Un enorme lampione in orbita

Bisognerà riscrivere tutte le canzoni romantiche sulla Luna se andrà in porto il progetto pensato da Wu Chunfeng, presidente dell'Istituto di ricerca sulla scienza e la tecnologia dell'aerospazio della città di Chengdu, nella provincia cinese del Sichuan.
L’idea è quella di mandare in orbita un enorme satellite riflettente, così potente da illuminare le città.
Fantascienza horror? Mica tanto, pare che l’aggeggio sia pronto per andare in orbita nel 2020, a darne notizia il Quotidiano del Popolo. I particolari non si conoscono: pare, si mormora, si dice che la luna artificiale sarebbe in grado di illuminare un’area tra i 10 e gli 80 chilometri di diametro così da sostituire l’illuminazione elettrica.
Una soluzione ecologica? Chissà perché non ne siamo convinti.
(Fonte: Ansa)

(...) Continua a leggere CACAO di oggi

Non possiamo farci togliere l’aria

Brevi riflessioni di cittadine milanesi sugli incendi e sulla qualità dell’aria in generale
In questi giorni Milano è stata investita dalla puzza degli incendi che sono scoppiati nei depositi di rifiuti di Novate e della Bovisasca.  (...) Continua su People For Planet

Categorie: 

Perche' la storia di Riace non finira'

di Chiara Sasso (“Riace terra di accoglienza”) Tiziana Barillà (“Mimì Capatosta”)
comune-info.net

“Gridatelo dai tetti” scriveva Bartolomeo Vanzetti in una lettera al padre il 1° ottobre 1920.
“Non tenete celato il mio arresto. No, non tacete, io sono innocente e voi non dovete vergognarvi. Non tacete ma gridatelo dai tetti, del delitto che si trama al mio danno… No, non tacete che il silenzio sarebbe vergogna”.
(...) Continua a leggere CACAO del Sabato

Il Ministero della Pace

Il Presidente del Consiglio etiope Abiy Ahmed ha ridotto il numero dei ministeri da 28 a 20, assegnandone la metà a donne. Tra i ruoli al femminile: quello per il commercio e l'industria, le entrate, la difesa e il neonato Ministero della Pace.
Quest'uomo sta facendo cose epocali!!
(Fonte: Allafrica.com, segnalata da Davide Calabria, grazie!)

(...) Continua a leggere CACAO di oggi

“Dietro gli incendi di Milano, tutto un sistema sbagliato”

Tre esperti di gestione dei rifiuti spiegano perché si arriva ai roghi, e dove sta il problema.
Troppa burocrazia, troppa ideologia del riciclo, pochi controlli e pochi fondi. E una stupida guerra ai termovalorizzatori. (…)
Continua su People For Planet

Categorie: 

Ottobre e il Nastro Rosa

Ottobre è il mese del Nastro Rosa, la campagna per la prevenzione del cancro al seno e a Milano un’iniziativa promossa da Chocolate Academy Center di Milano e gli Ambassador de Il Cioccolato Buono prevede, tre le altre cose, nove ricette a base di cioccolato rosa dedicate ad alcune personalità femminili che nel secolo scorso hanno reso grande Milano nel mondo.
Oltre a Krizia, Gae Aulenti, Alda Merini, Franca Sozzani, Fernanda Pivano, Rossella Schiaffino e Alfonsina Strada è presente anche la nostra Franca Rame a cui lo chef Enrico Cerea ha dedicato un dessert dove il cioccolato rosa – non un cioccolato colorato ma una varietà di cioccolato che deriva da particolari fave color rubino – si presenta in tutte le consistenze: cremoso, soffiato, liquido con yogurt, fragola e lampone.
Le sarebbe piaciuto.
(Fonte: Il Sole 24 ore)

(...) Continua a leggere CACAO di oggi

Incarcerate i senzatetto!


E’ quanto sta accadendo in Ungheria per ordine del governo.
La polizia ungherese da alcuni giorni sta dando la caccia ai senzatetto che dormono nei sottopassaggi e nei parchi per applicare la legge che sanziona chi vive senza fissa dimora nei luoghi pubblici. Il parlamento ungherese, su proposta del governo presieduto da Viktor Mihàli Orbàn (…)
Continua su People For Planet

Categorie: 

Dario Fo e Franca Rame: la nostra storia

Dario Fo e Franca Rame: la nostra storia
Puntata 21

In onda sabato 20 ottobre 2018, Rai5, ore 22:10

FRANCA SENATRICE e IN FUGA DAL SENATO
Dopo la lunga pausa elettoral-estiva riprendiamo a parlare di Dario e Franca da sabato 20 ottobre per altre cinque settimane. E iniziamo con l’elezione di Franca Rame al Senato. 
"Io mi sono sentita “prestata” temporaneamente alla politica istituzionale, mentre l’intera mia vita ho inteso spenderla nella battaglia culturale e in quella sociale, nella politica fatta dai movimenti, da cittadina e da donna impegnata. E questo era ed è il mandato di cui mi sono sentita investita dagli elettori: portare un contributo, una voce, un’esperienza, che provenendo dalla società venisse ascoltata e magari a tratti recepita dalle istituzioni parlamentari.”
Questa è solo una brevissima parte della toccante e amara lettera con cui la Senatrice Franca Rame rassegna Le sue dimissioni dal Parlamento nell’ottobre del 2008.
Ma che cos’è successo in quei 19 mesi? Nella puntata 21 ripercorriamo questo intesa e particolare esperienza della vita di Franca.
Nell’aprile del 2006 Franca Rame venne eletta Senatrice per l'Italia dei Valori e nello stesso anno l’On. Di Pietro la propose come Presidente della Repubblica.
Spieghiamo, attraverso le testimonianze di persone che hanno vissuto e accompagnato Franca in quel periodo, le battaglie sociali e politiche combattute dall'attrice per la prima volta non in piazza, a teatro, nelle carceri o negli ospedali, ma "da dentro le istituzioni". 
La battaglia sulle vittime dell'Uranio Impoverito, sulle morti bianche, fino ad arrivare al meschino ricatto di coscienza inflittole per "non far cadere sto benedetto governo”
Vogliamo cercare di capire perché dopo meno di due anni Franca nauseata da quella sensazione di impotenza definisce il Parlamento come il "frigorifero dei sentimenti” dove “ognuno pensa ai fatti propri. L’Importante è votare”.
Franca raccoglie questa esperienza della sua vita in un libro che viene pubblicato postumo e da cui Dario ne trae uno spettacolo dove vuole tornare a dare voce alla sua immensa compagna di vita. 
Va in scena nel 2013 “In Fuga dal Senato”!

Tra gli ospiti: Jacopo Fo, Marco Travaglio, Antonio Ricci, Furio Colombo.

 

Conferenza Stampa per la presentazione del progetto "Il Nobel Incontra i Nobel: Grazia Deledda incontra Dario Fo" - tutti i video

"C’è una cosa che manca all’Italia di oggi, ai giovani di oggi, e che invece trabocca in Dario e Grazia: è la passione. L’insegnamento più importante che ci danno questi due giganti della Letteratura è che non si deve accettare passivamente il destino. Entrambi erano destinati ad altro - la Deledda alla quarta elementare e a una vita semplice, Fo a un futuro da architetto o da pittore. E invece hanno saputo cambiare tutto, rovesciare il tavolo. Cambiare vita" (Jacopo Fo)

Tutti i video della Conferenza Stampa per la presentazione del progetto "Il Nobel Incontra i Nobel: Grazia Deledda incontra Dario Fo" che si è svolta ieri a Nuoro. 
 

  • Intervento di Jacopo Fo 

https://www.facebook.com/istitutosuperioreregionaletnografico/videos/175078420084933/
 

  • Intervento di Francesco Muscau, Direttore Artistico de "Il Nobel Incontra i Nobel: Grazia Deledda incontra Dario Fo" 

https://www.facebook.com/istitutosuperioreregionaletnografico/videos/2189279867859980/
 

  • Intervento di Andrea Soddu, Sindaco di Nuoro 

https://www.facebook.com/istitutosuperioreregionaletnografico/videos/1990807717886401/
 

  • Back stage della conferenza stampa: 

Jacopo Fo racconta quella notte di 45 anni fa, quando Dario Fo venne arrestato a Sassari e fece il suo ingresso nel carcere di San Sebastiano, accolto tra gli applausi
https://www.facebook.com/istitutosuperioreregionaletnografico/videos/183123785900123/