Video controinformazione/video censurati

Video controinformazione/video censurati

Il Movimento Etico Solidale invita a un patto unitario tutto il movimento dei cittadini responsabili

Eccovi tre video girati durante il convegno che si è svolto a Alcatraz durante il quale è stato presentato dal Movimento Etico Solidale che propone una grande alleanza sul modello francese di Ecologie Europeenne tra tutte le componenti del Movimento Progressista, partendo dalle associazioni di base.
Un'alleanza che cominci lanciando una campagna: Stacca la Spina e che arrivi a presentare una lista unitaria alle elezioni regionali del marzo 2010.
Per saperne di più
http://www.jacopofo.com/movimento-etico-solidale-stacca-la-spina-ecotecnologie-risparmio-energetico

Fabio Salviato

Fabio Salviato

Giovanni Acquati


L'energia che usiamo per vivere ci uccidera'? TERRA RELOADED

L'energia che usiamo per vivere ci uccidera'?
E' troppo tardi?
Esiste una via di uscita?

 

 

DVD Terra ReloadedQuesta settimana presentiamo un nuovo DVD realizzato da Beppe Grillo in collaborazione con Greenpeace. Il titolo e' "Terra Reloaded" e per una presentazione ci affidiamo alle parole dello stesso Grillo, pubblicate sul suo blog.
Buona lettura!

Per acquistare il dvd direttamente online clicca qui

Buongiorno!
Sentite, oggi vorrei farmi un complimento. Vorrei presentarvi questo filmato, questo DVD. E vorrei farmi un complimento. Io sono incazzato perche' tutte le volte che uno si riferisce alla mia persona, si riferisce al comico, al comico genovese, al comico di Genova. Al comico. Benissimo, allora io vi spiego che cosa ha fatto un comico assieme ad altri collaboratori e amici. Io sono andato in giro per il mondo, dalla California a New York, da Bruxelles a Berlino, ad intervistare i piu' grandi pensatori di questo secolo – secondo me e secondo il mondo ambientalista. Che sono Stiglitz, Rifkin, Wackernagel, Brown, Sachs, Pollan. Tutte persone che sono i numeri uno nel loro settore e scrivono nel nostro blog.
Io sono stufo di essere preso cosi': “e' un comico!”. Allora sono andato a intervistarli e mi hanno dato il loro punto di vista sul mondo di oggi.
“Tutti si sono preoccupati negli ultimi anni dell’aumento del costo dell’energia e della scarsita' di petrolio. C’e' una convinzione diffusa che il mondo stia esaurendo il petrolio: e' la teoria del picco del petrolio”.
“Siamo ormai alle soglie del cosiddetto picco del petrolio. Il picco si ha quando si sono utilizzate la meta' delle scorte di petrolio disponibili.”
Abbiamo una grande opportunita' di sentire questa gente e di sentire come stanno le cose. Come stanno veramente e non come le dicono questi pagliacci che ci sono in giro, e di farci un’idea. Io non voglio salvare il mondo, pero' questo e' un film che potra' salvare le persone, se sapranno decidere di guardarselo e di seguire quello che viene detto. Quindi i movimenti che io rappresento, quei pochi milioni di persone che ci seguono da anni, fanno parte di milioni e milioni di persone nel mondo che costituiscono il piu' grande movimento della storia dell’umanita'. Ed e' in sordina e sempre etichettato: gli ambientalisti, quelli della Prius, l’antipolitica. Ci danno delle etichette. Ma noi abbiamo delle idee e non ci sono leader. Non ci sono organizzazioni, nasce tutto dal basso. Sono milioni e milioni di persone. Sono 300-400, 500.000 organizzazioni che vogliono tutte la stessa cosa: cambiare questo sistema di mondo e vedere se si puo' recuperare un altro mondo possibile. E c’e'! Il mondo del meno: fare meno materiali, meno lavoro, meno fatica. e' l’unica soluzione.
“Probabilmente la migliore fonte di energia, come la chiama E. Lovins, e' il negawatt. Significa che dobbiamo ridurre il nostro fabbisogno di energia, utilizzando la conservazione o utilizzando in maniera piu' efficiente l’energia.”
“Oggi sappiamo che possiamo utilizzare lampadine che consumano un decimo delle lampadine convenzionali”.
Ecco, noi siamo ai primi posti al mondo come numero di telefonini, cementificazione e numero di automobili, e siamo agli ultimi posti come felicita' dei propri abitanti. Noi siamo un popolo infelice, eppure abbiamo delle caratteristiche che potrebbero davvero renderci straordinari.
Quindi, meno energia e' basilare. Non cercare panacee nel nucleare. Dobbiamo usare quella che abbiamo e usare sole ed energie da fonti rinnovabili. Produciamo un miliardo di euro all’anno di pubblicita' per convincere gente che non ha i mezzi a comprare cose di cui non ha bisogno.
Questo e' un sistema che dobbiamo mettere al centro, per cambiarlo. Io mi sono fatto carico di fare questo documentario, che credo servira'. Secondo me dovremmo farlo vedere nelle scuole, dibattere. Io sono solo un servitore, uno che si mette a disposizione per queste cose. Ma credo che sentir parlare queste persone dovrebbe essere obbligatorio nelle scuole e anche nelle universita'.
Vorrei dirvi chi sono queste persone, alcune delle quali ho conosciuto personalmente molto bene.
Da Lester Brown, che e' stato il fondatore del World Watch Institute, studiato in duemila universita' e tradotto in dieci lingue. Adesso ha fatto un libro meraviglioso che e' “Piano B 3.0”, dove ci spiega esattamente come sta l’ambiente, dai ghiacciai al clima. Un uomo straordinario.
Joseph Stilglitz, Joe Stiglitz, premio Nobel per l’economia per la teoria dell’asimmetria delle informazioni, abbiamo contatti e ci siamo visti almeno quattro-cinque volte. E' venuto in Italia a parlare all’universita' di Ancona. Siamo in contatto. Scrive sul blog, e' uno dei consulenti di Obama. E' un uomo molto interessante, che dice cose molto interessanti anche sull’energia nucleare. E' un economista.
Jeremy Rifkin, un grande economista e scrittore ideatore anche lui di grandi teorie, la Terza Rivoluzione Industriale. E' un uomo che vi parla di idrogeno e di come l’energia dovra' cambiare e fare rete. Fare rete con l’energia, come abbiamo fatto rete con l’informazione, con Internet.
Michael Pollan, scrittore, professore di giornalismo, divulgatore scientifico esperto in cibo e nutrizione, straordinario.
Wackernagel, uno svizzero che vive in California che ha inventato l’impronta ecologica: quanto ci costa sopravvivere producendo nel modo in cui stiamo producendo.
Wolfgang Sachs, uno dei grandi sociologi internazionali co-fondatore del club del fattore 10, del Wuppertal Institute. Un uomo straordinario che parla, dal punto di vista della sociologia e dell’antropologia, di come si dovra' evolvere un nuovo mondo. Tutta gente straordinaria.
Andiamo alla radice. Sentiamo queste persone. Coadiuvati da una grande organizzazione, che ho sempre seguito - e l’ho anche finanziata col mio 5 per mille - che e' Greenpeace.
Greenpeace e' la prima che ha capito come agire in questo modo. Non prende fondi da multinazionali, vive di elargizioni pubbliche, quindi non ha assolutamente nessun aggancio e vive di immagini, di fotografie e di filmati. Sono ragazzi straordinari coi quali sono onorato di avere una collaborazione.

Per acquistare il DVd online clicca qui


Entusiasmo smodato per la sentenza che annulla il Lodo Alfano! Berlusconi incriminato automaticamente?

Ieri sera c'era gente che correva nuda dentro Facebook, orge tantriche su Second Life e chat trasformate in bagordi di briganti.
Manuela dice: "Godete eh... Siete tutti dei comunisti di merda!" E tutti ridono felici.
I giudici comunisti hanno bocciato il Lodo Alfano. Vedi che ingiustizia: per anni abbiamo accusato la magistratura di essere reazionaria ed ora sono il baluardo del progresso. Bisogna imparare a cogliere le sottigliezze della realtà e a non vedere tutto in bianco o nero. Ci sono i grigi, le sfumature. Le mezze misure sono quelle che contano.
Inoltre al Silvio gli sono saltati i nervi. Ha telefonato a Vespa, che lui usa come psicanalista, e se l'è presa con Napolitano. E dice che Napolitano gli aveva promesso di fare pressioni sui giudici della consulta per far passare il Lodo Alfano. Una cosa gravissima. Non so se mi rendo conto. Da psicosi. Non credo che sia legale che il capo del governo cerchi di convincere il capo dello stato a aiutarlo a dare un'aggiustatina a una sentenza. Cioè cazzo, avevo sentito parlare di indipendenza della magistratura.
In studio Vespa è sulle spine, Caselli ha un crollo delle rughe, Alfano ha smesso di respirare e Casini sorride leggermente ed è chiaro che sta avendo un orgasmo. Forse multiplo. Rosi Bindi invece è sconvolta e mormora che "è una cosa gravissima". Silvio perde il lume della ragione, forse si è reso conto di aver fatto una gaffe da paura e attacca come una serpe la povera Rosi Bindi dicendo: "E' più bella che intelligente"
Casini ha un altro orgasmo ascoltando il premier strozzarsi con le sue mani. Sono volgarità che si pagano. Rosi Bindi affonda il coltello sfoderando una dignità ferma come una montagna: "Presidente io sono una donna che non è a sua disposizione."
Con tutte le tecniche di manipolazione psicologica che ha studiato Silvio casca in una buca profonda. La casalinga media cattolica a questo punto sta con la Rosi, che si è fatta forza proprio nel suo non essere una velina siliconata e un po' puttana di 18 anni.
Dopodiché Casini e la Bindi lo massacrano spiegandogli che non può affermare di aver convinto il presidente della Repubblica a fare pressione sui giudici comunisti della Corte Costituzionale.
Dopodiche Alfano sclera ma la Bindi sfodera una voce tenorile che sovrasta il mondo.
Vespa conclude che le cose dette da Silvio sono ESTREMAMENTE IMPEGNATIVE. Dopodiche Casini spiega di nuovo che non è normale che il presidente del consiglio dichiari che il presidente della repubblica doveva fare pressione sui giudici della Consulta. A questo punto forse gli spettatori hanno capito.

Dal che viene fuori che Napolitano avrebbe potuto bloccare il Lodo Alfano, ma non l'ha fatto (e ha ragione Grillo).
Vuol dire anche che Berlusconi è virtualmente automaticamente condannato visto che è imputato in un processo (Lodo Mondadori) per il quale i suoi sodali sono stati già condannati, anche a pagare i danni?
Potrà governare l'Italia un uomo condannato per gravi reati finanziari?
Montezemolo ha i suoi dubbi e, pare, stia per scendere in campo. La maggioranza è andata sotto due volte, senza contare che lo scudo fiscale è passato di un soffio grazie alla connivenza oggettiva (quantomeno) dei senatori dell'opposizione assenti.... Metti anche che Fini è stato minacciato da Feltri di rivelazioni a luci rosse e ne vien fuori un quadro di una maggioranza in gravi difficoltà.
Resta il fatto che se andiamo a elezioni anticipate la sinistra perde di brutto perchè è complessivamente evaporata. Ma un governo Casini è meglio della continuazione di questo orrore boliviano di governo delle giarrettiere.

 

PS Ho la sensazione che viviamo una fase tipo Signori della Guerra, POTERI LOCALI e bande rivali hanno in ostaggio il paese. Riusciremo mai a trovare anche noi un Obama che riunifichi i progressisti? Trepidate, anime pie, trepidate!


Il settimo continente

E' noto anche col nome di Great Pacific Garbage Patch, si trova nell'Oceano Pacifico ed e' la piu' grande discarica di spazzatura del mondo: si tratta di un vero e proprio disastro ecologico scoperto per caso nella primavera del 1997 dall'oceanografico americano Charles Moore.
A bordo del suo catamarano per le ricerche scientifiche "Arguita", Moore si trovava tra Giappone e Hawai quando decise di seguire una rotta non battuta dalle normali navigazioni, a causa di strane correnti marine.
Ed e' cosi' che si imbatte' nella North Pacific Subtropical Gyre, una corrente oceanica a spirale che preleva rifiuti e rottami dalle coste e dai fondali e li accumula in mezzo al mare, in vere e proprie isole di spazzatura.
Il fenomeno e' naturale, i rifiuti sono roba nostra!
La misura totale della Pacific Garbage non e' ancora nota: si parla di 700mila/15 milioni di kmq, con una profondita' di 30 metri. La sua dimensione si stima sia tra lo 0,41% e l'8,1% dell'intero Oceano Pacifico, con oltre 3,5 milioni di tonnellate di detriti (100 milioni di tonnellate secondo quanto riporta La Stampa).
La Pacific Garbage, formatasi tra gli anni cinquanta e gli anni ottanta, e' costituita per l'80% da plastica che si e' fotodegradata negli anni, spaccandosi in miliardi e miliardi di piccoli pezzi, fino a raggiungere le dimensioni dei polimeri che la compongono. Difficili da raccogliere, questi "pezzettini di inquinamento" sono entrati nella catena alimentare dei pesci e dei molluschi, tanto che in alcuni campioni di acqua marina prelevati nel 2001 la quantita' di plastica superava di sei volte quella dello zooplancton (la vita animale dominante dell'area).
Spiega Marcus Eriksen, dell’Algalita Marine Research Foundation: “L’idea primaria che la gente si era fatta consisteva in una specie di isola di plastica su cui si poteva perfino camminare. Non e' esattamente cosi'. E' quasi come una zuppa di plastica. Probabilmente si tratta di un area grande quasi due volte gli Stati Uniti continentali".
In tutti questi anni i governi dei Paesi coinvolti dal fenomeno non hanno mosso un dito, soprattutto perche' pare che la bonifica della zona sia proibitiva da tutti i punti di vista, primo quello economico, come tentare di setacciare l'intero deserto del Sahara.
Solo associazioni ed enti privati si sono interessati al problema e sono migliaia le tonnellate di rifiuti fino ad ora raccolte (con speciali setacci o reti).
I primi di agosto un gruppo di 30 biologi marini dell’universita' di San Diego e' partito dalla California per valutare l'impatto ambientale della discarica marina sulla flora e sulla fauna della zona e studiare possibili opere di bonifica.

Di seguito riportiamo alcuni video, sono tutti in inglese ma le immagini parlano una lingua comune.

PS: Se, come noi, vi state chiedendo quali diavolo siano gli altri 6 continenti, vi invitiamo a leggere la definizione di "continente" riportata da wikipedia. Se si prende per buona una siddivisione in 6 continenti, le terre emerse risultano cosi' divise: Africa, Americhe, Antartide, Asia, Europa, Oceania.

 

The Great Pacific Garbage Patch - Good Morning America

Charles Moore: Sailing the Great Pacific Garbage Patch

The Garbage Patch


Difendo D'Alema: ecco l'intervista: non ha assolutamente alluso allo scandalo delle ragazze squillo per il Presidente Berlusconi

Una volta tanto difendo D'Alema. Nell'intervista con l'Annunziata fa un discorso politico generale e non fa allusione a nessuna inchiesta.
Ghedini e il PDL si arrampicano sui vetri accusandolo di aver anticipato lo scandalo.
La verità è semplice: palazzo Grazioli era un luogo buffo dove si riunivano ragazze avvenenti per feste private con il Presidente. Alcune venivano pagate qualche migliaio di euro per andarci da corrotti che cercavano di ottenere così i favori di Silvio Berlusconi per i loro traffici.
La questione è che se uno c'ha il morbo di Parkinson alla cerniera lampo dei calzoni e ha la passione per scherzare con le ragazze a squadroni, a bizzeffe, a compagnie, a plotoni.. Ed è pure famoso prima o poi trova qualcuna che se ne approfitta.
Dovrebbe saperlo visto che non è certo uno stupido!
Il mondo è pieno di ragazze che conservano vestiti macchiati e altri souvenir...