Vacanze estive alla Libera Università di Alcatraz

biotecnologie

Ce la fara' il KiteGen?

Di questo particolare aquilone per l'eolico di alta quota abbiamo gia' parlato su Cacao in passato http://www.jacopofo.com/kitegen-aquilone-energia-rinnovabile-eolico e il primo impianto sperimentale doveva nascere nel comune di Berzano San Pietro (Asti) entro la fine del 2009.
Cosa e' successo?
Chiamiamole, come recita un articolo su Greenme.it, “complicazioni burocratiche”.
Il progetto e' stato prima bloccato da alcuni nuclei familiari residenti, poi la Guardia Forestale e' intervenuta perche' la societa' che gestisce l'impianto avrebbe aperto un nuovo sentiero tagliando della vegetazione, ma l'accusa si dimostro' infondata, avevano solo riaperto un vecchio sentiero esistente, ripulendo il percorso, pratica che non necessita' di particolari autorizzazioni.
A fine luglio l'ultima puntata della telenovelas. La Guardia Forestale torna all'attacco con una “verifica di compatibilita' ambientale”, richiesta mai formulata nelle fasi precedenti di raccolta e presentazione della documentazione necessaria alla costruzione della struttura. Altri 90 giorni di attesa.
Massimo Ippolito, ideatore del KiteGen, e' pronto a rinunciare: “E' una tempistica per noi improponibile, ci dichiariamo falliti fin da ora. Hanno vinto coloro i quali non ci volevano, perche' appoggiati da alcuni poteri. Cercheremo fortuna altrove perche' questa battaglia non ha senso e non vale la pena combatterla”.
Il progetto e' a impatto zero, la struttura che sorregge l'aquilone verra' montata e smontata alla fine della sperimentazione, lasciando ambiente e paesaggio immutati.
Sembra ci siano delle possibilita' nel Comune di Sommariva Perno, in provincia di Cuneo.
Fonte immagine


Ecologia estrema

Quella che vedete nella foto e' la prima macchina per fare il gelato “energy free”, funziona senza corrente elettrica.
Basta mettere gli ingredienti all'interno e giocare a palla per 20 minuti. L'intercapedine di sale e ghiaccio garantisce un gelato cremoso e morbido.
Verra' testata ai prossimi mondiali di calcio.
(Fonte: Ecoblog)
Fonte immagine 


Il vestito piezoelettrico

E' stato messo a punto da alcuni ricercatori dell'Universita' della California a Berkeley. Il tessuto e' dotato di particolari fibre organiche nanogeneratrici in grado di sfruttare il movimento e trasformarlo in energia elettrica.
La novita' e' che le fibre sono cosi' sottili da poter essere inserite in qualsiasi tessuto, senza alterarne le proprieta' termiche o di resistenza alle torsioni.
Cosa ci riserva il futuro? Per ricaricare telefonini o lettori mp3 sara' sufficiente metterseli sotto l'ascella.

fonte immagine