treviso

Le mani che parlano a Treviso

Si chiama così Talking hands, il progetto che si sta attuando a Treviso negli spazi del Centro Sociale Django. 15 richiedenti asilo lavorano in un laboratorio dove vengono realizzate case giochi per bambini. La prima collezione si chiama Rifùgiati e sono coloratissime casette, dei rifugi per i giochi dei bambini. Racconta Fabrizio Urettini, organizzatore del progetto: “Usiamo materiali di riciclo che vengono valorizzati grazie a texture caratteristiche dei paesi d’origine di chi lavora nel laboratorio: sono loro stessi a immaginarle e realizzarle. Le hanno reinterpretate in chiave contemporanea dando vita così a delle micro architetture domestiche, delle tane che esprimono il naturale bisogno dei piccoli di crearsi un rifugio”.
(Fonte: Vita.it)

LEGGI LE ALTRE BUONE NOTIZIE DI CACAO DI OGGI


La tassa sull’ombra

Succede a Conegliano, in provincia di Treviso, dove uno zelante amministratore pubblico ha deciso di applicare alla lettera un decreto legislativo del 1993 dove si intende per occupazione del suolo pubblico anche l’ombra che negozi e bar proiettano sui marciapiedi, quindi tutte le insegne sporgenti.  
"A novembre mi è arrivato un bollettino da pagare e quando sono andato a chiedere a cosa fosse legato, mi hanno detto che era per l'ombra che l'insegna del mio negozio proietta per terra. Credevo fosse uno scherzo" ha detto Bruno Allegranzi, commerciante.
(Fonte: La Tribuna di Treviso)

LEGGI LE ALTRE BUONE NOTIZIE DI CACAO DI OGGI