People for Planet: save the date!

SAVE THE DATE
29 gennaio: People for Planet è online

“Ci sono giornali che ti dicono che cosa è successo ieri. People For Planet ti racconta cosa succederà domani”, così Jacopo Fo sintetizza ciò che leggeremo sul nuovo magazine del Gruppo Atlantide, on line dal 29 gennaio.

Un giornale digitale rivolto ai cittadini interessati ai temi dell’ambiente, della sostenibilità, del corretto rapporto tra gli individui e il pianeta.

People For Planet, come spiega ancora Jacopo Fo, direttore creativo del magazine, sarà: “Uno strumento per far nascere iniziative, per fare incontrare ricercatori, tecnici, scienziati, gruppi solidali, amanti del verde e degli animali, imprenditori illuminati, buongustai, comici e artisti, coltivatori sinergici, operatori sociali, formatori, sportivi. Vogliamo contribuire a far incontrare le persone che in questo momento stanno costruendo il pianeta di domani e sostenerle, dare visibilità ai loro risultati”.

Per il lancio del progetto promosso dal Gruppo Atlantide, coordinato da Jacopo Fo e Bruno Patierno, è stata scelta la città di Napoli. L’appuntamento è per lunedì 29 gennaio alle ore 11.00 a Castel dell’Ovo per la conferenza stampa organizzata in collaborazione con il Comune di Napoli.
La presentazione del magazine sarà anche l’occasione per scoprire il Manifesto di People For Planet. Il giornale, infatti, vuole farsi promotore di azioni concrete e portare avanti tre proposte di legge per il benessere dell’ambiente e delle persone.

Chi siamo:
Il Gruppo Atlantide, promotore di People For Planet, coordinato da Jacopo Fo e Bruno Patierno, è una rete di organizzazioni e professionisti che collaborano con imprese ed enti in iniziative a favore della società e dell’ambiente.

Dal 29 gennaio, People For Planet: www.peopleforplanet.it

Qualche anticipazione è già sui social:
Facebook> @peoplexplanet
Twitter > @peoplexplanet
Linkedin > People For Planet
Instagram > people_for_planet

Gruppo Atlantide: www.gruppoatlantide.it

Ufficio Stampa: Margherita Aina, Erika Scafuro
Mail: press@peopleforplanet.it
Tel: 3204042404

 

Il tappeto di Iqbal

Carissimi,
vi abbiamo già parlato di Giovanni Savino e della sua cooperativa sociale Onlus: Il Tappeto di Iqbal
Il lavoro più importante che Giovanni svolge nel quartiere di Barra a Napoli è il recupero dei ragazzi che smettono di frequentare la scuola dell’obbligo. In pratica sono gli stessi insegnanti che lo chiamano quando un allievo manca da scuola da troppo tempo.
Giovanni li accoglie, li ascolta e li recupera insegnando loro un lavoro, a stare con i coetanei, ad andare sui trampoli e a mettere un naso rosso e non c’è niente di retorico o di “buonista” in tutto questo, Giovanni è un duro, conosce il linguaggio della strada ed è una delle persone più scomode che conosciamo.
L’altro giorno sulla sua pagina Facebook racconta questa storia che Vi proponiamo così com’è…
Buon lavoro Giovanni e grazie.

Da Facebook 16 gennaio, ore 21:58
Continuo a pensare a quei tre ragazzi di oggi! Non mi tolgo lo sguardo di due in particolare... spenti! Sembravano cani rabbiosi pronti a mordere... non è per tutti questo mestiere… certo invecchio e la sera si sente tutta l’adrenalina che si accumula quando arrivano ma non ho perso la capacità di prenderli… ma tutta quella tensione si sente... specie stasera!
Quando è arrivato il primo ho subito attaccato, era solo con la madre. L’attacco serve a vedere quanto avrebbe sopportato la madre la mia durezza, ha passato il test... lo sguardo diceva: "Dammi una mano!"
(..) Continua a leggere CACAO del Sabato.

Non compreremo gli scorpioni fritti al supermercato

Manca un documento sulla sicurezza alimentare, quindi il Ministero della Salute ha diramato una nota informativa dell’8 gennaio che specifica che per ora non saranno commercializzati in Italia i “novel food” e in particolare gli insetti commestibili.
"Al momento nessuna specie di insetto (o suo derivato) è autorizzata" si legge testualmente, "Alcuni Stati membri hanno ammesso a livello nazionale la commercializzazione di qualche specie di insetto in un regime di 'tolleranza'. E' stato comunque stabilito, con lo stesso articolo (del Regolamento), che per le specie in questione deve essere presentata una domanda di autorizzazione, al fine di definire le condizioni atte a garantirne la sicurezza d'uso per una libera circolazione sul mercato Ue".
Per ora i grilli possono dormire sonni tranquilli.
(Fonte: Ansa.it)

(..) Continua a leggere CACAO di oggi.

Dormi tranquillo e asciutto…

Doveva stare un po’ scomodo ma nonostante la posizione Desmond Swayne si è addormentato durante il dibattito sulla Brexit al Parlamento inglese.
Non l’avrebbero mai scoperto se il suo collega Ken Clarke, nel seggio proprio davanti al suo non avesse fatto un intervento.
(Fonte. Repubblica)

(..) Continua a leggere CACAO di oggi.

Dal produttore al consumatore... un po’ particolare

Il 2 gennaio un ladro ha cercato di entrare nella sede dell’Amnil (Associazione invalidi e mutilati del lavoro) di Brindisi. Stava cercando di forzare la serratura dell’ufficio quando un pezzo di marmo si è staccato dalla cornice della porta colpendolo.
Appena uscirà di galera si iscriverà all’Associazione.
(Fonte Brindisireport.it)

(..) Continua a leggere CACAO di oggi

Le novità del Ces

L’edizione di quest’anno del Consumer electronic show di Las Vegas sta presentando molti nuovi prodotti che ci possono semplificare la vita. Per esempio, una macchina che piega dai 20 ai 40 vestiti o capi di biancheria in 4 minuti.
Oppure un particolare aggeggio che permette di bere un bicchiere di vino senza togliere il tappo dalla bottiglia.
Oltre alle decine di visori per la realtà aumentata e virtuale c’è posto anche per la cara e vecchia letteratura con lo Short Story Dispenser, un distributore di storie brevi. Utilissimo per ingannare l’attesa nelle stazioni, aeroporti o ospedali. Si può scegliere se si vuole leggere per uno, tre o cinque minuti.
Tutte cose bellissime che non funzionano se manca la corrente, cosa che è successa al Ces mercoledì scorso quando per ben due ore la manifestazione è rimasta al buio. Quando si sono riaccese le luci il pubblico si era già teletrasportato a casa.
(Fonte: Ansa)

(..) Continua a leggere CACAO di oggi.