politica

Il Ministero delle Finanze non ha un euro!

Il problema e' molto serio, soprattutto ora che Clemente Trifone, quarantenne di Conversano (Bari), ingiustamente arrestato e da oltre un anno in attesa dei 25mila euro di risarcimento danni che gli sono stati assegnati dalla Corte di appello di Bari, ha iniziato a pignorare i mobili del Ministero.
La situazione e' tragicomica: prima il Ministero lo ha invitato ad aprire un conto corrente su cui sarebbero stati versati i soldi, poi lo ha lasciato in braghe di tela, con la beffa di dover, oltretutto, pagare di tasca sua le spese di mantenimento del conto.
Ora, tramite avvocati, sta preparando tutte le carte per avviare il pignoramento di beni dello Stato: mobili, scrivanie, sedie e computer che verranno messi all'asta per ripagare il debito.
Sara' suo anche qualche km del Ponte sullo stretto.
(Fonte: Giornale, segnalata da Claudio publiradionetwork.it)