CuoreBasilicata

Abbonamento a feed CuoreBasilicata CuoreBasilicata
Cultura | Natura | Gusto
Aggiornato: 2 ore 25 min fa

“Pzzat’la” calvellese

Mar, 04/07/2020 - 14:59
Livello di difficoltà: MEDIOCosto: MEDIOTipologia: RICETTA PASQUALE, RUSTICOINGREDIENTI

Per la pasta:

  • 2 kg di farina di grano duro
  • 8 uova
  • 1 cucchiaio raso di sale
  • 1 bustina di lievito secco (sciolto nel latte)
  • 100 g di strutto

Per il ripieno:

  • 1 kg di toma
  • 400 g in totale di formaggi stagionati (vaccino, grana, cacioricotta, pecorino)
  • 5 uova (da aggiungere ½ bicchiere di latte
  • rosso d’uovo q.b.
  • salsiccia stagionata q.b.
PREPARAZIONE

Iniziate a preparare l’impasto setacciando la farina e disponendola a fontana. Nel centro della fontana inserite le uova, aggiungendo poi un pizzico di sale e lo strutto. Lavorate l’impasto finché non diventa liscio e omogeneo.

Per quanto riguarda il ripieno, tagliate a cubetti la salsiccia e la toma. Sbattete le uova ed aggiungetevi mezzo bicchiere di latte. Infine, unite al composto il mix di formaggi, la toma e la salsiccia. Mescolate per bene il tutto.

A questo punto stendete l’impasto fino ad 1 cm circa di spessore. Ponete il vostro ripieno su una metà della sfoglia e richiudete a mo’ di calzone, sigillando bene i bordi. Spennellate con del rosso d’uovo e bucherellate con una forchetta l’intera superfice della pzzat’la.

Ungete con lo strutto una teglia e adagiatevi il calzone.

Cuocete in forno per una ventina di minuti a 250 gradi.

CURIOSITÀ

La “pzzat’la” è una pizza rustica tipica del comune di Calvello, preparata in particolare durante il periodo pasquale.

Esiste anche una variante dolce, nella quale l’impasto salato viene sostituito con: 1 kg di farina, 200 g di zucchero, 100 g di strutto, 1 busta di lievito secco, 4 uova intere e latte q.b. A prescindere dall’impasto dolce o salato il ripieno rimane inalterato.

Categorie: Altri blog