Un aquilone risolvera' tutti i problemi energetici del mondo!

E l'invenzione sara' tutta italiana. La tecnologia si chiama KiteGen e si tratta di un aquilone (tecnicamente si chiamano profili alari) in grado di captare i venti di alta quota (800-1000 metri, potenzialmente anche di piu') e produrre energia eolica, molta energia (i venti di quota sono piu' intensi e regolari).
Il Kite Gen si comporta come una specie di enorme yo-yo srotolando una bobina di cavo e producendo in questo modo grandi quantita' di energia rinnovabile, con un rendimento molto superiore agli impianti eolici “torre e pale”.
Quando la bobina e' completamente srotolata l'aquilone viene messo a riposo e in pochi secondi viene riavvolto il cavo, poi il processo produttivo rincomincia. Nel complesso l'ala passa oltre il 90% del tempo in regime "produttivo" ed il 10% del tempo in fase di recupero.
La tecnologia e' stata messa a punto dalla societa' Kite Gen Research di Torino, http://www.kitegen.com/index_it.html , nata nel 2007.
Il progetto sarebbe a una fase di svolta: sono terminate le sperimentazioni e da settembre inizieranno le prove di produzione di energia.
(Fonte: http://ioelatransizione.wordpress.com/2009/07/07/un-aquilone-ci-salvera/)

Fonte immagine


Commenti

Sono stupefatto che tu non abbia ancora segnalato questa:

http://www.wired.com/autopia/2009/07/pee-powered-cars

Dai e dai ci siamo arrivati (forse)!

I Kite (gli "aquiloni" o profili alari) sono piuttosto difficili da controllare, assumono spesso traiettorie non del tutto prevedibili, possono essere pericolosi se scendono ad altezze base. Poi in una "farm" temo si annoderebbero tra loro abbastanza facilmente.

Insomma, idea affascinante ma non so se relmente realizzabile in tempi brevi. Comunque facciamo il tifo per loro!

 

Mat.