Cara Azzolina, la scuola è noiosa: non insegna quel che serve sapere

Il numero dei contagi da Covid sta crescendo perché una buona parte degli italiani è incapace di capire che il Coronavirus esiste veramente. Mancano a queste persone gli strumenti culturali elementari per valutare la realtà. E anche la voglia di farlo.

bambini sono curiosi per natura e si pongono mille domande affascinanti. La scuola invece di sfruttare questa naturale sete di sapere, li bombarda di nozioni per lo più poco utili, raccontate in modo estremamente palloso.

Il risultato è quello di indurre una coriacea diffidenza verso la scienza e tutto l’umano sapere. Ascoltare un ministro dire: “La cultura non si mangia” è la prova lampante che qualche cosa non funziona nel sistema scolastico. E il fatto che dopo questa dichiarazione il ministro non sia stato deriso fino a costringerlo alle dimissioni è la prova che questa disfunzione scolastica è grave.

Grazie alla cattiva qualità dei programmi scolastici troppi studenti sviluppano una straordinaria capacità di chiudere il cervello appena si parla di questioni scientifiche, maturando l’idea che tutto quel che si dice sull’universo sia una sonora stronzata, frutto di un complotto planetario di secchioni che non sono capaci di fare un cazzo e quindi si inventano teorie assurde per far soldi, tipo che la terra è a forma di palla. Senza spiegare peraltro come mai quelli che stanno di sotto a testa in giù, non cascano in cielo.

Per fortuna ci sono delle eccezioni: esistono insegnanti straordinari che riescono ad appassionare gli allievi, ma lo fanno a loro rischio e pericolo, infischiandosene dei programmi ministeriali ed esponendosi così a provvedimenti amministrativi punitivi; invece dovrebbero essere premiati proprio perché si rifiutano di seguire i programmi ministeriali che, diciamolo, sono una schifezza. Sarebbe il caso che Lei, gentile Ministro, prendesse la questione in seria considerazione.

Mi spiego meglio.
Continua a leggere...

 

 

Categorie: 

La durata della vita si accorcia, la fertilità diminuisce

..e siamo più esposti alle epidemie, per colpa della chimica selvaggia

Intervista con Valentino Mercati, fondatore di Aboca 

Ho rincontrato Mercati a Sansepolcro, dove, a due passi dal Duomo, c’è la succursale urbana dell’azienda erboristica. Un’impresa agricola modello dove la mensa per i lavoratori è un ristorante biologico di alta qualità. A Sansepolcro c’è il museo Aboca, e, di fronte, il ristorante Il giardino di Piero.

Prima di aprirlo Mercati ha commissionato un poderoso studio sui procedimenti di cottura, quindi oltre al fatto che il cibo è buono è pure certificato il modo di cucinarlo. E questo fa capire quanto la cura dei minimi particolari appassiona Mercati. 

A pochi metri dal museo stanno restaurando una palazzo storico con giardino per ospitare i molti visitatori che vengono qui da tutto il mondo per vedere come funziona questa realtà d’avanguardia. Infatti Aboca, dopo aver incontrato un successo internazionale nella produzione di medicamenti a base di erbe, è diventata il centro di coordinamento di studi che vengono finanziati a suon di milioni di euro presso le più importanti università e centri di ricerca.

Anni fa Mercati si è presentato in un convegno internazionale di farmacologia con un’affermazione bomba: “Le molecole sintetizzate con procedimenti chimici sono diverse da quelle naturali”. Le reazioni di alcuni specialisti di fama mondiale furono stizzite: “Gentile dottor Mercati, per affermare un’enormità simile lei dovrebbe avere il supporto di analisi realizzate da centri ricerca accreditati!”. Mercati si esibì allora in un colpo di teatro, tirando fuori dalla sua cartella per l’appunto i risultati delle analisi effettuate da istituti di fama internazionale. La successiva reazione del mondo accademico è stata per lo più quella di mettere la testa sotto la sabbia come gli struzzi. L’ufficio di Mercati sta in cima alla torretta che domina il museo e dalla quale si apprezza la vista sui tetti della città. Una scaletta ripida mi porta in una stanza con vetrate luminose e un grandissimo tavolo rotondo con il ripiano di cristallo.
Continua a leggere...

 

Categorie: 

Salva la moglie dallo squalo prendendolo a pugni selvaggiamente!

L’amore è una forza incredibile!

Chantelle Doyle, 35 anni, stava facendo surf di fronte alla spiaggia di Shelly Beach a Port Macquarie in Australia, quando uno squalo l’ha aggredita.

Suo marito, Mark Rapley, era sulla spiaggia, si è accorto di quel che stava succedendo, ha preso la tavola e ha iniziato pagaiare furiosamente con le braccia per raggiungerla. Ogni secondo poteva fare la differenza tra la vita e la morte.

Intanto lo squalo aveva azzannato la coscia della donna che urlava in preda al terrore.
Continua a leggere...

 

Categorie: 

A Cassino è guerra tra la Madonna e San Benedetto

Quando il cristianesimo diventa culto pagano e aggressivo

La storia ha dell’incredibile: monsignor Antonazzo, vescovo di Cassino, ridente cittadina laziale, raccoglie 15 mila firme per chiedere che il comune dichiari ufficialmente la città devota alla Madonna dell’Assunta appellandola ufficialmente «Civitas Mariae», perché grazie a lei sono stati risparmiati dal Covid 19, come già accadde per l’epidemia di colera ottocentesca.

Il sindaco Enzo Salera del Pd, accetta e presenta in consiglio comunale una delibera apposita. Ma i consiglieri non fanno tempo ad approvarla che scoppia la rivolta dei devoti a San Benedetto, già patrono di Cassino. Non si accetta che la città possa avere un patrono e contemporaneamente dichiararsi devota ad un’altra divina entità. Il sindaco blocca la delibera in attesa che gli animi si calmino.

Due osservazioni: se Cassino è stata risparmiata dal Covid per intercessione della Vergine Maria, vuol dire che il resto delle città del mondo erano invise alla Madonna? Cosa hanno fatto per meritarsi simile indulgenza? E se Maria ha risparmiato a Cassino il colera e il Covid perché non ha impedito anche la città fosse quasi rasa al suolo durante l’ultima guerra mondiale con i bombardamenti che causarono almeno 100 morti.
Continua a leggere...

 

Categorie: 

Sfido i matematici sul quadrato magico 8×8

Un passatempo per l’estate per menti ossessive

Con Davide Staunovo Polacco dalla scuola di Sciatzu Taodao, stiamo cercando una sovrapposizione possibile tra uno dei quadrato magici composti da 64 numeri e una delle disposizioni dei 64 esagrammi del I King (o I Ching).

Sei capace di trovarne una? Oppure puoi dimostrare che non è possibile trovarla?

Questo quesito nasce da una ricerca che conduciamo da anni per capire quali elementi dell’antica filosofia pitagorica e taoista abbiano basi concrete dal punto di vista del moderno pensiero matematico. Un tema che troviamo avvincente anche se non interessa a molte persone.

Gli scienziati reputano questi antichi diagrammi ciarpame mistico e i mistici non sono interessati agli aspetti meramente geometrici e aritmetici ma solo a quelli simbolici.

Abbiamo creato un gruppo Fb aperto: Da Pitagora ai taoisti dove puoi trovare approfondimenti e dare il tuo contributo alla discussione.

Qui trovi un mio libretto sulla geometria aritmetica che puoi scaricare gratuitamente in italiano > SCARICA QUI e in inglese > SCARICA QUI

Le domande alle quali vorremmo rispondere sono:

Esiste una sovrapposizione possibile tra un quadrato magico a base 8×8 e uno dei diagrammi dei 64 esagrammi taoisti? 
Continua a leggere...

 

Categorie: 

Pitagora e il mistero dell’aritmetica geometrica

Un mistero conosciuto da pochi

Vorrei parlarti di un mistero conosciuto da pochi. Nell’antichità, dalla Grecia alla Cina, si sviluppò un approccio alla scienza che oggi non viene considerato né dal punto di vista mistico né da quello matematico; i matematici lo liquidano come ciarpame mistico magico; i mistici non sono interessati agli aspetti matematici e si occupano solo di simboli arcani (che a mio parere c’entrano poco o nulla col pensiero scientifico di Pitagora e dei suoi epigoni). Da anni mi interesso di questo argomento. Ho creato un gruppo FB per chi ha voglia di scambiare idee su questo tema. Ripeto non mi interessano gli aspetti mistico religiosi, simbolici, psicologici…Intanto ecco una primo assaggio del discorso.

Pitagora, il precursore

Le scoperte di Pitagora sulle proprietà dei numeri, la geometria e l’armonia dei suoni rappresentano un esempio originale di ragionamento scientifico. Ma pochi matematici sono interessati a conoscere il modello frattale, geometrico e aritmetico che lui aveva elaborato partendo dalle antichissime teorie alchemiche dei babilonesi.A pochi interessa capire come gli antichi riuscirono a scoprire il rapporto aureo secoli e secoli prima che Fibonacci lo descrivesse in termini matematici.
Continua a leggere...

 

Categorie: 

Alcatraz: la tua vacanza nella natura!

Nuove foto e posti ancora disponibili per le case vacanze di Alcatraz in affitto questa estate. Clicca qui per maggiori informazioni.
Tutti gli appartamenti sono dotati di cucina e stoviglie, sono immersi nei meravigliosi boschi di Alcatraz, a pochi km da luoghi bellissimi come Assisi, Spello, Gubbio e Perugia.

 


Tutti chef ma non sentono i sapori

Le tv sono piene di gare tra cuochi. Riflessione di Jacopo Fo.

La cucina è diventata passione nazionale come mai prima. Ma sembra che sia molto diffuso un grave danno al senso del gusto: troppe persone sono deliziate dall’impiattamento e non fanno caso a quel che mangiano.

Così ti capita, aiméh spesso, di assaggiare dei gamberi che hanno un retrogusto di ammoniaca e acido fenico. L’altro giorno me ne hanno serviti decorati da gocce di aceto balsamico, marmellata di lamponi, mousse di zenzero e carote, lacrime di crema di vaniglia e insalatina in germoglio. Ma c’era un po’ di ammoniaca di tropo! Rimando indietro il piatto e mi guardo intorno. Nel tavolo vicino al mio un signore stà divorando gamberi e esclama: “Sono fantastici!” Beato lui. E magari insieme ai gamberi mal congelati sta bevendo del vino da 50 euro a bottiglia… Se prendeva del vino da 2 euro era uguale, tanto il sapore non sa cos’è…

Ho conosciuto un ristoratore che si vantava di mettere uno spumante da poco nelle bottiglie di champagne… Diceva che non se n’era mai accorto nessuno. E mi viene in mente quell’avventurista di Veronelli… Si racconta che durante una degustazione blasonata servì a 5 grandi someliér un calice di vino da tetrapak insieme a calici di vini pregiati. Nessuno si accorse dell’inganno
Continua a leggere...

 

Categorie: 

La webserie Italia Sicilia Gela seconda stagione già selezionata a 4 festival

Siamo lieti di annunciare che la seconda stagione della web serie Italia Sicilia Gela, a poche settimane dalla sua presentazione, è già stata selezionata in 4 festival nazionali e internazionali.

Sicily Webfest (Italia)
Bilbao Seriesland (Paesi Baschi-Spagna)
International Online Web Fest (Regno Unito)
Seoul Webfest (Corea del Sud)

Le 7 puntate della seconda stagione di Italia Sicilia Gela sono dedicate alle eccellenze alimentari del territorio gelese e alle persone che con amore e coraggio si dedicano a portare avanti le tradizioni enogastronomiche del territorio.

Per vedere le puntate della seconda stagione (in italiano) clicca qui
Sottotitoli in inglese

Qui la prima stagione in italiano
Sottotitoli in inglese


Contatti: info@gelaleradicidelfuturo.it

 

Categorie: