Economia alternativa

Commercio equo, gruppi di acquisto, microcredito, banche del tempo, baratto, condivisione, consociazione, servizi collettivi, sistemi Linux

Grazie Michael Jackson

La filantropia di MJ continua anche dopo la sua scomparsa. Il boom di vendite della sua musica sta infatti arricchendo il fondo pensioni dello Stato olandese per dipendenti pubblici, Abp.
2,6 milioni di sottoscrittori che l'anno scorso hanno acquistato i diritti d'autore di due album del re del pop.
(Fonte: La Nazione)

Fonte imm


All'anima del prestito

Nella foto Viktor MirosiichenkoIn Lettonia, la Kontora Loan Company, un'agenzia di micro-prestiti, ha lanciato un prodotto finanziario in cui l'unica garanzia richiesta e' “la propria anima immortale”.
L'idea e' del titolare dell’agenzia, . Massimo 500 dollari, da restituire in 3 anni, uniche condizioni: fiducia dell'agenzia e onesta' di chi riceve il prestito.
Per sapere se il sistema funziona bisognera' aspettare ma in soli tre mesi sono stati gia' concessi oltre 200 mutui.

Nella foto Viktor Mirosiichenko


Ohh! Mister Obama, io ti prego! Solo tu puoi aiutarci.

Mister Obama, noi siamo qui in Italia, alla periferia dell’Impero e ti scrivo perche' solo tu puoi aiutarci.
Qui sta succedendo qualche cosa che non va.
Bush, quella strana persona, ha deciso di costruire vicino a Vicenza una immensa base militare. Ce n’era gia' una ma gli sembrava piccolina.
La gente di Vicenza e molti italiani sono scesi in piazza a manifestare. Non abbiamo proprio bisogno di una nuova base militare, un nuovo monumento allo spreco di denaro, alla paura e all’odio.
Non ci servono missili piu' grossi carichi di bombe nucleari.
La tua elezione alla carica di Presidente degli Stati Uniti d’America ha segnato un punto di svolta nella storia di questo pianeta. Ora possiamo immaginare un’epoca di pace, di comprensione, di comunicazione. Un’epoca nella quale non ci si uccida piu' per il petrolio e si prenda l’energia dal sole, dal vento e dagli oceani.
E allora, Presidente, che c’entra con questo sogno una nuova luccicante base militare? Veramente vuoi buttare tutti questi soldi in nuovi bunker sotterranei, rampe di lancio, bombe?
Se qualcuno impazzisse potrebbe gia' adesso lanciare missili a testata nucleare sufficienti a distruggere mille volte questo pianeta. Quale potenza aggiuntiva potrebbe portare questa nuova base militare? Quando l’avrete costruita potrete distruggere il mondo milleuno volte?
Ne vale la pena?
Ne avete proprio bisogno?
Con i soldi che si risparmierebbero rinunciando a questo progetto potreste dare da mangiare e una scuola a un milione di bambini.
Se tu domani mattina facessi questo annuncio al pianeta, la gente direbbe: “Vedi, questo presidente vuole veramente cambiare il mondo.” E questo proteggerebbe l’America molto piu' di cento basi militari.
E poi a cosa servono oggi nuove basi militari?
L’Unione Sovietica non esiste piu' e sta lentamente aprendosi al progresso. La guerra con la Cina per il petrolio non ci sara' perche' tu stai aumentando dieci volte la velocita' della transizione all’economia delle fonti rinnovabili con i grandi investimenti che stai realizzando.
Una base militare nuova non servira' contro i nemici della tua patria che sono terroristi difficili da colpire con una bomba atomica.
Anzi, costruendo questa follia darai forza ai nemici degli Stati Uniti d’America che diranno: “Vedi, gli americani, parlano di pace ma costruiscono la guerra.”
Non conviene a chi ama il sogno di un mondo nuovo, investire denaro e intelligenza nel costruire, ancora, cattedrali del terrore irte di cannoni e filo spinato.
Abbiamo bisogno di segnali d’amore.
Yes we can!
Fermiamo i cani della notte.
Ieri a Vicenza, ancora una volta, questo sogno oscuro di potenza ha causato altri feriti e altro dolore.
Gia' ora questa base militare sta armando le mani di chi conosce solo l’odio.
Tra i manifestanti pacifici si infila gente che vuole la guerra. E invita a nozze chi nelle forze dell’ordine rimpiange l’uso di massa dei manganelli e dei lacrimogeni.
Ti prego Obama, ti prego.
Compi l’impossibile, l’inaspettato.
Un gesto d’amore, un gesto di fiducia, una preghiera per l’anima degli uomini.
Ferma questa follia.
Noi stiamo lottando e gridando, da anni contro questa malvagita' insensata. Ma le nostre proteste vengono calpestate, ignorate.
Viviamo in un pezzo di mondo strano, dove il buon senso, momentaneamente e' svenuto.
Noi abbiamo lottato con tutte le nostre forze, sinceramente, ma stiamo perdendo.
Noi non possiamo fermare questo ingranaggio, siamo uno Stato vassallo, alla periferia dell’Impero.
Si sta eseguendo quel che Bush ha deciso per noi e nessuno qua potra' mai opporsi. Ci sono trattati, accordi, impegni presi dai nostri strani governanti.
Noi non possiamo vincere da soli questa battaglia della civilta' della pace contro quella della guerra.
Tu puoi farlo.
Solo tu puoi farlo.
Se tu agisci noi saremo con te, siamo sempre stati con te.
Insieme possiamo farlo.

P.S.: Credo che l'unica via per impedire la costruzione della nuova base militare sia rivolgerci in massa a Obama e ai singoli cittadini Usa.
Al piu' presto pubblicheremo questa lettera tradotta e ti inviteremo a inviarla a qualche statunitense che conosci.
Potrebbe realmente funzionare.

 


Andare al lavoro nudi aumenta la produttivita'

L'esperimento e' stato condotto dalla societa' Onebestway di Newcastle, in Inghilterra.
Dopo il licenziamento di 6 persone, l'amministratore delegato della societa', Mike Owen, si e' rivolto a uno psicologo aziendale per evitare il fallimento.
Questi, dopo un'attenta analisi, ha proposto di aumentare lo spirito di squadra tra i dipendenti (e di conseguenza la produttivita'), facendoli stare in ufficio completamente nudi per un giorno.
“E' stata un'iniziativa brillante - ha dichiarato Sam Jackson, impiegata - ora tra di noi non ci sono piu' barriere. E' stato emozionante e da quel giorno di aprile abbiamo cominciato a discutere con piu' onesta'. La societa' e' nettamente migliorata”.
Anche i profitti sono aumentati, tanto che sono state riassunte due persone. Dolce e Gabbana.
(Fonte: Corriere.it)

Fonte imm


L'uomo a impatto zero

Il primo maggio 2008 Steven Vromman, cittadino belga di 48 anni, ha deciso che sarebbe vissuto con la piu' bassa impronta ecologica possibile.
Da allora produce energia elettrica tramite una cyclette collegata a un generatore e a delle batterie (20 minuti di pedalate per utilizzare il computer 1 ora), ha un lettore mp3 che funziona a manovella con una dinamo. si lava con acqua piovana che raccoglie in una cisterna in giardino, usa solo abiti usati, mangia solo cibo locale andando nelle fattorie e non tocca un imballaggio da mesi.
Usa lampadine a basso consumo, ha coibentato i vetri e presto, grazie a un accordo con un'azienda del settore, isolera' anche il tetto.
Con tutti questi accorgimenti le sue bollette sono scese del 60% e consuma poco piu' di 15 litri di acqua al giorno, contro i 120 di media giornaliera in Belgio.
“La mia vita - spiega Steven - costa il 20% in meno rispetto a prima”.
Peccato che abbia dovuto compostare anche il suo matrimonio.
(Fonte: Corriere, segnalata da Davide Calabria)

Fonte imm

Nel video alcune immagini di Steven Vromman


La casa ecologica CONVIENE!

17-19 luglio 2009 a Alcatraz

 

CORSO Costruire e ristrutturare con standard ecologici.

Una casa che non ha costi di riscaldamento e energia elettrica, che dura nel tempo, che e' piu' confortevole, che non ha problemi di ricambio dell’aria e di umidita' e non e' tossica.
Una casa dove vivere meglio e piu' a lungo, risparmiando una montagna di denaro.
Una casa che non danneggia l’ambiente e non finanzia le guerre per il petrolio.
Una casa che non ti casca addosso se c’e' un terremoto.

Ad Alcatraz abbiamo dimostrato che e' possibile ottenere questo risultato sia partendo da case storiche sia costruendo ex novo.
E durante il seminario mostreremo tutte le innovazioni che abbiamo adottato.

Il seminario e' promosso da Alcatraz e Service Legno leader nel settore delle ecoabitazioni.
Interverranno Sergio Los (architetto, precursore delle ricerche sulla bioclimatica e le case passive), Maurizio Fauri (professore di ingegneria presso l’Universita' di Trento), Jacopo Fo e altri specialisti del settore.
Costo: 600 euro pensione completa + seminario

Tema
Vogliamo fissare uno standard sulla qualita' delle costruzioni. Una vera e propria certificazione di Qualita' Alcatraz. Uno standard che possa aiutare costruttori e acquirenti a scegliere il meglio senza finire preda di venditori di fumo o di progetti ecodemenziali.
E’ quello che siamo riusciti a fare con il fotovoltaico imponendo al mercato una formula vincente: impianti chiavi in mano finanziati dalla banca al 100% con restituzione rateizzata in 20 anni a tasso fisso. Quando l’abbiamo proposto due anni fa ci sghignazzavano in faccia. E noi eravamo contenti perche' far ridere la gente e' sempre un bene. Poi pero' abbiamo realizzato 100 impianti e abbiamo iniziato a far ridere di soddisfazione i membri del nostro gruppo d’acquisto. Oggi se giri per internet quasi tutte le proposte commerciali si sono uniformate al nostro modello di proposta e questo e' un risultato ancora piu' grande dell’aver realizzato 100 impianti: abbiamo condizionato l’offerta spostandola a favore dei consumatori.
Vogliamo ora realizzare la stessa operazione nel settore edilizio!
Durante il seminario ci occuperemo quindi di descrivere quali sono i requisiti essenziali che una casa ecologica puo' e deve avere, dall’efficienza energetica alla scelta dei materiali.
Ci occuperemo quindi di tecniche di progettazione e costruzione. Ecotecnologie, costi, prospettive del mercato, formule commerciali.
Vedremo inoltre come a Alcatraz abbiamo realizzato isolamento termico, tetti e pareti ventilate, riscaldamenti a pavimento, caldaie a pellets, caldaie a gas ad alto rendimento, impianti di pannelli solari termici e fotovoltaici, raccolta di acque piovane, impianti idrici duali, fitodepurazione, consolidamento delle strutture, una casa di legno lamellare in classe A.

A chi e' rivolto il seminario
Abbiamo pensato di fornire un pacchetto di conoscenze e di idee fondamentali oggi per costruttori edili, agenzie immobiliari, ingegneri, architetti, geometri.

Cosa offre il corso.
Una panoramica chiara del settore e dei probabili sviluppi. Strumenti di valutazione e di certificazione. Possibilita' di connettersi con una grande iniziativa che vuole coinvolgere aziende che operano nel settore immobiliare e vogliono sviluppare la loro presenza in questo settore.

Una possibilita' unica per avere un panorama veramente esaustivo (E REALISTICO) di quello che oggi possiamo realizzare.
Una buona fetta di italiani ormai ha capito il valore di una casa costruita con criteri di confort e di risparmio energetico.
La casa ecologica non e' solo conveniente dal punto di vista economico: e' piu' gradevole e salubre. Basti pensare che spesso le case italiane sono piu' inquinate delle strade per la presenza di emissioni derivanti da collanti, resine, cemento, mobili e arredi. Tutti prodotti che a volte oltre a essere dannosi sono anche piu' cari e offrono meno vantaggi.
Dopo 30 anni di esperienza nel settore delle case ecologiche proponiamo oggi uno standard di qualita' altissimo e ben congegnato, realistico e conveniente, frutto del confronto con alcune delle persone piu' ferrate in materia oggi in Italia.

Stiamo costruendo un gruppo d'acquisto per chi vuole realizzare una casa ecologica o aumentare l'efficienza energetica di una costruzione.
Vedi http://www.jacopofo.com/gruppo-acquisto-case-ecologiche-legno-efficienza-energetica

 


L'umanita' potrebbe vivere sfruttando solo l'energia eolica

E' quanto rivela uno studio, teorico ma molto scientifico, condotto da Xi-Lu, Michael McElroy e Juha Kiviluoma, docenti della School of Engineering and Applied Sciences alla Harvard University di Boston e pubblicato sulla rivista dell'Accademia americana delle Scienze Pnas.
Grazie a un complicatissimo modello matematico i ricercatori hanno calcolato in 3,4 miliardi di Megawatt il potenziale complessivo dei venti che soffiano sul nostro pianeta.
Con una rete di turbine da 2,5 MW di potenza (non e' specificato il numero esatto), disposte solo negli USA  e funzionanti al 20% della loro capacita', si potrebbe generare energia rinnovabile pari a 5 volte il consumo globale.
E ci sarebbe anche un surplus di produzione che potrebbe finalmente aprire la strada, ad esempio, alle auto elettriche.
Ovviamente le turbine dovrebbero essere disposte in luoghi appropriati, lontano dai centri abitati, dalle rotte migratorie degli uccelli, dai ghiacciai e dalle foreste.
Nel 2008 l'eolico negli Stati Uniti ha costituito il 42% di tutta la nuova capacita' elettrica installata, in Italia siamo al 1,1%.
(Fonte: Corriere.it)

Fonte imm


La Freiburg rinnovabile

Centro solare di FreiburgLa vera citta' del Sole in Europa e' Freiburg, in Germania.
Qui si sta sperimentando ogni tipologia di fonte rinnovabile, soprattutto dal sole: fotovoltaico, termico, solare passivo, raffreddamento solare, isolamento solare (in grado di convertire il calore di una parete esposta al sole in energia termica utilizzabile), nonche' eolico, biomasse e idroelettrico.
Con pochi impianti installati finora solo in alcuni quartieri, gia' il 5% del fabbisogno energetico di tutta la citta', 200mila abitanti, e' soddisfatto da fonti rinnovabili.
Entro la fine del 2010 si dovrebbe raggiungere il 10%.
Da due istituti di ricerca locali sono inoltre uscite importanti novita' nel settore ecotecnologico: le celle solari multi giunzione in grado di convertire in elettricita' il 39,7% dei raggi solari (record del mondo!) e l’inverter con efficienza del 98,5%.
A tutto cio' vanno aggiunti 400 km di piste ciclabili e centinaia di parcheggi per le biciclette che costituiscono il 27% del totale degli spostamenti in citta. Da notare che il restante 73% e' composto al 24% da persone che si spostano a piedi e da un 20% che usa i mezzi pubblici.
Fiore all'occhiello della citta' sono alcuni quartieri residenziali ad alta efficienza energetica. Un esempio e' quello Vauban, a due chilometri dal centro storico. 6000 persone vivono in case a basso impatto ambientale, costruite in legno, rifinite con materiali naturali e perfettamente isolate.
Il costo di costruzione delle case e' stato superiore di circa il 3% rispetto a una costruzione tradizionale, ma il loro consumo energetico e' ridotto del 30%.
Ogni casa e' dotata di pannelli solari, pompe di calore, sistemi di recupero dell’acqua piovana e dei servizi igienici e un impianto in grado di estrarre dalle acque nere di scolo biogas per uso cucina.
(Fonte: Yeslife.it)


Vuoi costruire una casa ecologica? Facciamo un Gruppo d’Acquisto?

Corso Casa ecologica ad Alcatraz

 

VIDEO: Jacopo Fo, come è fatta una casa ecologica

 

OGGI UNA CASA IN CLASSE ENERGETICA “A” COSTA CIRCA IL 20% IN PIU’ RISPETTO A UNA CASA A BASSA EFFICIENZA … MA UNA CASA NON ISOLATA CONSUMA ENERGIA E SOLDI COME UN TRATTORE E A VOLTE E’ PERSINO MALSANA.
QUEL MAGGIORE COSTO INIZIALE SI RECUPERA IN POCHI ANNI E FA RISPARMIARE DENARO PER DECENNI.
UNA CASA ECOLOGICA HA COSTI DI RISCALDAMENTO BASSISSIMI, PRODUCE L’ENERGIA ELETTRICA DI CUI HAI BISOGNO, GRATIS, DURA DI PU’, E’ PIU’ CONFORTEVOLE E SANA.

L’USO DI NUOVE TECNOLOGIE, COME IL LEGNO LAMELLARE O I TRIPLI VETRI, PERMETTE DI RAGGIUNGERE ALTISSIMI LIVELLI DI QUALITA’ A COSTI CONTENUTI.

VUOI COSTRUIRE UNA CASA ANTISISMICA, ATOSSICA, CHE TI FA RISPARMIARE ENERGIA?
VUOI SPENDERE I TUOI SOLDI PAGANDO IL GIUSTO E AVENDO VERAMENTE QUEL CHE VOLEVI COMPRARE?

Casa<br />
in legno lamellare Alcatraz


Possiamo aiutarti! Semplicemente perche' lo abbiamo gia' fatto…

Casa in legno lamellare AlcatrazAd Alcatraz, infatti, non solo abbiamo tagliato il 90% delle spese energetiche grazie a una serie di interventi (ristrutturazioni, sostituzione di tetti e pavimenti, rifacimento degli impianti di riscaldamento, installazione di pannelli solari termici e fotovoltaici) ma abbiamo anche costruito una casa ex novo ad alta efficienza energetica dotata dei migliori comfort, seguendo i principi della bioarchitettura.
E oggi siamo in grado di mettere a tua disposizione la nostra esperienza!

I risultati del nostro progetto sono stati cosi' entusiasmanti che ci e' venuta l’idea di creare una sorta di gruppo d’acquisto sul modello di quello del fotovoltaico. E come abbiamo fatto allora, quando abbiamo iniziato l’avventura che finora ha portato all’installazione di circa 150 impianti, intendiamo oggi partire con una proposta ancora solo descrittiva, rinviando l’operativita' al momento in cui vi saranno sufficienti adesioni per poter costituire un gruppo con sufficiente potere d’acquisto.

Questo articolo ha dunque lo scopo di lanciare il nostro progetto e vedere se c’e' un interesse sufficiente per giustificare una simile impresa.

Vediamo punto per punto l’idea che vorremmo sottoporti:

1 - Destinatari della proposta:
In una prima fase intendiamo partire con coloro che sono gia' in possesso di un progetto edile accompagnato da concessione edilizia. Solo successivamente, quando cioe' avremo la certezza di essere sufficientemente organizzati per poter seguire un progetto di casa nuova fin dall’inizio, estenderemo il Gruppo d’Acquisto alle adesioni per ristrutturazioni e progetti ex novo.

2. Oggetto della proposta:
Prima fase:
Il nostro studio di consulenza tecnica valuta il progetto edile e propone tutti gli accorgimenti necessari per il raggiungimento dello standard ecologico “A” (pannelli solari termici e fotovoltaici, pompe di calore, impianto geotermico, riscaldamento a pavimento ,doppio impianto idrico con utilizzo dell’acqua piovana per gli sciacquoni del wc, tetti, pareti e fondamenta ventilate, isolamento termico, impianto elettrico stellare con disgiuntori, costruito in modo che quando non c’e' consumo di corrente i fili elettrici non restino in tensione e quindi non ci sia dispersione, il che e' un bene anche per la salute).
Questa consulenza prende in considerazione anche la scelta dei materiali, consigliando prodotti atossici e a basso impatto ambientale.

Seconda fase (solo eventuale):
Per chi ha avuto la consulenza, ne e' rimasto “innamorato” e decide di affidarsi a noi per la costruzione della casa secondo i parametri indicati e con i materiali che i nostri tecnici hanno consigliato.
In questa fase viene fornito un preventivo dei costi “chiavi in mano” e si procede alla costruzione della casa.

Come abbiamo accennato, questo servizio di consulenza/costruzione nasce,  per ora, solo per le costruzioni ex novo con un progetto finito. Ma la nostra idea e', ovviamente, quella di estenderlo, al fine di offrire indicazioni precise anche a chi vuole ristrutturare, seguendo i dettami della bioedilizia e tagliando i costi energetici e a chi parte, oggi, con un terreno nudo e crudo e manca ancora del progetto.

Prima di concludere la proposta, va subito chiarito che la consulenza non potra' essere gratuita, dal momento che ogni singolo progetto verra' analizzato da un ingegnere specializzato e la valutazione di efficienza energetica sara' personalizzata. Ovviamente cercheremo di contenere al massimo il costo di questa consulenza iniziale ma esso non sara' del tutto eliminabile.
L’obiettivo rimane quello di offrire proposte precise e chiare, aiutando in tutte le scelte costruttive, dalle fondamenta al tetto.
Crediamo che una consulenza di questo tipo valga veramente molto perche' puo' contribuire a evitare errori che costerebbero, in fase di costruzione, ben di piu'.
Dalla mia esperienza, ormai trentennale, di restauri e costruzioni ho imparato che una buona consulenza iniziale e' preziosa perche' puo' permettere di risparmiare, offrendo al contempo risultati finali migliori.
Il problema fondamentale quando si parla di edilizia e' che le case devono durare decenni e l’affare migliore e' quello di evitare brutte sorprese negli anni.

Costruire ecologico: come siamo arrivati fin qui e dove vogliamo arrivare

Ad Alcatraz abbiamo ristrutturato case antiche, di pietra, ricostruendo tetti e pavimenti, sostituendo gli impianti di riscaldamento e dotandole di pannelli solari. Ma abbiamo anche costruito una casa nuova cercando di creare un modello di casa in classe energetica A con i migliori comfort.
Abbiamo valutato tutte le alternative tecnologiche e alla fine abbiamo scelto di costruire in pannelli costituiti da 5 strati di legno lamellare, rivestiti con materiale isolante e parete ventilata.
In questo modo, si costruiscono case in 6 mesi, con strutture portanti parzialmente prefabbricate successivamente rifinite in pietra ricostruita, legno, mattone, intonaco. Il risultato finale non ha niente da invidiare a una casa tradizionale, anzi.
Il legno lamellare e' un materiale eccezionale da tutti i punti di vista e, in particolare, offre le piu' alte garanzie antisismiche.

Ora stiamo lavorando per trasformare le scelte che abbiamo fatto in uno standard di qualita' certificato dal punto di vista dell’ecologia dei materiali, della statica e dell’efficienza energetica. Stiamo elaborando il progetto di una casa tipo di 100 metri quadrati che possa servire da riferimento per le tecniche e per i costi.
Di questo progetto Alcatraz Casa Arcobaleno potremmo declinare tre versioni, corrispondenti a tre fasce di costi, partendo da un modello base che raggiunge perfettamente gli standard di classe A e di alto comfort e sviluppando poi due versioni con costi piu' alti (ad esempio, la presenza di una serra con triplo vetro coibentato con gas, o di un ascensore interno alzano notevolmente il costo di una costruzione). L’idea e' che il progetto Alcatraz Casa Arcobaleno costituisca la base progettuale delle consulenze del gruppo d’acquisto, e che sulla base del capitolato d’appalto esemplificato da questa casa si possa strutturare il lavoro di consulenza che vogliamo proporre.

PER RIASSUMERE
Intendiamo offrire una consulenza a pagamento su un tuo progetto edilizio gia' esistente per la costruzione di una casa nuova. In un secondo momento intendiamo estendere questo servizio a case da ristrutturare e a situazioni che partono ancor prima dell’elaborazione del progetto. 
Nel caso di una casa con struttura di legno lamellare siamo in grado di offrirti un preventivo chiavi in mano e la relativa costruzione.

Nel caso di una costruzione con materiali tradizionali (mattoni e cemento) possiamo fornire una valutazione energetica e dei costi ma in questa prima fase non siamo in grado di offrire una proposta commerciale da parte di una ditta di nostra fiducia. Questo perche' la velocita' di costruzione di una casa con struttura in lamellare e' talmente rapida che le ditte con cui abbiamo rapporti sono in grado di agire in tutta Italia. Non abbiamo invece rapporti consolidati con aziende che possano fare lo stesso con materiali tradizionali.

Solo per alcune zone d’Italia inizieremo poi a offrire anche il supporto di un progettista che, eventualmente, studi la costruzione da zero insieme al committente, servizio che in un secondo momento contiamo di estendere in tutt’Italia.
 
TI PIACE L’IDEA???
Se ti interessa puoi mandarci una tua pre-adesione specificando se hai gia' un progetto realizzato e se si tratta di una nuova costruzione o di una ristrutturazione. Ti terremo al corrente degli sviluppi di questo progetto.
Indirizza a casaarcobaleno@mercidolci.it

 

PS Alcatraz propone un seminario sulla CASA ECOLOGICA IL 17-19 LUGLIO vedi http://www.jacopofo.com/case-ecologiche-convenienza-ecologia-risparmio-e... Tag:la biorchitettura conviene, bioclimatica, bioclimatizzazione, casa naturale, casa ecologica, eco casa, abitazione, ristrutturazione rispettosa dell'ambiente, casa atossica, veleni domestici, casa asciutta, sana, togliere l'umidità dalla casa, pareti ventilate, tetti ventilati, isolamento termico, riscaldamento, risparmiare, calore, energia, casa antisismica legno lamellare.

 

 


Raggiunto a Copenaghen uno storico accordo contro i cambiamenti climatici.

Sarkozy ha dichiarato che il nucleare e' morto, mentre Berlusconi, rientrando in Italia ha annunciato che tutti i profitti di Fininvest e Mediaset verranno reinvestiti nelle energie rinnovabili.
E' quanto riporta un'edizione straordinaria dell'International Herald Tribune, distribuita gratuitamente in 50mila copie a Roma, Parigi, Bruxelles, Pechino, Los Angeles, Bangkok e purtroppo totalmente falsa.
La geniale provocazione e' di Greenpeace, che immagina cosa succederebbe se i rappresentati mondiali, che si riuniranno a Copenaghen a dicembre, firmassero un accordo sul clima che preveda il taglio del 40% delle emissioni, lo stanziamento di 110 miliardi di euro a sostegno dell'economia verde, lo sviluppo energetico dei Paesi in via di sviluppo e la creazione di un fondo delle Nazioni Unite per la protezione delle foreste.
Una delle conseguenze vedrebbe Berlusconi ricoverato d'urgenza in ospedale per aver inalato dei coriandoli durante i festeggiamenti. (Giuro!)
(Fonte: Repubblica)