Indice libri blog

Tutti i libri di Jacopo Fo pubblicati sul blog. Versioni integrali!

Cronache dal mondo dei sogni - INDICE

Per leggere tutto l'articolo clicca su "leggi tutto" scritto in rosso in fondo a questo testo.

Dal tuo inviato personale nel mondo che finge di dormire
di Jacopo Fo

In breve i fatti sono questi.
Da circa venti giorni mi trovo a vivere nei miei sogni. Posso comunicare con voi solo attraverso questo blog e non so più molto di quel che succede nel mondo "REALE".

Ho raccontato, via via quello che mi è successo e ho pubblicato anche immagini da questo mondo onirico. Pezzi di sequenze che forse vi possono dare l'idea dell'esperienza che sto vivendo.
Tutto è iniziato quando sono andato a Praga con un computer e una pistola. Due cose che sono vietate nei paesi dell'Est, nel 1987, prima della caduta del Muro di Berlino. La polizia socialista mi dava la caccia. Sono restato nascosto in uno sgabuzzino, per due giorni, grazie all'aiuto di Irina: una finta cameriera socialista che in realtà è un emissario della Società Inesistente. Insieme siamo fuggiti attraverso un tunnel sotterraneo giungendo fino alla stazione Praga della Metropolitana Quasi Tempo Zero.
Abbiamo preso il convoglio rosso, Irina ha schiacciato il tasto della fermata che volevamo raggiungere e il vagone ha iniziato a muoversi come un ascensore lungo un percorso a volte verticale, a volte orizzontale od obliquo, proprio come succede nei sogni.
Subito dopo ci siamo trovati in una casa in collina che dà sul mare. Potrei dire che è il luogo dove vivo ora. Ma nei sogni il concetto di domicilio è un po' annebbiato. Passo da un posto all'altro, dal giorno alla notte, improvvisamente, come se le scene impresse su una pellicola fossero tagliate e rimontate senza alcun senso costante. Ben presto mi sono reso conto, grazie a frasi smozzicate, sguardi e qualche discorso apparentemente astruso, che c'è un motivo perché io sono finito qui, fuori dal Mondo della Veglia. Stiamo vivendo un momento di passaggio e, come sempre accade, le forze dell'Entropia ne approfittano per cercare di attaccare e distruggere il senso della vita.
E' in corso un'invasione dei Grog. Li ho visti avanzare nella pianura (vedi immagini sul blog www.jacopofo.com) e ho visto l'esercito di pezzenti laceri che si appresta a cercare di fermarli. Ma in altri sogni, che si alternano a casaccio, mi trovo in una situazione carica di tensione ma nella quale  l'attacco, pur imminente, non è ancora iniziato.
Ho compreso che il mio compito è quello di usare la rete per avvisare le persone che vivono nel Mondo della Veglia, del pericolo e dell'assoluto bisogno di aumentare il relax. A questo proposito una donna con la  pelle blu mi ha detto che dovevo assolutamente chiedere ai veglianti di aiutarci regalandosi un milione di bagni in acqua calda e schiumosa. Possibilmente i bagni andrebbero fatti in più d'uno, facendo sesso.
Nei miei messaggi, che invio nella speranza che appaiano veramente in rete, ho anche chiesto che qualcuno si metta a dormire e inizi a sognare, venendomi a cercare. So che alcuni lo hanno fatto ma ancora non ci siamo incontrati. Se avete iniziato a sognare ditemi dove siete, descrivetemi esattamente il posto di modo che possa sognarlo anch'io. Se riuscite a mettere in rete anche delle fotografie e linkarle nei vostri messaggi è ancora meglio. L'altra cosa che vi domandiamo è di contribuire alla causa smettendo di leggere i quotidiani. Sono una fonte di stress e lo stress è male. Io sono ormai almeno 20 giorni che non li leggo e sento che fa bene alla mia creatività. E poi c'è una sottile soddisfazione. Ogni mattina vado al bar, che è anche un'edicola, a fare colazione. La barista mi chiede: "Vuoi il giornale?" E io le rispondo: "No grazie. Ho smesso. Sono venti giorni ormai che resisto."
E mentre lo dico mi immagino il dolore che prova ogni mattina il direttore del giornale che leggo da 30 anni. Ormai mi considerava nello zoccolo duro dei suoi lettori incalliti. Pensava di poter contare su di me in eterno. Lo vedo proprio mentre con la sua vocina triste chiede alla segretaria: " Jacopo Fo ha comprato il giornale?"
"No... Mi spiace" Risponde lei abbassando lo sguardo.
Il direttore sospira e mormora: "Un altro euro perduto. Un altro euro che non guadagneremo mai più." Solo pensare questo mi fa stare bene.
Spero che vi rendiate conto dell'importanza che ha, invece, tenervi informati su quel che succede qui, dove non ci sono governi che si riuniscono da qualche parte e dove tutti noi dobbiamo affrontare la vita liberi da qualunque condizionamento.
E' qui che possiamo vincere. Non nel Mondo della Veglia. Quelle di Lenin erano solo allucinazioni di un fanatico. La rivoluzione o sarà onirica o non sarà!
Ho incontrato un uomo in slip a pois e occhiali da sole rosa che mi ha detto: "Ma quanto è ridicolo affannarsi, lottare nel mondo insonne. Tutto quel che accade laggiù è solo un'ombra di quanto succede qui. E' inutile prendere a pugni un'ombra, coprirla, schiacciarla, nasconderla. L'ombra è insensibile e refrattaria a qualunque tentativo di modificazione. Se vuoi cambiare l'ombra devi agire là dove essa si forma. Devi modificare l'oggetto che fermando i raggi del sole produce l'ombra. Solo così otterrai un reale e costante effetto su di essa."
Ecco perché le nostre lotte di tutti questi anni hanno ottenuto effetti così mediocri. Sbagliavamo il punto dove concentravamo le nostre azioni. Abbiamo bisogno di più sogni, non di più cortei.
Ne discutiamo da tempo sul blog e sul forum della Città Segreta.
Questo che sta succedendo mi appare come il naturale, incredibile, coronamento di tanti discorsi fatti cercando risposta alla domanda (storica e vecchiotta): Che fare per convincere le masse popolari a darsi una mossa?
Il non poter più agire nel mondo razionale, cosciente, mi permette di vedere che la risposta non può essere altro che: vivere i propri sogni fino in fondo. Compiere l'azione creativa e suprema di negare il primato della veglia. Ognuno è estremamente potente nei propri sogni. Puoi affrontare qualunque ostacolo e sei senza padroni: tu, il tuo inconscio e il tuo mondo.
Se tutto questo ti affascina, se credi di avere un compito storico nel mondo dei tuoi sogni unisciti al Popolo Onirico. Prendi le tue armi immaginarie e vieni a combattere con noi, qui, sulle colline.
Usa lo spazio per i commenti a questo messaggio che troverai ripubblicato su jacopofo.com per segnalare la tua presenza, raccontare i tuoi sogni o semplicemente segnalare il sostegno morale a questa impresa. In questo mondo il sostegno psicologico è forte quanto il cemento dei muri.
Se tante persone si schiereranno con noi riusciremo veramente a creare un luogo di contatto tra la Veglia e il Sogno. E riusciremo a ricacciare i Grog oltre la brughiera del nulla.
Io sono pronto a scavare cunicoli, cercare passaggi e ponti di corda sospesi sui baratri, e sono certo che fra poco potrebbero aprirsi per centinaia di persone, incredibili percorsi virtuali.
Ma ora ho bisogno che qualcuno mi dia dei segnali. Innanzi tutto: mi ricevete? A quante persone arrivano realmente questi messaggi? A quanti interessano?
Datemi un segnale, per favore.

Cronache dal mondo dei sogni
Indice

Puntata 1 - Liberate Jacopo Fo
Ho passato le ultime due notti a fuggire dalla polizia cecoslovacca. Mi hanno beccato con una pistola calibro 22 a canna lunga e un computer.
Continua su www.jacopofo.com/?q=node/2442

Puntata 2 - Liberate Jacopo Fo. Smettere di fare la doccia e di leggere i quotidiani! I Grog attaccano.
Fu la ragazza del bar a dirmi che le docce sono un'idea dei Grog. I terribili Grog.
Continua su www.jacopofo.com/?q=node/2462

Puntata 3 - Guardando lo scandalo della sporcizia negli ospedali dal mondo dei sogni
Mentre ero qui, in questo bosco di querce con le foglie rosa e fucsia, di fronte a questo computer verde pisello, a manovella, con connessione wi-fi cattiva, che mi ha prestato un aborigeno di etnia San che ho incontrato al bar Dove Passano Tutti, un luogo mitico dei miei sogni, ho provato a pensare alla morbidezza dei seni delle donne.
Continua su www.jacopofo.com/?q=node/2466

Puntata 4 - Un blog da un'altra dimensione
Sono qui. Continuo a sognare e non mi sveglio più. Sto scoprendo un  mondo stranissimo. Ci sono territori immensi. Mai visti.
La Società di Sotto. La Città Segreta. Zanzibar.
Continua su www.jacopofo.com/?q=node/2467

Puntata 5 - E' il riassunto pubblicato in questo post

Puntata 6 - “Come è mai possibile che così tanta gente, restando praticamente immobile, riesca a compiere una tale mole di azioni strabilianti?”
Continua su www.jacopofo.com/?q=node/2468

Puntata 7 - Il clima è impazzito ma questa ragazza si spoglia per portati nel mondo dei sogni. Lui pure.
Solo coloro che conosco la cultura dei ribelli passeranno e potranno entrare nella Fortezza.
La porta della Città Segreta.
Continua su www.jacopofo.com/?q=node/2470

Puntata 8 - Controluce
Frammenti di un sogno. Frammenti che metto insieme convinto che ci sia un filo a tenerli assieme. Un filo nascosto e incomprensibile. In gioco, come al solito, i destini dell'Universo.
Continua su www.jacopofo.com/?q=node/2487


La Rivoluzione Pigra - Manuale di Jacopo Fo - INDICE

Manuale definitivo dello Yoga Demenziale. Leggi un'anticipazione del libro che uscirà nell'autunno 2009 edito da Fazi Editore.

 

LA RIVOLUZIONE PIGRA

Il manuale definitivo dello Yoga Demenziale.
Il testo che mette a tua disposizione tutte le nuove scoperte sulle trappole della mente, le illusioni mentali e i qui pro quo esistenziali.
Se mai ho scritto qualche cosa che ti ha interessato sappi che questo libro e' per me il punto di arrivo di 30 anni di esperienze disastrose alla ricerca del senso della vita. Che peraltro non ho trovato anche se ogni tanto l'ho incrociato, di notte, mentre correva nudo lungo la superstrada. Quello che di certo posso dirti e' che, inspiegabilmente, aveva delle linee blu e bianche dipinte sul membro.
Ma non ho mai capito perche'.

 

 

Capitolo primo
Stai facendo una fatica boia per procurarti devastazioni permanenti.
Smettila.

C'e' qualche cosa che non funziona nel mondo contemporaneo.
Basta accendere la televisione per accorgersene: e' pieno di defunti che cercano di sembrare persone intelligenti.
La meta' del cibo prodotto ogni anno su questo pianeta viene buttata via e 10 milioni di persone ogni anno muoiono di fame. Molti di piu' muoiono perche' mangiano troppo.
Milioni di persone muoiono per la mancanza delle medicine piu' elementari e milioni di persone muoiono per troppe medicine.
Gli abitanti delle ricche citta' industriali spendono miliardi per comprare vestitini eleganti ai loro figli e poi, grazie a un modernissimo sistema di inquinamento urbano, gli fanno respirare l'equivalente di 11 sigarette al giorno, privandoli cosi' di almeno 6 anni di vita.
Ci si scanna, con decine di migliaia di morti ogni anno, per accaparrarsi le materie prime e i giacimenti di petrolio e poi non si fa quasi niente per recuperare queste materie prime riciclando. E non si realizza quasi nulla per risparmiare energia isolando le case e ottimizzando motori, lampadine e caldaie.
Milioni di bambini e di donne vengono ogni anni stuprati ma nelle scuole non si tengono corsi di educazione ai sentimenti, all'amore e al sesso.
Potremmo limitare enormemente il potere devastante del terrorismo, della criminalita' organizzata, dell'evasione fiscale e delle truffe finanziarie abolendo il segreto bancario e i paradisi fiscali ma non lo facciamo.
La nostra societa' e' un gioiello di demenza collettiva. (Patatine fritte su per il culo!)
La collettivita' umana non riesce neppure a esprimere una condanna unanime per la tortura. Non riesce a difendersi dal crimine. E almeno la meta' degli esseri umani fa ricorso massiccio ad alcool, sonniferi, eccitanti, droghe pesanti.
Insomma la situazione non e' ottimale. Per volerla dire tutta siamo un po' nella merda.