Ecologia e Ambiente

Notizie sull'Ecologia e sulla salvaguardia dell'Ambiente

Jacopo Fo a Green In Progress, workshop a partecipazione gratuita

Oggi pomeriggio dalle 14:30 alle 17:30 Jacopo interverrà al workshop Green In Progress, evento online dedicato all'ecologia e all'ambiente, organizzato da Green Intelligence, partner di Ecoshow.
Jacopo, da programma, sarà l'ultimo a intervenire.

Watch live streaming video from ecoshow at livestream.com

Per il programma e maggiori informazioni sull'evento clicca qui


Il quinto conto energia per il fotovoltaico cambia tutto!

Energia ArcobalenoE noi come per gli altri quattro intervistiamo Maria Cristina Dalbosco, che il nuovo conto energia se lo è studiato parola per parola. Iniziando l'intervista il suo commento è stato: “Il quinto conto energia per il fotovoltaico cambia tutto!”...
Buona lettura!

Ciao Cristina, diamo per scontato che i nostri lettori sappiano che cos'è un impianto solare fotovoltaico per la produzione di energia elettrica rinnovabile... ma che cos'è questo Conto Energia? E perché dal 2007 è stato revisionato ben 5 volte?

Quando parliamo di "Conto Energia" ci riferiamo a un sistema di incentivazione che "paga" coloro che installano un impianto fotovoltaico. Questo contributo non viene dato a coprire la spesa di installazione (non è, cioè, un contributo in conto capitale) ma è calcolato sulla base della produzione dell'impianto e viene pagato mensilmente o bimestralmente per 20 anni. Questo spiega in parte anche le continue revisioni... al di là delle simpatie (o antipatie!) più o meno velate di chi ci governa nei confronti delle incentivazioni alle rinnovabili, le varie "edizioni" sono intervenute soprattutto sull'entità degli incentivi e sui meccanismi di conteggio. C'è da dire - ma su questo penso torneremo dopo - che il Quinto Conto Energia, in vigore dal 27 agosto scorso, ha rivoluzionato non poco tutto il sistema...

CONTINUA A LEGGERE CLICCA QUI


Mobilità sostenibile: il giro del mondo in auto elettrica

Antonin Guy e Xavier Degon, due giovani ingegneri francesi, hanno terminato il loro giro del mondo in auto elettrica, una Citroën C-Zéro. Antonin Guy e Xavier Degon, due giovani ingegneri francesi, hanno terminato il loro giro del mondo in auto elettrica, una Citroën C-Zéro. 7 mesi di viaggio, 17 paesi attraversati, 23.366 km percorsi. Il tutto al costo di 250 euro di elettricità.
“Se con un veicolo elettrico abbiamo potuto fare il giro del mondo, passando dal deserto del Gobi e dalle strade disastrate del Laos, questo prova davvero che si può utilizzarlo per andare al lavoro, fare le proprie attività o portare i bambini a scuola” ha dichiarato Degon. L'importante è non portare i bambini a scuola nel deserto del Gobi.

Leggi qui le altre buone notizie di Cacao


9 eco-tecnologie che potrebbero rilanciare l’Italia

Siamo all’avanguardia ma le nuove invenzioni non riescono ad arrivare sul mercato.
C’è un pacchetto di diavolerie moderne in grado di far esplodere, finalmente, la rivoluzione ecotecnologica. E buona parte di queste innovazioni hanno dietro anche ricercatori e imprese italiane.
Ma per mancanza di finanziamenti queste novità rivoluzionarie non riescono ancora ad essere disponibili sul mercato. Se io fossi Monti una mano gliela darei, invece di andare a trivellare la penisola in cerca di un petrolio che è poco e difficile da estrarre…

Il Tornado eolico
Giovanni Cimini della Western Co di San Benedetto del Tronto, ha messo insieme un gruppo di aziende marchigiane che stanno testando un rivoluzionario mulino a vento di origine russa. Tornado è un impianto eolico senza pale esterne. Si tratta di un grande fungo con prese per l’aria alla base. Funziona usando le proprietà vorticose del vento e promette una buona resa a partire da venti inferiori ai 5 metri al secondo. Gli attuali sistemi fino a 11 ms non producono quasi nulla e quindi sono poche in Italia le zone abbastanza ventose da rendere conveniente un impianto. Inoltre il Tornado ha misure intorno ai 5 metri d’altezza e quindi un basso impatto paesaggistico e non ha pale che possono schiaffeggiare le cicogne.

CONTINUA SUL BLOG DEL FATTO QUOTIDIANO


Monti, i petrolieri e il sole

Il governo sotto il ricatto delle lobbies dell’energia sporca?
Non so proprio cosa pensare di Monti. Sicuramente ha realizzato alcune iniziative necessarie ma su alcuni fronti non si capisce proprio quel che fa. Sull’energia, in particolare, sta portando avanti iniziative che vanno nella direzione opposta all’efficienza e alla crescita.
Pubblico qui il comunicato della Aspo Italia, l’associazione che studia il picco del petrolio e che protesta per la riduzione degli incentivi alle fonti rinnovabili e per il fantasioso piano petrolifero (estrattivo).
“Le scelte effettuate nel piano sono tecnicamente e strategicamente sbagliate. Il piano sostiene che lo sviluppo dello sfruttamento petrolifero porterà dal 7% al 20% il contributo delle risorse nazionali ai nostri consumi, trascurando tuttavia di specificare per quanti anni questo sarà possibile. Secondo le nostre stime, date le riserve riportate da diverse fonti, un tale livello di produzione ci porterebbe a esaurirle interamente in 13 anni nelle condizioni più favorevoli; ma più realisticamente in 4-5 anni.

CONTINUA SUL BLOG DEL FATTO QUOTIDIANO


Pannelli solari fotovoltaici ad Alcatraz!

Pannelli solari fotovoltaici ad Alcatraz!

Dopo la Libera Università anche l'ex carcere di Alcatraz ha installato 307 kW di pannelli fotovoltaici sul tetto della struttura. Il progetto è costato 3,6 milioni di dollari. Se aderivano al nostro gruppo d'acquisto del fotovoltaico potevano risparmiare! Comunque è un ottimo piano di fuga dal petrolio.

Leggi qui le altre buone notizie del giorno


Il bosco dell'amore di Winston Howes

Il bosco dell'amore di Winston Howes

Questa notizia è cioccolata calda per l'anima: 17 anni fa Winston Howes, un agricoltore di Wickwa, nel South Gloucestershire, in Inghilterra, improvvisamente rimasto vedovo, ha piantato un bosco di querce in ricordo della moglie, lasciando all'interno uno spazio vuoto a forma di cuore. Il risultato è pura Green Art.
(Fonte: Ecoblog.it)

Leggi qui le altre buone notizie di Cacao di oggi


Giornata internazionale del vento e dell'energia eolica

Global Wind Day Giornata internazionale del vento e dell'energia eolica

Nel 2011 ha garantito oltre 10 TWh di produzione di energia pulita. Ad aprile 2012 ha coperto il 6,4% della produzione elettrica italiana. E' il vento in Italia, o meglio gli impianti eolici installati in 450 comuni del nostro Paese. Il picco massimo di produzione, 9%, si è registrato a dicembre 2011.
Anche AGSM ha investito e sta investendo nell'eolico e chi in questi anni ha aderito al Gruppo d'acquisto di energia rinnovabile proposto da Merci Dolci su Energia Arcobaleno, ha sfruttato anche questa fonte energetica, insieme a idroelettrico e fotovoltaico. Siamo in più di 1.000!
E a tutti i nuovi aderenti che ci invieranno il contratto entro domenica 17 giugno, in regalo due lampadine a risparmio energetico e la possibilità di acquistare il Monitor Envir per i consumi elettrici a un prezzo speciale.
(Apriamo una parentesi. Quando nel 2007 cercammo un fornitore di energia rinnovabile, AGSM fu l'unica ad accettare tutte le condizioni che “imponevamo”: uno sconto, piccolo ma pur sempre uno sconto, una bolletta trasparente, energia elettrica verde certificata e un essere umano - non una segreteria telefonica - che rispondesse alle nostre domande e alle varie necessità di chi aderiva: volture, seconde case, eccetera. E ancora oggi, nel confronto con le varie offerte rimane il migliore sulla piazza.
Nella maggior parte dei casi va tutto bene, quando i gestori elettrici sono diversi da Enel alcune volte ci si intruppa, per usare un termine tecnico, e alcune attivazioni si protraggono oltre i due mesi previsti. Portate pazienza, a risolvere tutti i problemi abbiamo un uomo di nostra fiducia, Sebastian, sempre in costante contatto e scambio con AGSM e si risolve sempre tutto.)

Leggi qui le altre notizie di Cacao di oggi


La piscina di acqua calda di Alcatraz è riscaldata senza combustione!

PROGETTO COMPOST HEATING: GENERAZIONE DI ENERGIA DA BIOMASSA AD ALTA EFFICIENZA SENZA COMBUSTIONE

Il Compost Heating chiamato anche Biomeiler è un sistema semplice che utilizza un processo naturale per la generazione di energia da biomassa. Un cumulo di cippato fresco di 6 mt di larghezza per 3 mt di altezza, compresso e bagnato per tre giorni, innesca una fermentazione aerobica che porta un innalzamento della sua temperatura interna a circa 60-70°C per un periodo di 14-16 mesi.
Abbiamo deciso di utilizzare il calore così generato dal sistema per mantenere costante la temperatura della nostra piscina calda.
Abbiamo inserito ogni 70 cm in altezza dei tubi di polietilene a forma di spirale per un totale di tre strati pari a circa 250 metri di lunghezza. All’interno dei tubi, con l'ausilio di una normale pompa elettrica, facciamo circolare l’acqua della piscina.
Così facendo siamo riusciti ad ottenere circa 4 litri di acqua calda a 60°C ai minuto, ovvero 240 litri all’ora che equivale a circa il calore prodotto da un litro di combustibile.
Dopo il periodo di 18 mesi, alla fine del processo, tutto ciò che rimarrà sarà un ricchissimo compost per l’orto e il giardino. Il legno utilizzato, non è stato comprato, ma proviene dalla pulizia di un area di circa un ettaro destinato a frutteto e uliveto.
Con questo sistema si può ricavare più di 5 volte l'energia prodotta se il legname venisse bruciato.

Andrea Brugnolli

Biomeiler piscina calda Alcatraz

Biomeiler piscina calda Alcatraz


Oggi è la Giornata Mondiale dell'Ambiente

Jacopo Fo Salvare l'ambiente conviene E' stata istituita nel 1993 dalle Nazioni Unite per sensibilizzare il mondo sui problemi ambientali e dar modo a Commercioetico.it di offrire ai propri clienti sconti e promozioni sulle ecotecnologie (difficile da credere, eh...)
Solo per oggi, martedì, il libro di Jacopo Fo “Salvare l'ambiente conviene” a 1 euro.
Fino a domenica 10 maggio TRE riduttori di flusso per rubinetti in regalo in tutti gli ordini (tutti tutti!).
Da non perdere, poi, l'offerta speciale sul filtro a struttura composita per bere l'acqua del rubinetto e risparmiare sull'acquisto di acqua minerale in bottiglia: acquistando il filtro, la seconda cartuccia costa la metà, con un risparmio economico immediato di 35 euro, e per due anni non ci si pensa più!
Mediamente una famiglia di 4 persone che beve regolarmente acqua minerale in bottiglia spende più di 250 euro all'anno. Il filtro si ripaga da solo!