berlusconi

Mi duole dirlo ma ha ragione Sallusti

Cioè, devo ammettere che sono d’accordo con uno dei più cattivi mastini del Cavaliere.
Cioè, puoi immaginare quanto mi costi dirlo.
Voglio dire… Ognuno ha la sua storia…
Sallusti da Santoro ha detto che tutta questa crisi, il voltavoltafaccia di Berlusconi, la trappola stesa per terra da Letta con la complicità di Alfano, in realtà sia tutto il frutto di un complotto ordito da Obama, la Merkel e Company. Cioè, visto che l’Italia è un’economia essenziale e che se crolliamo noi crolla tutto, han deciso che B. ha rotto le scatole perché è vanesio.
A me sembra un’ottima notizia. Finalmente qualcuno tiene sotto mira la classe politica italiana. Ogni leader ha un drone puntato sulla sua testa.
Forse riusciranno finalmente a fare le riforme… Che ne sento parlare da quando ho 10 anni.

Obama minaccia Berlusconi

Clicca sull'immagine per vederla più grande

 


La tv porno di Bill Clinton

Si chiamerà Oval TV e sarà diffusa via satellite

La pay tv di Bill Clinton trasmetterà film porno contenenti scene di umiliazione della donna, pratiche sessuali violente e dolorose, e contribuirà notevolmente alla diffusione della pornografia fallocrate tra i giovani e i pensionati.
Una notizia che si guadagnerà sicuramente le prime pagine dei giornali di tutto il mondo.
Un uomo che ha ricoperto grandi ruoli politici internazionali che si mette a diffondere film porno è scioccante! E ben più scioccante sarebbe se Bush, paladino della famiglia tradizionale e contrario al riconoscimento delle coppie di fatto, aprisse 3 canali porno… Ma la notizia è falsa.
È invece Mediaset, che nell’indifferenza dei commentatori progressisti ha varato 3 canali porno! (Hot Time 1, 2 e 3)
I pochi articoli usciti misurano le parole, sterilizzate da ogni giudizio sull’opportunità che l’azienda del Cavaliere (grande difensore della moralità, dell’integrità della famiglia, scudo di Dio contro la legalizzazione delle unioni gay) diffonda amplessi immorali, oltretutto realizzati da persone malate di sciovinismo e sessismo fallocrate che usano le donne come zerbini.
Insomma, la gran parte dell’informazione italiana ha dato per scontato che il passaggio al porno, come tante altre cose, sia stato compiuto a insaputa di Berlusconi e che tirarlo in ballo per sputtanarlo sarebbe stato un comportamento degno di giudici comunisti.

CONTINUA SUL BLOG DEL FATTO QUOTIDIANO


Putin firma il referendum per lo spinello libero

Dopo aver regalato alla Russia una delle leggi più repressive d’Europa ci ripensa.

Putin ha dichiarato: “Voglio che non ci siano più ragazzi che finiscono in galera per qualche spinello!”
Notizia bomba. Notizia da prima pagina… Ma è una notizia falsa.
Vero invece che B. ha firmato il referendum radicale per abrogare la legge da lui voluta che prevede il carcere per i consumatori di droghe. Ma come fanno gli elettori di B. ad accettare tanta incoerenza su principi fondamentali per la destra? Semplicemente non lo sanno. Ci sono notizie che vengono sparate dai media e altre solo sussurrate.
E ho sparato il titolo falso su Putin proprio per fare un paragone con quel che succede in Italia: B. compie continuamente azioni che distruggerebbero qualsiasi leader europeo ma la sinistra non sfrutta queste occasioni d’oro perché è poco interessata a capire come funziona veramente la comunicazione. Al contrario B. è tutta comunicazione e niente cervello e grazie a questa sua abilità animale, e all’ignavia degli avversari, riesce a tenere l’Italia dentro a una cappa di disinformazione geniale.

Il capolavoro di questa informazione selettiva sono i dibattiti in tv: da giorni e giorni si parla solo della DECADENZA  di B. da Senatore.

CONTINUA SUL BLOG DEL FATTO QUOTIDIANO


Berlusconi firma per la liberalizzazione della marijuana e aumenta nei sondaggi

Berlusconi

Mai nella storia dell’Occidente cristiano televisivo si era vista simile incapacità da parte della sinistra di parlare in tv.
Mandano in onda chilotoni di dibattiti nei quali si discute sulla decadenza di B. da senatore e le possibili alternative e dei conseguenti crolli del governo e non un cane che racconti PERCHÉ B. è stato condannato.
La gente di sinistra va in tv e sembra che abbiano lasciato il cervello a casa. Non dicono quali prove schiaccianti hanno raccolto i giudici sull’evasione fiscale di Mediaset. Non si discute della sentenza ma degli effetti della sentenza. Risultato: il Pd perde consensi. Guadagna solo il Sel, ma senza meriti, semplicemente accatta i delusi di sinistra…

E di argomenti per demolire B. ce ne sarebbero a iosa, ma si tace.
Ad esempio non si tira fuori a martello l’assurdità di B. che fa la legge sulle droghe e poi firma per il referendum che la vuole abolire. Un comportamento schizofrenico dettato solo dalla convenienza tattica di attaccare il sistema giudiziario alleandosi con chiunque... E stai certo che su questo fatto la destra sta zitta e ringrazia il cielo che stia zitta anche la sinistra… Che se gli elettori di Silvio lo sapessero, che lui adesso vuole le canne libere, non la prenderebbero bene…
E che dire di B. difensore della famiglia e della morale mentre le sue tv inaugurano ben 3 canali porno a pagamento? Pochissimi hanno riportato questa notizia, quasi nessuno evidenzia la mancanza di etica in una scelta simile. Sono certo che molti elettori del Pdl sarebbero perplessi se sapessero che i soldi di Mediaset contribuiscono a rendere florido un sistema che corrompe migliaia di giovani fanciulle sottoponendole a trattamenti violenti e degradanti… Perché non è certo sesso amorevole, rispettoso della donna e ecologico quel che vende Mediaset… Te l’immagini se un leader politico Usa o nord europeo possedesse 3 televisioni porno cosa succederebbe?
Altro che decadenza da senatore…
Ma quando i progressisti inizieranno a porsi veramente il problema di imparare a comunicare?

 


Prigionieri di un modello sbagliato del mondo

Prigionieri di un modello sbagliato del mondo

Il nuovo governo mi lascia perplesso…
Molto perplesso…
Ho la sensazione di essermi perso qualche cosa. Ancora pochi giorni fa si poteva sperare in “qualche cosa di completamente diverso”. Molto diverso.

Ho una sensazione simile a quella che sentii negli anni settanta quando mi resi conto che non ci sarebbe stata nessuna rivoluzione.
Né comunista né hippy.
Un cretino in televisione dice che gli italiani ne hanno le palle piene della contrapposizione tra Berlusconi e gli anti Berlusconi.
Avremo tempo per misurare colpe e responsabilità.
Probabilmente molto tempo, prima di rivedere in Italia la possibilità che l’alternativa al sistema diventi governo del paese.
Probabilmente questo governo riuscirà a fare qualche cosa per allentare la morsa della crisi, sicuramente non sarà un governo capace di costruire pezzi di una società nuova.
Credo che in questi momenti sia necessario rimettere a fuoco l’intera scena che abbiamo di fronte per poter decidere cosa possiamo fare noi progressisti, noi che abbiamo un sogno, noi che desideriamo un mondo giusto, dove la gente possa cercare la propria felicità.
Se guardiamo i fatti nel loro insieme vediamo che alla fin fine la maggioranza degli italiani, in un modo o nell’altro, ha scelto di non affrontare il rischio del cambiamento.
Il centro della questione non sono gli inciuci e le rigidità, è che la maggioranza delle persone ha la testa che funziona in un certo modo.

Nel 1980 scrissi un libro, con un titolo divertente, Come fare il comunismo senza farsi male, nel quale sostenevo idee molto ponderate. Sostenevo che il potere reale, quello economico, era ormai nelle mani del popolo, in quanto i consumatori avrebbero potuto in qualunque momento determinare il fallimento di un’azienda semplicemente non comprandone i prodotti.
E sostenevo che questo potere, unito a quello di votare alle elezioni per candidati muniti di buon senso, rendeva possibile la transizione verso una società amorevole, senza spargimenti di sangue.
Sono passati 33 anni, sono ancora convinto di quel che ho scritto ma devo ammettere che il processo verso una società migliore è stato un po’ lento. E in più, in questo momento, stiamo pure vivendo una fase economicamente disastrosa che ha brutalmente peggiorato la condizione dei lavoratori, azzerando conquiste che erano costate decenni di lotte.
La questione tragica è che, nonostante l’esplosione della cultura e degli strumenti di comunicazione, ancora la maggioranza degli esseri umani è ingabbiata in schemi mentali assurdi.
Schemi mentali presenti in tutti i gruppi politici, così come sono presenti in tutte le categorie sociali. Questo è il vero inciucio, è mentale, l’inciucio politico è solo l’ombra di un inciucio umano, quotidiano.
Lo scoglio che i sinceri progressisti devono superare per far crescere il cambiamento in Italia è proprio il fatto che non sarà mai possibile vincere le elezioni e ottenere un governo dei sogni se non ci sarà un movimento sociale, culturale, artistico ed emotivo, capace di contrastare le incrostazioni di secoli di violenza nella testa delle persone.
Quando alla fine degli anni settanta capii che la rivoluzione era impossibile decisi di occuparmi di mettere insieme quel che di buono aveva prodotto l’irruenza rivoluzionaria.
Avevamo perso lo scontro nelle piazze e nei centri del potere ma avevamo vinto nella cultura. Avevamo parole nuove che avevano significati capaci di aprire la mente delle persone: femminismo, dignità omosessuale, collettività, non violenza, ecosistema, cibo biologico, efficienza energetica, visione unitaria del rapporto tra mente e corpo, parto dolce, educazione non autoritaria, rispetto delle emozioni…
Queste nuove parole portarono migliaia di ricercatori e soprattutto ricercatrici, a rovesciare la scienza, le idee sulla psiche umana e sulla storia.
Si scoprirono le pacifiche società matriarcali, si sconvolsero le idee sulla vita dei popoli primitivi, si buttò all’aria il concetto stesso di malattie psicosomatiche affermando il fatto che corpo e mente sono un tutt’uno. Si scoprirono i neuroni a specchio e la sintonizzazione delle onde cerebrali come basi fisiche del desiderio di empatia e cooperazione. Cambiarono le idee sul piacere sessuale, sui meccanismi percettivi, sulla comunicazione corporea.
Milioni di abitanti di questo pianeta iniziarono a seguire strani corsi durante i quali si insegnavano le cose più disparate. Certo alcune erano veramente assurde e folli, ma fu il più grande movimento di autoformazione della storia umana.

In questi 30 anni queste idee hanno fatto molta strada e hanno cambiato il modo di pensare di milioni di esseri umani.
E anche il loro modo di vivere.
Abbiamo creato luoghi di aggregazione di nuovo tipo, libere università, scuole alternative, microcredito, finanza etica, ecovillaggi, cooperative, gruppi di acquisto, nuovi mestieri, nuove terapie, imprese ecologiche, una quantità incredibile di siti internet, libri, giornali. La rivoluzione del Web ha fatto esplodere la nostra capacità di comunicare, collaborare, lavorare senza metterci al servizio delle multinazionali del dolore.
In mille modi abbiamo sperimentato che è possibile vivere altrimenti, rifiutando la follia del sistema patriarcale basato sulla guerra e sulla cultura del dominio.
Non abbiamo preso il potere ma abbiamo modellato la nostra vita in modi completamente diversi, sperimentando un livello di libertà e di sogno che non era possibile in nessun’altra epoca storica.
E abbiamo anche elaborato una nuova potente teoria del cambiamento sociale basata sulla spinta gentile e sulla strategia dei piccoli passi.
E credo che oggi, per la prima volta, qualche milione di esseri umani abbia raggiunto la consapevolezza del fatto che questa è l’unica via che porta veramente il frutto del cambiamento.

Vorrei dirti che va tutto bene e che il nuovo mondo è imminente.
Ma onestamente credo che stiamo sperimentando la capacità del potere di rigenerarsi e adattarsi, asservendo alle sue logiche anche gli oppositori.
Ma credo anche che il potere non possa ingabbiare chi invece di sperare nelle vittorie elettorali è capace di impegnarsi a costruire pezzi di nuova cultura e di vita rispettosa dell’amore e del diritto al sogno.

Forse dovremo aspettare ancora un po’ per veder sorgere il sol dell’avvenire.
Nel frattempo continueremo a sperimentare che vivere altrimenti, pensare altrimenti, amare altrimenti è meglio.
E se riesci a vivere seguendo le tue inclinazioni vivi molto meglio.
Pensare e agire in modo diverso fa la differenza.
Essere progressisti è preferibile!

Eccoti un piccolo indice delle idee rivoluzionarie che stanno cambiando il mondo.

Il capitalismo è bugiardo!

Lo stupratore è frigido

Gli egoisti muoiono come mosche

10 cose che il capitalismo non ti ha detto

 


#virestituirò, ha suonato alla porta una bella ragazza…

Berlusconi restituirò 100 punti a Grifondoro…e mi ha fatto vedere le tette. Poi mi ha detto che se vince Berlusconi me le fa toccare.

È il nuovo marketing elettorale SPINTO che infuria in questo momento.
A mia zia Emma è arrivata in casa una vicina di casa che improvvisamente dimostrava vent’anni di meno, con la pelle liscia come un palloncino gonfiato. Le ha detto che Berlusconi le ha regalato il lifting, e se vince lo regala anche a mia zia.
A un mio amico, Enzo, che sta in ospedale per un infarto, il primario gli ha detto che se vince Berlusconi gli impiantano un cuore bionico a due velocità e un pene di riserva, ad aria compressa.
A Toni il verdumaio gli hanno promesso di mettere davanti al suo negozio un rinoceronte vivo, una trovata pubblicitaria per far concorrenza all’Iper.

Insomma, Berlusconi ha deciso di schiacciare l’acceleratore della propaganda, schierando migliaia di agenti provocatori di insane passioni.
Ovviamente ogni tanto sbagliano. Ad Antonella, che una volta si chiamava Fausto, e faceva il camionista, e poi ha speso una fortuna per diventare donna, ha telefonato un tipo con la voce viscida, proponendole di ridarle la virilità dei suoi 20 anni. Quando me l’ha raccontato era veramente incazzata.

Comunque questa storia di B. che promette di ridare la vista ai sordi, e Brunetta a Biancaneve, è una vera vergogna, oppure si tratta della dimostrazione che Silvio è etnicamente superiore, socialmente all’avanguardia, un super comunicatore col turbo?

CONTINUA SUL BLOG DEL FATTO QUOTIDIANO

 


Facebookate elettorali

Formigoni Milano elezioni

“Scoperta la causa della disfatta elettorale del centrodestra: l'abbigliamento di Formigoni!”
“Nel momento della prova suprema, il nostro pensiero va a Silvio. A furia di evocare il cadavere del comunismo, ha finalmente portato un comunista a sindaco della sua città. A furia di chiedere un voto contro i magistrati, è riuscito a far eleggere un magistrato a sindaco di Napoli. Grazie Silvio.” (cit. Marco Travaglio)
“Milano libera tutti... Napoli libera tutti...”
“Come si dice a Rimini: godo come il baghino nel fango”
“Trento: birretta al negozietto dell'angolo, esaltazione intellettuale alla libreria Einaudi”
“E adesso voglio vedere il Tg4!”
(da Facebook)

Sempre meno italiani chiamano il proprio figlio Silvio. Ormai Muccino sta sul cazzo a tutti.
[Virgilio Natola, da "Spinoza. Una risata vi disseppellirà"]


La teoria della Vergine Bianca applicata a Berlusconi.

(Vi propongo un gioco letterario)

In tutti i testi di magia e in molti racconti mitologici troviamo un’idea curiosa che vorrei oggi discutere con voi, raffinati lettori, che da anni mi permettete di avventurarmi lungo i confini del buon senso, a volte superandoli, forse convinti che un’idea buona possa anche nascere discutendo di scemenze.
L’idea che vorrei sottoporre alla discussione è quella che vede come centro della soluzione di un problema un’azione perfetta compiuta da una persona che, spesso senza merito proprio, si trova ad essere prescelta.
Innanzi tutto va chiarito che non sempre IL PRESCELTO è in qualche modo “superiore”.
A volte IL PRESCELTO è un personaggio completamente anonimo che può persino  non rendersi conto di quel che accade e compie la propria azione perfetta (o non riesce a compierla) inavvertitamente.
Inoltre, l’esistenza di un unico predestinato è generalmente una forzatura letteraria. Tanto più l’evento è di grandi dimensioni tanto più è probabile che i predestinati siano molteplici e agiscano senza saperlo contemporaneamente.
Il mito della Vergine Bianca riassume questa struttura. Una fanciulla, che si dice sia vergine nel senso letterale, ma potrebbe anche essere solo una persona con sentimenti puri (per questo bianca seguendo la simbologia alchemica relativa ai colori) affronta il male armata solo del proprio candore.
Ad esempio, la fanciulla che giace con il vampiro distraendolo con la sua bellezza e i suoi racconti, tanto che il sole lo sorprende all’alba uccidendolo. Oppure la fanciulla che incanta il principe come in Le Mille e una notte.
In termini più laici potremmo dire che ci sono eventi che a volte non hanno una diretta azione sulla situazione generale ma che provocano una serie di fenomeni a catena arrivando a essere chiave determinante del cambiamento.
Potremmo fare l’esempio dell’esplosione del rock & roll che non ha nessun legame con la rivoluzione culturale in Cina ma che potremmo giudicare l’evento scatenante di un’ondata emotiva che supera le frontiere, contagiando le persone fino ad arrivare a individui che non hanno mai sentito questa musica “demoniaca” ma comunque ne vengono investiti.
Stabiliti questi contorni del discorso arriviamo alla domanda cruciale: nel recente tracollo e imminente sparizione di Mister B. certamente ravvisiamo grandi eventi che hanno determinato potentemente una mutazione, come lo scandalo del Bunga Bunga, la foto del baciamano a Gheddafi, il disastro nucleare giapponese, la crisi economica e l’immobilismo del governo.
Ma quali potrebbero invece essere le azioni “sottili” che hanno determinato questo crollo… Quale parola? Quale gesto?
Raccolgo la sfida che ho appena lanciato e mi cimento in questo gioco di ipotesi surreali. Mi viene in mente il viso di un ragazzino di 12 anni con i capelli biondissimi. E' quel bambino che è andato a X Factor inglese e ha cantato in modo sconvolgentemente bello… Forse è quel suo cantare che ha inciso sul senso comune del bello e del possibile, rendendo Mister B. un modello umano superato.
In cerca di altre ispirazioni fantastico-alchemiche provo a usare Google come macchina per produrre indicazioni e suggestioni.  Cerco Berlusconi su Google immagini e viene fuori un’icona che mi colpisce. Berlusconi senza lifting e turccoE mi chiedo: il colpo invisibile e mortale al Cavaliere l’ha inferto l’autore di questa foto ritoccata che mostra come sarebbe B. senza lifting e capelli tinti e trapiantati?
Ma cercando su Google, se digiti la data del giorno precedente le elezioni, il 14 maggio, trovi incredibilmente ai primi posti questo link: “Andrea e Silvia Sposi Il matrimonio si terrà il giorno 14 Maggio 2011 alle ore 17 e 30 presso la chiesa SS. Nome di Maria al Foro Traiano e verrà celebrato da Padre Antonio…” Potrebbe essere un indizio anche questo… (http://www.14maggio2011.it/). Ora mi chiedo: come fa una pagina di pubblicazioni matrimoniali arrivare in prima pagina su Google? E’ evidente che ce n’è abbastanza per imbastire un’inchiesta… Varrebbe la pena di informarsi sugli sposi. Se sono loro i PREDESTINATI ci dovrebbe essere qualche particolare della loro storia incentrato su coincidenze strane. Vado a dare un’occhiata al sito e trovo le foto dei nonni e dei bisnonni. E scopro che una coppia di progenitori si chiamavano Lieto e Lieta. Ora ammetterete che c’è del magico in questo. Lieto e Lieta mi risultano nomi rarissimi. Che probabilità c’era che Lieto incontrasse Lieta? Si tratta di un evento che come l’incidente nucleare giapponese può succedere una volta ogni milione di anni (e invece le centrali scoppiano una ogni 25 anni). E la chiesa come si chiama? Da che deriva? Che storia ha questo Santissimo Nome di Maria?
E anche qui c’è una scoperta: la celebrazione del “Santissimo Nome di Maria” fu introdotta da papa Innocenzo XI in occasione della vittoria sull’Impero ottomano nella battaglia di Vienna, nel 1683, che segnò la fine della spinta musulmana per la conquista dell’Europa.
Insomma, si fa riferimento alla vittoria su un nemico potentissimo…
Ma concausa alchemica della disfatta di B.  avrebbe anche potuto essere la morte, proprio il 14 maggio, di Anna Longhi, la Buzzicona del film con Sordi. La sua scomparsa, in quanto archetipo dell’italiana non troppo sveglia, ha determinato forse, per opposizione, un repentino risvegliarsi delle coscienze.
Oppure la vera SUB CAUSA  del tracollo silviesco potrebbe essere…..
Larga è la foglia, stretta la via
Voi dite la vostra io ho detto la mia...