Inizia la Nuova Era? Si' E sa di fragole con la panna.

O al limone se preferisci. La nuova era e' inclusiva e accogliente.
Martedi' e mercoledi' si e' svolto, nella Repubblica di Alcatraz, il convegno promosso dal Movimento Etico Solidale per lanciare un grande patto tra associazioni di base, il mondo del commercio etico e dei gruppi di acquisto e le associazioni ecologiste, umanistiche, onlus, cooperative sociali, eccetera. Insomma quello che e' stato definito il popolo dei cittadini consapevoli, quelli che amano le buone pratiche.
L’idea e' che sia giunto il momento di unirsi. Di dare rappresentanza a questo Movimento progressista abituato a discutere poco e fare le cose e ormai completamente insofferente ai giochi della casta e privo di rappresentanza politica.
La prima iniziativa decisa e' il lancio di una campagna sulla razionalizzazione del consumo di energetica e contro il nucleare: Stacca la Spina! Una campagna che misurera' la sua efficacia contando i kilowatt risparmiati. Si aderisce dichiarando quali consumi hai ridotto e impegnandosi a progredire nel taglio degli sprechi energetici.
L’obiettivo di questa campagna e' duplice: agire concretamente per la riduzione della dipendenza dal petrolio guerrafondaio e aggregare associazioni e gruppi intorno a un grande obiettivo concreto.
Se vogliamo unire il Movimento dobbiamo innanzi tutto ricominciare a progettare iniziative comuni.
L’obiettivo dichiarato e' quello di radunare una grande forza che ci permetta di realizzare un patto simile a quello concluso dal movimento solidale e ecologico francese che ha raccolto il 16% dei voti. Pensiamo che anche in Italia ci sia un grande popolo dell’alternativa anche se e' disperso e deluso.
E pensiamo sia possibile trovare obiettivi semplici e basati sul buon senso capaci di unire il movimento ecosolidale con le liste civiche, con il Movimento a 5 stelle di Grillo, con i comitati di lotta locali, con il mondo delle imprese etiche e con componenti dei Verdi.
Nei prossimi giorni sono gia' fissati una serie di incontri a livello locale e nazionale (se fai parte di un gruppo fatti avanti contattando il Mes (http://www.movetico.org/contattaci/).
Come puoi immaginare dalla misura del sogno che stiamo cullando sono state due giornate di discussione intensa.
E vorrei sottolineare che il clima era allegro e pacifico. Ci siamo stupiti su quante cose ci siamo trovati d’accordo.
A partire dal metodo: discorsi telegrafici, proposte concrete, niente perdita di tempo a ripetere che vogliamo impegnarci per la difesa del pianeta e la pace del mondo.
Fondamentale che si sia deciso che la campagna Stacca la Spina si autofinanziera' in modo trasparente con le adesioni e con i proventi derivanti dalla diffusione diretta delle ecotecnologie.
Non ci limitiamo a dirti che sarebbe bello risparmiare energia, ti offriamo un servizio attraverso imprese che abbiamo selezionato e che garantiscono un rapporto onesto e paritario con il consumatore.
A breve partiranno poi percorsi formativi per tecnici della politica di tipo completamente nuovo, che sappiano un domani gestire veramente la grande sfida del passaggio inevitabile dall’economia del petrolio a quella verde.
Gente che abbia studiato come portare nei comuni e nelle case dei cittadini una concezione diversa dello spendere denaro e del gestire un servizio pubblico.
Si tratta di iniziare a lavorare per costruire un’alternativa politica dopo anni trascorsi a realizzare banche, gruppi d’acquisto, missioni di solidarieta' internazionale.
Una frase riassume lo stato d’animo con il quale ci siamo messi a lavorare insieme. L’ha pronunciata Salviato, presidente di Banca Etica e del Mes: “So che questo progetto e' molto ambizioso. Ma nessuno credeva che il Muro di Berlino sarebbe caduto.”
Non abbiamo voglia di perdere tempo. Dobbiamo impedire la terzomondizzazione dell’Italia. La vecchia sinistra non esiste piu'. Non c’e' niente all’orizzonte che possa cambiare le cose.
Le Buone Pratiche sono l’unico vero strumento per affrontare questa congiuntura spaventosa. L’obiettivo dichiarato e' quello di arrivare a presentare liste unitarie per le elezioni regionali del 21 marzo.
Liste indipendenti in regioni come il Veneto dove la sconfitta del centro sinistra e' scontata ed e' utile uno schieramento alternativo per far muro contro i fan del nucleare e del disastro economico.
Apriamo il dibattito.

Per approfondire
http://www.movetico.org/
 

Copia il codice qui sotto e pubblicalo sul tuo blog per sostenere le nostre campagne!

No al suicidio energetico nucleare!

<a href="http://www.jacopofo.com/nucleare_berlusconi_fonti_rinnovabili_catena_sui... target="_blank" ><img src="http://www.jacopofo.com/files/suicidio-energetico-nucleare.jpg" border="0" title="No al suicidio energetico!" alt="No al suicidio energetico nucleare!"/></a>

<a href="http://www.jacopofo.com/campagna-pressione-politica-obama-presidente-usa... target="_blank" ><img src="http://www.jacopofo.com/files/obama-no-dal-molin.gif" border="0" title="Please Obama, stop a new USA militar base in Italy! No army, food!" alt="Please Obama, stop a new USA militar base in Italy! No army, food!"/></a>