Niente più scadenze contro lo spreco alimentare

In fondo si tratta di una soluzione semplice: in molti supermercati britannici dagli alimenti è stata eliminata l’etichetta: “da consumarsi entro…” lasciando al consumatore la scelta in base al buon senso. La decisione è stata presa per ridurre l’enorme quantità di cibo che viene buttato via mentre è ancora commestibile.
Quando la mozzarella diventa verde (o blu) però buttatela!
(Fonte: La Stampa)

(...) Continua a leggere CACAO di oggi

Pet Therapy in volo


L’American Airlines è consapevole che un animaletto domestico mentre si è in volo può ridurre l’ansia dei passeggeri. Si chiamano: "emotional support animals" e proprio perché sono utilissimi, di solito volano gratis con i loro amici umani.
Solo che poi si è un po’ esagerato e la compagnia aerea si è trovata costretta a porre un freno a questa pratica limitando le specie di animali ammessi all’interno dell’aereo. Non possono più volare insetti, capre, ricci, furetti, rettili e altre specie - tra cui "animali con zanne".
Insomma, tocca lasciare a casa la vostra tarantola da compagnia.
(Fonte: Repubblica)

(...) Continua a leggere CACAO di oggi

Scopri tutte le nostre proposte per l'estate 2018 e i nuovi corsi che abbiamo aggiunto alla nostra programmazione!

1-3 giugno: I GIOCHI DI UNA VOLTA
I giochi sui quali dovrete sfidarvi a “singolar tenzone” sono giochi di legno antichi, ma per molti di voi nuovissimi. Sono giochi tradizionali di tutti i paesi europei, finlandesi, tedeschi, svedesi. Alcuni giochi sono il frutto della fantasia del costruttore, pertanto sono giochi che non avete mai visto prima. Giocheremo con il Kubb il mitico gioco dei vichinghi e con il Corn-Hole un appassionante gioco bavarese. La cosa più importante è che nessun gioco è individuale, c'è sempre interazione e quindi relazione.
Platone diceva: “si può scoprire di più su una persona in un'ora di gioco, che in un anno di conversazione”.
George Bernard Shaw diceva:”l'uomo non smette di giocare perchè invecchia, ma invecchia perchè smette di giocare.
Per rendere la disfida più stimolante la squadra che alla fine del torneo risulterà vincente, non pagherà il soggiorno al Alcatraz!
Clicca qui per leggere la presentazione completa della vacanza

Nelle settimane dal 22 al 29 giugno e dal 25 al 31 agosto:
BootCamp di Public Speaking & Leadership Training
(Te lo dico in inglese perché fa più impressione)
Nell’era delle super tecnologie parlare è diventato lo strumento più originale, emozionante, coinvolgente. Non esiste nulla di più potente della comunicazione personale, diretta.
Parlare in pubblico dentro e fuori l’azienda,
Essere ascoltato durante le riunioni,
Farsi capire dal proprio gruppo di lavoro e riuscire a stimolarlo,
Comunicare il proprio progetto in modo sintetico,
Fare appassionare un investitore per ottenere il suo contributo.
Queste sono solo alcune delle numerose necessità e opportunità che se siamo capaci di sfruttare al meglio possono fare realmente la differenza nel nostro lavoro.
Con questo corso intensivo avrai l’occasione di amplificare i tuoi strumenti per parlare in pubblico in maniera convincente e non solo...
Clicca qui per leggere la presentazione completa
Settimana di agosto: OFFERTA #PRENOTAPRIMA: 10% DI SCONTO SE PRENOTI ENTRO IL 30 GIUGNO!

29 giugno - 6 luglio: ALLA SCOPERTA DEL BOSCO! SETTIMANA DI VACANZA PER FAMIGLIE CON FIGLI DAI 7 AI 13 ANNI
 Una vacanza all’insegna dello sport e della natura: suggestive passeggiate e escursioni nel bosco e lungo il fiume, percorrendo sentieri, mulattiere e stradine di campagna.
Una settimana di vacanza all’insegna del divertimento e della natura, passeggiare nel bosco alla scoperta dei tesori nascosti tra gli alberi, scoprire dove vivono animali e insetti che popolano il nostro territorio, riconoscere impronte e segni, conoscere i nomi degli alberi e inventarsi nomi per le forme delle nuvole.
Clicca qui per leggere la presentazione completa

6 al 13 luglio: FAVOLE E GIOCHI: SETTIMANA DI VACANZA PER FAMIGLIE CON FIGLI DAI 3 AI 7 ANNI
Una settimana all’insegna del divertimento in compagnia di favole, storie fantastiche e personaggi da inventare.
Realizzare burattini con i materiali raccolti nel bosco, passeggiare nei prati alla scoperta dei tesori della natura,  scoprire dove vivono animali e insetti che popolano il bosco, riconoscere impronte e segni, conoscere i nomi degli alberi.
Giocare con le emozioni e con la musica, in una vacanza dove giocare, correre, cantare, ma anche imparare, sono le parole d’ordine.
Una settimana piena di laboratori artistici e di cucina, clownerie, escursioni nel bosco, balli a ritmo di musica, emozioni e divertimento. 
Clicca qui per leggere la presentazione completa

4-11 agosto: GIOCHIAMO A SUONARE? SETTIMANA DI VACANZA PER FAMIGLIE CON FIGLI DI ETÀ DAI 9 AI 15 ANNI
La parola “suonare” vuol dire anche “giocare” in moltissime lingue! Perché in italiano no? Bisogna trovare un rimedio!
Una vacanza arricchita dai laboratori tenuti dal creativo e musicista Adolfo Zilli che proporrà ai ragazzi e ai genitori,  per il terzo anno consecutivo, un ciclo di laboratori dedicati alla musica.  Esplorando le tradizioni e la preistoria musicale scopriremo come mai la musica, in buona parte del mondo, viene considerata un gioco.
Osservando come sono costruiti molti strumenti etnici, scopriremo come poterne realizzare di simili attraverso il riciclo o il riuso di oggetti di uso comune.
Clicca qui per leggere la presentazione completa 

11-18 agosto: FILOSOFIA SHANGHAI CON JACOPO FO E GIOCHIAMO INSIEME (GRANDE NOVITA' 2018)
Quest’anno abbiamo deciso di inserire nel calendario “Giochiamo Insieme” una novità.
Dall’11 al 18 agosto organizziamo una settimana di vacanza particolare, viste le numerose richieste degli anni passati, quest’anno (prenotando questa settimana vacanza) i genitori potranno partecipare alle attività dello Yoga Demenziale – Filosofia Shangai con Jacopo Fo iscrivendo i figli alle attività #giochiamoinsieme. Durante la giornata verranno quindi organizzati due programmi paralleli: quello per i genitori e quello per i bambini, tranne in alcune occasioni in cui le attività verranno fatte INSIEME.
Clicca qui per tutte le informazioni

18-25 agosto: WORKSHOP DI TEATRO con Jacopo Fo e Mario Pirovano
OFFERTA #PRENOTAPRIMA: 10% DI SCONTO SE PRENOTI ENTRO IL 30 GIUGNO!
Workshop rivolto ad appassionati, attori, registi e curiosi.
Verrà affrontato l'argomento "teatro" sotto vari punti di vista: dallo spettacolo,al gioco, agli aspetti fondamentali della scrittura e della rappresentazione di un testo teatrale.
Per 7 giorni si parlerà di teatro e arte, di passione e emozioni, di empatia e comunicazione. Si giocherà con i rudimenti del mimo e della voce. I partecipanti potranno misurarsi direttamente con la recitazione, la mimica e la dialettica di scena e potranno assistere a spettacoli messi in scena da Jacopo Fo e Mario Pirovano.
Si condivideranno momenti della giornata ascoltandosi e ascoltando gli altri, imparando dagli errori di tutti, vivendo insieme in allegria esperienze e giochi.
Clicca qui per maggiori informazioni

31 agosto - 2 settembre: ALICE BASSO ad Alcatraz
Scrive di se stessa: “Nata a Milano, vive vicino Torino. Lavora per diverse case editrici come redattrice, traduttrice, valutatrice di proposte editoriali… Suona il sassofono, ama disegnare, cucina male, guida ancora peggio e di sport nemmeno a parlarne.” Ed è una scrittrice fantastica. E’ uscito ad aprile il quarto libro che racconta le avventure di Vani Sarca, la ghostwriter “Che Capisce gli altri” e per questo è bravissima, sarcastica, fintamente cinica.
Con Alice Basso parleremo di libri, di editing, di come si costruisce un giallo, giocheremo con le parole e le storie e scopriremo il viaggio di un libro dalla prima pagina alla pubblicazione. E poi relax in piscina calda, Tai Chi e la straordinaria cucina di Angela. Saluta l’estate con noi!
Per conoscere tutti i dettagli clicca qui

14-16 settembre: Public Speaking in tv, radio, talk show & Slogan Comunication Strategy
Quando intervieni in un talk show puoi avere un minuto, a volte 90 secondi. Li sprechi per rispondere a una domanda inutile, oppure vai a meta e dici quel che vuoi dire e lo dici a tutti i costi?
Clicca qui per maggiori informazioni

5-7 ottobre: Workshop "Il lavoro creativo: come sviluppare la capacità di trasformare il piacere di fantasticare in idee concrete"
È idea corrente che pochi abbiano la fortuna di essere creativi. E chi non è capace di inventare si deve rassegnare a guadagnare meno soldi, avere pessimi rapporti d’amore, famiglie sfasciate e restare vittima di situazioni dalle quali non riesce a uscire. Non dico che la vita dei creativi sia perfetta ma sicuramente è più ricca e vivace della vita di chi usa le idee degli altri. Per fortuna non è vero che si nasce non creativi. Non si tratta di una menomazione genetica ma di una questione di metodo.
I non creativi hanno paura di sbagliare, hanno paura del giudizio altrui e buttano via le idee fantastiche che gli arrivano in testa perché non si danno il tempo di riconoscerle.
Continua a leggere qui

19-21 ottobre: Seminario "Essere al comando senza comandare" Come costruire un gruppo di lavoro che non ha lo scopo di gratificare il boss, ma quello di produrre risultati positivi.
Parliamo di Team Building (un modo altezzoso per dire che si può imparare a lavorare collaborando e che io sono capace di creare la giusta atmosfera per riuscirci).
Se pensi che per gestire un gruppo di lavoro sia necessario un capo stai fuori strada.
Serve un facilitatore della coesione.
I capi creano tensioni. Se hai bisogno di essere riconosciuto come un capo, se hai bisogno di essere ubbidito sei una persona debole.
Il carisma è un’altra cosa: è la capacità di coinvolgere, appassionare, attrarre.
Clicca qui per leggere la presentazione completa

 
Non sei mai stato alla Libera Università di Alcatraz? Ecco un assaggio:
VIDEO DRONE https://youtu.be/zAxdXYUdGwQ
PROMO VACANZE https://www.youtube.com/watch?v=vxTq4W4R-cU&list=PL5JOtzupQ0NPFuQ7XXU6-Qa9VZgP9GOKa&index=16

Oltre ai corsi qui elencati proponiamo anche: Corsi di cucina, Tai Chi, Watsu e strumenti del benessere, Workshop di voce creativa, Seminari dedicati alla scoperta dei tesori del bosco e molto altro ancora... Clicca qui per consultare il nostro calendario COMPLETO!

 

Perché ci vuole orecchio!

Il matrimonio dell’anno è stato celebrato sabato a Londra tra il principe Harry e Meghan Markle. Tutto bene, gli sposi erano felici, ecc ecc. Peccato che in tempi di smartphone qualsiasi intoppo viene registrato, mandato sui social e diventa virale. Come il video di questo povero marinaio che durante la parata ha perso il ritmo della marcia e non è più riuscito a riprenderlo… e stava pure in prima fila, quando si dice la sfortuna!
Video

(...) Continua a leggere CACAO di oggi

Quel che serve oggi è più passione. Noi sappiamo produrla. Chi è capace di venderla?

Le coltellate ai professori, il disagio sociale, i suicidi, l’emarginazione, la crisi economica e politica…
La società è malata, la passione è l’unica cura possibile.
Negli ultimi decenni una frazione minoritaria della popolazione ha deciso di costruirsi una vita più appassionante e ha scoperto che è possibile riuscirci e addirittura trasmettere questa passione.
Quando dico che “NOI” siamo in grado di produrre passione e di trasmetterla mi riferisco al grande arcipelago di associazioni sportive, gruppi teatrali, pittorici, poetici, narrativi, musicali, relazionali, hobbistici, ghiottoni o genericamente culturali e solidali…
Una compagine che nel suo insieme è la grande esperienza italiana di resistenza all’avvilimento umano. Grande per risultati e per numero dei partecipanti: si mormora che siamo almeno un milione… Un milione di persone che hanno messo la qualità e il senso della vita al primo posto. Persone coraggiose che affrontano incredibili difficoltà ma ogni giorno continuano a provarci cercando di opporsi alla miseria, al degrado, all’alienazione alienazione, alla noia di vivere.

Oggi la società è ai ferri corti con sé stessa, i cittadini con la politica, le aziende con i consumatori, la civiltà con l’inciviltà, la cooperazione sociale con lo sfascismo.
Qualcuno inizia a rendersi conto che il danno sociale che deriva dalla mancanza di un senso positivo della vita inizia a presentare conti salati e che l’investimento in cultura e socialità non è più un lusso per intellettuali illuminati e ricchi ma un’esigenza sociale urgente. Conveniente anche dal puto di vista del bilancio del sistema Italia.
E lo iniziano a capire pure alcuni anche provvisti di mezzi economici immensi, una minoranza vivace all’interno di fondazioni, industrie, associazioni filantropiche, Unione Europea, regioni ecc.
La cultura e la passione sono cose che si mangiano, galvanizzano il Pil e riducono follia, criminalità e corruzione. E non lo dice il nipote scemo di Carlo Marx ma addirittura Visco, il capo di Banca Italia… Son cose che danno soddisfazione…
E sarebbe naturale che queste brave persone dotate di mezzi economici spaventosi si rivolgesse a NOI, che da decenni ci facciamo le ossa in questo settore, e ci dicesse: “Ragazze e ragazzi, visto che siete così bravi ad appassionarvi, ecco qui una valigia di dobloni, fateci delle belle cose che diffondano la passione e la gioia!”
E NOI potremmo trasformare in quattro e quattr’otto l’Italia in un luna park fantasmagorico, ecologico, a energia rinnovabile, che usa l’arte al posto del gasolio e diffonde solidarietà e cooperazione. Salveremo esistenze vuote, argineremmo crisi di mancanza di senso. Distribuiremmo salvagenti onirici a tutti! WOW!
(….!!!)
Ma nei fatti la domanda stenta a incontrare l’offerta.
Perché noi siamo fatti strani e quegli altri pure. Non siamo bravi a scrivere progetti in politichese, industrialese, europeese…
Non siamo bravi a creare sinergie tra noi, scambiarci visibilità, connetterci. E poi c’è la questione dei soldi. A noi fanno un po’ schifo, ce li puoi dare ma solo se lo vuoi veramente e noi li pigliamo con le pinze per non infettarci. E quando dobbiamo trattare coi manager delle grandi aziende e dipartimenti, pubblici e privati, sopra le camice a fiori e i jeans stracciati indossiamo tute pressurizzate di plastica per evitare che le loro cravatte ci contagino (la cravattite è mortale).
E poi, sia chiaro, che se vuoi lavorare con noi ti possiamo, forse, pagare pochissimo.
Per tutto questo stato di cose succede che non riusciamo a prendere i soldi che potremmo, non riusciamo a realizzare quel che vorremmo… Non ce la facciamo neanche a acchiappare i finanziamenti europei che nessuno vuole e che tornano all’Unione Europea che poi li dà ai tedeschi e ai portoghesi che successivamente ci sgrufolano dentro felici e benedicenti la stupidità italica.
Certo se la domanda di finanziamento la fai fare a Teodolindo, che è il tuo cugino, che suo padre era commercialista (ora fa la femme fatale a Parigi) allora forse puoi capire cosa non va…
Certo è inquietante pagare 100.000 euro a uno che è tanto sveglio e c’ha la cravatta talmente bella e parla l’europeese talmente bene che ti ha fatto prendere un milione di euro… Orrore!
Meglio non averli…
Beh questa è la situazione.
Noi siamo i meglio, i più cazzutissimi e passerizzatissimi del quartiere, potremmo costruire chissacché ma intanto non siamo neanche stati capaci di avere uno straccio di portale dove trovi l’indice dei blog della rete e un cavolo di calendario con gli eventi che NOI realizziamo ogni santo giorno che qualcuno lassù manda in terra.
Apriamo la discussione sul tema: “Perché la crema della crema dell’arte, della solidarietà, dell’ecologia e della cultura è così divisa, schizzinosa e spatoccata che riesce a realizzare solo un centesimo di quel che potrebbe?”
Avanti miei prodi: facciam funzionare le tastiere che con le parole non ci batte nessuno!

Tell Me - Progetto Erasmus+

Apertura del sipario sui prodotti e sui risultati del progetto Erasmus+ "TELL ME - Theatre for Education and Literacy Learning of Migrants in Europe"
TORINO - 25 maggio 2018 – dalle ore 11:00 alle ore 13:00

Sala Rossa, Università degli Studi di Torino - Campus Luigi Einaudi, Lungo Dora Siena 100 A

Presentazione organizzata nel contesto di "fierIDA 2018", seconda edizione della "Fiera Nazionale dell'Istruzione degli Adulti" che si svolge dal 24 al 26 maggio al Campus Luigi Einaudi.
Evento gratuito e aperto al pubblico previa iscrizione online in https://social.tellmeproject.com/download
I posti sono limitati e le iscrizioni verranno accettate rispettando l'ordine cronologico.

TELL ME, il progetto europeo per l'USO DEL TEATRO NELL'ALFABETIZZAZIONE LINGUISTICA E MATEMATICA DEI MIGRANTI, presenta i prodotti creati ed i risultati ottenuti in un evento che vedrà i saluti dell'Eurodeputato CÉCILE KASHETU KYENGE e di JACOPO FO, interventi del team di ricerca con ESEMPI CONCRETI DI ESERCIZI TESTATI in vari workshop, la proiezione del DOCUFILM realizzato da Andrea Anconetani e la presentazione della PIATTAFORMA SOCIAL ONLINE, importante strumento ideato per implementare la rete europea fra coloro che si occupano di questi temi.

Il principale scopo di questo evento è quello di presentare il progetto nei suoi aspetti generali, condividerne gli output e fornire anche esempi concreti di esperienze e metodologie create.
Verrà consegnato ai presenti il kit educativo, importante prodotto creato da un'equipe transnazionale di ricercatori italiani, portoghesi, svedesi e turchi in due anni di lavoro e sperimentato in tre workshop rivolti a 24 operatori europei e in due corsi per migranti

Saranno inoltre illustrati e promossi il sito internet www.tellemeproject.com e la piattaforma social online https://social.tellmeproject.com, altro importante strumento ideato per diffondere su più larga scala possibile le linee guida metodologiche e per implementare la rete europea che connette le esperienze di coloro che operano nell'ambito dell'apprendimento e dell'inclusione sociale attraverso le arti.