligenza emotiva dà un enorme vantaggio in molti ambiti lavorativi: dal rapporto con il cliente alla capacità di integrarsi in un gruppo.

Il corso ha l'obiettivo di valorizzare il potenziale creativo e le capacità di leadership.
Le competenze che stanno alla base di questo processo sono fondamentalmente due:

- La capacità di gestire i propri stati d'animo e conoscere le proprie potenzialità;
- La capacità di relazionarsi in modo efficace con gli altri.

 L'intelligenza emotiva permette di individuare lo stato mentale più produttivo per svolgere i diversi compiti, aiuta a scegliere i propri collaboratori, selezionare il personale, limitare gli sprechi, ottimizzare le risorse, a vedere quello che agli altri "sfugge"!
Sviluppare la propria intelligenza emotiva significa riuscire a contenere e liberare lo stress, a "maneggiare"  i propri stati d'animo e a bilanciare efficacemente le proprie capacità consce ed inconsce.

Il corso è rivolto a:
manager, formatori, selezionatori, consulenti, HR specialist, professionisti, psicologi, educatori, insegnanti, laureati e neolaureati, creativi, pubblicitari e tutti coloro che operano nel mondo della comunicazione.

Metodologia: l'apprendimento avverrà attraverso una serie di giochi ed esperimenti che porteranno a scoprire come navigare attraverso i diversi stati di coscienza e i livelli di sensibilità.

Data: Da Lunedì 5 Giugno a Venerdì 9 Giugno per un totale di 28 ore (7 ore al giorno)

Sede del corso:
Libera Università di Alcatraz Loc. Santa Cristina, 53 - 06020 Gubbio (PG).
Uno spazio immenso e immerso nella natura dove alla qualità delle lezioni si aggiunge un panorama incantevole, l'energia amica dei boschi e una cucina deliziosa.

Costo del corso: 1.600,00 Euro+iva

Il corso comprende:
- 5 giornate di formazione della durata di 7 ore ciascuna;
- Vitto e alloggio della durata di 5 giorni e 4 notti presso Libera Università di Alcatraz Loc. Santa Cristina, 53 - 06020 Gubbio (PG).
Non è compreso nel costo le spese per trasporto fino e da sede del corso.
E' previsto uno sconto del 10% per chi prenoterà entro il 21 Maggio.

Il corso prevede un numero massimo di 20 partecipanti.
Sarà effettuato uno screening delle domande pervenute comunicando a tutti i candidati l'ammissione al corso.

Per ulteriori informazioni sul corso invia il tuo curriculum o contattaci al Numero Verde: 800 622 722.

Il Papato sta sclerando?

"Boicottate quel film!" Gridano i Guardiani della Fede.
E ogni tanto dobbiamo fare tanto di cappello ai nostri pretacci.
Infatti, hanno dimostrato un livello di civiltà e tolleranza enorme.
C'è poco da fare gli offesi per le richieste di boicottare il film "Codice Da Vinci".
Dovremmo ringraziarli, invece, i nostri beneamati vescovi.
Lo dico senza ironia.
Non ci vuole molto a capire che se il film avesse attaccato i dogmi islamici con la stessa veemenza con la quale ha demolito la Chiesa Cattolica ci sarebbero stati kamikaze, insurrezioni, ambasciate bruciate e centinaia di morti.
Invece i nostri dolcissimi preti si sono limitati a protestare pacificamente.
Onore alla Chiesa Cattolica e alle Chiese Cristiane tutte!
Dan Brown è vivo, non è fuggito in clandestinità e non gira neanche vestito da donna con la barba finta.
Wow!
La storia avanza e neanche gli inquisitori sono più quelli di una volta.
Per questo motivo mi sentirei quasi di non rompere le palle su questo tema.
Ma sapete com'è... Uno si ingolosisce, l'umano è debole e irrefrenabile.
Quindi pur benedicendo di essere nato sotto lo Scettro Pontificio, e pur ringraziando per non essere stato decapitato da ragazzo per le vignette oscene contro il Papa pubblicate sul Male, vorrei comunque dire un paio di cose sulla pacifica ondata di bugie con la quale centinaia di personaggi televisivi e stuoli di improbabili esperti cercano di porre un limite, di addomesticare l'ondata di insulti teologici che si sta abbattendo sulla dottrina di tutte le chiese cristiane.
Premetto che la situazione la trovo particolarmente gustosa.

Continua

La chiesa sta commettendo in questa colossale azione difensiva lo stesso errore di Prodi contro Berlusconi.

Essi cercano di contestare e smontare le affermazioni di Dan Brown una per una, dimostrando che tutto il romanzo è un cumulo di falsità e calunnie. E così facendo, dal punto di vista mediatico, si fregano con le loro stesse mani.
Infatti, Dan Brown, come Berlusconi, sa benissimo di aver messo insieme un mucchio di balle. Ma le sue balle funzionano.
E funzionano doppiamente perché l'essenza di quel che dice è vera.
E' falsa  la storia del figlio di Gesù, della sua stirpe cresciuta in Francia, dei Templari e dei Rosacroce che la proteggono, di sette seguaci della  Maddalena che nascondono messaggi nelle loro opere, di chiese che contengono segreti in grado di distruggere la Chiesa.
Brown ha raccolto tutte le teorie più strampalate e le ha cucite insieme in un romanzo alla Salgari. Ha creato un sfondo credibile per un'azione mozzafiato ben sapendo di mentire, falsificare, nascondere le prove evidenti dell'incongruenza del suo affresco.
Da questo punto di vista la sua operazione è simile a quella degli scrittori che cuciono insieme con molte insinuazioni e nessuna prova, le piramidi, Orione, gli errori degli egittologi, pitture rupestri, strani reperti archeologici, il Diluvio Universale, e riescono a creare teorie fantascientifiche e inconsistenti su civilizzatori alieni che avrebbero colonizzato il mondo più di 20mila anni fa.
Ma mentre l'essenziale delle loro affermazioni è una cazzata altrettanto non si può dire dell'affermazione di fondo di Brown: la Chiesa Cattolica sta nascondendo la verità su Gesù.
E, ahimè, la Chiesa non può negare in nessun modo di aver sequestrato e nascosto nei suoi archivi decine di testi scoperti negli ultimi decenni in alcune giare sigillate e sepolte nel deserto. Conosciamo pochi frammenti di questi testi. Sappiamo che si tratta di scritti provenienti dalle prime comunità cristiane. E' di pubblico dominio che questi testi esistano e siano nelle mani del Vaticano. Ed è evidente che da tempo si attende la loro pubblicazione che viene rinviata con ogni scusa.
E pare che alcuni studiosi che li hanno visti abbiano dichiarato qualche cosa tipo: se questa roba viene fuori la Chiesa Cattolica cesserà di esistere.
Quel che possono contenere comunque non è un mistero: sostanzialmente la prova "finale" della falsificazione che la Chiesa ha operato sulla dottrina di Gesù.
Il Messia creò un movimento che aveva al suo centro il concetto di amore e il rifiuto dell'inferiorità di donne, bambini, malati.
Il rifiuto del razzismo, della violenza, della mercificazione della fede.
La Chiesa operò uno straordinario stravolgimento del suo insegnamento. Qualche cosa di aberrante.
Per averne le prove inconfutabili non occorre assaltare il Vaticano e impossessarsi dei testi occultati. E' sufficiente aprire una copia di un qualsiasi Vangelo ufficiale e andare a leggere dove dice: non pregare in pubblico, prega a casa tua con la porta chiusa (Matteo 6,5-8).
Basterebbe questa frase di Gesù per far chiudere tutte le chiese cristiane del mondo. La celebrazione stessa della Santa Messa va contro le parole del Figlio di Dio...
Come i peccati di Berlusconi anche quelli della Chiesa sono sotto gli occhi di tutti.
Per secoli i potenti hanno ucciso e torturato per impedire che si  parlasse dei loro segreti. La Chiesa fino al 1800 vietava la traduzione e la lettura del Vangelo a chi non fosse prete. Poi i potenti si sono accorti che si trattava di un eccesso di prudenza. Puoi stampare in milioni di copie, in centinaia di lingue l'ordine perentorio del Messia, miliardi di persone possono leggerlo e nessuno se ne accorge che Gesù vietava il Vaticano, i preti e le liturgie.
O meglio, qualcuno se ne accorge ma è ininfluente. Le grandi folle e tutte le tv sono con noi.
Certamente mi farebbe piacere se saltasse fuori veramente questo testo di cui si mormora nel quale Gesù incita all'amore fisico, orgiastico e di massa. Gran colpo di scena sarebbe.
Anche se è improbabile che le allusioni di Brown sulle segrete attività sessuali del Messia vadano prese alla lettera è certo che Gesù avesse idee piuttosto aperte sull'argomento. I Vangeli Apocrifi pullulano di baci sulla bocca scambiati con Maddalena. Ma anche i Vangeli vidimati dalla Cei non scherzano... Perdonate la fedifraga e la prostituta perché esse hanno peccato per troppo amore. E lo diceva a gente che a confronto i Talebani sono dei Punk-a-bestia. Figuratevi cosa avrebbe detto se avesse potuto predicare a gente con vedute più ampie.
Cosa avrebbe detto il Messia parlando a un party di transessuali di Hollywood?

Ps
Per chi volesse approfondire rimando a "Gesù amava le donne" scritto con Laura Maluccelli e a "Il libro nero del Cristianesimo" Scritto con Laura e Sergio Tomat.
Sul web trovi
La Bibbia censurata, Lilith, doppia creazione, Eloim, Yahvveh, Dea Madre
La Bibbia, Matriarcato, Zeus, Visnù, Kalì, Gea
Il Vangelo e le donne.
Il Vangelo e le donne. Parte II.

Ps
Leonardo non era un Templare ma faceva, probabilmente, parte dell'opposizione anticlericale. Vicino a Gesù dipinse veramente Maria Maddalena. Se vuoi vedere le prove http://www.jacopofo.com/?q=node/1379


Per la figura di Maria Maddalena vai al Blog che abbiamo dedicato alla Maria Maddalena del Codice Da Vinci


Essere nonno è bellissimo!

Cavolo!
scrivo su di un treno diretto a Bari.
Da poche ore mia figlia ha partorito e io sono in viaggio per andare a recitare: devo onorare un contratto stipulato quando proprio non immaginavo di trovarmi oggi in questa situazione.
Sono stati giorni travolgenti per tutti. Io in più avevo in ballo la candidatura di mamma e questa nascita imminente...
(Mi sono sfogato disegnando fumetti come un pazzo per ingannare la tensione)
Ovviamente la nascita era il cruccio più importante. Sembra assurdo dire che una nascita è un cruccio. Ma chi c'è passato lo sa che, nonostante tutto il pensiero positivo che ci puoi mettere, resta terrorizzante affrontare questi momenti...
E non puoi non metterti a pensare di quanto sei debole e che l'unica cosa che puoi fare è pregare il tuo Dio...
E daresti qualunque cosa perchè tua figlia non debba soffrire e non hai niente di niente da mettere sulla bilancia del destino per proteggerla. I giochi si fanno nei templi misteriosi del caso.
Si sono una persona ansiosa....
Stamattina alle 5,58 ho aperto gli occhi: "Questo è il giorno che succede."
Resto a letto con uno sforzo fino alle 7. Poi via alla clinica.
La bimba è podalica, serve un parto cesareo, previsto da tempo.
Aspettiamo.
Poi arriva il momento sul serio.
Barella. Mia figlia è pallida e spaventata. Cerca di sorridere.
Con lei il padre della nascitura, la mamma e io.
Mannaggia non potrò entrare proprio nella sala operatoria.
Non accettano più di un parente...
................
Sospensione del tempo.
Poi finalmente l'infermiera porta fuori questo pacchettino, tutta nuda. Ho un attimo di terrore perchè è blu. Non ti avvisano mai che una creatura appena nata può avere la testa a pera, letteralmente, essere blu o altre cose da panico.
Nel giro di un paio di minuti smette di essere blu.
Il pediatra mi dice che è ok. Il padre e io l'accarezziamo mentre viene visitata. Poi la riportano dalla mamma.
Vedere mia figlia, ancora giovanissima, pallida, ma con quella luce meravigliosa sul viso è scioccante.

Poi arrivano i bisnonni e le bisnonne ed è un raid di telefonate e foto cellulari mandate in giro...
Eleonora mi dice che ha messo la prima immagine che le ho spedito sul blog.
Parti moderni.

Poi quando esco per strada mi accorgo che non riesco a rilassarmi.
Ho questo problema, affronto benissimo i disastri ma ho difficoltà a lasciarmi andare alla gioia quando va tutto bene.
Per un attimo mi sembra di aver catturato la comprensione di un mio profondo buco emotivo. Ho paura della gioia.
Mi sembra quasi di comprendere una devastazione epocale delle anime.
La società diventa crudele quando le persone non sanno immergersi nella felicità completamente quando i fatti lo pretendono.
Finalmente, parlando al telefono con mia madre, riesco a scoppiare a piangere.
Un po' la tensione inizia a allentarsi.
L'altro pensiero, che mi arriva in un istante di consapevolezza è questa incredibile precarietà della mia vita.
Questa assurda negazione della mia eternità.
Da qualche parte questa nascita dovrebbe farmi conquistare il senso della necessità della fine della vita... Il mondo è quello che è (come area) quindi prima o poi tocca lasciare spazio ai discendenti.

Difficile da accettare, capire, vivere.
E forse le due questioni sono legate.
Se si accetta la gioia poi si può accettare la morte. Non lo so. Forse è impossibile... Ma magari un piccolo passo in questa direzione potrei farlo...

Benvenuta piccola Matilde,
peccato tu abbia un nonno psicotico.


Scontro epocale tra coglioni e teste di cazzo.

Ci si consola con la battuta che ha fatto il giro di 10 milioni di telefonini.
E tutti speriamo che per ogni testa di cazzo ci siano veramente 2 coglioni come natura vorrebbe.
Ma nel 2006, ai tempi degli Ogm e delle tette transgeniche la natura rischia di andare a farsi fottere. Le nano particelle cattive ti si infilano nei neuroni teledipendenti e scopri che adesso hai due di tutto. Due piselli, due mutui da pagare, due anni di galera da farti perche' ti hanno beccato due piantine maggiorate sul balcone.
Per quanto uno possa essere ottimista sono giorni da panico, suspance e I.C.I. storta per tutti.
E siccome ho a cuore la tua salute vorrei fornire alcune informazioni utili per diminuire l'impatto negativo dello stress dal punto di vista psicofisico.
La tensione ansiosa e' una brutta bestia e puo' causare ipersensibilita' gastrica, acidita', difficolta' respiratorie, caduta della libido e, in casi gravi, sdoppiamenti della personalita', durante i quali temi che l'altra tua identita' (quella che e' una bestia e vuole solo fare sesso e mangiare cioccolatini) ti fotta e riesca a votare al posto tuo. E chissa' cosa non e' capace di votare...
Quindi attenzione a dove fai la croce nel momento cruciale che non ti scivoli la matitina (solo la x sul simbolo! Nessun nome senno' ti annullano la scheda).
Mangia leggero, la tensione preelettorale colpisce sopratutto le funzioni digestive. In particolare le carote possono sfogare l'acrimoniosita' compulsiva contro la parte cazzoidale dell'Universo. Anche tagliare gli zucchini "sottili sottili" puo' alleggerire i crampi.
Respira profondamente (lo sbadiglio per una decina di minuti e' un portentoso sistema per regolarizzare l'attivita' polmonare e detendere i muscoli pubococcigei). Trova una persona alla quale vuoi bene e scambia con lei un massaggio.
E poi utilizza la filosofia per abbassare il tuo attaccamento ai risultati nel mondo dell'apparenza terrena siliconata.
I tempi della storia sono lunghi. La nostra vita un istante. Moriremo tutti prima o poi e niente e' eterno. E' crollato anche l'Impero Romano, che era una cosa seria, figuriamoci se Bellicapelli non casca. Prima o poi. In fondo anche se dovesse vincere lui noi continueremo a essere sensibili al mondo, aperti alle emozioni, stupiti dall'amore, estasiati dal sesso, desiderosi di arte, tenerezza e risate da crampi allo stomaco.
E continueremo a lottare con pazienza. Perche' vogliamo un mondo migliore e non importa se ci metteremo dieci anni o dieci secoli. I figli dei figli dei nostri figli lo vedranno.
Perche' nessuna forza al mondo puo' fermare il desiderio.
Di una cosa dobbiamo essere certi, comunque vadano le cose, essere a favore della pace, della vita e dell'amore ci ha regalato un'esistenza enormemente migliore, abbiamo conosciuto persone meravigliose, abbiamo imparato, siamo cresciuti, abbiamo amato con tutta l'energia che avevamo dentro. Abbiamo vissuto a banda larga. Abbiamo visto quest'epoca pazzesca e piena di rivolgimenti sconvolgenti e siamo stati tra quei pochi bastardi che si sono battuti fino all'ultimo contro questa industria della guerra assassina e questo sistema delle Multinazionali del Dolore.
E tutto questo porta bene e rende l'aria piu' profumata, dona agli spaghetti un retrogusto di paradiso e trasforma un semplice incontro di corpi nudi in un inno alla santita' della Dea Creatrice.
Se poi invece vinciamo potrai scendere in strada a urlare a squarciagola e ballare ritmi caraibici.
In ogni caso, ai primi risultati troviamoci sulla chat di www.jacopofo.com . Avremo comunque molto da condividere.
Shalom!


Son due giorni che non leggo i giornali. E non guardo i tg

Non ci riesco proprio.
Questo gusto necroforo delle descrizioni dell'omicidio del bimbo rapito..... E come l'hanno ucciso e come non l'hanno ucciso....
Ma non stanno male a parlare di queste cose?
Come fanno?
Non gli manca la voce?

Non hanno nessun rispetto.
Nessun senso del sacro.
Nessun ritegno.
Anche questo bambino morto è un prodotto, rende bene e tocca sfruttarlo fino a che è caldo.
Che bestie... E se lo fanno probabilmente hanno sperimentato che vendono più giornali e l'audience si impenna....
Che disgusto quest'informazione che gode a rimestare l'orrore.
Evidentemente gli piace. Sembra che siano insensibili. Non gli viene spontaneo un minuto di silenzio?
Provo solo nausea per questi mangiatori di cadaveri.


Per una cultura di pace

Circa 200 studenti dell'universita' di Bassora in Iraq hanno deciso di iniziare una campagna per la diffusione della cultura della pace nel loro paese. Ogni giorno per cinque ore un gruppo di questi ragazzi discute nelle chat line e nei blog dei problemi della convivenza inter-religiosa. Un altro gruppo si occupa di visitare le scuole, le universita' e altri istituti, dove parla con gli studenti e distribuisce materiale informativo, volantini e manifesti che invitano alla coesistenza pacifica.
L'iniziativa sta avendo cosi' tanto successo che alcuni studenti di Baghdad si stanno organizzando per approntarne una simile nella loro citta', anche se rischiamo moltissimo. Baghdad infatti e' oggi la citta' piu' colpita dalla violenza civile.
Gli atenei sono tra le istituzioni piu' prese di mira da terroristi e fanatici religiosi, gli insegnanti uccisi dall'inizio della guerra sono stati oltre 250.

(Fonte Peacereporter.net)


Il regno del delirio e i bambini comusti lessati.

Silvio ha detto, l'ho sentito con le mie orecchie, che in Cina sotto Mao bollivano i bambini per farne concime. E poi ha ribadito che quel che stava dicendo era terribile ma era assolutamente vero!
E dopo una tale affermazione non c'è stato nessuno all'interno del Polo, dei direttori dei TG e dei giornali della destra che abbia chiesto una perizia psicoattitudinale per il premier.
Questo evento è una frattura storica nella coscienza civile degli italiani.
Qualunque persona abbia una minima cultura può capire che è una bugia grossolana che in Cina si bollissero i bambini per farne concime. Abbiamo sentito e denunciato ogni sorta di orrori in Cina, mai che si fosse progettato un uso industriale dei bambini sullo stile dei campi di concentramento nazista. Non ce n'è proprio traccia, lo sterminio dei bambini non è mai stato in nessun caso associato al Maoismo che al contrario, e questa è storia, è riuscito a far crollare l'agghiacciante usanza di esporre le neonate perchè le femmine, nella società feudale, erano un peso economico. Condannare il socialismo reale è un conto, negare i fatti positivi, anche se controbilanciati da crimini spaventosi, è un'altra storia. E se il ragionamento sui fatti storici non bastasse la tesi non sta in piedi neppure dal punto di vista meramente tecnico: bruciare combustibile per ottenere concime è assolutamente antieconomico. Una pura crudeltà mentale.
Ora può anche essere successo che un pazzo abbia bollito dei bambini per farne del concime e che questo sia successo in Cina sotto Mao...
Ma Berlusconi ha compiuto lo stesso salto logico che commetterebbe Prodi se dicesse che grazie a Berlusconi le mamme italiane uccidono più spesso i loro figli (sarebbe un po' esagerato no?).
Non si tratta qui di minimizzare i crimini del socialismo reale. Sulla scala della valutazione dele colpe, non è tanto più grave bollire una persona se hai già commesso l'orrore di ucciderla... Anzi la nostra condanna assoluta parte ben prima che ci siano dei morti, per rifiutare completamente il socialismo reale ci bastavano anche solo dei contusi leggeri.
E' invece pazzesco culturalmente sentirsi talmente al di sopra degli obblighi morali e etici da decidere di sparare una storia che sappia muovere emozioni sordide di Orchi e Streghe nelle teste degli elettori bambini (Silvio disse che gli elettori sono come ragazzini di prima media che siedono negli ultimi banchi della classe).
Se il presidente del Consiglio di una nazione che si crede moderna può permettersi di dire quel che ha detto sui bambini lessati e non crollare di 30 punti nei sondaggi e non essere linciato da tutti gli organi di informazione allora siamo di fronte a un cancro mediatico che può essere mortale per la nostra società.