Alcatraz

SOSTIENI ALCATRAZ, Alcatraz ti sostiene!

Veramente un’estate formidabile quella appena trascorsa, un mare di iniziative, musica, corsi, spettacoli, laboratori.
Devo proprio dire che dopo 30 anni di preparazione, Alcatraz è esplosa  in modo sublime acquisendo oltretutto una notevole visibilità, quindi con un notevole incremento di tutto.
Mi sento autorizzato a fare il giro del ristorante urlando: “O-O-O- Eoooeeooo!” come in effetti ho fatto.
Ma visto che al meglio non c’è mai fine vorremmo raccontare meglio quel che è successo. Perché è stata un’estate che veramente vale la pena di raccontare…
In rete ci sono già decine di ore di video di concerti (clicca qui), con tutte le lezioni dello Yoga Demenziale (clicca qui)
Ma vorremmo creare una pagina di link a tutti i materiali prodotti da altri partecipanti ai corsi.
Quindi ti preghiamo di mettere in rete tutto quello che hai nel tuo telefonino (video, foto, testi) e mettere il link a dove l’hai pubblicato nei commenti a questo post.
Ovviamente saremo enormemente riconoscenti a chi ci aiuterà in quest’opera di comunicazione, potresti ricevere un invito per un fine settimana gratis a Alcatraz e altre forme di emolumento quali l’erezione di una statua votiva a tua immagine e somiglianza, la dedica di una strada della Repubblica di Alcatraz…
Insomma fallo! Ti prego. Grazie.
Baci.


Questa è la battaglia tra il bene e il male.

Dirlo mi fa fatica.
Ma come possiamo chiamarla altrimenti?
C’è una linea rossa che taglia in due il tempo.
Un traguardo potremmo dire.
Ci sono due corridori.
Se il corridore con la maglietta grigia oltrepassa per primo la linea rossa un miliardo di persone muoiono nel giro di un anno.
Se passa per primo il corridore con la maglietta blu il mondo continua a essere il casino che è sempre stato ma si evita un’ecatombe. Un miliardo di persone, mi capisci? Non è cosa da poco. Un miliardo di vite.
Se questa non è la madre di tutte le battaglie non so che dire… Eppure è una questione che sembra interessi a una minoranza… i media non ne parlano… nessun politico è andato in televisione a dire: “FERMATEVI! STATE PREPARANDO UN’APOCALISSE…”

Ma chi sarebbero questi due corridori?
Sono due modi di pensare.
Questo rende difficile questa guerra. Non ci sono eserciti a combattersi bellamente in un campo di battaglia cosparso di cadaveri e morenti. Non ci sono trombe e bandiere. E neppure il frastuono della battaglia che costringe la gente ad accorgersi che sta succedendo qualche cosa.
Non c’è un fiume di sangue.
La gente muore di fame senza sanguinare.
L’Umanità si alza ogni mattina, ognuno segue le sue storie ma l’insieme di queste storie determineranno scelte che avranno un esito: determineranno o impediranno la più grande strage della storia del mondo.

Ma perché succederà tutto questo? Cosa ucciderà a un miliardo di persone?
Potremmo dire l’avidità umana, o la stupidità… Siamo nel bel mezzo di una crisi energetica, i consumi mondiali stanno crescendo grazie allo sviluppo di Cina, India, Brasile, Indonesia e Russia, il petrolio è sempre più costoso da estrarre, il nucleare fa paura… Entro breve tempo il prezzo del petrolio si attesterà su un prezzo superiore a quello dei combustibili ricavati dai cereali e dai legumi.
E allora si userà cibo per fare andare le macchine e illuminare le nostre città di notte. E il prezzo del cibo aumenterà sempre di più, seguendo quello del petrolio…
E chi oggi vive con un dollaro al giorno non avrà denaro sufficiente per comprare cibo. E un miliardo di persone resterà senza mangiare… E moriranno.

Ma come possiamo fermare questo disastro?
Esiste un solo modo: dobbiamo impedire che il prezzo dell’energia sia maggiore di quello del cibo. E non possiamo certo stabilirlo per legge. Dobbiamo realizzare un’opera colossale, una rivoluzione delle tecnologie, del modo di pensare, di acquistare, di consumare, di risparmiare.
Questa non è una novità. In molti lo ripetiamo da decenni.
La novità è che le rivolte nel mondo arabo, il disastro nucleare in Giappone e la conseguente chiusura di parecchie centrali nucleari nel mondo hanno creato un’instabilità dei rifornimenti energetici…
Quindi a questo punto il fattore TEMPO è essenziale.

Su quali forze possiamo contare?
Oggi un grande numero di ricercatori, scienziati, sperimentatori, imprenditori e comuni cittadini sta dimostrando con i fatti che le nuove tecnologie ci permetterebbero di ottenere tutta l’energia di cui abbiamo bisogno dalle fonti rinnovabili.
E convertire la produzione mondiale in percentuale consistente entro pochi anni è la più grande sfida che l’umanità abbia mai affrontato.
Una sfida tecnica, economica e tecnologica.
Dobbiamo fisicamente costruire decine di milioni di impianti solari, eolici, idrici, a biomasse.
Potremmo riuscirci ma per farlo abbiamo bisogno che questo sviluppo tecnologico sia al centro dell’attenzione dell’Umanità.
Le forze politiche e sociali e i media dovrebbero concentrare e coordinare tutte le risorse disponibili su questo fronte.
Al contrario, la logica di gran parte dei partiti e dei movimenti è concentrata su questioni diverse e riserva alla concretezza della rivoluzione energetica scarse risorse.
I partiti e i movimenti oggi sono bravi a organizzare il consenso ma hanno poca capacità di  installare pannelli fotovoltaici… oggi servono gruppi di acquisto energetici, fondi di investimento, scuole di formazione e gruppi di ricerca ecotecnologica.
Lo stesso vale per i media, prigionieri del gossip, che hanno rinunciato al loro ruolo di guida culturale della società in cambio di una valigia di denaro.

La questione che vorrei mettere sul tappeto è: come possiamo organizzare un movimento politico, sociale ed economico veramente in grado di far fronte alle necessità?
Come possiamo superare vittoriosi la linea rossa di un miliardo di morti?
Se non si inizia a discutere di questo non ci riusciremo.
Questo è un appello. Non ho risposte, non ho soluzioni. Proprio per questo sento la necessità bruciante che si inizi a parlarne. Sarebbe il primo passo.

Dal 4 al 10 luglio ci troveremo ad Alcatraz per festeggiare i nostri 30 anni di attività e l’inizio dei lavori di costruzione dell’Ecovillaggio Solare (il 20 giugno, alle ore 15, abbiamo fondato la cooperativa che gestirà la ciclopica impresa!!!).
Durante questa settimana di festa discuteremo di progetti e sogni e di come organizzarci e lavorare per impedire che sia superata la linea rossa dell’ecatombe.
Chi non potrà venire di persona potrà esserci grazie a una supertecnologica diretta web.
So che sarà difficile e duro, ma sono convinto che riusciremo a vincere la più grande battaglia che la nostra generazione deve affrontare… Dopo che De Magistris ha vinto a Napoli e i referendum hanno raggiunto il quorum possiamo ben dire che tutto è possibile.
Viviamo il tempo dei miracoli!

 


Corso di teatro con Alfredo Colombaioni, Stefano Di Pietro, Marina de Juli, Mario Pirovano, Eleonora Albanese, Jacopo Fo.

Fino al 22 giugno, tutti i giorni tendenzialmente dalle 9,30 alle 12,30 e dalle 17 alle 20. E' possibile rivedere i video in streaming. Le lezioni sono in italiano con traduzione in inglese. In diretta dalla Libera Università di Alcatraz.

Free TV Show from Ustream


Ad Alcatraz pagando con il baratto

Facciamo crescere l’economia alternativa e solidale!
E’ la nostra risposta alla crisi economica.
Puoi venire a Alcatraz senza spendere denaro: neanche un euro.

Ecco come:
1 - Porta una vecchia sedia. Per ogni sedia ti riconosciamo un pranzo o una notte di ospitalità. Le sedie devono stare in piedi da sole ed essere in buone condizioni per essere accettate (vogliamo cambiare le sedie del ristorante… Ci piace l’idea di averle tutte diverse… Poi le dipingiamo con graziose decorazioni). Attenzione: parliamo di sedie. Astenersi poltrone e divani, non sapremmo dove metterli.

2 - Sostieni la nostra campagna di comunicazione. Nonostante tutto quello che stiamo facendo, dall’ecovillaggio, all’autosufficienza energetica raggiunta, ai 230 impianti fotovoltaici costruiti, non riusciamo a essere segnalati dai media nazionali. Aiutaci a rompere il muro mediatico. Un pranzo gratis a Alcatraz per chi trova un sito che aderisca allo scambio banner www.stradaalternativa.it.
Per 4 siti una giornata di pensione completa. Per 5 siti che aderiscono ci mettiamo anche 7 ore di corsi. Un pranzo per ogni recensione pubblicata su un sito.

3 - Banchetti. Quando c’è uno spettacolo o un momento di incontro tra molte persone, realizza un banchetto per promuovere le attività di Alcatraz (ti forniamo noi i materiali). Ogni manifestazione presidiata vale 2 pranzi ad Alcatraz o un pernottamento e una prima colazione.

4 - Porta in 6 scuole, ai presidi, i programmi di Alcatraz per le gite scolastiche. Vale una giornata di pensione completa. Ovviamente questo vale solo per chi è stato già ad Alcatraz e quindi conosce la struttura. Se un tuo contatto dovesse poi andare a buon fine otterrai una percentuale del 20%.

5 - Vieni in cambio di lavoro sul posto. Periodicamente questo è possibile, ma solo in certi periodi perché nei momenti di punta immettere nuove persone nelle squadre di lavoro diventa più un problema che un aiuto. Pubblichiamo periodicamente inviti in occasione di grandi lavori di massa. Ad esempio, stiamo progettando di realizzare un film. Un kolossal avventuroso a basso costo… Oppure dovremo scavare con le orecchie una trincea lunga 100 metri (a quale squadra di lavoro preferisci partecipare?).
Invia a info chiocciola alcatraz punto it i tuoi dati e il tuo curriculum, scrivendo: “Vorrei essere incluso nella vostra mailing list per le settimane di volontariato a Alcatraz”. Ti contatteremo.

6 - Fai qualche cosa di utile per noi. Ad esempio, potresti aprire un’agenzia che promuove le vacanze mamme con figli. Oppure convincere il direttore del Corriere della Sera, che sicuramente è cugino di un’amica della sorella di tua zia, che l’ecologia è una cosa buona e quindi a pubblicare un servizio sull’ecovillaggio.
Oppure potresti approfittare del fratello della tua prima moglie per un’entratura con Cofferati e organizzare una convenzione con il sindacato ferrovieri per 1.000 soggiorni nei prossimi 12 mesi. In tutti questi casi e altri eventuali, il nostro sistema è aperto: riconosciamo una percentuale su tutto quello che è un contributo che ha portato a una fatturazione. Se non è possibile valutare un corrispettivo riconosciamo premi forfettari da concordare, in denaro o ospitalità. Dacci un colpo di telefono per avere il nostro benestare prima di firmare una convenzione con il Sindacato Nazista dei Macellatori di Gatti. Abbiamo delle fisime sulla gente che frequentiamo.

NOTA BENE
Per motivi di certificazione eventuali baratti con cibi vanno concordati preventivamente, caso per caso. Se si tratta di vino o olio o qualunque lavorato dobbiamo ricevere prima un campione per valutarlo e deve essere corredato dalle certificazioni previste dalle normative Asl eccetera. Nella nostra cucina non può entrare niente che non sia etichettato secondo i parametri di legge. Quindi la marmellata fatta in casa non la possiamo accettare anche se buonissima, fatta con la frutta del tuo albero e con lo zucchero della tua piantagione di canna da zucchero a Cuba. Se accettassimo prodotti non certificati tradiremmo l’impegno di qualità trasparente con i nostri soci e inoltre saremmo passibili di pene durissime che vanno dall’appendimento per i pollici al trascorrere ore a discutere di calcio con Bruno Vespa. Non possiamo poi fare baratti con vino o olio mediocri anche se di qualità chimica e biologica certificata. Gli standard della nostra cucina sono allucinanti e non basta che un olio sia biologico. Deve essere capace di parlarti di Dio.

Nota fiscale
Il nostro commercialista ci ha spiegato che tutti questi scambi devono venir comunque fatturati come se fosse realmente corrisposto un pagamento in denaro. Fatturiamo il baratto… Una follia necessaria per essere a posto con la legge fino a che un parlamento razionale riconoscerà che il baratto offre al sistema Italia tali vantaggi collaterali da poter essere esentato dalla contabilizzazione ordinaria.


Chiamiamo a raccolta la nostra tribù!!! Grande festa, per 130 persone molto particolari (Alcatraz compie 30 anni)

Libera Università di Alcatraz

 Alla fine la festa di compleanno per i 30 anni di Alcatraz si farà (4-10 luglio). Non sarà una festa tipo Woodstock con migliaia di persone. Sarà l’occasione per mettere insieme relativamente poche persone interessate a connettersi, raccontare quel che fanno e possibilmente mostrarlo.
Una settimana dedicata a stabilire piani d’azione comuni, alleanze e a vedere che idee nascono parlando e ballando insieme.

Riassunto delle puntate precedenti
Da settimane sto rompendo le scatole al mondo per far passare un’idea: l’Italia è all’ultima fermata prima del baratro. Credo che si possa evitare il patatrac se riusciamo a mettere assieme il popolo di quelli che pensano che serva costruire pezzi di società equa e solidale piuttosto che discutere e manifestare (cose per altro giuste e utili ma ORA non prioritarie). Mettere insieme nel senso di connettere non di fare un nuovo partito o simili. Per questo credo che abbiamo bisogno di incontrarci. Se vuoi saperne di più clicca qui

PS: Oltre alla festa stiamo lanciando una serie di iniziative che giudichiamo fondamentali per raggiungere un salto di qualità oggi indispensabile. Abbiamo grosse difficoltà a far conoscere queste iniziative a causa di un reiterato e monolitico silenzio dei media. Ti chiediamo quindi di darci una mano a far sapere quel che stiamo organizzando. Per saperne di più clicca qui.

PPS: Prezzi per la settimana del 4 al 10 luglio. Abbiamo deciso di praticare una tariffa all’osso: pensione completa a 50 euro al giorno in tenda o camper, 68 in camera a più letti, con bagno.


Ristorante Alcatraz: Il cibo che hai sempre sognato

Perché la nostra cucina è un esempio unico di qualità totale

Alcatraz ha ricevuto il premio Amico del clima di Lega Ambiente per i risultati in campo ecologico ed è entrata della guida Slow Food per la qualità della cucina.

Pane AlcatrazLa Libera Università di Alcatraz compie 30 anni. Scusateci se ci permettiamo di vantarci dei risultati ai quali siamo arrivati. Un po’ di autoincensamento, ogni 30 anni, può essere scusato…
E quindi vogliamo vantarci del fatto che a tavola abbiamo raggiunto un livello di qualità che è al di sopra di qualunque standard: non hai mai assaggiato niente del genere. Lo so che lo dicono tutti, ma in 30 anni non abbiamo mai raccontato bugie, quindi puoi crederci. Noi cuciniamo solo con prodotti che oltre a essere biologici e certificati sono anche di qualità altissima. Andiamo a cercare antiche specie di legumi e verdure, produciamo noi l’olio, il pane, lo yogurt, l’aceto, la pasta fresca, parte delle verdure e della frutta. Friggiamo solo con olio di oliva extravergine spremuto a freddo biologico e usiamo una friggitrice a circolazione vorticosa dell’olio. Cioè la nostra frittura sta su di un altro pianeta. Abbiamo del tonno che non viene pescato con le reti a strascico che sterminano i delfini e che prima di abbatterlo i pescatori ci vanno in gita assieme e gli raccontano che sarà mangiato solo da persone con grandi ideali umanitari che amano sorridere. Pare che poi i tonni muoiano felici. E i polli crescono mangiando mais biologico con sottofondo di musica di Mozart e non vengono solo allevati a terra, ruspanti, ognuno ha a disposizione un campo da golf a 18 buche e se chiedono le mazze e le palline gli danno anche quelle. E usiamo molte soluzioni per rendere chimicamente migliore per il palato e il sistema digestivo ogni nostra preparazione.
Ma questo è solo un aspetto della preparazione dei cibi. Angela Labellarte, la nostra sublime chef, coadiuvata dalla squisita Beatrice Faccini, ha elaborato un sistema di preparazione dei piatti che riesce a unire sapori celestiali all’equilibrio degli ingredienti e a tecniche di cottura studiate per essere gradevolmente digeribili. Angela ha integrato la cucina umbra con quella padana e quella pugliese, scovando poi ricette arabe, russe e orientali la cui assenza costituiva un limite grave per la tradizione gastronomica italiana. Ci piacciono i cibi della nostra patria ma ci piace anche stupirci con preparazioni mai viste. Lo stupore aumenta la sensibilità olfattiva. E non è un caso se Angela tiene corsi di cucina per cuochi che arrivano anche da migliaia di chilometri per apprendere i suoi segreti (si fanno tutta la strada in ginocchio, pregando il loro Dio di essere ammessi).
E non solo i gusti e gli aromi sono emozionalmente coinvolgenti e culturalmente solleticanti, poi quando ti alzi da tavola sei in splendida, leggera forma.
Inoltre, molti cibi che proponiamo provengono dal commercio equo e solidale e questo dà un ulteriore piacere nel gustarli. E' poi risaputo che porta fortuna mangiare cibi che NON vengono prodotti da lavoratori del terzo mondo che sono quotidianamente frustati da odiosi capitalisti sanguinari.
Ogni volta che bevi il nostro caffè Beneficio, senti le voci di migliaia di contadini che ti ringraziano. Ma non è solo un caffè etico, solidale e biologico, è anche, sinceramente, uno dei migliori caffè del mondo. Ci sono dei napoletani che dopo averlo assaggiato si sono messi a piangere per la gioia. Sapete come sono i napoletani per il caffè…
E questo vale anche per la nostra carta dei vini: non sono solo biologici e prodotti da gente simpatica, sono anche i migliori vini sul mercato, migliori anche per il prezzo.
E oltretutto quanto detto, ad Alcatraz non devi aspettare perché ti portino il cibo. C’è un grande tavolo con sopra ogni ben di Dio e tu ti servi di tutto quel che vuoi senza dover soffrire perché un cameriere si è dimenticato di te. C’è poi da dire che mangiare in un parco di più di 4 milioni di metri quadrati di boschi e oliveti rende più appetitoso degustare le lasagne alla bolognese. La pressione osmotica di milioni di piante, il canto degli uccelli, l’aria tersa e profumata aumentano la sensibilità delle papille gustative. Noi offriamo cibo all’interno di una cornice nella quale la natura dà spettacolo. Sdraiarti sul prato ascoltando il profumo dell’erba tagliata, dà una dimensione più ampia del concetto “godere in maniera pazzesca”. Abbiamo cercato di dare poi una mano alla bellezza intatta degli oliveti, aggiungendo decine di sculture gigantesche e decorando i muri interni ed esterni con centinaia di metri quadrati di dipinti. Alcatraz è in effetti anche un grande parco-museo. E speriamo che tu ammetta che la conversazione a tavola ha la sua importanza dal punto di vista organolettico. E noi facciamo di tutto per aromatizzare la conversazione: durante l'anno organizziamo corsi e laboratori di teatro, yoga demenziale, scrittura, musica, pittura, scultura ed ecotecnologie con la partecipazione di grandi professionisti. Si tratta di argomenti interessanti, trattati da persone che, come caratteristica comune, hanno un grande senso dell’umorismo e la convinzione che ridere faccia bene alla mente, al buon umore e rafforzi la capacità di gustare i cibi che cucinano Angela, Beatrice e alcune altre ragazze di una bellezza abbacinante.
E per i genitori che vogliono trascorrere giornate a giocare con i figli ci sono un giocoliere o un claun o un animatore, oppure un maestro di equitazione con cavalli docilissimi.
Ma non è finita: rende più gustosi i piatti il sapere che sono stati preparati da persone motivate, che sono state regolarmente assunte e che si autogestiscono orari e organizzazione. Alcatraz dal punto di vista dell’organizzazione del lavoro non è una struttura piramidale ma un’associazione di aziende indipendenti (manutenzione, pulizie, promozione) e di professionisti che forniscono autonomamente servizi (insegnanti, massaggiatori, organizzatori di eventi e corsi ecc). Ad Alcatraz i lavoratori provenienti da altri Paesi hanno lo stesso trattamento degli italiani, tutti i servizi vengono fatturati e le tasse pienamente pagate. Ed è da notare che per condire la pasta e fagioli, oltre all’olio dei nostri olivi, ti offriamo anche la sensazione inebriante di un centro culturale che produce più energia di quella che consuma, grazie a impianti solari fotovoltaici e termici e caldaie a scarti di legna proveniente dalla ripulitura dei boschi. E, da 30 anni, Alcatraz controbilancia il suo impatto ambientale gestendo l’avviamento all’alto fusto di 3 milioni di metri quadrati di boschi, e piantando 490 mila metri quadrati di nuovi alberi. Inoltre, abbiamo isolato termicamente le costruzioni tagliando del 50% i costi del riscaldamento (e la Co2 liberata nell’atmosfera). Gli impianti idrici sono duali (usiamo acqua piovana per gli scarichi dei wc), ricicliamo le acque nere con un sistema di fitodepurazione passiva (senza pompe o altri costi elettrici). Installiamo da più di 10 anni lampadine ad alto risparmio e lunga durata e riduttori di flusso dell’acqua dei rubinetti. Rispettiamo perfino i diritti sindacali dei cavalli che usiamo per le passeggiate e l’ippoterapia: vivono al pascolo invece di essere reclusi nei box, sono domati con sistemi molto gentili e vengono a lavorare solo se gli fai vedere il secchio con l’avena.
E c’è anche una grande piscina in un luogo veramente suggestivo e una piscina calda e coperta per il rilassamento. Ci sono anche alcuni sorprendenti massaggiatori capaci di rimetterti in stato estatico muscoli e giunture. Se prima di pranzo ricevi un’ora di massaggi poi i carciofi li capisci in modo diverso.
Questa è la nostra idea di cuisine estetique. Questa è la nostra idea di impegno sociale, artistico e politico: creare un posto dove il cibo sia talmente buono da diventare una sfida culturale. Questo mondo va come va perché c’è scarsità di QUALITA’ TOTALE. Noi lavoriamo per aumentarla.

Ps
La nostra qualità totale costa pure poco: un pranzo senza limiti (mangi tutti i cibi del menù nella quantità che preferisci) costa 25 euro bevande escluse. Il cibo è ottimo ma le tovaglie sono di carta e i bicchieri sono bicchieri a forma di bicchiere. I piatti sono rotondi, bianchi. Ognuno si sparecchia da sé. Il vino lo prendi al bar.
La pensione completa parte da 65 euro al giorno. Ti diamo lenzuola e asciugamani. Il letto lo fai te. Si può venire anche in tenda o in camper. Piccolo sovrapprezzo per la barca (saremo fronte mare nel 2012). Ad Alcatraz si può venire anche solo per riposarsi e non fare niente ma è anche un posto così bello che molti ci vogliono venire a vivere, così abbiamo iniziato a costruire un Ecovillaggio Solare per una sessantina di famiglie. Se ti interessa saperne di più clicca qui.

Pps: Alcatraz è esente da misticismo, forme settarie, leader, guru.
Alcatraz è un’associazione i cui principi statutari sono:
1- Rispettare le buone maniere
2- La violenza è inutile e per giunta sgradevole (la spinta gentile è meglio)
3- Gli spaghetti sono già buoni ma si possono migliorare
4- Anche le formiche hanno i loro diritti
5- Combattiamo solo piccole battaglie che possiamo vincere subito. Le vittorie facili sono le migliori
6- Ridere è l’imperativo assoluto, ridere è ecologico, a basso consumo energetico, corroborante, estatico, gradevole, galvanizza il sistema immunitario, è afrodisiaco, etico, infettivo e solidale, bello, appassionante, affina il gusto per l’arte, la sensibilità per il tramonto e la forza di volontà. Distingue l’uomo dalla scimmia e ci rende simili agli dei.

Abbiamo ridisegnato i confini del lusso.

 

www.alcatraz.it

Per vedere foto, video dei corsi, mappe, dettaglio di prezzi e offerte speciali, calendario dei corsi e degli eventi 2011. Prima di prenotare leggi: “Questa casa non è un albergo” (siamo un albergo di nuovo tipo qui ognuno si sente a casa sua e non butta le cicche per terra. Sembra di essere in Svizzera.)


Alcatraz compie 30 anni!

(stiamo costruendo un ecovillaggio, produciamo più energia di quella che consumiamo e abbiamo in programma una serie straordinaria di iniziative e corsi)

Libera Università di Alcatraz

Carissime e carissimi
Chi credeva che la Libera Università di Alcatraz non sarebbe durata deve ormai ricredersi: dopo 30 anni resistiamo ancora come orgoglioso baluardo della cultura del ridere, del buon senso e dell’ecologia.
E quest’anno festeggiamo non solo la longevità di questa avventura ma anche il fatto che abbiamo riempito prati e boschi con decine di sculture ciclopiche, frutto del lavoro di artisti e allievi dei nostri laboratori creativi. Un progetto che ha visto al lavoro in modo particolare Eleonora Albanese, Claudia Rordorf e mio padre (stiamo montando 8 sue sculture gigantesche). E io sto iniziando la costruzione di un nuovo faccione…
Ma abbiamo anche altre buone ragioni per festeggiare…
Abbiamo concluso il lavoro di ristrutturazione energetica di Alcatraz, dando così il nostro contributo per evitare il collasso ambientale e le guerre per il petrolio. Negli ultimi 4 anni abbiamo ristrutturato le case, aggiungendo strati fantasmagorici di isolamento termico, installato caldaie alimentate a scarti di legno, pannelli solari termici e fotovoltaici (27 chilowatt), e grazie anche alla pulizia dei boschi e a due trituratori di biomasse, produciamo più Ecovillaggio Solare Alcatrazenergia di quella che consumiamo.
Ma non è finita: dopo anni di preparazione è pure partito l’Ecovillaggio Solare di Alcatraz, i primi 9 appartamenti sono stati acquistati e entro l’anno dovremmo consegnare le prime 30 unità abitative super-eco-compatibili.

Quest’anno per festeggiare i 30 anni di attività didattica abbiamo ideato anche una serie di nuovi corsi che speriamo vi divertano. C’è il fine settimana dello Strasingol, il week end di Lettura, nuovi laboratori creativi, happening durante i fini settimana dedicati alla ceramica, al burraco, alla coperta (all’uncinetto) alle passeggiate, alla pittura e anche incontri durante i quali ogni ospite diventa a turno insegnante di quel che conosce meglio… E poi ci sono i nostri corsi di sempre: cucina, massaggio in acqua, massaggio Shatzu, Tai Chi, giocoleria, danza del ventre, yoga demenziale.

Un’altra novità per quest’anno sono le settimane di vacanza per mamme con bambini (aperte anche a papà con bambini, povere creature…). Un modo diverso di passare il tempo insieme, con attività divertenti sia per adulti che per bambini o ragazzi. Proponiamo diverse settimane suddivise per fascia d’età così da avere gruppi omogenei: asilo, scuola elementare, medie…

Dopo il successo dell’anno scorso ripeteremo l’esperienza del Festival Musicando, organizzato da Imad Zebala, con una schiera di grandissimi cantanti, musicisti e danzatori.
In appendice a questa mail troverai la descrizione di ognuna delle attività e le date.

Abbiamo anche realizzato un Supporto Didattico Naturalista per le gite scolastiche e oltre alle gite classiche con passeggiate naturalistiche, equitazione e i giochi dello Yoga Demenziale, proponiamo agli studenti corsi di scrittura e teatro.

Altre iniziative:
- Abbiamo stretto una collaborazione con Slow Food (e siamo stati recensiti nella loro guida ai ristoranti migliori 2011) e proponiamo per il 22 Maggio una Mangia Umbra. Cioè si parte da Alcatraz la mattina alle 9,30, iniziando con una lauta colazione e poi si fa una bella passeggiata nei boschi… Si cammina per un chilometro e mezzo e poi ci si ferma a fare merenda (a base di pesce del lago affumicato e vino bianco), poi un altro chilometro e mezzo e altra merenda (salsicce umbre arrabbiate e vino rosso), poi un altro chilometro e si torna a Alcatraz e si pranza (risotto alla lombarda e agnello al forno alla umbra). Nel pomeriggio ci si dedica a una serie di attività ludiche esagerate.
- Il 22-24 luglio (data da confermare) si terrà un’incontro pubblico tra Carlo Petrini, fondatore di Slow Food e Dario Fo, per parlare di arte e storia della cucina italiana. Da questo incontro sortirà un dvd.
- Sempre con Slow Food stiamo anche progettando 10 cene a base di prodotti in pericolo di estinzione, che le condotte alimentari hanno preso sotto la loro protezione. Angela Labellarte ci sta deliziando con esperimenti stupefacenti con cibi che non avevamo mai assaggiato..
- Laboratorio Seminole, stiamo scrivendo un libro collettivo e realizzando uno spettacolo recitato e cantato, con grandissimi professionisti. Abbiamo girato parecchio materiale per un dvd dello spettacolo e un documentario.
- Una S.p.a. che crea ecovillaggi: abbiamo definito la proposta
L'idea è creare una Spa che raccolga denaro allo scopo di acquistare un grande podere con più di 2.500 mq di fabbricati, vicino a Alcatraz, sistemare strade e infrastrutture, realizzare la progettazione di case ecologiche in classe A, che andranno a costituire un ecovillaggio e poi vendere sulla carta. Abbiamo lanciato questa proposta in gennaio e ora abbiamo definito un piano finanziario e siamo pronti a partire.
Se ti può interessare questa proposta scrivi a jacopo@alcatraz.it e riceverai tutta la documentazione sul progetto.
- Sta procedendo lentamente ma inesorabilmente il progetto Mamma Service: un numero di telefono a pagamento che offre consulenze immediate su decine di questioni, da quelle legali ai corsi di inglese al telefono. In questo momento stiamo realizzando una mappa delle competenze dei possibili consulenti. Se ti interessa scrivi una mail a info@alcatraz.it. Se vuoi saperne di più clicca qui.

CALENDARIO CORSI

MAGGIO
06-08 CORSO L'ONDA CHE RIDE (in piscina d'acqua calda) con Corrado Fusto
06-08 Happening dei desideri (dal gioco dei desideri dello Yoga Demenziale)
06-08 Giochiamo allo psico(S)dramma con Lavinia Bartuccio
13-15 CORSO DI CUCINA con Angela Labellarte
13-15 CORSO T'AI CHI SHIATSU STRUMENTI DEL BENESSERE con Angelo Airaghi
20-22 C.SO YOGA DEMENZIALE E MASSAGGIO THAILANDESE con Jacopo Fo. Gisella Manganelli
23-30 Happening del camminatore! (settimana aperta: puoi fare anche due giorni)
27-29 CORSO DI WATSU BASE con Roberto Tordoni e Corrado Fusto
27-29 INCONTRO SUL FOTOVOLTAIOCO Rif. Gabriella Canova e Maria Cristina Dal Bosco

GIUGNO
01-05 2 ° FESTIVAL DELLA MUSICA con Imad Zebala e collaboratori
10-12 CORSO T'AI CHI SHIATSU STRUMENTI DEL BENESSERE con Angelo Airaghi
10-12 Happening della lettura con Gabriella Canova
10-12 Corso di Haikido (ARMONIA MENTE - CORPO E DELLA COPPIA) con Guglielmo Masetti
10-12 AMO NON AMO: L'AMBIGUITA' DELL'AMORE con Mauro Luciani, Tiziana De Giosa
14 -23 PER.FORM.A. - TRAINING PATHWAYS FOR ACTORS - Workshop finanziato dal Programma Grundtvig dell’Unione Europea. I posti riservati ai cittadini italiani sono già esauriti. Fino al 21 marzo 2011 possono iscriversi cittadini UE non italiani la cui partecipazione è gratuita.
17 - 23 THE “COMMEDIA DELL’ARTE” AND THE MONOLOGUES THEATRE – Seminario per il quale verranno accolte le prime 10 domande in ordine cronologico di iscrizione che dovrà avvenire entro e non oltre il 31 maggio 2011.
I bandi sono disponibili al seguente link http://www.in-for-ma.com/CALLperforma2.zip
24-26 Happening dell'ospite! Il corso lo fai tu!
24-26 CORSO LE VOCI DELL'ANIMA con Laura Pierantoni (scadenza iscrizioni 5 giugno)
24-1 luglio GIOCHIAMO INSIEME Settimana genitore e figlio (età 3-5 ANNI )

LUGLIO
01-03 CORSO GIOCOLERIA con Corrado Fusto
04-10 FESTA DI COMPLEANNO PER I 30 ANNI DI ALCATRAZ
1-8 GIOCHIAMO INSIEME Settimana genitore e figlio (età 6-10 ANNI )
08-15 GIOCHIAMO INSIEME Settimana genitore e figlio (età 11-13 ANNI )
08-10 CORSO L'ONDA CHE RIDE (in piscina di acqua calda) con Corrado Fusto
08-10 Happening della creta. con Eleonora Albanese e Claudia Rordorf
15-17 CORSO T'AI CHI SHIATSU STRUMENTI DEL BENESSERE con Angelo Airaghi

AGOSTO
30 LUGLIO-06 AGOSTO CORSO DI YOGA DEMENZIALE con Jacopo Fo, Eleonora Albanese, Angelo Airaghi, Corrado Fusto, Imad Zebala, Vesna Elez, Claudia Rordorf, Gabriella Canova
06-13 CORSO DI YOGA DEMENZIALE 2 con Jacopo Fo, Eleonora Albanese, Angelo Airaghi, Corrado Fusto, Imad Zebala, Vesna Elez, Claudia Rordorf, Gabriella Canova
3-20 CORSO DI YOGA DEMENZIALE con Jacopo Fo, Eleonora Albanese, Angelo Airaghi, Corrado Fusto, Imad Zebala, Vesna Elez, Claudia Rordorf, Gabriella Canova
20-27 Seminario La Voce Narrante con Stefano Benni, Umberto Petrin,Fabio Vignaroli e con Raffaele Bruno
27 - 3 SETTEMBRE CORSO DI YOGA DEMENZIALE con Jacopo Fo, Eleonora Albanese, Angelo Airaghi, Corrado Fusto, Imad Zebala, Vesna Elez, Claudia Rordorf, Gabriella Canova

SETTEMBRE
9-11 Happening del burraco (torneo amatoriale con regolamento ufficiale)
9-11 CORSO T'AI CHI SHIATSU STRUMENTI DEL BENESSERE con Angelo Airaghi
9-11 EMOZIONANDO...SI con Tiziana De Giosa
16-18 CORSO DI CUCINA con Angela Labellarte
16-18 Happening del camminatore!
23-25 CORSO L'ONDA CHE RIDE con Corrado Fusto
23-25 HAPPENING ARTISTICO (laboratorio creativo) con Eleonora Albanese e Claudia Rordorf
23-25 AMO NON AMO: L'AMBIGUITA' DELL'AMORE (con Mauro Luciani, Tiziana De Giosa)
30 - 2 ottobre estasi musicando con Imad Zebala

OTTOBRE
14-16 CORSO T'AI CHI SHIATSU STRUMENTI DEL BENESSERE con Angelo Airaghi
14-16 HAPPENING ARTISTICO (laboratorio creativo) con Eleonora Albanese e Claudia Rordorf
14-16 AMO NON AMO: L'AMBIGUITA' DELL'AMORE con Mauro Luciani, Tiziana De Giosa
21-23 CORSO DI CUCINA con Angela Labellarte
28-1 NOVEMBRE CORSO DI YOGA DEMENZIALE con Jacopo Fo, Eleonora Albanese, Angelo Airaghi, Corrado Fusto, Imad Zebala, Vesna Elez, Claudia Rordorf, Gabriella Canova

NOVEMBRE
11-13 Happening della coperta con Gabriella Canova
18-20 CORSO T'AI CHI SHIATSU STRUMENTI DEL BENESSERE con Angelo Airaghi
18-20 HAPPENING ARTISTICO (laboratorio creativo) con Eleonora Albanese e Claudia Rordorf
25-27 CORSO DI CUCINA con Angela Labellarte

DICEMBRE
07-11 CORSO DI YOGA DEMENZIALE con Jacopo Fo, Eleonora Albanese, Angelo Airaghi, Corrado Fusto, Imad Zebala, Vesna Elez, Claudia Rordorf, Gabriella Canova
16-18 CORSO DI CUCINA
27-01 GENNAIO CORSO DI YOGA DEMENZIALE con Jacopo Fo, Eleonora Albanese, Angelo Airaghi, Corrado Fusto, Imad Zebala, Vesna Elez, Claudia Rordorf, Gabriella Canova

GENNAIO 2012
01-08 CORSO DI YOGA DEMENZIALE con Jacopo Fo, Eleonora Albanese, Angelo Airaghi, Corrado Fusto, Imad Zebala, Vesna Elez, Claudia Rordorf, Gabriella Canova


Alcatraz riceve il premio struttura Amica del clima

LegambienteGiovedì 21 Aprile, alle ore 12:00, presso Libera Università di Alcatraz Loc. Santa Cristina – Gubbio (PG)

Legambiente consegna al Presidente della Libera Università di Alcatraz JACOPO FO e a FRANCA RAME e DARIO FO

Il riconoscimento quale struttura ricettiva
AMICA DEL CLIMA assegnato da Legambiente Turismo

“Per gli interventi e gli impianti, realizzati nella struttura ricettiva di Alcatraz, per il risparmio energetico e lo sviluppo delle fonti rinnovabili” a dimostrazione concreta che è necessario e possibile fare a meno del nucleare.

La consegna sarà effettuata da VITTORIO COGLIATI DEZZA
Presidente Nazionale di Legambiente e del Comitato per il Si al referendum “per fermare il nucleare”

Partecipano:
Catiuscia Marini  - Presidente della Giunta Regionale dell'Umbria (in attesa di conferma)
Alessandra Paciotto– Presidente di Legambiente Umbria
Luigi Rambelli – Presidente Nazionale di Legambiente Turismo

Nel corso dell'incontro verrà illustrata alla stampa e agli invitati la ricerca sui risparmi di acqua, energia e CO2  ottenuti grazie alle buone pratiche realizzate dalle strutture aderenti a Legambiente Turismo in Umbria e in Italia (ovviamente controllate dagli esperti dell'associazione). 

Seguirà alle 13,00 un momento conviviale offerto dalla Libera Università di Alcatraz a tutti gli intervenuti

(Si prega di confermare la presenza alla segreteria di Alcatraz allo 075 9229911)


SPATACCATI D'ARTE

Laboratorio Creativo a Alcatraz con Jacopo Fo, Eleonora Albanese, Claudia Rordorf, 5-7 novembre 2010

Progetteremo e creeremo una serie di macchine fantastiche. Sculture dinamiche, invenzioni ecotecnologiche inesistenti, abiti innovassurdi, talismani ecobatteriolocici, dispenser onirici, trappole per incubi, nani da giardino tossicomani, ciambelle multibuco, tranvie subacquee (in apnea), feliciometri, accumulatori di scoregge, pale eoliche da starnuto (se hai altre idee fatti avanti).
Lavoreremo con il metodo della tempesta di cervelli, dell'inclusione dadaista, seguendo una tattica surrealista. Ti garantisco due giorni di full immersion nel fantastico e nell'assurdo, nell'ironia nelle forme e nel colore.
Non sono richieste particolari capacita' tecniche. L'obiettivo e' proprio quello di scoprire le tue meravigliose capacita' nascoste.
Le opere realizzate in questi due giorni verranno poi utilizzate per animare la festa ecotecnologica del 10 novembre.


ECOFESTA IN COLLEGAMENTO WEB CON FUORI ORARIO di Reggio Emilia.

Ecofesta con il Fuori Orario

10 novembre 2010, ad Alcatraz

Ci saranno Dario Fo, Jacopo Fo e Giovanni Cimini presidente di Western CO.
Puoi venire di persona (e sara' pazzesco) oppure collaborare via web. E' una festa multimediale in diretta e creeremo opere multimediali collettive.  
C’e' la possibilita' di collaborare con video, immagini e macchine, alla creazione della festa ecotecnologica. Invenzioni pazzesche e diretta tv tra Alcatraz e Fuori Orario.
Ti basta un cellulare per collegarti al piu' grande evento ambientale del nuovo millennio.
Ci raduniamo in due orde, una al Fuori Orario e una ad Alcatraz, cioe' fisicamente alcune delle persone piu' fantasiose del pianeta convergono sui due obiettivi. E inoltre raggruppiamo le migliori invenzioni vere e le migliori assurde. Presentiamo in prima mondiale nella nostra serata il nuovo mulino a vento “a fungo” (ESISTE VERAMENTE ma non e' allucinogeno), e il raccoglitore di scoregge (dotato di ventose da sedere, tubi e compressore) che permette di sottoscrivere una scoreggia e ottenere in cambio l’accensione gratuita di una sigaretta.

Per maggiori informazioni clicca qui