Le piante assorbono metalli pesanti (però poi magari te li fumi)


E’ sorprendente e ancora parzialmente inesplorata la capacità delle piante di ripulire il terreno da metalli pesanti o inquinanti organici. Attenzione però: lo fa anche il tabacco e la canapa…
Continua su People For Planet

Categorie: 

Una storia per gli Animali Fantastici

Gli Animali Fantastici di Dario Fo hanno ispirato centinaia di bambini a disegnare la loro personale creatura e, nel 2017, alcuni di questi disegni sono stati selezionati per diventare sculture.
Ora, come ogni animale fantastico che si rispetti, hanno bisogno di una storia e di un bambino che gliene regali una: la più bella di tutte diventerà un’animazione!
Durante la permanenza della mostra al Parco degli Alberi Parlanti, tutti i ragazzi che lo vorranno potranno disegnare il loro animale fantastico o raccontare la storia di un animale presente nel parco.
Appuntamento al Parco degli Alberi Parlanti, Treviso!

Tell Me a Bologna, la consegna dei riconoscimenti

LABEL 2018 “TELL ME DARIO!” – ARTE PER L’INCLUSIONE
In linea con la propria missione, il Comitato ha sottolineato l’importanza dello strumento artistico nei processi d’inclusione sociale attraverso l’istituzione di un apposito riconoscimento.
Per tali motivi abbiamo pensato a un Label da assegnare a organismi europei che si distinguono in interventi a favore di categorie svantaggiate (disabili, migranti, giovani a rischio, disoccupati…) utilizzando le arti nelle loro varie forme: plastiche, figurative, performative, audiovisuali…
Quest’anno ci sono sembrate rappresentative di questo mondo variegato 5 realtà europee provenienti da Germania, Italia, Portogallo e Spagna.
1. La tedesca Kunsthaus Kannen per le arti plastiche figurative utilizzate con soggetti con disagio psichico.
2. Il Teatro due mondi, che ha utilizzato il Teatro con operaie licenziate dalla OMSA di Faenza.
3. Il Workcenter di Pontedera per l’uso del Canto come momento d’incontro multiculturale.
4. Il Consiglio Portoghese per i Rifugiati per l’uso del Teatro con i rifugiati.
5. Il Colectivo Lisarco che in Spagna opera nel settore della danza con artisti disabili.

Il Label è stato consegnato da Cinzia Lenzi e Nazzareno Vasapollo agli organismi assegnatari nella cerimonia che si è svolta a Bologna all’interno della presentazione dei risultati e dei prodotti del progetto Erasmus+ TELL ME gestito dal Comitato con altri partner di Italia, Portogallo e Svezia (www.tellmeproject.com).

Queste le motivazioni.

ALEXIANER MÜNSTER DI MÜNSTER, GERMANIA.
www.kunsthaus-kannen.de
Per aver realizzato all’interno del proprio presidio sanitario il centro Kunsthaus Kannen, un punto di riferimento di eccellenza per la Outsider Art, in cui le arti plastiche e figurative vengono utilizzate come mezzo d’espressione privilegiato da parte di artisti con disagio psichico e disabilità fisiche.

COLECTIVO LISARCO DI MADRID, SPAGNA.
www.colectivolisarco.com
Per i progetti di danza inclusiva in cui il dialogo fra movimento, musica e corpo coniuga le differenze ampliando la capacità creativa e apportando nuove opzioni culturali.

CONSELHO PORTUGUÊS PARA OS REFUGIADOS DI LISBONA, PORTOGALLO.
www.cpr.pt
Al Consiglio portoghese per i rifugiati con sede a Lisbona per il progetto "Rifugio e teatro: mille gesti tra le dita", finanziato dalla Fondazione Calouste Gulbenkian, che ha permesso di utilizzare il teatro come uno strumento per apprendere e praticare la lingua e la cultura portoghesi e di dirigere artisticamente il gruppo teatrale RefugiActo, migliorando le sue prestazioni.

TEATRO DUE MONDI DI FAENZA, ITALIA.
https://teatroduemondi.it/
Per il progetto Brigate Teatrali realizzato con le operaie licenziate dalla fabbrica OMSA di Faenza  attraverso il quale il teatro è diventato uno spazio e un veicolo per la tutela del diritto al lavoro riverberando quelle forme di lotta proprie dell’intervento artistico e politico di Franca Rame e Dario Fo.

OPEN PROGRAMME DEL
WORKCENTER DI JERZY GROTOWSKI E THOMAS RICHARDS DI PONTEDERA, ITALIA.
http://www.theworkcenter.org/     
Per il supporto dato all’integrazione attraverso il progetto “Invito al canto” del Workcenter Open Programme inteso a superare i confini culturali e/o linguistici di persone con differenti background socio-economici.

Nazzareno Vasapollo
Project manager
Progetto TELL ME
vasapollo@gmail.com

Non è mai troppo tardi per protestare

Ethel Kennedy, la vedova di Bob, alla bella età di 90 anni ha deciso di fare lo sciopero della fame per protestare contro Trump e la sua politica sull’immigrazione nel confine Usa-Messico. "Generazioni di americani non hanno faticato e non si sono sacrificati per costruire un Paese i cui bambini e genitori sono messi in gabbie in nome di una cinica agenda politica" ha dichiarato.
E come darle torto?
(Fonte: Ansa)

(...) Continua a leggere CACAO di oggi

L’Italia è il paese più sicuro d’Europa. Eppure cresce la paura. E la voglia di armarsi

Dal 2008 a oggi gli omicidi si sono quasi dimezzati. Nell’ultimo anno i reati sono diminuiti del 10 per cento. Ma pare che non se ne accorga nessuno. Anzi…
Continua su People For Planet

Categorie: 

Restituisce il portafoglio e trova lavoro

Dal lunedì al venerdì Diop, 19 anni, senegalese e richiedente asilo, tutti i giorni spazza il parco intorno alla stazione. Lo fa da volontario, presta il servizio al Comune di Roseto degli Abruzzi. Qualche giorno fa sul ciglio della strada ha trovato un portafogli con 370 euro in contanti che prontamente ha consegnato al proprio referente e di seguito ai carabinieri, i quali hanno rintracciato il proprietario, un piccolo imprenditore edile della zona.
E questi, visto che nel portafoglio mancava niente, ha assunto Diop.
#qualcunoglielotelefoniaSalvini
(Fonte: Repubblica)

(...) Continua a leggere CACAO di oggi

Gioia ai Mondiali di calcio

Il panamense Felipe Baloy segna contro l’Inghilterra e lo stadio esplode di gioia, tutti i tifosi del Panama esultano e si abbracciano come se avessero vinto la finale malgrado stiano perdendo contro l’Inghilterra 6 a 1. La gioia è dovuta al fatto che il Panama festeggia il primo gol in un Mondiale di calcio.
Come diceva un signore spettinato: tutto è relativo.
(Fonte: Repubblica)
Video

(...) Continua a leggere CACAO di oggi