Pannelli solari fotovoltaici: guadagni subito grazie alla forza del nostro gruppo d'acquisto e ottieni garanzie e prezzi bassi!


Commenti

Mah… credo si stia esagerando… parlare di guerre? No, no, signori, le cose non stanno così e soprattutto cerchiamo di non perdere, tutti, il senso delle parole (che le guerre son poi altre).

Scusate, ma ci viene un po’ da ridere… Non abbiamo mai aperto il dibattito?!? Ma se da mesi parliamo di tutto, ci confrontiamo su tutto, passiamo le giornate al telefono con gli aderenti (quasi quasi li conosciamo uno ad uno, e sono più di 1000!), spieghiamo a voce e per mail mille volte cosa - e come - stiamo facendo, e in un post inserito il 7 novembre (http://www.jacopofo.com/pannelli-solari#comment-7402) spiegavamo anche il perché dei ritardi.

No, francamente, non crediamo che ci sia mancata la comunicazione, sì non seguiamo il blog costantemente perché ogni risposta, ogni commento ci porta via molto tempo e ci rallenta il lavoro operativo, che è tantissimo.

Accettiamo le critiche, eccome! Se poi leggiamo che sarebbe tutta una bufala… beh, lì non c’è critica, c’è un insulto e allora magari ci offendiamo anche un po’... siamo esseri umani anche noi.

Sono settimane che Jacopo ci chiede di mettere in linea una sorta di tabella comparativa per mostrare come stanno lavorando altre aziende (più o meno serie) sui pannelli fotovoltaici, lo faremo presto, appena possibile: finora abbiano semplicemente ritenuto che altre fossero le questioni prioritarie, come definire gli accordi con le banche, contattare e far partire i sopralluoghi degli installatori, controllare che le cose fossero fatte come diciamo noi, che siamo, ripetiamo, i primi acquirenti di questi stessi impianti (il primo è stato installato ad Alcatraz).

Siamo stati i primi a partire con questa idea del Gruppo d’Acquisto per i pannelli fotovoltaici, quando, dopo l’emanazione della legge, nessuno ne sapeva niente. Non vi nascondo che quando Jacopo è arrivato con questa idea ci sono tremate le gambe… ci aspettava un lavoro incredibile ma... orca… finalmente una legge che ci permetteva di fare quello per cui avevamo combattuto per anni: forza allora, con l’ingegner Fauri a darci l’apporto tecnico, con il dottor Andreani per quello amministrativo e finanziario, con noi di Merci Dolci, Maria Cristina in primis a fare da front-office e, come ci hanno detto, “hot line” per gli aderenti.

Ore e ore di discussione per accorgerci poi che man mano che si proseguiva e si cercava di concretizzare, i problemi nascevano come funghi. E allora, fermi, che qui la banca fa la furba, ocio che gli installatori non si sa cosa mettano su, cerca la banca giusta o le varie banche, cerca i pannelli che diano le migliori garanzie qualità-prezzo e così via.

E tutte queste decisioni sono state prese con l’apporto di decine di persone che hanno aderito al Gruppo d’Acquisto: sì, non abbiamo mai aperto pubblici dibattiti o fatto convocazioni nei palasport (perché ci vorrebbero strutture del genere per tenerci tutti) ma abbiamo una casella mail dove entro qualche giorno chiunque scriva (più di cento al giorno) riceve risposta e, ripeto, telefoni bollenti.

Poi un signore ci scrive “siete tutta una bufala” e, scusate, per un attimo ci rimaniamo male… quando si parla di prezzo finale sappiamo che i costi vanno valutati caso per caso, che non c’è solo il costo puro dei materiali ma bisogna tener conto di tutto l’apporto del Gruppo, di tutto il lavoro che porta all’impianto finito e collaudato. Poi se ci viene chiesto solo il materiale, ben felici di darglielo (e se è il prezzo è buono, come riteniamo che sia, è proprio grazie alla forza dei numeri degli aderenti); se ci viene chiesto (come succede) solo l’assicurazione ben felici di fornire il nome della compagnia che riteniamo dia il pacchetto assicurativo migliore, senza nulla ricevere né da voi né dall’assicurazione, ma semplicemente per fornire tutte le informazioni utili ad avere il meglio.

 


Per rispondere a chi vuole informazioni diciamo che:

- I materiali sono forniti da Mitsubishi Electrics, abbiamo una rete di installatori segnalati direttamente da Mitsubishi in alcune zone, mentre per altre ci stiamo rivolgendo a chi già conosciamo e ci dà garanzie di affidabilità.

- Per ognuno di essi abbiamo approntato un capitolato che deve essere accettato così da non aver sorprese.

- Per le banche abbiamo un accordo con Banca Sella, con varie BCC, stiamo ancora lavorando per trovare ulteriori soluzioni di finanziamento (l’ultima, lunga, ennesima telefonata risale a stamattina): stiamo predisponendo un protocollo CHIARO relativo al *come* del finanziamento per rendere le istruttorie bancarie uguali a Torino come a Lecce.

- Al momento del preventivo forniamo 3 diverse soluzioni di finanziamento ad hoc per le varie esigenze.

- Per quanto riguarda grossi impianti abbiamo approntato un iter per spiegare agli aderenti quali sono le varie difficoltà (lo trovate all’interno delle faq http://www.mercidolci.it/fotovoltaico/faq.html).

- Sono già partiti i sopralluoghi degli installatori, sono stati inviati i primi preventivi, alcuni dei quali accettati; abbiamo un gruppo che opera in maniera autonoma per la Sardegna e altri stanno nascendo. Da noi sono stati installati i primi due impianti, abbiamo approntato tutte le pratiche per il GSE e l’Enel, facendo come al solito, da cavie.

Se ci sono altre domande vediamo di rispondere volta per volta come facciamo sempre ma non chiedeteci di aprire dibattiti difensivi perché davvero ci viene da ridere e abbiamo davanti la faccia di Moretti che urla: “No, il dibattito no!”

Siamo in ritardo su alcune pratiche, verissimo, stiamo cercando di accelerare i tempi, per i miracoli veramente non siamo ancora pronti.

Che tipo di garanzie possiamo dare? Ogni tanto ci svegliamo di notte e ci chiediamo: ma perché non ci siamo limitati a fare solo una campagna di informazione? E ci diamo una risposta pensando alle telefonate e alle lettere dei tanti che ci hanno detto: Vorrei proprio farlo ma non so da che parte cominciare.

Vogliamo un altro mondo? Beh.. abbiamo pensato che potevamo farcelo.

Gabriella Canova

 

Ed a pensare che stà cosa della guerra è nata pechè ho risposto al post, mentre guardavo Decameron di Daniele Luttazzi, che salutava alla fine della trasmissione: "Basta Guerre", avendo spiegato che basta cambiare le parole per fare apparire le cose in un modo oppure in un altro. Stranamente questa mia espressione è stata usata per trovare un appiglio, cambiando il significato <Ciatazione Dotta Mod ON>(L'arte di ottenere ragione (Schopenhauer, A.) <Ciatazione Dotta Mod OFF> che consiglio per capire a fondo il fenomeno del Trolling) si distraggono le discussioni... Che tristezza.

Comunque vi auguro Buon Lavoro. Continuate cosi.

Fatti (proposte alternative concrete) e non parole!

 

 

  

...:----> Troll Alert Activated <----:...

Quoto in pieno. Grazie a persone come voi che le cose possono cambiare. Credo nelle modifiche in piccoli passi. Nel mio piccolo ho deciso di installare un impianto fotovoltaico non tanto per guadagnarci, il che sarà molto difficile, ma perchè se tutti facessero come me allora i problema dell'energia sarebbe risolto.

Complimenti è esattamente la risposta che mi aspettavo.

Sono anni che cerco di istallare dei pannelli fotovoltaici perchè ritengo che chi ha la possibilità debba farlo (un po' come donare il sangue !) ma tra il lavoro e la famiglia è impossibile ricercare i migliori pannelli per rapporto qualità prezzo, ricercare l'istituto bancario che possa darti i soldi alle migliori condizioni, ricercare l'istallatore più economico, la migliore compagnia assicuratrice, per non parlare di tutte le pratiche e autorizzazioni nei confronti del comune, Enel, gestore della rete. E' per questo che quando ho scoperto il blog di Jacopo, dove si pensava a questo gruppo con l'obiettivo di fornire un prezzo comprensivo di tutto, non mi sembrava vero. Sono consapevole che siamo "uomini" e come tale si può sbagliare e magari nonostante tutto il vostro lavoro si potrebbe scoprire l'esistenza di una compagnia di assicurazione che avrebbe dato condizioni migliori. Ed è per questo che avete invitato tutti a postare eventuali proposte. Non condivido le critiche perchè era chiaro fin dall'inizio che i tempi non sarebbero stati stretti e perchè nessuno obbliga ad aderire. Se uno ha fretta trova un'azienda che ti fa l'impianto in un mese e poi da solo ti vai a fare tutte le pratiche. Se il prezzo può sembrare elevato evidentemente vuol dire che si è in possesso di un preventivo "apparentemente" più basso e allora perchè non postarlo e metterlo a disposizione del Gruppo in modo da confrontarlo? Oppure se uno vuole tenersi per sè questa bella scoperta basta non entrare più in questo blog e sotto sotto complimentarsi con sè per aver trovato un prezzo inferiore.

Sono anche io più di tre mesi che aspetto, ma so che si sta lavorando per commettere meno errori possibile e la fretta è cattiva consigliera. Aspetto!

Infine vorrei precisare che è buona educazione firmare i post con il proprio nome o nick name, ma firmarlo con nome, cognome, professione, sito web del proprio locale (agriturismo, hotel, masseria, .....) e dulcis in fundo numero di telefono CELLULARE mi da tanto di pubblicità !!

Grazie e buon lavoro

Roberto

...Infine vorrei precisare che è buona educazione firmare i post con il proprio nome o nick name, ma firmarlo con nome, cognome, professione, sito web del proprio locale (agriturismo, hotel, masseria, .....) e dulcis in fundo numero di telefono CELLULARE mi da tanto di pubblicità !

Avevo avuto la stessa impressione, una specie di retrogusto, ed adesso ho avuto la conferma che non era solo una mia impressione...

Ciao

...:----> Troll Alert Activated <----:...

Io firmo per trasparenza con nome e cognome e numero di cellulare perchè chi mi vuole chiamare per QUALSIASI INFORMAZIONE lo può tranquillamente fare (tu ti chiami...BEBO?????). Io non vendo niente TANTOMENO IMPIANTI FOTOVOLTAICI anzi molti miei amici stanno aspettando che io faccia l'impianto con il GRUPPO D'ACQUISTO per poi farlo anche loro e sono tanti.

La masseria è casa mia (non agriturismo) pertanto vai sul sito leggi e poi parla

Questo buonismo da 4 soldi lo lascio solo a te

 

Bruno Borsi Consulente Informatico Esperto di edilizia biocompatibile www.masseriadonnalaura.com Cell. 3283269992

Ah se prima di scrivere si riflettesse un attimo !!.

1. Se avessi letto con attenzione il mio post ti saresti accorto che alla fine è firmato con il mio nome: Roberto;

2. So benissimo cosa è una masseria il mio era un discorso generale (scrivo agriturismo, hotel, masseria..... ) che si calava sul particolare ignorando che il post può essere letto da persone ignoranti (nel senso che ignorano quello che è scritto)

3. Io non vendo niente .. Hai ragione non vendi ma AFFITTI UN APPARTAMENTO

4. La masseria non è solo casa tua perchè c'è anche un appartamento che vorresti affittare con i relativi prezzi. PRIMA DI SCRIVERE IO MI DOCUMENTO. Ed è per questo che inserisci sempre l'indirizzo internet !! Ecco la prova:

Prezzo a persona da € 30,00 a € 40,00
prezzo al giorno (appartamento)
(1 o 2 persone)
da € 60,00 a € 80,00
prezzo al giorno (appartamento)
(max 4 persone)
da € 80,00 a € 95,00
Prezzo alla settimana
(1 o 2 persone)
Settimana di Ferragosto
€ 420,00

€ 560,00

Prezzo alla settimana
(max 4 persone)
Settimana di Ferragosto

€ 550,00

€ 700,00

Prezzo WEEKEND
2/4 persone
€ 200,00
  Bambini sino a 2 anni Gratis
Bambini sino a 10 anni 50% di sconto
Extra pulizie giornaliere
(al giorno)
€ 25.00
Noleggio Scooter
Madison 125 con bauletto
(al giorno)
€ 30,00
Escursioni in Barca € 20,00 a persona
bambini sotto i 12 anni € 10,00
nota bene Il prezzo nella fascia indicata dipende dal periodo prescelto, dal numero di notti.
  I prezzi sono comprensivi dei consumi di elettricità, riscaldamento, delle spese di pulizia finale e della fornitura di biancheria da letto e da bagno.
  Sono possibili soggiorni fino alla durata massima di qualche mese, contattaci per una offerta personalizzata.

 

5. come vedi nessun buonismo da parte mia.

Roberto

A volte mi stupisco di come alcune persone siano pervase dall'irrefrenabile voglia di farsi PALADINI di qualche causa che non li riguarda. Ora io ho rapporti con il gruppo di acquisto MERCI DOLCI e con loro protestavo al punto che mi SONO rivolto direttamente ai loro consulenti  tecnici e commerciali E LORO MI HANNO DATO FINALMENTE una risposta (il mio unico obiettivo e un impianto da 20 Kw in Puglia su un terrenno di mia proprietà...non rubato o regalato GUADAGNATO...).

Era, e continua ad essere,  l'unica cosa che volevo. Io per mia fortuna ho i soldi che mi escono dalle orecchie perchè riesco a guadagnarmeli onestamente e perchè sono in gamba. Certamente tu sarai uno di quei poveri frustrati che bevono tutto quello che gli viene propinato e sono passivi di fronte a tutto e SI IMPICCIANO DEGLI AFFARI DEGLI ALTRI, un consiglio LASCIA PERDERE.

Tu credi che ALCATRAZ sia solo beneficenza e altruismo, bravo continua a crederlo io gli ammiro per quello che fanno (BELLE COSE MA GUADAGNANDOCI...almeno un po) e sopratutto se ci guadagnano divertendosi. Se io posso contribuire a dare soldi a LORO, sempre che li vogliano, facendomi fare un bell'impianto fotovoltaico coi fiocchi OK. Se i miei soldi li devo dare ad altri pazienza per loro, tanta fatica per niente. Alcatraz vive e potrà continuare a vivere se venderà i suoi soggiorni, corsi, impianti fotovoltaici, libri , etc etc etc. Io affitto un appartamento mio sudato e guadagnato ma non ai lettori di questo BLOG perchè purtroppo è disponibile solo in ESTATE. Sei un idealista, restaci ma non rompere le palle a quelli più in gamba di te. Ripeto metto nome cognome indirizzo internet e numero telefonico proprio perchè quello che dico è perfettamente trasparente.

Ora non vorrei più avere tue notizie in...BEBO e un consiglio fatti gli affari tuoi farsi gli affari e gli interessi degli altri porta alle guerre. Pensa al tuo impianto e aspetta

Bruno Borsi Consulente Informatico Esperto di edilizia biocompatibile  Cell. 3283269992

Pelliccia di paglia sulla coda e attorno alla masseria è??????????????????

Mi sembra di capire che la verità fa male

Non sono mai intervenuto nei rapporti tra te e Merci Dolci, ho soltanto espresso la mia opinione e nessuno me lo può vietare.

Nei tuoi confronti ho espresso solo dei dubbi sulla tua firma (e mi sembra che non sia l'unico !!

Sei tu che mi hai accusato di non aver visitato il TUO sito dicendo che non era altro che CASA TUA e io ti ho dimostrato che il sito lo avevo visitato (prima di scrivere mi documento) e che non era solo casa tua.

Detto questo chiudo perchè è bene parlare di cose più interessanti.

Auguro a te di fare il tuo bell'impianto e che possa darti tante soddisfazioni come a tutti.

Roberto

ciao e scusa, ma mi sento tirato in ballo, e quindi rispondo.

inizi la tua lettera come se volessi salvare il mondo e questo blog te ne dà la possibilità.

non è proprio così, il blog ed il gruppo di acquisto mi sembra che facciano una semplice azione commerciale.

niente di più niente di meno.

questa azione viene aiutata dall'enfasi per la salvaguardia dell'ambiente, da un'onda nuova che fortunatamente sta nascendo.

come un'onda nuova tanti cercano di cavalcarla anche per un loro interesse, e questo non lo biasimo affatto.

la gratitudine semmai và data alla massa di utilizzatori di energia elettrica perchè sono loro che stanno o dovranno ripagare ciò che il GSE rimborsa per la produzione di energia fotovoltaica.

per cui siamo noi la massa il popolo che paghiamo gli impianti. nessun altro.

per ciò che riguarda i preventivi, diciamo che non li voglio presentare per una certa forma di etica, ti sta bene ?

e se io avessi un'azienda ( ma non la ho sfortunatamente) che installa fotovoltaici ? mi farei pubblicità in malo modo e scorretta, per cui ritorno sul mio primo consiglio, volete preventivi ? cercate aziende che li fanno. avrete il modo per accertarvi se i prezzi del gruppo di acquisto sono buoni o no.  tutto qui.

ora vi saluto veramente, a meno che qualcuno non mi tiri in ballo nuovamente e riprenda ciò che in altre lettere ho scritto, per cui a malincuore dovrò rispondere .

io direi di chiudere qui e di lasciare perdere ciò che ho scritto.

dimenticatevi di me

cordiali saluti

bruno gualdi

inizi la tua lettera come se volessi salvare il mondo e questo blog te ne dà la possibilità

Mai scritto

per ciò che riguarda i preventivi, diciamo che non li voglio presentare per una certa forma di etica, ti sta bene ?

Non deve star bene a me. Non è me che hai deluso/offeso

Rispetto le tue opinioni (così mi hanno insegnato) ma non le condivido.

Cordiali saluti

Roberto

Salve a tutti, ho postato anche da un' altra parte (forse non era quella giusta..abbiate pietà). Sono interessato al progetto che ho visto pochi mesi fa, ma per altri problemi non ho approfondito. Ho avuto un' idea (derivante più dalle mie scarse finanze): ho una casa al centro Italia in provincia di Rieti in montagna a circa 800 m.s.l.m. con una falda di circa 35/40 mq completamente rivolta a sud/sud est con un' inclinazione di circa 30/35°. In questa casa ci abito e, fino ad' ora, quando mi è stato finanziariamente possibile, ho ristrutturato quasi tutto. Adesso è venuta l' ora della copertura ma, non avendo risorse da destinarvi, ho pensato di utilizzare il "conto Energia" per includervi anche la ristrutturazione della copertura. Pensate sia possibile che la banca accorpi il tutto (non so nemmeno io come, intendiamoci) in modo da ridurre al minimo la mia esposizione finanziaria, rinunciando magari agli "utili" dell' impianto una volta passato il periodo dell' ammortamento? Intendiamoci bene, non sono alla ricerca di un "escamotage" per non scucire quattrini, bensì mi ritengo ecologicamente sensibile e attivo, avendo installato nell' appartamento principale un impianto di mia realizzazione, pannelli termici compresi (ho frequentato un corso di progettazione e realizzazione di impianti a pannelli solari termici anni fa e ho fatto per parecchi anni anche l' installatore idraulico), per l 'integrazione con un termo camino o una stufa a pellets (devo ancora decidere in quanto nella nostra zona ancora si taglia la legna per pulire i boschi- almeno quelli onesti devo dire-), il tutto per scaldare l' acqua calda sanitaria in inverno (qui in zona l' acqua dell' acquedotto in entrata in questa stagione manca poco a ghiacciarsi) e d' estate, quando il camino o la stufa non si accendono, per coprire il fabbisogno completo e non usare, come la stragrande maggioranza delle famiglie, il famigerato boiler elettrico. Vi ringrazio delle eventuali risposte e auguro a tutti voi buone Feste.

Carissima Gabriella e lettori tutti

io ho solo detto..... non sarà mica una bufala :-))))) (emoticons che ride uguale IRONIA, SCHERZO, etc etc)....

E...udite udite...non sarà la prima volta che qualcuno si imbatte in una impresa più grande di Lui e lascia tutti gli aderenti con il naso che guarda all'insù. (ricordatevi dove viviamo in ITALIA)

Ora io volevo solo delle risposte solo che Voi (Gabriella) siete permalosi (forse anche stanchi Vi capisco) e avete la coda di paglia. Esiste una disciplina chiara che si chiama tempi e metodi (non è certamente di derivazione latina, forse anglosassone) dove le persone che fanno delle domande ricevono delle risposte in tempi certi. Parzialmente me le state dando ora ma per averLe ho dovuto fare tante telefonate (e provocazioni) a MERCI DOLCI  e la risposta è sempre stata (ti richiamiano noi etc etc ) e  sono passati 4 mesi. Ora visto che i problemi grossi sono di comunicazione IO VOLEVO SOLO SAPERE LO STATO DEI FATTI DOPO 4 MESI DA UNA  SEMPLICE RICHIESTA. Se non mi viene data risposta io cosa devo pensare ?????? (sottolineo sempre i punti esclamativi che a causa di un difetto genetico di alcuni lettori sembra non vengano visti....è una battuta). Questo gruppo di acquisto li fa gli impianti fotovoltaici, in che tempi, a quali costi insomma realizzate quello che si dice un capitolato operativo come quello redatto da www.ingalessandrocaffarelli.com.

tot mesi per questo, tot mesi per quello, tot mesi per quell'altro etc etc etc

chiamasi Diagramma di Gantt,  una rappresentazione grafica bidimensionale del progetto che contiene tempi operativi......(sono un genio.....è sempre una battuta...in realtà rompo le scatole)

Bene io credo al Gruppo di acquisto e vi faccio i miei complimenti per la splendida e UNICA iniziativa nel panorama italiano ma CREDO, visto che ho rotto le scatole e dato l'atteggiamento del tipo "SE VUOI E' COSI' SE NO TE NE VAI", sarò discriminato perchè sembra che chi vuole risposte non sia ben gradito....E' COSI'....????? spero che almeno a questo mi sia data risposta.

Onore e gloria a chi si impegna ma date la possibilità alle persone di criticare e di sollevare dei dubbi. Per Vostra stessa ammissione avete PROBLEMI uno dietro l'altro ed è più semplice dire ......ABBIAMO PROBLEMI dateci una mano....anche con la pazienza

Cordialmente

ps sottolineo sempre (è una battuta) perchè il senso dell'umorismo NON E' UN DONO

 

Bruno Borsi Consulente Informatico Esperto di edilizia biocompatibile  Cell. 3283269992

ho tolto l'indirizzo della masseria perchè sembra che a "BEBO dia fastidio....W BEBO e il suo buonismo)

Questo mi sembra un post decisamente più accettabile.

Sul buonismo ti ho risposto nell'altro TUO commento

 

PS.

 ?????? (sottolineo sempre i punti esclamativi che a causa di un difetto genetico di alcuni lettori sembra non vengano visti....è una battuta

Quelli sono punti interrogativi non esclamativi.....è per questo motivo che da alcuni lettori non vengono visti ......è una battuta

Roberto

a chiunque si volesse informarsi lascio questi indirizzi di una delle più grosse società tedesche che realizzano impianti....chiaramente qualcuno penserà a miei interessi occulti ma non è così è solo che da 6 mesi giro su internet per trovare giuste informazioni e giuste aziende. Ora è risaputo che la germania ha il più grande parco fotovoltaioco installato d'europa pertanto la loro esperienza del FARE è molto superiore alla nostra.

Io tra tutte le proposte ho trovato anche questa che potrebbe essere valutata anche dal GRUPPO DI ACQUISTO pertanto invito magari MERCI DOLCI a contattarli magari possono fare un accordo con loro più vantaggioso per tutti...... la società si chiama SOLON e hanno anche una loro derivata che si chiama SAG SOLARSTROM dove offrono strumenti finanziari legati al fotovoltaioco.

Vedete Voi io questo ho trovato oltre naturalmente ai blasonatissimi moduli SHARP...

(che sottolineo per i + maliziosi io non vendo)

 

Bruno Borsi Consulente Informatico Esperto di edilizia biocompatibile Cell. 3283269992

Altro contributo informativo. Uno dei sistemi più utilizzati per la protezione degli impianti è l'antifurto perimetrale. Questo sistema viene spesso utilizzato nelle industrie e negli aeroporti per proteggere velivoli parcheggiati nei piazzali. Vi segnalo una azienda LEADER in questi sistemi si chiama CIAS elettronica.

Ribadisco nuovamente per i cattivi pensatori CHE NON VENDO SISTEMI DI SICUREZZA ma generalmente li uso per i miei clienti visto che ristrutturo dimore storiche e questi sono antifurti di primo livello cioè intervengono prima che rompano i vetri e non solo quelli

Andate sul sito www.cias.it e trovate tutte le schede di prodotto.

PER MERCI DOLCI srl fate un accordo anche con loro e vedrete che quelli dell'assicurazione ZURICH saranno contenti

Bruno Borsi Consulente Informatico Esperto di edilizia biocompatibile Cell. 3283269992

ps BEBO ci sei????

Salve a tutti, non so se questo sia  il luogo giusto per postare, quindi mi scuso in anticipo se sto sbagliando qualcosa.

Mi sono appena iscrito perche' sono molto interessato al progetto "Gruppo di acquisto per il fotovoltaico", che sfortunatamente ho scoperto solo ora. E' ancora possibile aderire, o e' ormai troppo tardi? C'e' una data di "scadenza" o qualche altro vincolo?

Grazie mille a chi mi puo' dare dei chiarimenti.

Matteo

CARO amico io sono 4 mesi che aspetto ma dalle notizie che ho IL GRUPPO DI ACQUISTO è in dirittura di arrivo (EVVIVA .......sembra che ce la fanno anche se i tempi sono GEOLOGICI). Lo stato delle cose sembra......notizie non ufficiali.........

Convenzione pannelli OK, Assicurazione OK anche se cambiano idea ogni settimana (LE ASSICURAZIONI), Banche con alcune OK (BCC) con una nazionale siamo agli sgoccioli. Il tutto va molto a rilento causa forti adesioni e scarsità di risorse UMANE (numeriche non qualitative). Insomma tutto normale per un paese come il nostro facciamo la fila alla posta e facciamola anche quì l'importante è VIVERE.

A proposito il mio numero di telefono è se mi vuoi parlare UMANAMENTE e non telematicamente...meditate gente meditate

 

Bruno Borsi Consulente Informatico Esperto di edilizia biocompatibile www.masseriadonnalaura.com Cell. 3283269992

La Finanziaria 2007 incentiva per tutto il 2008, tramite il conto energia, gli impianti solari fotovoltaici e credo che non ci siano problemi per aderire.

Leggi bene il post introduttivo che spiega tutti gli aspetti e le modalità per aderire al gruppo.

N.B. Non lasciarti impressionare dai discorsi dei TROLLS. Non ragioniam di lor, ma guarda e passa.

Ciao

 

 

  

...:----> Troll Alert Activated <----:...

www.ingalessandrocaffarelli.com su questo sito scaricate un bel software gratuito per chi ancora non lo conosce..........

Bel software con qualche carenza nella parte riguardante le tasse è un foglio excel con MACRO facile da impostare e con una visuale sulle ROI interessante la parte relativa ai BENCHMARK

Bruno Borsi Consulente Informatico Esperto di edilizia biocompatibile www.masseriadonnalaura.com Cell. 3283269992 info@area24.it

 

W...BEBO per chi no lo conoscesse BEBO è uno a cui interessano molto gli affari degl'altri

Ciao a tutti! Noi avevamo mandato la pre-adesione. Poi ci è arrivata la richiesta dei documenti MA per varie vicissitudini familiari non abbiamo ancora inviato la documentazione completa (che però abbiamo raccolto). Siamo in tempo? possiamo farlo ora?

Grazie mille!

 

________________________________

Questa è una frase estremamente intelligente e saggia, che però adesso non mi viene.
www.erbaviola.com

Manda pure tutto! L'unica scadenza di cui al momento tenere conto è dicembre 2008 per avere l'incentivo del conto energia: dopo quella data l'incentivo è ridotto del 2%. Un abbraccio Gabriella

 

Carissimi,

di seguito, in modo schematico, la descrizione del rapporto che si viene a instaurare con Banca Sella per il finanziamento dell’impianto.

Come vi abbiamo già detto, abbiamo contatti anche con altre banche, ma al momento con chiarezza, punto per punto, siamo in grado di illustrare questo.

Come funziona la procedura relativa al finanziamento:

1 - il cliente riceve una mail dal Gruppo dove viene avvertito che il suo nominativo è stato inviato a Banca Sella perché questa proceda all’istruttoria di finanziamento. In questa mail si anticipa che per iniziare l’istruttoria la Banca richiederà per certo i seguenti documenti:  

a) Privati: per intestatari ed eventuali garanti

- copia di documento d’identità e tesserino codice fiscale

- dichiarazione dei redditi degli ultimi tre anni

- fotocopia dell’ultima busta paga (se esiste)

b) Aziende:

- copia di documento d’identità e tesserino codice fiscale del legale rappresentante

- se neo-costituita documentazione camerale

- ultimi tre bilanci e dichiarazioni dei redditi

- situazione contabile aggiornata: non vecchia di più di tre mesi

2 – entro 48 ore dalla data di presentazione del cliente, la banca si impegna a prendere contatto con il cliente. In fase di istruttoria la banca può chiedere ulteriore documentazione

3 – entro 15 gg lavorativi dalla data di acquisizione della documentazione completa, la banca delibera il finanziamento (o, se mancano del tutto le condizioni, può anche dare parere negativo)  

4 – la durata massima del finanziamento con Banca Sella al momento è ancora di 15 anni. Tipi di finanziamento per privati: prestito personale, mutuo chirografario o mutuo fondiario. Il tasso di interesse è di Euribor o Eurirs (cioè tasso variabile o tasso fisso) più spread di 1,25 fino a 12 anni e di 1,50 da 12 a 15 anni. Forme tecniche per aziende: mutuo chirografario e mutuo fondiario, fino a 15 anni, tasso variabile più spread che va da 0.65 a 2 % a seconda del rating.

Stiamo lavorando per abbassare lo spread.

5 – Le spese di istruttoria ammontano a 0,20% dell’importo erogato, minimo 100 €, massimo 1.500 €.

6 - Per accedere al finanziamento il cliente deve aprire un conto corrente presso Banca Sella dove deve canalizzare l’incentivo del Conto energia.

Se si aderisce al conto on-line c’è la possibilità di gestire in modo semplice ed economico questo conto corrente. Ecco le condizioni per i privati: Tasso creditore del 1,50% lordo, canone mensile di 1 € comprensivo di operazioni illimitate via internet, canone per carta di debito (Pagobancomat) e carta di credito ed estratto conto annuale. Il costo del bonifico via internet è di 1,58 €.

Questo non è un conto “dedicato” al solo rapporto con GSE, è un conto normale, che può esser utilizzato come un qualsiasi altro conto.

E’ importante sapere che il finanziamento non viene erogato al cliente ma direttamente all’installatore. 

Nei prossimi giorni avremo risposta circa le condizioni del conto corrente relativamente alle aziende (che sono un po’ più care) e alle modalità per procedere alla cessione del credito: cerchiamo, cioè di evitare che questa debba essere fatta davanti a notaio: stiamo cercando indicazioni presso il GSE.

Ultima cosa: anche i condomini possono accedere al finanziamento.

A presto con eventuali novità e aggiornamenti!

Maria Cristina

Grazie Maria Cristina,...ma fammi un po' capire...che cosa vuol dire che il CONTO ENERGIA se lo intesta l'installatore?...Scritto così sembra che il DEBITO ce lo intestiamo NOI , mentre il  CREDITO del conto energia L'INSTALLATORE? L'è minga pusibil, NON CI POSSO CREDERE, dimmi che non è  così please.... dimmi anche qui in Piemonte quando ci installerete, stiamo perdendo un po' la speranza....Buon lavoro e abbracci. Silvia

Grazie Maria Cristina,...ma fammi un po' capire...che cosa vuol dire che il CONTO ENERGIA se lo intesta l'installatore?...Scritto così sembra che il DEBITO ce lo intestiamo NOI , mentre il  CREDITO del conto energia L'INSTALLATORE? L'è minga pusibil, NON CI POSSO CREDERE, dimmi che non è  così please.... dimmi anche qui in Piemonte quando ci installerete, stiamo perdendo un po' la speranza....Buon lavoro e abbracci. Silvia

Cara Silvia, non è così, il conto energia è del proprietario dei pannelli, ci mancherebbe, i soldi del finanziamento bancario vanno all'istallatore... 

Per quanto riguarda l'altra domanda ti faccio rispondere da Maria Cristina, ma, scusami, se posti il venerdì sera capita che rispondiamo magari di lunedì...

Un caro saluto

Gabriella

A poche settimane dalla pubblicazione della Guida al nuovo conto energia, il sito del GSE (http://www.grtn.it/ita/index.asp) ha messo in linea anche la Guida all'integrazione architettonica: si tratta di un file in .pdf scarcabile alla pagina http://www.grtn.it/ita/pubblicazioni/20071210_SCHEDENEW.pdf.

Grazie a Lorenzo per la segnalazione.

 

Che il F.V. non sia nelle priorità del governo lo sappiamo ,

che i soldi delle tasse versate in bolletta per il rinnovabile con l'aggiunta della parola " assimililati " vanno in buona parte per lo smaltimento dei rifiuti lo sappiamo

Quello che forse ancora non sapete è che attraverso la nuova finanziaria, se passasse così come l'hanno proposta, i rifiuti solidi urbani saranno considerati biomasse e quindi incentivabili con lo scaglione più alto delle tariffe e beneficeranno ( solo loro ) della cumulabilità tra contributi a fondo perduto e conto energia.

I fondi utilizzabili per il rinnovabile saranno così dirottati verso centrali elettriche alimentate da monnezza

Noi paghiamo la tassa sullo smaltimento dei rifiuti fornendo a costo zero il combustibile alle centrali

loro producono energia ricavando guadagno dai contributi, dal conto energia e dalla vendita di corrente al gestore di rete e la chiameranno energia prodotta dal rinnovabile.

Se tutto questo succederà ci avranno rubato i soldi quattro volte

 

 

 

 

http://ambientefuturo.interfree.it

ma a nord di Roma, non è finanziariamente possibile installare pannelli fotovoltaici a costo 0 (zero) con l'attuale legge e con le attuali società bancarie a deliquere.

Ve lo immaginate un lavoratore del nord che oltre al mutuo dell'unica abitazione in proprietà della sua vita, si accolla un prestito personale a 15 anni, cedendo in cambio oltre al conto energia, la bolletta elettrica che dovrà continuare a pagare, più una certa somma annua per ripagare il debito?  E che, cià scritto Jò Condor???????

Avere una coscenza ecologica va bene, pensare alle generazioni future ancora meglio ma francamente ingrassare ulteriormente le banche per far piacere ad una legge che tutto fa meno che incentivare l'uso del fotovoltaico al nord, be!!!! bisogna proprio essere dei pirla.

Forse è il caso di iniziare, in una nazione in costante e rapido declino,  a pensare come i nostri nonni, preparare la valigia (non più di cartone) ed emigrare verso paesi civili e onesti che hanno obbiettivi precisi e correttezza di azione, vedi Germania, Spagna, Inghilterra e lasciare questa nostra bella nazione all'inevitabile oblio.

Scusate lo sfogo ma è la pura verità, non è finanziariamente possibile in Italia, con l'attuale legge, installare al nord pannelli fotovoltaici senza rimetterci per 15 anni un bel po di quattrini.

 

Ma non dirci che esiste una "questione nord" anche per il fotovoltaico!! Qui si parla di CONTOENERGIA, con il quale ti finanzi l'impianto...grazie al fatto che il KW prodotto tramite fotovoltaico viene valutato di più: tu di che c.. parli? 

non hai capito bene, io sono di origini pugliesi mi sento fondamentalmente un uomo del sud ma mio malgrado vivo al nord, ho dormito in campagna nelle case di pietra mentre mio nonno zappava la terra e tutto sono diventato con gli anni meno che un nordista di m.... Quì c'è una questione tecnica, non geoideologica ne tantomeno seghista, legata a doppio filo con quella finanziaria. Un minor irraggiamento presuppone un impianto più grande con costi più elevati, comporta il fatto che per restituire alla banca la cifra necessaria per un impianto da 3000 kw comprensiva di interessi occorrono se va tutto bene 15 anni al nord (massimo tempo di rientro concesso dalle "nostre finanziarie succhiasoldi") e 9 anni al sud, tenendo conto di utilizzare il conto energia + la cifra in bolletta elettrica + una piccola aggiunta finanziaria. Questo risulta da diverse simulazioni fatte anche con il Gruppo di acquisto. Secondo te una coppia che ha le più grandi aspirazioni ecologiche e sociali, ma già operativo un mutuo casa per 20 o 30 anni e un reddito sufficente pe' campà che scelta pensi possa fare?

Invece L'approccio normativo della Germania ha favorito la nascita di nuove imprese e la diffusione della cultura imprenditoriale anche tra gli utenti privati. Nel 2004 l'energia elettrica prodotta dai pannelli fotovoltaici delle utenze è regolarmente acquistata dalle società elettriche tedesche alla tariffa di 0,457 euro per kWh per venti anni (0,574 euro per pannelli al di sotto dei 30 kW posti su edifici) +0,154 rispetto all’Italia. Inoltre, al proprietario dei pannelli solari FV viene garantita questa entrata economica in "conto energia" per venti anni sulla base della tariffa prevista dalla normativa al momento della messa in servizio dell'impianto. La caratteristica principale dell'iniziativa varata in Germania è la possibilità di disporre di un finanziamento a tasso zero, se lo si desidera, è possibile cominciare a pagare le rate dal terzo anno in poi, le rate hanno cadenza semestrale e il credito può essere restituito in ogni momento a costo zero (prova a chiudere un mutuo o un prestito anticipatamente in Italia e le banche ti fanno un c... così) . I finanziamenti possono essere combinati con gli incentivi locali, che possono appunto variare da zona a zona. I soggetti interessati fanno richiesta alla propria banca, che si assumerà la responsabilità del credito. A loro volta le banche si rivolgeranno alla KfW (Kreditanstalt fur Wiederaufbau, Istituto di credito per la ricostruzione), che è la banca statale responsabile del programma. In realtà, gli interessi che i fruitori dei crediti non pagheranno (ricordiamo che i tassi sono nulli) saranno pagati dallo Stato, che ha speso per questa operazione fin dal 1998, 1 miliardo di marchi (quasi 1.000 miliardi di lire). Il beneficio sociale netto è del tutto positivo. Rassicurando gli investimenti privati nel settore delle energie rinnovabili con accordi di lungo periodo la normativa ha fatto scaturire quella scintilla fatta di acquisti-produzione-occupazione. Il nascente mercato ha generato importanti risvolti occupazionali ed un crescente giro di affari in Germania proveniente dal settore delle rinnovabili, pari nel 2004 a 10.000 milioni di euro. Considerando soltanto questo aspetto, le entrate fiscali generate dall'imposta sul valore aggiunto tramite l'incremento del giro d'affari hanno compensato qualsiasi costo per lo Stato. Se poi volessimo aggiungere anche il risparmio nella spesa pubblica per effetto della maggiore occupazione nel settore delle rinnovabili l'analisi costi benefici migliorerebbe ulteriormente. Tutto ciò accade in una nazione dove la normalità è la prassi del vivere quotidiano, non esistono interessi personali né conflitti politici da terzo mondo come da noi.

Cara Silvia, indipendentemente dalla tua residenza geografica politica o culturale le cose stanno così e benefattori di uno stato che non pensa a queste cose ma scoppiazza malamente tanto per apparire, nessuno vuole esserlo ancor meno persone a reddito precario. Come scritto da un'altro amico poco più in giù, il F.V. in Italia non è nelle priorità del governo.

CIAO

Caro amico pugliese,

ho vissuto anni a Taranto, mi sono accasata con un pugliese ed amo il Sud immensamente pur vivendo da sempre al nord...Condivido tutto quello che dici quando  sottolinei  quanto sia meglio la Germania ed inetta la    politica italiana.Però consideriamo i fatti:

-L' Italia è comunque + assolata della Germania

-la legge  del conto energia mi risulta oggi sia addirittura+evoluta di quella tedesca

-stiamo parlando di un importo sui 20.000Euro, che puoi pagare in 10/15  anni mentre riduci drasticamente/elimini i tuoi costi elettrici

Mi chiedo: NON E' CHE LA + GRANDE DIFFERENZA FRA NOI  ED I TEDESCHI E' CHE LORO LE COSE LE FANNO, SI IMPEGNANO, MENTRE NOI SIAMO  UN POPOLO DI LAMENTOSI CHE STA MANDANDO TUTTO A RAMENGO?

Con simpatia, Silvia

in comune radici in Puglia abitiamo nella stessa regione, il Piemonte. Non voglio rubare spazio al blog di Jacopo, loro stanno facendo un lavoro enorme con una pazienza e una disponibilità fuori dal comune, non voglio aggiungere altri meriti per non sembrare troppo mieloso ma se li meritano. Purtroppo la realtà per irraggiamenti ridotti e per leggi seppur apprezzabili ma troppo affrettate e monche (siamo nell'Italia del 2007 non dimentichiamocelo mai) è un'altra, e comunque fino a restituzione del prestito NON RIDUCI DRASTICAMENTE nè ANNULLI I TUOI COSTI ELETTRICI. Se vuoi scrivermi sulla e-mail che abbiamo predisposto come adesione al Gruppo di Acquisto per Fotovoltaico puoi farlo a gruppovolt@gmail.com così potremo discuterne approfonditamente. Noi siamo come atleti pronti ai nastri di partenza ma con i giudici di gara che ancora devono decidere bene il percorso e nell'attesa di dare il segnale del via sono in tutt'altre cose affaccendati, speriamo che non si dimentichino dei problemi. Stiamo calmi e fermi e attendiamo "fiduciosi" che qualcosa cambi, e scatteremo tutti quanti come molle.

Ricambio i saluti, manteniamo la fede e la speranza.

ciao, Stefano

Caro Stefano,

grazie per le tue parole, ti scriverò all'altra mail e pensa che combinazione che siamo pure in Piemonte entrambi! CHIEDO PERO' GENTILMENTE  UN INTERVENTO SERIO DEGLI ESPERTI DEL GRUPPO DI ACQUISTO DI JACOPO CHE RISPONDANO ALLA DOMANDA:

"CONVIENE ECONOMICAMENTE USARE IL CONTO ENERGIA AL NORD? OPPURE E' SOLO UNA BELLA SCELTA PER L'AMBIENTE, MA RIMANE UN COSTO?"

Grazie se risponderete, in maniera trasparente, come NON si usa in Italia...

Silvia  

 

Alla luce dell'intervento che precede...

CHIEDO GENTILMENTE  UN INTERVENTO SERIO DEGLI ESPERTI DEL GRUPPO DI ACQUISTO DI JACOPO CHE RISPONDANO ALLA DOMANDA:

"CONVIENE ECONOMICAMENTE USARE IL CONTO ENERGIA AL NORD? OPPURE E' SOLO UNA BELLA SCELTA PER L'AMBIENTE, MA RIMANE UN COSTO?"

Grazie se risponderete, in maniera trasparente, come NON si usa in Italia...

Silvia  

Sono un iscritto dell'ultima ora, anche se episodicamente sbircio il blog.

Sono fortemente interessato all'argomento, non tanto per l'acquisto di un impianto (abito in uno di quei casermoni dell'hinterland milanese) ma perchè sono convinto che l'iniziativa possa avere le gambe.

Però non mi spiego ancora perchè non ho ancora visto testimonianze (insomma un "caso umano") di persone "vere" che ci mostrino le bollette pre-impianto e post-impianto, che ci dianoconforto coi loro racconti riguardo all'iter del "conto energia" e il loro approdo finale...qualcosa del tipo : "grazie a questo prodotto sono dimagrito di 32 kg in 6 mesi!" con foto del prima e dopo!

Capite cosa intendo ?

L'impianto (per 2 o 3 kwp parliamo sempre di 15/20 mila euro) costa un botto e quindi i possibili acquirenti i soldi li devono cacciare e quindi esigono dei riscontri oggettivi.

Mi sembra il minimo a sei mesi dall'applicazione del nuovo "conto energia".

Anche sulle questioni che riguardano i finanziamenti e il contributo che copre la rata mi sembra che la cosa sia alquanto fumosa. Anche qui penso si debbano mostrare i "casi umani".

"Mostrarne 1 per educarne 100"

Scusate per l'invasione.

 

PER IMPAINTI FINO A3 KW CON SCAMBIO SUL POSTO ED INTEGRAZIONE ARCHITETTONICA CONVENGONO. TUTTI GLI ALTRI IMPIANTI DI TAGLIA SUPERIORE SERVONO SOLO A FAR INGRASSARE LE BANCHE.  GRAZIE PRODI!!! IL C.E. DELLO PSICONANO CONVENIVA!! IN SARDEGNA POI NON SE NE PUO' PARLARE IN QUANTO NON SI POSSONO INSTALLARE IMPIANTI A TERRA E NON SI POSSONO NEANCHE INSTALLARE ALL'INTERNO DEL PRIMARIO CENTRO URBANO!! GRAZIE SORU!!! Scusate se ho urlato ma ho perso tanto tempo e tanti soldi!! Spero che il gruppo d'acquisto mi rimborsi dato che il mio progetto non è realizzabile!!!

ma perchè, di grazia, i pannelli dovresti pretenderli a costo zero?

siccome fai un azione ecologica tutti dovrebbero scappellarsi in muto rispetto e pagarteli di tasca loro?

Tanti lavoratori del nord come tanti del sud fanno debiti a gogò per comprarsi la golf gtd ultimo modello, o per farsi una crociera. oppure pagano 400 euro un telefonino che funziona quanto uno da 35,

Se ogni cento di questi, uno si facesse un impianto fotovoltaico in italia potremmo spegnere tutte le centrali a combustibile fossile.

nessun debito e ne farò uno volentieri quando ci saranno tutte le condizioni giuste, nessuna golf gtd solo dei golf invernali, mi fanno schifo le passeggiate vip sui mari l'unico incrocio che faccio sono le dita, ogni giorno, nella speranza di risvegliarmi ancora con una parvenza di democrazia e legalità, il mio telefonino costa 49 euro e lo uso solo per parlare, sono pronto per il fotovoltaico e l'ambiente, ma non intendo sovvenzionare lo strozzinaggio dei nostri banchieri.

Un consiglio? Un bella dose di yogurt (da supermercato) alla fragola . Provalo.

Oltre al coraggio di prender su la valigia di cartone e partire alla ventura i nostri nonni avevano una capacità di faticare e soffrire che noi, per il momento, ci sognamo.
Nei paesi dove emigravano dovevano affrontare avversità ben peggiori dei nostrani rapaci banchieri,
Nell'America della fine ottocento erano detestati e considerati razza inferiore e non pochi sono finiti sulle croci ardenti del Klu klux klan, nella Germania post bellica gli operai italiani della Volkswagen erano alloggiati nelle stesse baracche che ospitavano i lavoratori-schiavi dei nazisti durante la guerra, fino al 67 non poterono portarsi la famiglia ed era loro tassativamente vietato di frequentare donne tedesche.

Tu non fai parte dell'Italia in preda a follia edonistica e me ne rallegro per te, ma sei purtroppo in quella parte del paese che vede sempre solo il bicchiere mezzo vuoto.

Viviamo in uno dei 21 paesi del pianeta dove l'assistenza sanitaria è di altissimo livello ed interamente gratuita, ma non si sente parlare altro che di malasanità.
Se il tuo reddito è basso ma il tuo rendimento buono, l'università è per te gratuita . (so quel che dico: ho un figlio a Viterbo con alloggio gratuito e borsa di studio che copre tutte le spese, libri inclusi) ma sui media l'istruzione italiana fa sempre schifo.
Per il fotovoltaico abbiamo una legge che consente di affrontare l'istallazione in buona tranquillità; certo è opportuno diffidare delle banche e dei loro finti tassi fissi, ma con un po' d'arguzia la cosa si può fare, per 12 anni  bisognerà fare  qualche sacrificio ( la cosa non avrebbe certo spaventato i nostri mitici nonni) ma quello che si vede è solo che in Germania c'è una legge migliore.

Che dire, se  il confronto con i paesi del nord europa ti risulta intollerabile, allora  emigra, ma stai in guardia, l'emigrante non gode della stessa accoglienza che riservano al turista italiano, notoriamente ridanciano e spendaccione,
da emigrante l'italiano fa ancora i conti con pregiudizi poco lusinghieri e se non è un professionista di rango in quei paesi deve vedersela con la dinamica concorrenza  di cittadini est-europei molto più inclini di noi al sacrificio (ed anche questo te lo dico con cognizione di causa, ti assicuro).

.

.

Credo sia già stato segnalato su questo blog, ma visti i rigurgiti di perplessità  è forse il caso di ribadirlo:

esiste on line, gratuito, un foglio di calcolo realizzato dal pregiatissimo ing. Alessandro Caffarelli con cui potrete verificare da soli la redditività del vostro impianto alle vostre latitudini, lo usano tutti nel ramo, (anche la mia banca mi ha implorato di passarglielo) è facile da usare ed affidabilissimo.

Scaricatelo da http://xoomer.alice.it/progettomeg/download-simulatore-solare.htm

e buoni calcoli

ne approfitto per citare una frase di J.F.Kennedy , nel suo primo discorso alla nazione da presidente disse :

"Non chiedetemi cosa il Paese può fare per voi, chiedetevi cosa VOI potete fare per il vostro Paese" non è buonismo, è buonsenso e l'Italia, con tutti i lamentosi depressi che la infestano, ne avrebbe oggi gran bisogno

Andrea

Il mio commento molto probabilmente non aggiunge e non toglie nulla alla discussione, ma questa è la mia personale esperienza sul fotovoltaico:

-circa 25/26 anni fa i miei genitori comprarono a Roma una casa in un palazzo, appena costruito, con impianto fotovoltaico. Una costruzione del tutto innovativa per l'epoca, finanziata da un progetto europeo e dalle speranze ecologiste di chi comprò casa. I miei genitori pagarono la casa molto di più delle altre case di zona.La pagarono di più proprio perchè volevano l'impianto fotovoltaico.

-Dopo pochissimi anni l'impianto andò in disuso PERCHE' NESSUNO SAPEVA NIENTE DI MANUTENZIONE , QUINDI ALCUNE PERSONE, SE NON ERRO CONDOMINI DELLO STESSO PALAZZO,LO DISTRUSSERO. Avete letto bene: hanno distrutto l'impianto, i pannelli.E poi hanno speso tutti altri soldi per tornare alle energie inquinanti.Non chiedetemi il perchè.Io andavo ancora all'asilo e non ho responsabilità al riguardo.

E' importante che ci sia una "cultura" del fotovoltaico. E' importante che in un condominio dove vengono installati impianti fotovoltaici tutti i condomini siano consapevoli del perchè e non solo 2 o 3 ecologisti.E' importante che ci siano degli addetti alla manutenzione.

Per questo l'iniziativa di alcatraz mi sembra abbastanza valida.

Ciao

 

http://www.ilterzostato.splinder.com/

Caro Rubia,

per l'Italia il fotovoltaico è  futuristico OGGI...pensa te 25 anni fa! Non mi pare significativa la tua case history, non abbiamo bisogno di pessimismo riferito a 25 anni fa, ci basta già quello  attuale.

Scusa,ma a forza di non procedere e postare pessimimo qui fra un po' il gruppo d' acquisto fotovoltaico lo fanno solo Jacopo e la sua famiglia...   Silvia

si,silvia, sei mejo te.

 

 http://www.ilterzostato.splinder.com/

Scusate io sono una ragazza italiana e vivo all'estero per motivi ovvi, i giovani sembra non siano i benvenuti in italia, è impossibile vivere se non da barboni... bene detto questo il mio scopo fotovoltaico ha varie ragioni non solo l'ecologia (visto che al punto in cui simo non so se sia possibile salvare il nostro pianeta, che non ho distrutto io, viste le condizioni nelle quali si trova, è ferito ormai gravemente e credo, a morte, comunque spero di sbagliarmi (e poi mi piacerebbe sapere anche quanto si inquina per realizzare un pannello solare fotovoltaico , comunque non è qusto il punto))

Il punto è ...se devo affondare vorrei cercare di farlo il più dignitosamente possibile, infatti io vorrei il fotovoltaico a casa mia per essere INDIPENDETE, AUTONOMA, vorrei che nel momento in cui la Russia dovesse chiudere il rubinetto del Gas, o il petrolio finisse o quando non saremo più in grado di comprarlo perchè costa una follia, io potessi dire E CHI SE NE FREGA !! IO HO IL MIO SOLE E PROVATE A SPEGNERLO (così moriamo tutti in compagnia anche se De Andrè diceva che "quando si muore si muore soli")

Bene vorrei solo sapere come funziona:

Ho letto un pò di post e poi mi sono un pò annoiata polemiche polemiche polemiche .

(PS sono del nord anche se qualcuno che si ritiene superiore parlando di nordisti di merda "e non ha avuto nemmeno il coraggio di scrivere la parola intera" vi dico che io non sono estremista o razzista)

Detto questo passimo ai conticini,  per un impianto che produce 5 Kwh che per una casa è sufficiente credo :

01) Avrò abbastanza corrente elettrica per tutto ( riscaldamento, lavatrice, tv, piastre per fare la minestra, e luci varie? ovviamente non tutto acceso contemporaneamente )

02) Mi avanzerà qualcosa da vendere a sto benedetto stato con sta storia del Conto energia? Quanto?

03) il mutuo me lo paga la vendita della corrente o ci devo mettere io sopra denaro? e in che quantità?
se non ho capito male potrei vendere un 1600 euro l'anno di energia e quindi pagare quasi tutto il mutuo no ?

04) facciamo finta che il mutuo sia di 30.000 euro (perchè voglio fare la fighetta e sono viziata e se faccio una cosa la faccio bene e non ho voglia di soffrire se non è necessario)

a) 30.000 euro in 15 anni sono circa 166 euro al mese ( ovvio senza interessi non mi sembra una tragedia ) quanto sono gli interessi REALI da aggiungere alla rata ?

b) MA IL FINANZIAMENTO LO FACCIO IO O LO FA STO BENEDETTO GRUPPO DI ACQUISTO ( qua mi casca il palco a cosa azz serve il gruppo se poi il mutuo me lo devo fare io da sola con banca sella una delle banche che mi fa più paura di tutte , ma perchè non fate il mutuo a nome del gruppo dividendo gli aderenti a gruppi di qualche centinaia,e prendete delle banche un po meno spaventevoli ? )

05) Non ditemi, vi prego, che poi dovrò  ancora pagare la bolletta dell'enel a consumo come ora perchè mi sembra davvero la goccia che mi farà fare un impianto mio privato senza chiedere nulla a nessuno e isolarmi nella mia casa fotovoltaica per vedere chi viene a chiedermi di pagare la bolletta dell'energia che mi produco io )

SCUSATE I PREZZI CHE CI SONO INGIRO SONO UGUALI AI VOSTRI !! QUINDI ....

PREZZI IDENTICI AL MERCATO NORMALE +
IL FINANZIAMOTO ME LO DEVO FARE IO CON LA BANCA +
SPESE VARIE CHE MI AGIUNGETE PER IL PROGETTO ETC ETC +
DEVO RINUNCIARE AGLI UTILI =

A COSA SERVE IL VOSTRO SPLENDIDO GRUPPO???

Vi prego ho bisogno di risposte sono molto entusiasta di quasta cosa ma ho bisogno che

parliate chiaramente fate esempi vi prego con numeri numeri numeri reali

inventatevi un esempio tipo,  aiutatemi a capire vi prego oppure no ..... e mi arragio da sola.... alla fine ci arriverò ma se sono sola poi non venitemi a parlare di altruismo o carità sarà una lotta alla spietata sopravvivenza , Mors tua vita mea (dicevano)

Giovani dovete essere spietati svegliatevi e incazzatevi ribaltate sto sitema troppo vecchio per essere ancora in piedi, uccidetelo !!! prima che sia lui a finire di ammazzarci !!!!

 

Vi ringrazio e vi saluto cordialmete baci e abbracci Buon Anno  Simo

 

 

 

 

Cara Simo,

mi piace la tua incazzatura: voi giovani dovete ribaltare questo andazzo senza futuro, perchè i cinquantenni oggi di solito si occupano di mantenere il potere e stop. Per le tue domande vorrei solo dirti che purtroppo in Italia oggi non puoi produrti da sola l'energia: è reato staccarti dall'Enel come farti la grappa da solo!...In Germania invece, per esempio, intere zone  si sono staccate dalla loro Enel e autoproducono ...ma hanno un storico movimento verde e la  gente fa...qui invece chiacchieriamo un casino  e  stop. Quanto al gruppo di acquisto...spero ti risponderanno loro..siamo in molti a non capire più bene che succede, ma qualcosa sta succedendo di sicuro..

Beh è reato ok Repubblica Democrazia Potere al Popolo ... facciamo un referendum non sò molto di politica ma ora mi sono abbastanza stufata allora comincerò ad informarmi e .... facciamo un pò di casino referenum ecc per rompere le palle a sti politici e ottenere qualcosa , vivo e lavoro in Spagna un paese che ci ha rincorsi raggiunti e superati in tempi record e io mi vergogno quasi ormai di dire che sono italiana se non fosse per il cibo, il design, la moda, la ferrari, patrimonio storico, e geografico che ci portano in alto nel mondo (e qualche altra cosina che spesso appartine a un passato troppo antico )  ... per il resto aiuto.!!!.( che poi scusate abbiamo tutto sarebbe solo necessario che si gestisse decentemente) ... con gli stipendi dei politici italiani ( i quali polici sono inutili non servono a nulla solo a a mangiare !!!! mangiate mangiate spero che scoppiereteeeeeeeeeeee!!!! un giorno o l'altro BOOOOOOOOOM ) dicevo,  con i loro stipendi e le loro spese credo si potrebbe risanare il debito pubblico in tempi brevissimi, bloccare i vari magna magna e zac il gioco è fatto )  chiediamo al popolo varie cose compreso se ci vogliamo autogestire elettricamente e altre belle cosette ...  giuro che cercherò di impiegarmi in azioni che possano svegliare sta popolazione italiana giovane che non si sentene urlare (NON VI SENTO !!!!! DOVE SIETE ??? )  e non si vede agire, alla quale sembra vada bene tutto e rimane li  a guardare ....

Ok vedo cosa mi viene in mente ( ne ho di fantasia) se ho bisogno posterò anche su questo blog per vedere se qualcuno mi aiuta Grazie Ciao !!! BESOS

PS: Grazie Silvia per la tua risposta per ora l'unica ;)