La via dello zen comico

Le giornate mondiali, le iniziative comiche, la via dello zen comico

Teleconferenza con Jacopo Fo per il sito Tuttosteopatia.it (Guarire ridendo)

Una chiacchierata di un'ora con Massimo Valente, luminoso osteopata barese. Massimo mi ha invitato a fare questa intervista per il sito www.tuttosteopatia.it, perché il modello che l'osteopatia propone del rapporto corpo - mente ha molti punti di contatto con le conclusioni a cui sono arrivato studiando lo yoga e le arti marziali.
In particolare io sono partito da alcune dimostrazioni di Aikydo nelle quali i maestri danno prova di usare potenzialità della muscolatura che all'inizio mi parvero misteriose e che erano presentate come prodigi del Ci (ki, chi), l'energia vitale secondo i taoisti. A 18 anni restai scioccato vedendo un ragazzo che riusciva a non farsi spostare da due giovanotti molto più robusti di lui, rimanendo apparentemente rilassato...
Ho dedicato i successivi 10 anni a cercare di scoprire quale era il trucco e ho alla fine scoperto il modo di insegnare questa tecnica in un'ora semplicemente facendo sperimentare alcune strane reazioni della muscolatura non razionale associata alla visualizzazione di movimenti e emozioni (possiamo infatti definire la muscolatura non razionale come una muscolatura emotiva).
Cerco qui di riassumere gli elementi essenziali che stanno alla base del corso di Yoga Demenziale che tengo a Alcatraz da 27 anni, in particolare a proposito di:
muscolatura razionale e irrazionale (sottocategorie della muscolatura volontaria).
Rilassamento e detensione, qual'è la differenza.
Pericoli in un insegnamento errato del rilassamento. Se non si lavora anche sul tono muscolare si rischia il deperimento della muscolatura.
Tono muscolare e intenzione mentale.
Percezione del dolore, ascolto, livelli percettivi (non opporsi al dolore, non contrarsi, non abbandonarsi al dolore, ascoltare tutto il resto delle percezioni senza focalizzarsi sul dolore).
Movimento spontaneo come forma di autocura. Il corpo ha bisogno di compiere molti movimenti che noi inibiamo. Muovere tutti i muscoli dà grande beneficio fisico e mentale.
Movimento e massaggio passivo (il massagiatore facilita i movimenti spontanei, in acqua o a terra).
Tremore, sceccheramento, Movimento Rigeneratore (tecnica giapponese), danze tribali e danza del ventre.
Movimento rallentato, rilassamento della muscolatura non razionale e vasodilatazione, beneficio per le cellule che vengono meglio nutrite dal sangue. Rilassamento progressivo (tecnica Usa).
Sub percezioni o percezioni sottili. Un livello percettivo che tutti sentiamo distintamente ma pochi identificano e usano appieno.
Visualizzazione del movimento e coinvolgimento di fasce muscolari sottoutilizzate.
Esperienze sulla possibilità di uso della muscolatura non razionale, della mente non razionale e della visualizzazione unita all'ascolto per migliorare la capacità di movimento fluido in persone con problemi spastici a causa di lesioni cerebrali.
Uso del movimento rallentato a fini estetitici (tono della pelle del viso, rughe, seno, vitalità dei bulbi, caduta dei capelli, calvizie).
Movimento totale (riutilizzare fasce muscolari abbandonate o iper contratte.

Regalare i soldi conviene! Questa si' che e' una scoperta scientifica rivoluzionaria.

La legge fondamentale dell’universo e' l’ironia.
Per millenni milioni di esseri umani hanno compiuto atti abominevoli per conquistare ricchezze spropositate senza sapere che cosi' facendo si procuravano una morte prematura.
La storia e' piena di scemi che si suicidavano seguendo mode idiote. I patrizi romani furono sterminati dall’abitudine di bere vino in bottiglie di piombo. Aveva un buon sapore ed era una raffinatezza che solo i ricchi potevano permettersi. Peccato che fosse mortale.
La nobilta' veneta del 600 fu sterminata dalla moda di mangiare in piatti di peltro.
Ma oggi sappiamo che al di la' di questi eccessi e' proprio la ricchezza che fa male alla salute. Se si leggono le statistiche dell’Oms sulla durata della vita umana, suddivise per categorie professionali, si scoprono informazioni affascinanti.
Se e' vero che i poveri nel terzo mondo campano raramente oltre i 40 anni e' anche indiscutibile che i piu' ricchi del mondo non sono la categoria umana che vive piu' a lungo.
Sono maggiormente longevi gli scienziati e gli artisti che, seppure benestanti, non possono generalmente permettersi il jet privato. Al di sopra di un reddito di 50.000 euro all’anno (forse anche meno) il fattore che determina la durata della vita e' la possibilita' di continuare a svolgere un’attivita' intellettuale creativa anche in eta' avanzata e avere una vita sociale ricca di contatti e soddisfazioni. Essere dei riccastri odiati da tutti e costantemente sotto stress perche' sempre intenti a fregare qualcuno non fa per niente bene alla salute.
Parecchie ricerche dimostrano poi che altri fattori che allungano l’esistenza sono la propensione a non incazzarsi inutilmente, la giovialita', l’amicizia, la passione per la convivialita' e l’ottimismo.
E ormai e' dimostrato pure che baciarsi con amore provoca una verticalizzazione dell’efficienza del sistema immunitario.
Questo accade perche' le attivita' emozionanti e piacevoli, l’ottimismo, il ridere e il giocare, causano meravigliose scariche di endorfine, le droghe prodotte dal nostro cervello che ci fanno sentire bene e rendono piu' efficienti le nostre funzioni fisiologiche.
Ed e' tutta roba che ti perdi se il tuo unico scopo esistenziale e' accumulare un altro miliardo di euro che poi non ti serve a un bel niente perche' hai gia' tutto. Come disse uno dei fratelli McDonald quando decise di vendere la McDonald, negli anni ‘50, per ritirarsi a fare la bella vita, non c’e' niente che puoi comprare con 20 milioni di dollari che non puoi comprare con 10 milioni di dollari.
Insomma, essere ricchi e cattivi e' una stronzata.
Ti fa crepare prima e ti fa vivere male.
Ed e' meraviglioso il fatto che ormai sia una verita' scientifica inoppugnabile che il nostro sistema economico, basato sulla sopraffazione, non danneggia solo i sopraffatti ma anche i sopraffattori.
Ogni anno nel mondo muoiono dieci milioni di persone di fame.
Ma ne muoiono 100 milioni perche' hanno mangiato troppo.
Questo dato e' il simbolo dell’insensatezza di questo modello sociale.
Il colpo di grazia al sistema mentale ed economico del capitalismo moderno lo ha dato la scoperta che l’essere umano e' strutturalmente generoso e che la generosita' ha un effetto benefico strabiliante sia sul sistema immunitario che sulla produzione di endorfine.
Regalare e' fisiologicamente e non solo psicologicamente un’azione benefica.
E chi gode i maggiori vantaggi non e' il destinatario del regalo ma la persona che lo offre.
Cioe' dovrebbe essere chi da' il regalo a ringraziare. Se i nostri medici si aggiornassero veramente, invece di gozzovigliare nei convegni-vacanza offerti dalle multinazionali farmaceutiche, inizierebbero a prescrivere sul ricettario medico: fare un regalo tutti i giorni dopo i pasti.
Pensi che sia una follia quel che sto dicendo?
Attenzione, perche' questa tua convinzione irrazionale rischia di accorciarti la vita. Forse e' meglio che ti informi se sto dicendo cazzate.
Perche' se non dico cazzate ti conviene correre a fare regali.
Pensa a tutti questi stronzi corrotti che continuano a ridurre a brandelli l’Italia quando scoprono che essere cosi' avidi gli sta facendo a pezzi il fegato…
Io trovo divertente che siano loro stessi a darsi da fare per togliersi dalle scatole alla svelta.
E per fortuna qualche straricco inizia a capire che l’ansia di possesso e' peggio dell’inquinamento urbano, provoca stress e accorcia la vita.
E’ per questo che Bill Gates ha regalato 30 miliardi di dollari, quando al cambio in lire facevano quasi sessantamila miliardi… Una cifra di denaro spaventosa.
Ma gli ha fatto veramente bene alla gastrite.
E non ha caso si sta sviluppando una nuova categoria di super ricchi che hanno fatto i soldi fitti regalando: Google ti da' le informazioni in omaggio e anche la casella di posta elettronica, Faceboock e' gratis, YouTube e' gratis. Questi si' che sono imprenditori intelligenti: si arricchiscono regalando e questo ha oltretutto un effetto prodigioso sul loro fegato.
Ben presto chi si e' arricchito sfruttando i lavoratori e non pagando le tasse sara' considerato un poveraccio, un tossicomane di avarizia consumato dalla sua droga. Gente al margine della societa'.
Poveri ricchi che si suicidano buttandosi nell’oro con una pietra legata al collo.

Jacopo Fo

Se vuoi leggere un po’ di ricerche sui benefici fisiologici del regalo clicca qui

Sull’effetto dell’ottimismo sulla durata della vita

Sul rapporto tra amore e durata della vita

Sull’effetto del sorriso

L’amicizia fa vivere piu' a lungo

Entro 10 anni precipitera' la produzione di petrolio e il prezzo dei carburanti tradizionali andra' alle stelle.

Se con le tecnologie alternative e con l'efficienza energetica non riusciremo a ridurre del 30% il consumo di petrolio, i potenti della terra produrranno il carburante che sara' necessario da cereali, legumi, frutta e verdura.
La conseguente penuria di cibo uccidera' quel miliardo di persone che oggi vive con meno di un dollaro al giorno.
C'e' una grande missione che devi compiere.
Partecipare al salvataggio di un miliardo di persone. Quale impresa puo' essere piu' grandiosa, appassionante, giusta?
Puoi iniziare subito salvando un bambino.
Ti basta sostituire una lampadina di vecchio tipo con una ad alto risparmio che dura 15mila ore, durante le quali risparmierai 1.200 chilowatt.
Oppure stipula un contratto con http://www.commercioetico.it che ti permette di consumare energia elettrica proveniente da fonti rinnovabili.
Quando l'avrai fatto ti sentirai subito meglio.
Compiere azioni concrete che producono un risultato positivo immediato e' l'unico modo per fronteggiare le emergenze planetarie, sviluppare l'ottimismo e il buon umore e coltivare la fortuna.
Come ho recentemente raccontato (http://www.jacopofo.com/node/3867) la mia auto e' stata stritolata da un camion pochi minuti dopo che avevo fatto il pieno alla Esso, dopo dieci anni che non mi rifornivo con quella marca a causa del boicottaggio di quell'azienda

Per approfondire i principi che stanno alla base di questi esercizi che proponiamo quotidianamente vedi "La Rivoluzione Pigra" (http://www.jacopofo.com/?q=node/1531).
Partecipa allo scambio di esperienze tra chi segue questo percorso di autosviluppo positivo nello spazio dedicato al dibattito su questo post.
Per leggere tutti gli esercizi http://www.jacopofo.com/taxonomy/term/30