Poesie

Canto d’amore disperato per una bella grillina

Ma quanto sei carina, grillina
Ma quanto sei difficile a volte, amore mio…

Fin da quando ti ho vista, grillina,
mi hai fatto battere il cuore
coi tuoi riccioli scuri
i tuoi occhi scuri
con quella luce ballerina dentro

Ma tu mi strapazzi, morettina
E t’incazzi… così carina
E mi fai domande trabocchetto
Tipo: “Il Pd aveva detto che non faceva patti con i ladroni di destra e poi non hanno mantenuto la promessa!”

E a me lo dici, patatina?
Non sono del Pd e son d’accordo…
E mi si affastellano pensieri:
il Pd dei vertici, il Pd dei tanti compagni che conosco, il Pd della nomenclatura, il Pd delle primarie e delle facce nuove in Parlamento

Ma tu non vai per il sottile,
non discuti di coltello ma di fucile
mi fai lo sgambetto:
“Ma come fanno a stare al governo
insieme a quel tizzone d’inferno?
Dov’è la coerenza?
Han finito la decenza?”

E la tua bocca, grillina
È rossa come una bandiera
E quei tuoi occhi morettina,
bruciano come la benzina

E mentre tu misuri la decenza
E gli obblighi della coscienza
Io faccio i conti delle vittime potenziali
E accetto la trattativa pure coi maiali

Tu t’arrabbi, e come darti torto?
Si vive in un mondo capovolto
io miro al male minore,
al piccolo risultato
al conteggio che dice:
“Oggi uno l’abbiamo salvato”.

E di certo il tuo ragionamento
è bello e forte come il tuo portamento
E io mi sento preso da te
grillina
E mi piace che già 17 anni fa ti ho sposata
E non sei ancora cambiata.

 


Su la cabeza cabrones!

Adelante
Siento un vento conturbante
Forse e' solamente
Perche' ho fatto sesso de recente

Ma siento qualche cosa en el ventre
Una sensacion agglutinante
Come si ero parte de un pueblo danzante

Dopo aver catado a testade el muro
Ho certificado que es duro
Ma oservo pur anco que es crepado
Fessurado
Spugnado
Consumado
Scagazzado
Un poquigno enclinado

Entiendo odor de rivolta
De legge de mierda foravia
que se perden en la prateria
Caos paludosso
Affonda el sistema merdosso
Quierevan de rosicchiare fino a el osso
Aora stan con la cabeza en el fosso

Los italianos veden rosso
Adelante compagneros
Animos hermosos
Es la rivolta!
Esta vuelta
Ne tenemos molta


Irragionevoli menti giovanili

A Vladiwostock, sono tutti sotto shock
A Pechino sono stupiti solo un pochino
(Hanno una storia millenaria
e sono abituati a vedere il mondo andare a gambe all’aria)
A Stoccolma dicono che la misura e' colma
Com’e' possibile che gli italiani
siano tanto pisquani
da accettare che si discuta
anche solo teoricamente
di far durare i processi
due anni solamente
quando incontrovertibilmente
normalmente
i procedimenti penali
hanno tempi decennali?

Gli ottentotti sono convinti
che i nostri governanti
vogliono liberare tutti i farabutti

Per togliere dai guai il piccolino
col parrucchino
trapiantato
che non s’e' ancora rassegnato
a essere condannato
ed e' disposto a distruggere uno stato
per fuggire alle responsabilita' del suo passato
scellerato
e del suo presente
impenitente
con quel suo pisello
errante
che non sta mai nelle mutande
e svolazzando per la citta'
grida:
“Sono l’uccello del Presidente
mettetevi a quattro zampe
immediatamente!”