Pannelli solari fotovoltaici

Alcatraz: Corso sulla progettazione e installazione di impianti fotovoltaici

Corso per installatori e progettisti di impianti solari fotovoltaici Prossimo appuntamento: 23 - 25 settembre 2011 presso la Libera Università di Alcatraz.

Nell’ambito del corso verranno analizzati inizialmente i temi dell'energia per comprendere meglio il contesto mondiale, europeo ed italiano in cui ci si muove; quindi si tratteranno più nello specifico gli aspetti direttamente legati al fotovoltaico e le tecnologie disponibili, spiegandone il principio di funzionamento (effetto fotovoltaico) e la producibilità attesa. Sempre durante la prima parte del corso si affronteranno gli aspetti fondamentali legati alla progettazione dell’impianto ed alla scelta dei componenti. Successivamente si approfondiranno gli aspetti riguardanti i processi di ricerca e sviluppo che influiranno a breve e medio termine sulle efficienze ed i costi dei nuovi moduli con particolare attenzione alle tecnologie fotovoltaiche a strato sottile.  Si illustreranno i più diffusi metodi e sistemi di ancoraggio di un impianto fotovoltaico su diversi tipi di copertura (falda, piane, campo aperto). Infine verranno spiegati i meccanismi e gli aspetti burocratici del Quarto Conto Energia.

 

Per maggiori informazioni sul corso clicca qui


Merci Dolci s.r.l. "Portal-Partner" del mese sul sito di Co2-online!

Controllo Tetto Solare Energia ArcobalenoE' attivo solo da poche settimane il "Controllo Tetto Solare" e già Merci Dolci s.r.l. ha meritato il titolo di "Partner del mese di giugno" sul portale tedesco di Co2-online, la società che in collaborazione con il governo federale tedesco lavora per abbattere le emissioni  di CO2 e aumentare il risparmio energetico.
Da quando è iniziata la collaborazione con Co2-online ed è a disposizione il software per il calcolo del proprio impianto fotovoltaico, a usufruire della consulenza on-line sono stati più di 400 utenti:  e nella "classifica generale", su più di 430 partner,  Merci Dolci si piazza al 40esimo posto!
Grazie a tutti Voi!


Obama e i pannelli fotovoltaici sul tetto della Casa Bianca

Casa Bianca White HouseCirca un anno fa un gruppo di ambientalisti chiese un appuntamento al Presidente Barack Obama per chiedergli di reinstallare i pannelli solari fotovoltaici sul tetto della casa Bianca, una cosa che aveva già fatto l'ex presidente Carter.
Obama non si presentò all'appuntamento ma rilasciò una nota ufficiale in cui si impegnava a ripristinare i pannelli entro la primavera di quest'anno. Ora che la primavera è bella che passata (e di pannelli solari neanche l'ombra), quegli stessi attivisti sono tornati alla carica.
Nel loro sito www.350.org hanno pubblicato il numero diretto della White House esortando gli utenti a telefonare a Obama per ricordargli la promessa.
Se non risponde vuol dire che è in bagno.
(Fonte: Ecologiae)


Il vino solare rinnovabile

La Cantina sociale Colli fiorentini, produttrice di oltre 35mila ettolitri di Chianti all'anno, sarà la prima cooperativa agricola della Toscana alimentata con energia rinnovabile. Il nuovo impianto solare fotovoltaico da 318 kWp soddisferà il 50% del fabbisogno energetico dell'azienda. L'installazione dei pannelli ha anche permesso la bonifica della copertura in amianto.
(Fonte: Ecquologia)


Errata Corrige

A proposito della notizia di ieri sul confronto tra fotovoltaico e nucleare (energia solare fotovoltaica equivalente a 5-6 centrali nucleari pronte tra 20 anni) ci scrive Davide:
“Questa è proprio sbagliata. Il nucleare è circa 8 volte quello fotovoltaico in Italia. Quindi 1 kW di nucleare produce in un anno circa 8000 kWh/anno mentre 1 kW fotovoltaico equivale a 1200 kWh/anno. Si può dire che quest'anno siamo arrivati all'equivalente di una centrale nucleare. Tipo Caorso. Quelle che volevano dal governo sono grandi il doppio. Comunque è un dato straordinario. L'euforia del quorum ha confuso qualcuno in redazione? :-)”
Anche un commento sul sito della fonte della notizia, GoGreen, riporta: “Spero vivamente che questo articolo venga rettificato, o meglio eliminato, visto che si basa su un errore cioè paragonare la potenza installata con l'energia prodotta.”
Ci scusiamo con i lettori.


Avatar 2

AvatarIl regista James Cameron starebbe già lavorando al sequel. Verrà girato a Manhattan, in un'area di 115mila metri quadri e sarà il primo film carbon free. Tutta l'energia necessaria per le riprese, le luci e gli apparati tecnici sarà da fonte rinnovabile e tutti i mezzi di trasporto saranno ecologici.
Pronto nel 2014, il film vedrà il popolo Na'vi impegnato nella difesa dei propri pannelli solari.
(Fonte: Greenme)


L'impianto “agrovoltaico”

Mantova agrovoltaicoE' stato inaugurato nelle campagne di Virgilio, in provincia di Mantova, si estende per 13 ettari ma non ha sottratto un cm quadrato di terreno agricolo. I 7.500 pannelli fotovoltaici a inseguimento sono infatti installati a 4,5 metri di altezza, su una struttura che permette sia il passaggio delle macchine agricole che dei raggi del sole. L'impianto produce 2,2 MW e verrà presto affiancato da altri tre impianti simili, per una potenza totale installata di 10 MW.
(Fonte: IlSole24ore)


Quarto Conto Energia per il fotovoltaico: le novità

Gruppo d'acquisto Pannelli Solari Fotovoltaici

Chi ha seguito le alterne vicende degli incentivi per gli impianti fotovoltaici sa che 20 giorni fa, tra mille polemiche, e a soli 4 mesi dall'entrata in vigore del terzo Conto Energia, è stato approvato il "Quarto Conto Energia" (Decreto Ministeriale 5 maggio 2011, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 12 maggio).

Vediamone insieme le novità più importanti.

Anzitutto tempi e obiettivi: il decreto si applica agli impianti che entrano in esercizio dal 1 giugno 2011 (fino al 31 dicembre 2016), mentre l'obiettivo nazionale di potenza installata è fissato in 23.000 MW, che corrisponde a un costo annuo di circa 6-7 miliardi di euro destinati agli incentivi da assegnare ai proprietari degli impianti fotovoltaici.

Nuova è la divisione tra piccoli impianti e grandi impianti: rientrano nella prima categoria quelli sotto il MW se realizzati su edifici, quelli fino a 200 kW se operano in regime di scambio sul posto e infine quelli realizzati su edifici o aree di proprietà delle Pubbliche Amministrazioni senza alcuna limitazione di potenza installata.

La suddivisione introdotta ha conseguenze importanti:  mentre i piccoli impianti non hanno limiti massimi di spesa per tutto il 2011 e il 2012 (cioè non c'è un tetto massimo di potenza incentivabile), i grandi impianti devono iscriversi in un apposito registro del GSE e certificare la fine lavori entro 7 mesi (9 mesi per quelli superiori a un MW) dalla pubblicazione della graduatoria che il GSE avrà provveduto a pubblicare su internet. In realtà la procedura è molto più complessa... Ma qui ci accontentiamo di sapere che per gli impianti "piccoli" (si fa per dire...) per questo e per il prossimo anno non vi è la minaccia di limiti di potenza o di spesa!

A partire dal 2013 vi sarà invece un sistema di riduzioni semestrali degli incentivi in relazione alla potenza installata nell’ultimo periodo rilevato e del progressivo decremento dei costi di sistema conseguente all’aumento quantitativo delle installazioni (e quindi della produzione mondiale). E questo avverrà anche per gli impianti fotovoltaici integrati con caratteristiche innovative e per gli impianti a concentrazione: in caso di superamento dei costi indicativi, ci sarà una riduzione delle tariffe incentivate nel semestre successivo.

A proposito di incentivi: Anche il "Quarto Conto Energia" stabilisce che questi vengano riconosciuti per 20 anni, a decorrere dalla data di entrata in esercizio dell'impianto.
Il decreto distingue anzitutto l'entità a seconda della potenza e del tipo (come negli anni scorsi sono più alte le tariffe per gli impianti piccoli e per quelli su edifici) e anche a seconda del periodo di entrata in esercizio: da giugno a dicembre l'incentivo cala infatti ogni mese, mentre le tariffe per il 2012 dipendono dal semestre di entrata in esercizio.

La seconda importante distinzione attiene alla categoria di impianto: ritroviamo quindi le tariffe per gli impianti su edifici e per quelli a terra, mentre tariffe specifiche sono poi indicate per gli impianti installati su serre e pensiline, nonché per quelli con caratteristiche innovative integrati negli edifici (in pratica, vetri fotovoltaici, moduli per facciate, tegole fotovoltaiche, coperture in film sottile, etc.) e per gli impianti a concentrazione.

Alle installazioni che prevedono la rimozione dell’amianto è assegnato un premio di 5 €cent/kWh, mentre un premio del 10% è destinato - altra grande novità! - a chi installa pannelli fotovoltaici italiani o europei (più esattamente: il premio va agli impianti che presentano un costo di investimento – esclusa la parte relativa al lavoro - riconducibile per almeno il 60% a una produzione realizzata all'interno dell'Unione Europea).

Conclusioni? Luci e ombre... giusto per rimanere in tema! Tra le "ombre" basterà ricordare che ben 150 aziende del settore hanno già presentato ricorso alla Corte di Giustizia UE ritenendo che il decreto Romani e il conseguente decreto del Quarto Conto Energia, invece che recepire la direttiva europea che prevede lo sviluppo delle rinnovabili, limiti la crescita delle energie sfruttabili dal sole. E dubbi permangono anche circa gli ancora attuali rischi di forti investimenti stranieri e del massiccio sfruttamento di zone agricole.

Ma le "luci" ci sono: e sono da vedersi nella ancora totale e perdurante convenienza economica dell'installazione di un impianto fotovoltaico anche (anzi: soprattutto) per chi desidera semplicemente diventare, nel suo piccolo, un produttore di energia elettrica pulita e rinnovabile. Per chi ne volesse la riprova, grazie alla collaborazione con Co2online, mettiamo a disposizione una consulenza on-line che permette il check del proprio tetto solare: provare per credere!
 

Gruppo d'acquisto Pannelli Solari Fotovoltaici


Fotovoltaico: grandi buone notizie

Serra fotovoltaica Merlino LodiA Verona, durante l'Italian PV Summit, l'EPIA, un'associazione che raggruppa i maggiori produttori di pannelli solari fotovoltaici in Europa, ha reso noto che  stanno calando i costi per la produzione  di energia elettrica dal sole, fin quasi a raggiungere quelli dei kilowattora prodotti da fonti fossili.
Già nel 2013 per i grandi impianti e nel 2015-2018 per quelli domestici, il fotovoltaico sarà conveniente anche senza incentivi. Tecnicamente si chiama “Grid Parity” e secondo l'analista Winfried Hoffmann in Sicilia è già stata raggiunta.
Sempre a proposito di fotovoltaico vi segnaliamo anche l'inaugurazione a Merlino, in provincia di Lodi, della serra fotovoltaica più grande d'Italia. Produce melanzane ed energia elettrica... una magia!
(Fonte: Scienzaegoverno e Greenme)