Cacao Il quotidiano delle buone notizie comiche del 17/10/2005

L'Inferno libera o assorbe calore? Vedi in fondo alla mail.

Bertolt Brecht scrisse: "Il popolo ha perso la fiducia del governo, percio' il governo dovrebbe eleggersi un nuovo popolo".
Poiche' il governo di Silvio Berlusconi non puo' piu' avere fiducia nel popolo per essere rieletto, deve cambiare la legge elettorale per trasformare una sconfitta in una vittoria.
(Fonte: Le Monde, Internazionale)

La Grande Fuga
Ritrovato in un seminario religioso nei pressi di Filadelfia, in Pennsylvania, uno spartito di Ludwig van Beethoven. Si tratterebbe del finale originale del Quartetto n. 13 in si bemolle minore, la penultima opera del grande compositore tedesco, al tempo (intorno al 1826) giudicata troppo moderna. Lo spartito si intitolerebbe La Grande Fuga e ha un finale allegro.
Verra' messo all'asta da Sotheby's. Ha un valore di 1,7-2,6 milioni di dollari.
Ricordiamo ai lettori che Beethoven era cosi' sordo che pensava di essere un pittore.

Torna "Il quotidiano in classe", utile iniziativa dell'Osservatorio permanente giovani-editori per far leggere i giornali nelle scuole. Quest'anno (il sesto) verranno coinvolti circa 1.200.000 studenti di 4.721 scuole e 34.068 insegnanti.
Il quotidiano in classe (un'ora alla settimana) ha dimostrato che i ragazzi si interessano di piu' alle vicende del mondo, leggono piu' libri e conquistano piu' ragazze (scientificamente provato!).

Il Tendine di Nesta
Quanto stiamo per raccontarvi non e' frutto della nostra fantasia. Fatti e personaggi citati sono reali, purtroppo.
Gli esperti di calcio sapranno certamente che Alessandro Nesta, giocatore del Milan e della nazionale italiana, si e' infortunato a un tendine del pollice della mano sinistra. Un mese di stop e intervento chirurgico. Secondo il medico del Milan la causa dell'infortunio e' la passione di Nesta per la Playstation, dichiarazione che ha scatenato le proteste della Sony, di vari medici sportivi e dello stesso giocatore.
Finale della storia: la Sony minaccia di adire alle vie legali contro il medico del Milan mentre Nesta e' fermo e non puo' neanche giocare alla Playstation.

La Carta della Sessualita'
L'Organizzazione Mondiale della Sanita' (OMS) ha riunito 5 esperti per preparare la Carta della Sessualita', un documento ufficiale che riconosca il sesso come un diritto di tutti.
L'iniziativa e' stata studiata soprattutto per cambiare la mentalita' delle persone nei confronti delle malattie e disfunzioni sessuali o degli handicap che limitano la normale vita sessuale di una persona.
Ecco i 5 articoli della Carta:

Articolo 1
La salute sessuale e' un diritto, riconosciuto dall'Organizzazione Mondiale della Sanita' nel 2002.
Articolo 2
La salute sessuale conosce la piena espressione quando uomo e donna sono vicendevole oggetto di desiderio e soggetto di piacere. (intenderanno anche in ordine sparso?)
Articolo 3
Nessun fattore sociale, psicologico, fisico deve costituire vincolo al pieno raggiungimento della salute sessuale individuale e di coppia.
Articolo 4
Quando e' vissuta consapevolmente e senza alcuna forma di disagio, la vita sessuale contribuisce alla piena attuazione della persona. Per questo, la vita sessuale deve essere legittima aspirazione di ogni essere umano.
Articolo 5
Qualsiasi ostacolo al piacere sessuale, e quindi alla piena attuazione della persona, deve essere affrontato con la piena consapevolezza delle soluzioni oggi esistenti per il recupero di una sessualita' di valore.
(Fonte: Tiscali News)

Trafficanti di droga e cellulari di merda
La Polizia di San Paolo, in Brasile ha arrestato una banda colpevole di traffico di droga. Gli uomini (non e' precisato quanti fossero) sono stati fermati in possesso di un po' di cocaina, nulla di speciale, ma gli agenti della Polizia hanno avviato delle indagini e nei cellulari dei trafficanti sono state trovate alcune foto di loro e decine di chilogrammi di cocaina e marijuana.
"E' stato buffo" ha dichiarato un portavoce della Polizia.

Biodiesel
Dopo lo Zimbabwe anche il Kenya e' pronto a investire sul biodiesel, carburante di origine vegetale (girasole, avocado, palma, noce di cocco, jetropha). I vantaggi possono essere enormi: minore impatto ambientale dei trasporti (in Africa la benzina fa schifo perche' contiene pochi ottani) e creazione di nuovi posti di lavoro (agricoltura e industrie di raffinazione).
(Fonte: misna.org)

A Taranto e' stata scoperta una casa a luci rosse. La maitresse, una colombiana di 66 anni, aveva insospettito tutti acquistando dai 200 ai 400 profilattici a settimana.
(Fonte: Tarantosera, segnalata da Claudio, grazie)

L'Inferno e' esotermico
La notizia di qualche giorno fa del professore di Termodinamica che avrebbe chiesto ai suoi studenti di dimostrare, con delle prove, se l'Inferno fosse eso o endotermico, sarebbe una leggenda metropolitana, che ogni tanto riviene fuori.
Cosi' per curiosita' vi segnaliamo pero' che l'Inferno dovrebbe essere esotermico, almeno finche', se abbiamo ben capito, una certa ragazza non andra' a letto con un certo ragazzo.
Per maggiori informazioni vedi i commenti a Cacao del 14 ottobre clicca qui

La Redazione: Simone Canova, Jacopo Fo, Maria Cristina Dalbosco e Gabriella Canova


2 cose da sapere assolutamente

La penna BIC festeggia!

La Bic ha festeggiato qualche giorno fa la centomiliardesima penna venduta.
Era il 1953 quando, in Francia, Marcel Bich ebbe l'idea geniale di rilevare l'invenzione dell'ungherese Laszlo Biro, la penna a sfera, e produrla industrialmente. Oggi l'azienda e' gestita da Bruno Bich e si stima che venda nel mondo una penna ogni 60 secondi.
Una Bic originale scrive per 3 chilometri.
(Fonte: Repubblica)

Rolling Stone

Una volta i Rolling Stone facevano i concerti portandosi dietro una vasta gamma di sostanze psicotrope e stupefacenti, con cui infiammavano la musica e milioni di fans.
Oggi, notizia di qualche giorno fa, le droghe hanno lasciato il posto a un defibrillatore portatile.
I tempi sono cambiati.


Cacao della domenica del 16/10/2005

Indice di questo numero:
(Un Cacao pieno di proposte pratiche abbaglianti!)

- Incontrati con i lettori di Cacao!
Persone straordinarie aspettano solo di entrare in contatto. Chat, forum e file audio su www.jacopofo.com .
Uno spazio per far crescere la community di chi crede che una risata li seppellira'. Incontriamoci sul web!
Per leggere l'articolo clicca qui

- L'arguto elzeviro di oggi:
Come tirarsi su il morale nei momenti duri della vita.
Per leggere l'articolo clicca qui

- Insurrezione esistenziale!
Comunicato urgente, appello, proclama, invito, preghiera.
Abbiamo salvato il mondo dall'inquinamento (ormai e' fatta!!!)
E' tempo di raccogliere i frutti e dedicarsi a migliorare la qualita' della vita: dieci nuovi amici e un amore.
Ecco il nostro programma per l'inverno, perche' ci piacerebbe che la tua vita migliorasse graziosamente.

- Nuovi file audio di Jacopo Fo e Simone Canova su www.jacopofo.com: e' disponibile la prima lezione del "Corso di Filosofia", le nuove idee che stanno cambiando il mondo.
Inoltre: le migliori buone notizie della settimana e un discorso sulla societa' dopata: tutti drogati?

Insurrezione esistenziale!

Siamo in un momento eccellente, di quelli che rendono possibile il cambiamento.
Abbiamo fatto breccia nelle mura, accorrete!!!
La battaglia per l'ecologia e' praticamente vinta.
Per trent'anni le orde dei figli dei fiori hanno martellato la cittadella del dolore.
Poi finalmente il petrolio a 70 dollari al barile e la crisi economica hanno spinto l'umanita' a capire che l'ecologia conviene.
Nel giro dei pazzi che in questi anni hanno battuto comuni e aziende private alla ricerca di qualcuno che volesse risparmiare energia, siamo tutti con gli occhi sbarrati per lo stupore. Finalmente sindaci e imprenditori ci vengono a cercare e centinaia di aziende improvvisate nascono ogni giorno mentre i grossi gruppi cominciano a accorgersi che sta partendo l'affare del millennio: isolare i tetti di decine di milioni di case, sostituire milioni di caldaie, isolare centinaia di milioni di caloriferi, cambiare miliardi di lampadine,
installare milioni di pannelli solari e di riduttori di flusso dell'acqua... Un affare che a confronto il ponte sullo stretto di Messina e' una pernacchia. Un business che sosterra' l'economia italiana (e mondiale) nei prossimi dieci anni.
Per loro e' solo questione di soldi, per noi e' l'occasione per sfruttare il cambio culturale profondo che questa rivoluzione tecnologica sottintende: dalla cultura del consumismo a quella dell'uso razionale delle risorse. Non sto facendo un discorso cervellotico. Credo che la cultura della gente dipenda da quel che fa in pratica. Per decenni abbiamo sprecato e bruciato, distrutto e buttato via. Miliardi di euro spesi ogni giorno per pubblicizzare prodotti usa e getta, lavatrici che si rompono in modo programmato, auto che dopo duecentomila chilometri sono da buttare... Da dopodomani la grande lobby del risparmio energetico sara' all'opera: "Se butti via qualche cosa sei un pirla!!!"
Questa rivoluzione tecnologica imporra' la cultura del risparmio, del valore delle cose durature, dara' importanza alle merci, magnificando i loro contenuti "di immagine", "di affezione".
Toglietevi dalla testa che si possa fare una rivoluzione culturale con le sole nostre forze. Non e' parlando e scrivendo articoletti come questo che si fa la storia. Serve il petrolio a 70 dollari per far capire l'ecologia a gente che ha vissuto il mito del consumo compulsivo (il raptus da shopping e' stato per 30 anni il parametro esistenziale, drogato dall'ideologia dello status symbol: tu sei quel che possiedi).
Per cambiare la testa alla gente serve che macchine ossessive animate da eserciti di marketing-man martellino giorno e notte su tutti i canali: "Chi risparmia ci guadagna in anni di vita, ricchezza, sicurezza, felicita' e capacita' di seduzione".
Attenzione i prodromi (il preavviso) stanno viaggiando da tempo: Sharon Stone e' la pubblicita' vivente della filosofia della gallina vecchia che fa buon brodo. Non e' che scarseggino le ventenni superdotate e' che a Sharon Stone siamo affezionati ed e' piu' sexy adesso che ha superato i cinquanta...
E' la nuova filosofia. E noi che giochiamo guardando dalla finestra la storia e cercando di capire se possiamo indirizzare la nostra azione in una direzione che sia veramente utile, avremmo voglia di sfruttare quest'onda, che aspettiamo pregando da decenni, per far galleggiare sui flutti e far andare lontano una manciata di semi archetipi di nuovi modi di usare la mente ed essere.
Si', dopo anni di esperimenti ci siamo convinti che il nostro compito, e a nostro parere uno tra i piu' utili, e' quello di essere dei surfisti intraprendenti che cercano di provocare piccoli spostamenti mentali.
Guardando quel che abbiamo fatto negli ultimi trent'anni vediamo enormi errori e molti fallimenti ma emergono anche una serie di battaglie culturali vinte, di nuovi modi di vivere e pensare che abbiamo contribuito a lanciare, spesso aspettando per anni che i tempi diventassero maturi: le occupazioni dei centri giovanili nel '77 e poi gli indiani metropolitani, i primi centri culturali in citta' (Macondo), l'esplosione della satira col Male, l'agriturismo culturale con Alcatraz, i corsi di arte e sviluppo delle potenzialita' umane, la comicoterapia, la battaglia per raccontare l'esistenza del punto G e della frigidita' maschile, il commercio equo e solidale, la controinformazione militante in rete (le inchieste sull'Aids e l'Uranio impoverito), l'autoimpresa nel settore del risparmio ecologico...
Da anni esiste un piccolo gruppo informale di persone che continuano a vedersi, discutere, tirar fuori idee. E questo gruppo si e' via via allargato e grazie a internet e a questo e altri luoghi di scambio di vedute in rete, oggi potrebbe fare la differenza. Potrebbe diventare un grosso surfista che sguilla tra le onde sbeffeggiando il potere del dolore e gettando nuove idee autoinstallanti nei pc di milioni di persone.
Sei disponibile a entrare a far parte di questa congrega?
Chiarisco che non ti sto proponendo un partito. Non credo ai partiti, sono basati intrinsecamente su meccanismi di consenso interno e di leadership che premiano chi non ha idee ed e' bravo a far finta di credere in quelle degli altri.
Quel che ti sto proponendo e' di dare una svolta alla tua vita e di contribuire a una battaglia epocale in modo indipendente, autonomo e autarchico.
So che non credi che ti stia dicendo la verita'.
Allora cerco di spiegarmi meglio.

Se sei d'accordo con l'idea che la qualita' della tua vita dipende dal numero di persone di valore che conosci e ti sono amiche, Cacao e Alcatraz sono in grado di offrirti la possibilita' di conoscere almeno duecento persone straordinarie che vivono nel raggio di cinquanta chilometri da casa tua (se non abiti in mezzo al deserto del Sahara).
Ma se li vuoi conoscere devi organizzare tutto tu. Questo e' il problema. Sei capace di trovare uno spazio al coperto pulito e riscaldato in grado di ospitare cosi' tanta gente? Credi che sia una svolta vera per la tua vita? Vuoi far nascere amori, complicita', occasioni per creare imprese e iniziative?
Il risultato e' a portata di mano. Trova il posto, fissa una data, fissa un prezzo (credo che 5 euro a testa potrebbero coprire i costi di affitto di uno spazio) e faccelo sapere, noi lo comunicheremo su Cacao gratuitamente. Certo e' uno sbattimento ma spero tu ti renda conto delle potenzialita' dell'iniziativa...
Oltre al vantaggio esistenziale ce ne e' uno politico enorme. Cacao e Alcatraz hanno bisogno di uscire da internet, essere solo in rete e in un luogo perso tra le montagne umbre non e' sufficiente. Sono un pazzo e mi immagino quale impulso a tutto quello che stiamo facendo darebbero cento feste in tutta Italia. Intendiamoci, non ci interessa che qualcuno faccia un comizio sui riduttori del flusso dell'acqua durante la festa. Ci interessa che quel che diciamo in rete, quel che siamo in rete come mole enorme di contatti, diventi qualche cosa di solido e reale come una festa dove si canta, si balla, ognuno porta qualche cosa da mangiare e da bere e la gente diversa si incontra e si rende conto che siamo tanti, veramente, e siamo veramente diversi.
Abbiamo bisogno di immaginarvi con un corpo e una faccia, abbiamo bisogno di sentire il rumore dei salti sulla pista da ballo. Non so se riesco a spiegare... Cacao, ogni singola parola scritta qui sopra, cambierebbe totalmente di senso se chi la legge sapesse che i lettori di Cacao non sono zombi informatici (web-trasparenti)
ma persone vere con tanto di faccia e di odore (preferibilmente gradevole).
Possiamo dire che sia una questione di energia. Ma piu' concretamente e' una questione di immagine che noi e i nostri lettori abbiamo di noi stessi.

Una seconda proposta che ti facciamo e' di valutare la possibilita' di guadagnare denaro dedicando qualche ora alla settimana a fare marketing guerriglia.
Abbiamo 8000 sindaci e qualche altra decina di migliaia di assessori, presidenti di province e regioni, decine di migliaia di imprenditori e amministratori di condomini, da contattare per proporre loro di risparmiare denaro e aumentare il confort. Sicuramente ne conosci un paio anche tu, oppure li conosce la zia di tua cugina.
E' l'occasione per allargare il meccanismo economico che lega oggi una ventina di societa' riunite intorno alle "bandiere di Cacao".
Se anche solo cento persone iniziassero a impegnarsi su questo progetto www.commercioetico.it diventerebbe una vera potenza nel settore permettendoci di realizzare quello a cui miriamo da tempo (con successo): accelerare il processo di conversione ecologica testando e commercializzando nuove tecnologie e stabilendo alleanze tra gruppi di tecnici. Grazie a questo lavoro oggi siamo in grado di offrire consulenze globali come sta succedendo a Padova e in molti piccoli comuni e imprese. Ma la nostra debolezza e' costituita dall'incapacita' di costruire una rete di promotori ecologici professionisti, servirebbero investimenti che non possiamo permetterci. Ed e' chiaro che la nostra posizione di punta e' oggi minacciata dai grossi gruppi che stanno pensando di entrare in campo con l'intenzione non di sviluppare l'ecologia ma di incassare aggiustando dopo aver incassato rompendo. La loro logica rapace sarebbe una zavorra insopportabile per la rivoluzione ecologica e comporterebbe un costo umano e ambientale enorme. Quindi sostenerci part-time entrando a far parte della nostra forza di dissuasione allo spreco e' oggi una scelta di grande valore concreto e di notevoli implicazioni politiche e culturali.
Le esperienze finora tentate ci dicono quanto sia difficile arrivare a un simile risultato. Il pugno di aziende che costituiscono la nostra flotta di canoe, sono il frutto stupendo e sofferto di dieci anni di rapporti spesso burrascosi ed esistenzialmente drammatici. Per questo siamo arrivati a confezionare una proposta che fa della sua semplicita' il punto di forza: tutto quanto c'e' da sapere e' racchiuso in una foglietto dove pubblichiamo la lista di prodotti e consulenze che possiamo offrire e i link alla documentazione necessaria per capirne le caratteristiche. A fianco di ogni prodotto e' scritto lo sconto che Commercioetico.it riconoscera' a ogni agente. Vai, provi a proporre, se trovi interesse passi la trattativa ai tecnici e se la storia va in porto hai la tua parte. (Se ti interessa mandaci una mail a info@commercioetico.it)

Ora e' evidente che queste due proposte sono rivolte a chi ha a disposizione almeno un po' di tempo. Ma ci sono altri modi per partecipare a questo movimento.
Il primo, il piu' semplice, ma ancora capito da pochi, e' adottare il risparmio energetico nella propria casa. Sono ancora almeno trentamila i lettori di Cacao che NON hanno cambiato le lampadine e NON hanno montato i pannelli isolanti dietro i caloriferi o i riduttori del flusso dell'acqua.
Il primo segnale che ci dira' se sia possibile raggiungere l'ambizioso obiettivo di incidere veramente in questa rivoluzione del risparmio energetico, e usarla per veicolare una nuova visione della vita, ci verra' proprio dai nostri lettori.
E' come il televoto. Se i trentamila che ci leggono senza credere veramente a quel che proponiamo e senza adottarlo decidessero di mettere il loro peso sul piatto della bilancia sarebbe un segno talmente forte da darci l'energia, per portare veramente a meta l'idea di costruire cento feste e una rete di cento venditori.
Chiunque oggi decida di spendere sette euro e mezzo e montare un pannello isolante dietro un calorifero o spendere dodici euro e mezzo e montare una lampadina da 15 mila ore crea una profezia che rischia di autorealizzarsi.
Per noi vendere diecimila lampadine la prossima settimana significherebbe affrontare un incubo di pacchetti e spedizioni ma anche passare da una situazione di stretta sopravvivenza alla capacita' di prendere iniziative. In questo momento poche decine di migliaia di euro farebbero la differenza. Assurdo dire questo proprio quando guardiamo esplodere la domanda di risparmio energetico. Sembra una contraddizione ma e' cosi'. Abbiamo resistito per sette anni di vacche magre e ora siamo in grado di continuare a battere il chiodo per altri sette anni ma non abbiamo la capacita' di caricarci sulle spalle neppure uno spillo di piu'.

Ma puta caso che tu non te la senta neppure di affrontare il gravoso compito di rinunciare a trasportare tonnellate di bottiglie di plastica su per le scale, oppure sia talmente malmesso da non poter affrontare neppure un investimento che si ripaga in qualche mese, c'e' comunque qualche cosa che puoi fare: economizza il tuo tempo e ottimizza i tuoi acquisti utilizzando le immense risorse del Social Network di Alcatraz e contribuisci a svilupparlo.
Nove mesi fa all'interno della Citta' Segreta e' nato un superforum con cento argomenti: scambio di informazioni concrete su prodotti e possibilita', baratti, ricerca di collaborazioni, contatti e amori.
Sono ormai piu' di mille le persone che sono entrate nella Citta' Segreta e hanno raggiunto l'area dei forum. E le varie caselle dedicate ai diversi prodotti e problemi iniziano a contenere parecchi messaggi.
Ovviamente uno spazio simile (dove, tra l'altro ci sono laboratori on line, c'e' chi sta lavorando a un libro di controinformazione su Napoli, e chi a un calendario spirituale progressista) e' dedicato a persone che vogliono impegnarsi e quindi abbiamo inventato un sistema che ci garantisce un certo livello di selezione e di impegno. Ci sono due vie: una e' pagare iscrivendosi a Cacao (i famosi 27 euro che ci permettono oggi di essere presenti sulla rete), chi si iscrive riceve automaticamente l'indirizzo dei forum (non dei livelli superiori della Citta' Segreta, quelli ve li dovete guadagnare).
La seconda via prevede di superare il primo livello della Citta' Segreta: giocare nel labirinto degli enigmi, arrivare al corteo delle grandi madri e di li' alla fortezza. Risolvi l'ultimo enigma e una mail ti inviera' in risposta l'indirizzo del forum (oltre che per proseguire il gioco, se lo vorrai...). Per trovare l'inizio del gioco dovrai pero' sudare, cercando uno strano simboletto su una delle nostre home page...Attenzione. Questo e' l'ultimo avviso. A novembre la via verra' chiusa e si potra' entrare solo pagando i 27 euro.

Un altro gesto che potresti fare e' quello di far valere il doppio il tuo budget per i regali di Natale. Anche questo potrebbe essere un modo per aiutarci a far partire una nuova campagna ecologica.
Puoi regalare libri, magliette, cibi, assolutamente meravigliosi con un biglietto d'auguri che dice: "Vorrei condividere con te il sogno di un mondo nuovo pieno d'amore. Questo regalo ne contiene un pezzettino."
Fai un regalo di Natale a chi vuoi e anche a noi. Il che ovviamente ti portera' una ricaduta di fortuna sfacciata oltre all'affetto delle persone che ti penseranno ogni volta che accenderanno la luce o apriranno l'acqua. Per anni, mentre tu ti godi la vita i tuoi regali lavoreranno a favore del pianeta, della sopravvivenza umana e della fine delle guerre petrolifere. Cosa vuoi di piu'. Lo sai che sentirsi con la coscienza a posto fa bene alla salute?
Non ti basta?
La solidarieta' sociale e' un toccasana per sindromi paranoiche e stati depressivi!
Ancora non sono stato convincente?
Ti smuoverebbe sapere che regalare prodotti di commercioetico.it fa esplodere la carica sessuale?
Non ci credi?
Come fai a dirlo se non hai mai provato?

Infine, se proprio tutte le proposte fin qui espresse non ti confacciono, hai un'ultima passibilita' che ha comunque un potere dirompente: diventa un attivista del web: comodamente tappato in casa tua, biadesivato alla tastiera, puoi copincollare consigli ecocompatibili impicciandoti in mille forum. Scrivi a tutti gli amministratori d'Italia, tempesta i giornali, subissa le trasmissioni tv con cento nickname. Impalpabile come i granelli di polvere che vorticano nell'aria illuminati da un raggio di sole, puoi creare riflessi infiniti nella rete.

L'unica cosa che ti sconsigliamo di fare e' astenerti. Niente da dire se ti prendi tre mesi di vacanza dalla vita o se ti imponi due ore di polleggio sotto le coltri di lana, tre volte al giorno e poi dormi 9 ore per notte... Siamo strenui sostenitori del non tempo e della pigrizia come correttivo essenziale delle allucinazioni della mente.
Ma oggi, in questo varco che si apre nello spirito del millennio, sarebbe una follia per te non scendere in campo perche' poi non potrai dire "C'ero anch'io".
E soprattutto ti perdi quel turbinio di esperienze interpersonali, quel luccichio negli occhi, quell'ebbrezza di conoscere persone nuove e sentirsi partecipi di un processo storico, complesso e misterioso.
E' eccellente sentirsi parte di uno sciame di intelligenze che cerca nuovi fiori.
E' corroborante, rafforza l'autostima e il sistema immunitario, ti fa assaporare il tuo essere vivo con un retrogusto di fragola.
E' energetico, vasodilatore, afrodisiaco.
Lascia ai ricchi e ai delusi dalla vita le notti brave con travestiti a tassametro, auto di cattiva qualita' e droghe autistiche.
Vieni a giocare con noi a fare finta che sia arrivato il giorno nel quale l'umanita' inizia a ragionare.
Magari poi succede veramente...

Jacopo Fo


Cacao Edizione del sabato 15/10/2005

Prima dell'articolo di questa settimana vi segnaliamo che domani, dalle 8 alle 22, si svolgeranno in tutta Italia le elezioni del candidato premier per l'Unione di centrosinistra.
Potranno partecipare tutti i cittadini muniti di tessera elettorale e documento di identita' valido.
Per sapere come e dove si vota www.unioneweb.it/

 

News del Centro Ghélawé
di Simone Canova

Per coloro che si sono messi all'ascolto di Cacao da poco tempo faccio un breve aggiornamento. Da maggio 2005, dopo un avventuroso e indimenticabile viaggio in jeep nell'Africa sud occidentale, la Redazione di Cacao collabora con il Centro Ghélawé (www.centroghelawe.org), un progetto agricolo in Burkina Faso. Consiste nella costruzione e avviamento di un Centro di formazione e sviluppo dell'agricoltura e dell'allevamento, una scuola dove poter trasmettere ai giovani burkinabe le nostre conoscenze sull'agricoltura biologica, sulla gestione del bestiame e delle risorse idriche. Senza stravolgere quelli che sono gli usi e le tradizioni locali, tenteremo di migliorare le tecniche e gli strumenti di lavoro. Qualche giorno fa, durante una riunione tecnica del Centro, il nostro agronomo ha detto una frase emblematica dell'intero progetto: possiamo farli arrivare a tre raccolti l'anno, contro un solo raccolto che viene fatto oggi. Ecco il nostro obiettivo. Quando i contadini del villaggio di Dolo' saranno arrivati a fare tre raccolti l'anno vorra' dire che ce l'abbiamo fatta e la rivoluzione agricola, forse cosi' come l'avrebbe voluta Thomas Sankara, sara' partita. E inizieremo a costruire un altro Centro da un'altra parte... Ora il Progetto e' giunto a una prima fase di svolta: a ottobre abbiamo tirato le somme della prima campagna di raccolta fondi (le magliette di Stefano Benni e Jacopo Fo) che ha dato ottimi risultati. Grazie a una seconda raccolta che stiamo organizzando per Natale potremo iniziare a impastare argilla, sabbia e acqua per il Centro Ghélawé a partire da aprile 2006 (per il tetto ci vorra' anche il letame). Entro quella data dovremo aver costruito un pozzo per l'acqua e ripulito il terreno dove sorgeranno le prime cellule edilizie del Centro, le coltivazioni e i ricoveri per gli animali. Nel viaggio in Burkina Faso di agosto Paolo, l'agronomo, ha potuto preparare il piano colturale, che in pratica si dividera' in due grandi settori: semina di piante autoctone (cioe' che vengono gia' coltivate e utilizzate in Burkina, mais, miglio) e semina di piante sperimentali (vite, mele, pesche, nespole). L'inserimento di queste nuove specie ci permettera' di introdurre nell'alimentazione locale vitamine, zuccheri, antiossidanti e sostanze nutritive che mancano. Un passaggio fondamentale del nostro progetto: migliorare e completare l'apporto nutritivo della cucina burkinabe'. Dopo la semina non restera' altro da fare che sedersi, accettare di buon grado una calebasse di chapalo' e aspettare, come si aspetta in Africa. In questi mesi abbiamo anche lavorato molto per far conoscere il progetto e devo ringraziare delle segnalazioni e l'aiuto Lifegate Radio, Fonopoli.it, gli amici dell'Ammazzacaffe', Gaspare D'Angelo (questo burlone ha devoluto i proventi del suo libretto di poesie), Mario Pirovano e ovviamente Stefano Benni e Jacopo. Stiamo completando la scalata burocratica per poter importare dal Burkina Faso e vendere in Italia, attraverso i canali equo e solidali di Commercio Alternativo di Ferrara, il burro di karite' e l'artigianato. Piu' avanti avremo anche la possibilita' di offrire pacchetti Vacanze Responsabili in Africa, il cosiddetto "turismo sostenibile". Una parte dei ricavi di tutte queste attivita' commerciali etiche andranno a finanziare i lavori del Centro Ghélawé ma soprattutto, come speriamo, avranno un impatto positivo sulla popolazione del villaggio di Dolo'. La nostra e' una grande sfida, come lo era il microcredito di Mohamad Yunus quando nacque. Oggi ha tolto dalla morsa della miseria assoluta piu' di 80 milioni di persone nel mondo. Avete idea di quanto costa fare un pozzo in Africa? Come detto per l'inizio lavori di aprile dobbiamo costruire il pozzo e installare una pompa. Li' utilizzano pompe a mano ma ne stiamo cercando anche una a pannelli solari fotovoltaici, in grado cioe' di lavorare da sola autoalimentandosi. La necessita' di acquistare una pompa "automatica" sta nel fatto che l'impianto di irrigazione dei campi e degli orti utilizzera' parecchia acqua e la pompa a mano costringerebbe a molto lavoro. Con la tecnica geofisica della resistività del terreno abbiamo trovato l'acqua in due punti, a 30-50 metri di profondita'. Stiamo vagliando diversi preventivi (di imprese burkinabe) e stiamo telefonando in giro per cercare altre offerte, ma sembra che il lavoro non costera' meno di 6-7mila euro, a cui vanno aggiunti i costi per la pulizia del terreno e l'acquisto delle piante sperimentali. Entro pochi giorni, grazie alla collaborazione con Commercio Alternativo e Commercioetico.it. vi proporemo nuovi prodotti il cui ricavato sara' destinato al Centro. Fateci un pensierino per i vostri regali di Natale. Per contribuire si puo' anche fare una donazione a Banca Popolare Etica c/c 114044 CIN:J ABI:05018 CAB:12100 Finora ho elencato soprattutto aspetti tecnici del progetto, ma la cosa forse piu' bella di tutta questa esperienza e' il fattore umano. Ognuno dei membri dell'Associazione sta mettendo in gioco se stesso e le proprie capacita' per far diventare realta' il sogno di Sami Palm Gue'lawe', che era il sogno di Sankara e di altri 2 miliardi di persone nel mondo: tre pasti al giorno, un lavoro e la possibilita' di una vita dignitosa. Si innescherebbe cosi' un meccanismo a cascata che porterebbe benessere, rispetto per le donne, accesso all'acqua potabile, a una scuola, a una farmacia o a un ospedale. Ci vorra' tempo, una cosa che in Africa non manca.


Cacao Il quotidiano delle buone notizie comiche del 14/10/2005

Comunicazione di servizio
Lo spettacolo di Jacopo Fo del 15 ottobre al Teatro 2 di Parma è stato annullato.

Venerdi' 14 ottobre 2005

I soliti Super-Eroi
Berlusconi inciampa uscendo da Montecitorio e si sloga una caviglia.
Presto una legge contro i gradini.
Nulla di grave, assicura lo stesso Berlusconi, sono indistruttibile.
(Fonte: Adnkronos)

Il Fisco italiano si accorge che Diego Armando Maradona deve oltre 30 milioni di euro di tasse non pagate e pignora il pibe de oro.

Burloni 1
Un professore di Termodinamica dell'Universita' di Genova avrebbe chiesto agli studenti del suo corso di laurea di rispondere alla seguente domanda: L'inferno e' esotermico (cioe' libera calore) o endotermico (cioe' assorbe calore)? Sostenete la vostra risposta con delle prove.
(Fonte: Tiscali News)
Qualcuno puo' aiutare questi ragazzi?

Burloni 2
Pierre Guiraud e' un signore francese, venuto alla ribalta per aver pagato una tassa sulla proprieta' (aumentata di 188 euro rispetto all'anno scorso) con un enorme assegno a forma di mucca.
Un metro e ottanta di altezza per 3,15 di lunghezza, 38 kg di peso. Il maxi muccassegno riportava tutti i dati presenti in un normale assegno circolare e cio' lo rende legale. Secondo la legge francese e', infatti, possibile realizzare un assegno valido su qualunque supporto in grado di contenere tutti i dati necessari.
La vicenda non e' ancora finita perche' il cassiere ha dovuto chiedere delucidazioni alla sede di Montpellier della Banca di Francia, dove nessuno sapeva nulla dei muccassegni.
Pierre Guiraud non e' nuovo a queste bizzarre manifestazioni di disappunto. Qualche anno fa, candidato alle elezioni comunali, era salito su una gru di 35 metri e si era messo a urlare "Non vi prometto la Luna, ma sono nella condizione migliore per prenderla".
(Fonte: Corriere.it)

Titanio contro lo smog
Una vecchia fabbrica di Ferrara verra' ristrutturata e ricoperta di lastre di titanio, in grado di assorbire l'inquinamento. Come spiega Alberto Cigada, docente al Politecnico di Milano, "si tratta di un trattamento nanotecnologico che consente di convertire l'ossido di titanio amorfo, che spontaneamente ricopre la superficie del titanio e a cui il titanio deve le sue proprieta' di resistenza alla corrosione, in nanotubi di ossido di titanio con struttura cristallina anatasio". (Giuro!)
Detta in lingua umana il titanio, quando viene colpito dalla luce solare, e' in grado di abbattere gli ossidi di azoto, di carbonio e altri inquinanti presenti nei gas di scarico delle auto e nel fumo di sigarette.
(Fonte: Lifegate.it)

Secondo alcuni ricercatori dell'Universita' di Washington i turisti che vanno a visitare i luoghi di riproduzione dei pinguini possono essere causa di stress per i cuccioli.
La ricerca e' stata pubblicata sul numero di ottobre della serissima rivista "Conservation Biology".
State a casa vostra e guardate i pinguini in televisione.
(Fonte: LeScienze.it)

Angola
150 persone hanno recentemente terminato i corsi di formazione al lavoro organizzati nell'ambito di un programma internazionale di disarmo e riabilitazione degli ex combattenti.
I corsi, agricoltura e falegnameria, sono stati frequentati finora da circa 50.000 angolani, un quarto dei 200.000 ex militari ed ex ribelli dell'Unita (Unione nazionale per l'indipendenza totale dell'Angola)
(Fonte: misna.org)

Il governo di Cuba ha inviato 575 medici specializzati in emergenze nelle zone del Guatemala colpite dall'uragano "Stan".
Si tratta dei medici della Brigada Me'dica de Cuba, una sorta di unita' medica di emergenza da inviare nei paesi del mondo colpiti da catastrofi naturali (vedi Cacao del 15 settembre).

CACAO CARBONIO 14

Archeologi pechinesi. No. Archeologi di Pechino hanno rinvenuto dalle profondita' della terra di Laja, vicino al fiume Giallo, nel nord ovest della Cina, i resti di un piatto di spaghetti risalenti a 4.000 anni fa (data confermata con l'esame al Carbonio 14).
Le prove sono inoppugnabili, gli spaghetti si riconoscono immediatamente e si vede addirittura che sono stati precedentemente bolliti. La presenza di una scodella conferma che facevano parte del menu'.
Queste nuove informazioni farebbero pensare che gli spaghetti siano stati inventati dai cinesi, ma la disputa, con italiani e arabi, sull'origine di questo piatto e' in corso di anni e non e' ancora finita.
Le foto e i particolari della scoperta sono stati pubblicati da Nature.

La Redazione: Simone Canova, Jacopo fo, Maria Cristina Dalbosco e Gabriella Canova


Cacao Il quotidiano delle buone notizie comiche del 13/10/2005

Giovedi' 13 ottobre 2005

Favole sempre piu' lontane
I Babbi Natale, riuniti nel parco divertimenti di Alton Tower nello Staffordshire, si sono dati un nuovo codice deontologico.
Non e' uno scherzo, anzi si tratta di un'operazione studiata a tavolino per ridare una nuova immagine ai Babbi Natale di tutto il mondo, spesso maltrattati e ritenuti fastidiosi a causa del loro comportamento e della loro sciatteria.
Le nuove regole fissano l'eta' minima per fare il Babbo Natale, consistenza e lunghezza (18 cm) della barba, circonferenza del giro vita (140 cm), tipo e colore delle scarpe. La divisa dovra' essere sempre pulita e in ordine, i Babbi Natale dovranno inoltre saper salutare i bambini in 10 lingue diverse, devono conoscere le storie di Natale e devono essere aggiornati sui giocattoli nuovi e sulla musica che va di moda. Non devono correre e saltare ma rimanere sempre composti muovendosi con armonia e grazia. Niente alcool, fumo e droghe in servizio, neanche alle renne!

In sella all'incentivo
La Regione Lazio stanziera', dal 25 ottobre, 4 milioni di euro in finanziamenti per l'acquisto di biciclette e motocicli elettrici. Gli sconti riguarderanno biciclette elettriche a pedalata assistita (300 euro), motocicli elettrici (800 euro), motoveicoli elettrici (1300 euro) e motocicli Euro 2 (300 euro) e i cittadini potranno usufruirne rivolgendosi direttamente ai rivenditori.
Gli incentivi prevedono anche l'abolizione della tassa di acquisto di un nuovo motociclo, 150 euro e la rottamazione gratuita per chi non vuole comprare un nuovo motorino.
(Fonte: Verdi.it)

Approvata definitivamente dal Senato una legge che disciplina le trasfusioni di sangue. Il sangue umano non puo' essere oggetto di profitti e chi ne fa commercio verra' severamente punito. Consentito invece l'uso personale.
(Fonte: ansa)

Il governatore della California, A. Schwarzenegger, avrebbe firmato una legge che mette al bando Coca Cola e Pepsi Cola nelle scuole.
Secondo il Centro di difesa della Salute pubblica, un adolescente californiano consuma in media 800 lattine all'anno, assumendo una quantita' di zuccheri doppia rispetto a quella raccomandata.
La nuova legge e' tra le piu' coraggiose approvate fino a oggi in California, per niente al potere c'e' un robot...

La Cina e' di nuovo nello spazio. Ieri e' stata infatti lanciata Shenzhou VI, versione aggiornata della navicella che due anni fa porto' il primo cinese nello spazio.
Ora a bordo ci sono due astronauti, che finora hanno detto di sentirsi "normali".
La Cina ha in programma di inviare molto presto un uomo sulla Luna a costruire una stazione spaziale.

LO SAPEVATE CHE...

Nel mondo ci sono 13 paesi che permettono di condannare all'ergastolo un minorenne, ma sembra che in uno solo di questi la pratica sia utilizzata e diffusa: gli Stati Uniti.
Secondo uno studio congiunto di Amnesty International e Human Rights Watch negli USA sono 2.225 i ragazzi ergastolani. Il 16% di loro ha ricevuto un ergastolo quando avevano tra i 13 e i 15 anni e circa il 59% del totale e' stato condannato al carcere a vita, senza possibilita' di liberta' condizionale, anche se non aveva precedenti penali. Il 60% dei baby ergastolani e' di colore, il 29% e' bianco.
"I ragazzi che commettono crimini gravi - ha dichiarato Alison Parker, autore del rapporto - non dovrebbero certo essere immuni da condanne. Ma se per l'America sono troppo giovani per votare o per comprare le sigarette, sono troppo giovani anche per trascorrere il resto della loro vita dietro le sbarre".
(Fonte: Ansa)

CACAO SOLLEVAMENTO PESI
Notizie di sport e diritti umani

I Mondiali di Calcio del 2006, che si terranno in Germania, vedranno, per la prima volta, scendere in campo un'Africa nuova. Invece delle solite nazionali (Nigeria, Sudafrica, Camerun, Marocco) si sono classificate le meno conosciute nazionali di Togo, Ghana, Costa D'Avorio e Angola.
Le tanto blasonate nazionali europee devono temere questi ragazzi, perche' sono come i leoni che in Africa ogni mattina si svegliano e sanno che dovranno correre.
(Fonte: misna.org)

La Redazione: Simone Canova, Jacopo Fo, Maria Cristina Dalbosco e Gabriella Canova