Donne spartane, istruite, nude, ricche, bisessuali e guerriere

Fin dalla nascita le donne dell’aristocrazia spartana venivano trattate in modo ben diverso dalle loro contemporanee, greche e non solo

Innanzi tutto appena smettevano di succhiare il latte venivano nutrite con la stessa quantità di cibo riservata ai maschi, e questo Grecia antica era un fatto notevole e rarissimo.

Le bambine poi, dopo i 7 anni, avevano a disposizione più cibo dei maschi. Infatti i bambini figli dei guerrieri spartani, a 7 anni andavano a vivere in caserme dove iniziavano il tirocinio come soldati; una vita durissima, allenamenti estenuanti, botte e poco cibo, solo una tunica in estate e in inverno, piedi nudi. Come vedremo questa educazione brutale aveva lo scopo di temperare i cittadini (almeno quelli che non morivano, il che accadeva di sovente). 

Tutti i figli degli spartani subivano questo trattamento ad eccezioni dei figli dei 2 re che governavano la città e che se la passavano solo un po’ meglio.

Decisamente la vita delle donne dell’aristocrazia guerriera era decisamente meglio di quella dei maschi, da tutti i punti di vista. 

Tutti i costumi spartani avevano al centro la volontà di permettere alle donne di sviluppare al massimo le loro potenzialità. Ancor oggi molti sostengono che questo rispetto per le donne avesse come obiettivo rafforzare la probabilità di partorire figli forti e sani.

Ma è riduttiva la visione delle donne Spartane come cavalle da riproduzione delle quali si cura la salute per ottenere puledri più prestanti.
Continua a leggere...

 

 

Categorie: 

Oggi sarebbe stato il compleanno di Franca... aggiudicati questa stampa all'asta!

Oggi sarebbe stato il compleanno di Franca Rame, e in questo giorno vogliamo tornare a focalizzare la vostra attenzione su un argomento che per lei è sempre stato di fondamentale importanza: se c'è qualcuno che sta male, che ha bisogno di essere aiutato, non si può rimanere inermi, bisogna fare qualcosa.
E quindi vi proponiamo il messaggio di Giovanni Viganò, storico collaboratore della nostra famiglia, programmatore dell'Archivio Rame Fo sin dagli albori e amico di Franca e Dario.

"Siamo abituati a pensare sempre male… sappiamo sempre vedere il bicchiere mezzo vuoto…quando invece dovremmo imparare a guardare quello che c’è nel bicchiere…vuoto, mezzo o pieno che sia.
Qualche settimana fa mi è caduto l’occhio su una frase attribuita (vera o meno non lo so) ad Alex Zanardi: “Invece di pensare a ciò che non puoi fare per colpa di ciò che non hai, pensa a ciò che puoi fare grazie a quello che hai!”
Mi sono bloccato più volte…e nella mia testa continuava a girarmi la stessa frase….
A volte le preoccupazioni sono più per quello che manca…invece che di concentrare le energie su quello che abbiamo e farlo diventare una risorsa.
E in questo casino mentale…mi sono ritornate come un lampo le parole di Franca: “Ricordati sempre che tutto ritorna da dove è iniziato…non può essere diversamente”
Chi mi conosce sa che ho avuto la fortuna di lavorare con due splendide persone, Franca e Dario, dalle quali ho imparato tanto. Ho imparato, tra le tante cose, cosa vuol dire Arte (volutamente con la A maiuscola).
E questo binomio, arte, e ritorno alle origini, mi ha portato a pensare ad una delle tante “cose” belle fatte da loro due: Il Nobel dei disabili, oggi Nuovo Comitato il Nobel per i Disabili Onlus gestito dalla famiglia Fo e da un gruppo di preziosi volontari.
Non entro in terreno di facili discussioni…le lascio a chi non ha altro da fare…colgo solo l’essenza della cosa: aiutare chi è in qualche modo in debito con la vita…
Voglio aiutare con quanto mi è stato donato questa associazione…Tutto ritorna da dove è iniziato….
E allora vi chiedo, anzi vi chiediamo (io e la famiglia Fo) di darci una mano: questa che vedete in foto è una stampa di pregio di un dipinto di Dario Fo autografata in originale,
la assegneremo al miglior offerente che scriverà alla email info@francarame.it entro fine luglio 2020."

Appena si chiuderà l’asta, comunicheremo l’esito con un post sempre qui su Facebook.
Per ricevere l’opera vi chiediamo di versare il contributo con il quale vi siete aggiudicati l’asta al Nobel per i disabili (https://www.comitatonobeldisabili.it/sostieni-il-comitato/donazioni),
Non appena riceveremo la copia della donazione, vi spediremo l’opera.

Serve esserci sempre …mi raccomando!
Buon compleanno Franca!

Fondazione Dario Fo e Franca Rame
MusAlab - Museo Archivio Laboratorio Franca Rame e Dario Fo
Compagnia Teatrale Dario Fo e Franca Rame

 


Te li do io gli UFO!

Veramente incredibile come nascano bufale che poi non si riescono a fermare.

Ecco l’ennesimo fantasmagorico fake orchestrato da alcuni furbastri che speculano sull’idea che l’umanità sia stata “creata” tramite manipolazione genetica sulle scimmie da alieni sbarcati sulla terra decine o centinaia di migliaia di anni fa.
L’astronauta scolpito nel 1992 sulla facciata della cattedrale nuova di Salamanca, insieme ad un mostro che mangia un gelato è un caso esemplare. Ma come abbiamo già visto non è il solo…

Mi sono già occupato della questione, relativamente alle piramidi, nel libro: “La grande truffa delle piramidi. Non le hanno costruite né i faraoni né i marziani
Vedi articolo riassuntivo qui: https://www.ilfattoquotidiano.it/2013/07/27/bugie-sulle-piramidi/666995/

Leggi anche:
Alieni? Orge sacre di massa? Risolto il mistero dei buchi di Nazca!
Una bicicletta scolpita secoli fa in un tempio Balinese? Alieni sulla Terra nell’antichità?
Perché molte bufale sembrano così credibili?

 


Com’è possibile che in Messico e in Etiopia esistano due statue identiche scolpite millenni fa?

Smascheriamo le fake news sulle origini de mondo

Gira nel web questa scoperta incredibile: una testa di pietra olmeca, enorme, è stata trovata in Etiopia a migliaia di chilometri di distanza.
Come ha fatto ad arrivarci migliaia di anni fa? In realtà ci è arrivata pochi decenni fa in nave, dono del Messico.
Incredibile che nella foto pubblicata dai fans degli UFO ci sia pure la targa che lo dice. Bastava leggere.
Veramente incredibile come nascano bufale che poi non si riescono a fermare. Questo è il secondo racconto di una serie di fantasmagorici fake orchestrati da alcuni furbastri che speculano sull’idea che l’umanità sia stata “creata” tramite manipolazione genetica sulle scimmie da alieni sbarcati sulla Terra decine o centinaia di migliaia di anni fa.
Mi sono già occupato della questione, relativamente alle piramidi, nel libro: “La grande truffa delle piramidi. Non le hanno costruite né i faraoni né i marziani

Vedi articolo riassuntivo qui: https://www.ilfattoquotidiano.it/2013/07/27/bugie-sulle-piramidi/666995/

 


Una bicicletta scolpita secoli fa in un tempio Balinese? Alieni sulla Terra nell’antichità?

Smascheriamo le fake news sulle origini de mondo

Stupefacente quanto sembra una bici. Infatti è una bici! Sono molte le sculture moderne inserite nel restauro di antichi tempi e chiese.
Veramente incredibile come nascano bufale che poi non si riescono a fermare.
Prosegue il racconto di una serie di fantasmagorici fake orchestrati da alcuni furbastri che speculano sull’idea che l’umanità sia stata “creata” tramite manipolazione genetica sulle scimmie da alieni sbarcati sulla terra decine o centinaia di migliaia di anni fa.
Mi sono già occupato della questione, relativamente alle piramidi, nel libro: “La grande truffa delle piramidi. Non le hanno costruite né i faraoni né i marziani

Vedi articolo riassuntivo qui: https://www.ilfattoquotidiano.it/2013/07/27/bugie-sulle-piramidi/666995/

 

Categorie: 

TERRITORI RINATI - ITALIA MINIERA URBANA

 

TERRITORI RINATI. BONIFICHE E FINE DELLE CAVE

Ecobonifiche nei luoghi inquinati a terra, come ecodragaggi delle acque inquinate, insieme per riprenderci il territorio distrutto dagli inquinamenti. Porre fine alle cave recuperando gli oltre 4 miliardi di m3 di materiali che ingombrano i bacini del paese sottraendo energia idroelettrica, protezione dalla siccità e dalle alluvioni. Primo incontro nazionale dei comitati locali delle aree inquinate.

11.30

ITALIA MINIERA URBANA: RASSEGNA E PRIMO INCONTRO DEI CAMPIONI DI RACCOLTA, RIUSO, IMPIANTISTICA E TARIFFE POPOLARI

Recuperare l’umido con attenzione per compostarlo nei piccoli comuni o farci biometano in quelli più grandi. Raccogliere e fare record certo, ma facendo impianti e fermando il turismo da rifiuti urbani. Le sanificazioni senza inquinare, le autoproduzioni di disinfettante, il robot sanificatore.

Contenuto disponibile solo dopo accettazione dei cookie

Contenuto disponibile solo dopo accettazione dei cookie


TUTTE LE NUOVE CURE PER LA PANDEMIA, PRIMA, DURANTE E DOPO

 

TUTTE LE NUOVE CURE PER LA PANDEMIA, PRIMA, DURANTE E DOPO

RELATORI: Rosaria Ferreri (Virologo, medico omeopata C.Med. Integr. ASL Toscana SudEst), Paolo Cunial (Espero Ventilazione), Giuseppe Bon, Roberto Galli, Salustino Wong (Maestri Tai Chi)

Contenuto disponibile solo dopo accettazione dei cookie


NO AL PONTE SULLO STRETTO, SÌ ALLE AUTOSTRADE DEL MARE

 

Grandi opere sì, ma quelle giuste e tra queste ritornare in mare per spostarsi lungo tutta la penisola. Meglio raggiungere la Sicilia solo con un ponte dalla Calabria oppure con cento rotte al giorno, da ogni parte d’Italia?

RELATORI: Roberto Roasio (Ecomotive Solutions), Mauro Coltorti (pres. Comm. Trasporti Senato), Giuliano Gabbani (Resp. Scient. GIGA), Piero Formica (Maynooth University, Irlanda), Fabio Roggiolani (Ecofuturo), Elio Ruggeri (Snam Head of Global LNG)

Contenuto disponibile solo dopo accettazione dei cookie

Contenuto disponibile solo dopo accettazione dei cookie


110 BUONE RAGIONI PER UN ECOBONUS

 

Se ve la siete persa...

Proposte chiavi in mano per fare di un edificio sprecone, costoso ed insicuro il suo esatto contrario.

La legge più importante mai approvata da un governo mondiale per ristrutturare green e per alimentare gli edifici con fonti di energia rinnovabile e democratica. Aziende e tecnologie su tutte le materie che vi consentiranno di fare bene, fare presto e curare il pianeta. La legge Fraccaro fa dell’ecologia non più una questione per chi può ma per chi ha semplicemente voglia di cambiare sul serio.

RELATORI: Riccardo Fraccaro (Sottosegr. Presidenza del Consiglio dei Ministri), Jacopo Fo (attore, scrittore, artista), Riccardo Bani (Veosgroup – Pres. ARSE), Averaldo Farri (ZCS Azzurro), Marco Mari (V.Pres. GBC Italia), Tony Trevisi (Cons. Reg. Puglia), Agostino Re Rebaudengo (Asja Ambiente)

Contenuto disponibile solo dopo accettazione dei cookie

Contenuto disponibile solo dopo accettazione dei cookie


Anno 1.100, la prima descrizione dell'orgasmo femminile

 

Anno 1.100, una suora, Ildegarda di Bingen, descrive l'orgasmo femminile. Parte dalla lettura di questo testo il mio racconto sulla nascita della paura del sesso nel cristinesimo. Ad esempio lo sai che S. AMBROGIO ERA CONSIDERATO UN PERICOLOSO FEMMINISTA?

Contenuto disponibile solo dopo accettazione dei cookie

Contenuto disponibile solo dopo accettazione dei cookie