Energia

A tutto fotovoltaico

Due le buone notizie: sorgera' nel quartiere espositivo Milanofiere l'impianto solare fotovoltaico su tetto piu' grande al mondo: 270mila metri quadrati di pannelli in grado di produrre 18/20 milioni di Kwh/anno, il fabbisogno energetico di piu' di 20 mila famiglie. I lavori inizieranno il prossimo settembre.
La seconda buona notizia: il 25 giugno e' stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il DPR n.59 del 2 Aprile 2009 (attuazione della Direttiva europea 2002/91/CE ) che rende obbligatoria l'installazione del fotovoltaico e del solare termico nei nuovi edifici, pubblici e privati, e nelle ristrutturazioni.
Per il FV non sono stati posti valori minimi o limiti, mentre l'impianto termico deve produrre almeno il 50% (20% per gli edifici situati nei centri storici) dell'energia richiesta per la produzione di acqua calda sanitaria.
(Fonti: Puntofotovoltaico.it e Pienosole.it)


Incentivi per l'energia rinnovabile da biomasse

All'interno della maledetta legge sullo sviluppo che fa ritornare l'Italia nella preistoria nucleare, approvata ieri dal Senato, c'e' anche una nota positiva: il conto energia per le biomasse.
Per ogni kWh di energia elettrica prodotto trasformando gli scarti agricoli lo Stato paghera' 0,28 euro (impianti fino a 1 MW di potenza installata).
(Fonte: Greenplanet)

Fonte imm


Montecitorio e' al verde!

Non hanno finito i soldi, anzi. Grazie alla sostituzione delle normali lampadine con lampade a risparmio energetico, ai pannelli solari fotovoltaici e al fatto che ora i commessi devono controllare a fine giornata che luci e computer siano spenti, dal 2006 a oggi Montecitorio ha risparmiato circa 3 milioni di chilowattora di energia elettrica.
(Fonte: Lanuovaecologia.it)


Energia rinnovabile giorno e notte, tutto l'anno e costa meno del nucleare!

Quando i sostenitori del nucleare dicono che le energie alternative non potranno mai coprire il fabbisogno energetico del pianeta perchè non ci sono sempre. Il sole solo di giorno, il vento quando vuole lui, l'acqua dei fiumi che finisce d'estate.
Si dimenticano sempre che il mare c'è 24 ore su 24. E non sta mai fermo. E quindi potrebbe fornire un flusso "di garanzia" dell'energia.
E non è il solo sistema per avere energia senza interruzioni.
Ci danno energia costante il geotermico (il calore sotterraneo) e le biomasse (ad esempio il gas prodotto dai batteri che si mangiano immondizia e letame.
Nel frattempo in Usa sono riusciti a digerire con l'aiuto di enzimi le canne del mais che oggi vengono lasciate sui campi. Ne tirano fuori alcool, 10 kw di energia per ogni kw investito nel processo.

Ma è nel settore marino che stiamo assistendo a progressi strabilianti.
Al largo del Portogallo e della Scozia sono stati costruiti impianti formati da enormi tubi galleggianti.
Per approfondire:
http://www.darvill.clara.net/altenerg/wave.htm

Tubi in mare

Galleggianti


L'Ontario non punta piu' sul nucleare

Il governo della provincia canadese dell’Ontario ha definitivamente cancellato il progetto di costruire nuovi impianti nucleari.
Secondo quanto riportato dal World Nuclear News le offerte per il progetto Aecl (Atomic Energy of Canada Limited) sono state finora pari a zero.
Da rivedere quindi parte del piano energetico provinciale che prevedeva 14.000 MW di energia nucleare, 15.700 MW da fonti rinnovabili e 6.300 MW di risparmio ottenuto dall'aumento dell'efficienza energetica.
(Fonte: Greenreport)


Il giro del mondo in aereo a energia solare

L'eco-impresa sara' tentata nel 2012 da Bertrand Piccard a bordo di un velivolo messo a punto da 100 esperti del Politecnico di Losanna.
Le celle solari di cui sono ricoperte le ali caricano le batterie che azionano quattro motori a elica. In questo modo l'aereo, Solar Impulse, puo' viaggiare sia di giorno che di notte e lo stesso principio, spiega Piccard, potrebbe essere applicato alle auto, al riscaldamento delle case e ai computer.
Piccard non e' nuovo alle avventure estreme: negli anni novanta ha fatto il giro del mondo su un pallone aerostatico, prima guidava l'Enterprise.
(Fonte: Corriere.it)

Fonte imm


L'umanita' potrebbe vivere sfruttando solo l'energia eolica

E' quanto rivela uno studio, teorico ma molto scientifico, condotto da Xi-Lu, Michael McElroy e Juha Kiviluoma, docenti della School of Engineering and Applied Sciences alla Harvard University di Boston e pubblicato sulla rivista dell'Accademia americana delle Scienze Pnas.
Grazie a un complicatissimo modello matematico i ricercatori hanno calcolato in 3,4 miliardi di Megawatt il potenziale complessivo dei venti che soffiano sul nostro pianeta.
Con una rete di turbine da 2,5 MW di potenza (non e' specificato il numero esatto), disposte solo negli USA  e funzionanti al 20% della loro capacita', si potrebbe generare energia rinnovabile pari a 5 volte il consumo globale.
E ci sarebbe anche un surplus di produzione che potrebbe finalmente aprire la strada, ad esempio, alle auto elettriche.
Ovviamente le turbine dovrebbero essere disposte in luoghi appropriati, lontano dai centri abitati, dalle rotte migratorie degli uccelli, dai ghiacciai e dalle foreste.
Nel 2008 l'eolico negli Stati Uniti ha costituito il 42% di tutta la nuova capacita' elettrica installata, in Italia siamo al 1,1%.
(Fonte: Corriere.it)

Fonte imm


La Freiburg rinnovabile

Centro solare di FreiburgLa vera citta' del Sole in Europa e' Freiburg, in Germania.
Qui si sta sperimentando ogni tipologia di fonte rinnovabile, soprattutto dal sole: fotovoltaico, termico, solare passivo, raffreddamento solare, isolamento solare (in grado di convertire il calore di una parete esposta al sole in energia termica utilizzabile), nonche' eolico, biomasse e idroelettrico.
Con pochi impianti installati finora solo in alcuni quartieri, gia' il 5% del fabbisogno energetico di tutta la citta', 200mila abitanti, e' soddisfatto da fonti rinnovabili.
Entro la fine del 2010 si dovrebbe raggiungere il 10%.
Da due istituti di ricerca locali sono inoltre uscite importanti novita' nel settore ecotecnologico: le celle solari multi giunzione in grado di convertire in elettricita' il 39,7% dei raggi solari (record del mondo!) e l’inverter con efficienza del 98,5%.
A tutto cio' vanno aggiunti 400 km di piste ciclabili e centinaia di parcheggi per le biciclette che costituiscono il 27% del totale degli spostamenti in citta. Da notare che il restante 73% e' composto al 24% da persone che si spostano a piedi e da un 20% che usa i mezzi pubblici.
Fiore all'occhiello della citta' sono alcuni quartieri residenziali ad alta efficienza energetica. Un esempio e' quello Vauban, a due chilometri dal centro storico. 6000 persone vivono in case a basso impatto ambientale, costruite in legno, rifinite con materiali naturali e perfettamente isolate.
Il costo di costruzione delle case e' stato superiore di circa il 3% rispetto a una costruzione tradizionale, ma il loro consumo energetico e' ridotto del 30%.
Ogni casa e' dotata di pannelli solari, pompe di calore, sistemi di recupero dell’acqua piovana e dei servizi igienici e un impianto in grado di estrarre dalle acque nere di scolo biogas per uso cucina.
(Fonte: Yeslife.it)


Vuoi costruire una casa ecologica? Facciamo un Gruppo d’Acquisto?

Corso Casa ecologica ad Alcatraz

 

VIDEO: Jacopo Fo, come è fatta una casa ecologica

 

OGGI UNA CASA IN CLASSE ENERGETICA “A” COSTA CIRCA IL 20% IN PIU’ RISPETTO A UNA CASA A BASSA EFFICIENZA … MA UNA CASA NON ISOLATA CONSUMA ENERGIA E SOLDI COME UN TRATTORE E A VOLTE E’ PERSINO MALSANA.
QUEL MAGGIORE COSTO INIZIALE SI RECUPERA IN POCHI ANNI E FA RISPARMIARE DENARO PER DECENNI.
UNA CASA ECOLOGICA HA COSTI DI RISCALDAMENTO BASSISSIMI, PRODUCE L’ENERGIA ELETTRICA DI CUI HAI BISOGNO, GRATIS, DURA DI PU’, E’ PIU’ CONFORTEVOLE E SANA.

L’USO DI NUOVE TECNOLOGIE, COME IL LEGNO LAMELLARE O I TRIPLI VETRI, PERMETTE DI RAGGIUNGERE ALTISSIMI LIVELLI DI QUALITA’ A COSTI CONTENUTI.

VUOI COSTRUIRE UNA CASA ANTISISMICA, ATOSSICA, CHE TI FA RISPARMIARE ENERGIA?
VUOI SPENDERE I TUOI SOLDI PAGANDO IL GIUSTO E AVENDO VERAMENTE QUEL CHE VOLEVI COMPRARE?

Casa<br />
in legno lamellare Alcatraz


Possiamo aiutarti! Semplicemente perche' lo abbiamo gia' fatto…

Casa in legno lamellare AlcatrazAd Alcatraz, infatti, non solo abbiamo tagliato il 90% delle spese energetiche grazie a una serie di interventi (ristrutturazioni, sostituzione di tetti e pavimenti, rifacimento degli impianti di riscaldamento, installazione di pannelli solari termici e fotovoltaici) ma abbiamo anche costruito una casa ex novo ad alta efficienza energetica dotata dei migliori comfort, seguendo i principi della bioarchitettura.
E oggi siamo in grado di mettere a tua disposizione la nostra esperienza!

I risultati del nostro progetto sono stati cosi' entusiasmanti che ci e' venuta l’idea di creare una sorta di gruppo d’acquisto sul modello di quello del fotovoltaico. E come abbiamo fatto allora, quando abbiamo iniziato l’avventura che finora ha portato all’installazione di circa 150 impianti, intendiamo oggi partire con una proposta ancora solo descrittiva, rinviando l’operativita' al momento in cui vi saranno sufficienti adesioni per poter costituire un gruppo con sufficiente potere d’acquisto.

Questo articolo ha dunque lo scopo di lanciare il nostro progetto e vedere se c’e' un interesse sufficiente per giustificare una simile impresa.

Vediamo punto per punto l’idea che vorremmo sottoporti:

1 - Destinatari della proposta:
In una prima fase intendiamo partire con coloro che sono gia' in possesso di un progetto edile accompagnato da concessione edilizia. Solo successivamente, quando cioe' avremo la certezza di essere sufficientemente organizzati per poter seguire un progetto di casa nuova fin dall’inizio, estenderemo il Gruppo d’Acquisto alle adesioni per ristrutturazioni e progetti ex novo.

2. Oggetto della proposta:
Prima fase:
Il nostro studio di consulenza tecnica valuta il progetto edile e propone tutti gli accorgimenti necessari per il raggiungimento dello standard ecologico “A” (pannelli solari termici e fotovoltaici, pompe di calore, impianto geotermico, riscaldamento a pavimento ,doppio impianto idrico con utilizzo dell’acqua piovana per gli sciacquoni del wc, tetti, pareti e fondamenta ventilate, isolamento termico, impianto elettrico stellare con disgiuntori, costruito in modo che quando non c’e' consumo di corrente i fili elettrici non restino in tensione e quindi non ci sia dispersione, il che e' un bene anche per la salute).
Questa consulenza prende in considerazione anche la scelta dei materiali, consigliando prodotti atossici e a basso impatto ambientale.

Seconda fase (solo eventuale):
Per chi ha avuto la consulenza, ne e' rimasto “innamorato” e decide di affidarsi a noi per la costruzione della casa secondo i parametri indicati e con i materiali che i nostri tecnici hanno consigliato.
In questa fase viene fornito un preventivo dei costi “chiavi in mano” e si procede alla costruzione della casa.

Come abbiamo accennato, questo servizio di consulenza/costruzione nasce,  per ora, solo per le costruzioni ex novo con un progetto finito. Ma la nostra idea e', ovviamente, quella di estenderlo, al fine di offrire indicazioni precise anche a chi vuole ristrutturare, seguendo i dettami della bioedilizia e tagliando i costi energetici e a chi parte, oggi, con un terreno nudo e crudo e manca ancora del progetto.

Prima di concludere la proposta, va subito chiarito che la consulenza non potra' essere gratuita, dal momento che ogni singolo progetto verra' analizzato da un ingegnere specializzato e la valutazione di efficienza energetica sara' personalizzata. Ovviamente cercheremo di contenere al massimo il costo di questa consulenza iniziale ma esso non sara' del tutto eliminabile.
L’obiettivo rimane quello di offrire proposte precise e chiare, aiutando in tutte le scelte costruttive, dalle fondamenta al tetto.
Crediamo che una consulenza di questo tipo valga veramente molto perche' puo' contribuire a evitare errori che costerebbero, in fase di costruzione, ben di piu'.
Dalla mia esperienza, ormai trentennale, di restauri e costruzioni ho imparato che una buona consulenza iniziale e' preziosa perche' puo' permettere di risparmiare, offrendo al contempo risultati finali migliori.
Il problema fondamentale quando si parla di edilizia e' che le case devono durare decenni e l’affare migliore e' quello di evitare brutte sorprese negli anni.

Costruire ecologico: come siamo arrivati fin qui e dove vogliamo arrivare

Ad Alcatraz abbiamo ristrutturato case antiche, di pietra, ricostruendo tetti e pavimenti, sostituendo gli impianti di riscaldamento e dotandole di pannelli solari. Ma abbiamo anche costruito una casa nuova cercando di creare un modello di casa in classe energetica A con i migliori comfort.
Abbiamo valutato tutte le alternative tecnologiche e alla fine abbiamo scelto di costruire in pannelli costituiti da 5 strati di legno lamellare, rivestiti con materiale isolante e parete ventilata.
In questo modo, si costruiscono case in 6 mesi, con strutture portanti parzialmente prefabbricate successivamente rifinite in pietra ricostruita, legno, mattone, intonaco. Il risultato finale non ha niente da invidiare a una casa tradizionale, anzi.
Il legno lamellare e' un materiale eccezionale da tutti i punti di vista e, in particolare, offre le piu' alte garanzie antisismiche.

Ora stiamo lavorando per trasformare le scelte che abbiamo fatto in uno standard di qualita' certificato dal punto di vista dell’ecologia dei materiali, della statica e dell’efficienza energetica. Stiamo elaborando il progetto di una casa tipo di 100 metri quadrati che possa servire da riferimento per le tecniche e per i costi.
Di questo progetto Alcatraz Casa Arcobaleno potremmo declinare tre versioni, corrispondenti a tre fasce di costi, partendo da un modello base che raggiunge perfettamente gli standard di classe A e di alto comfort e sviluppando poi due versioni con costi piu' alti (ad esempio, la presenza di una serra con triplo vetro coibentato con gas, o di un ascensore interno alzano notevolmente il costo di una costruzione). L’idea e' che il progetto Alcatraz Casa Arcobaleno costituisca la base progettuale delle consulenze del gruppo d’acquisto, e che sulla base del capitolato d’appalto esemplificato da questa casa si possa strutturare il lavoro di consulenza che vogliamo proporre.

PER RIASSUMERE
Intendiamo offrire una consulenza a pagamento su un tuo progetto edilizio gia' esistente per la costruzione di una casa nuova. In un secondo momento intendiamo estendere questo servizio a case da ristrutturare e a situazioni che partono ancor prima dell’elaborazione del progetto. 
Nel caso di una casa con struttura di legno lamellare siamo in grado di offrirti un preventivo chiavi in mano e la relativa costruzione.

Nel caso di una costruzione con materiali tradizionali (mattoni e cemento) possiamo fornire una valutazione energetica e dei costi ma in questa prima fase non siamo in grado di offrire una proposta commerciale da parte di una ditta di nostra fiducia. Questo perche' la velocita' di costruzione di una casa con struttura in lamellare e' talmente rapida che le ditte con cui abbiamo rapporti sono in grado di agire in tutta Italia. Non abbiamo invece rapporti consolidati con aziende che possano fare lo stesso con materiali tradizionali.

Solo per alcune zone d’Italia inizieremo poi a offrire anche il supporto di un progettista che, eventualmente, studi la costruzione da zero insieme al committente, servizio che in un secondo momento contiamo di estendere in tutt’Italia.
 
TI PIACE L’IDEA???
Se ti interessa puoi mandarci una tua pre-adesione specificando se hai gia' un progetto realizzato e se si tratta di una nuova costruzione o di una ristrutturazione. Ti terremo al corrente degli sviluppi di questo progetto.
Indirizza a casaarcobaleno@mercidolci.it

 

PS Alcatraz propone un seminario sulla CASA ECOLOGICA IL 17-19 LUGLIO vedi http://www.jacopofo.com/case-ecologiche-convenienza-ecologia-risparmio-e... Tag:la biorchitettura conviene, bioclimatica, bioclimatizzazione, casa naturale, casa ecologica, eco casa, abitazione, ristrutturazione rispettosa dell'ambiente, casa atossica, veleni domestici, casa asciutta, sana, togliere l'umidità dalla casa, pareti ventilate, tetti ventilati, isolamento termico, riscaldamento, risparmiare, calore, energia, casa antisismica legno lamellare.

 

 


Bocciato il nucleare. Da Tremonti!

Il Disegno di legge sullo sviluppo, che tra le altre cose contiene anche la normativa sul ritorno al nucleare, ha subito una nuova battuta di arresto, questa volta ad opera del ministro dell’Economia che ha bocciato il testo rimandandolo alla Camera per una terza lettura.
Motivo: per il nucleare in Italia non c'e' la copertura finanziaria e gli aumenti del costo dell'energia si riverserebbero sui cittadini.
Un'informazione gia' nota: il dipartimento per l’Energia statunitense ha infatti calcolato che il costo industriale dell’elettricita' da nuovi impianti nucleari e' piu' alto rispetto alle altre fonti.
Il MIT segnala inoltre che negli ultimi 4 anni le stime dei costi di costruzione delle centrali sono raddoppiate da 2.000 dollari/Kw a 4.000 dollari/Kw.
Altri 25 miliardi di motivi per non tornare al nucleare li trovate qui http://www.jacopofo.com/no_nucleare_perch%C3%A9_centrali_francia_italia_sarkozy_berlusconi_nuove

(Fonte: Greenreport)