Come vincere le elezioni

Quando hai escluso le possibilità possibili restano solo le possibilità impossibili.

Ti risparmio deprimenti analisi sulla situazione.

Credo che anche un eschimese sappia che rischiamo seriamente di vedere B. rivincere, l’altra possibilità è che vinca un’alleanza contronatura da Fini a D’Alema: tutti insieme pur di battere il Mostro. Farebbero un governo paralizzato che non sarebbe certo capace di affrontare i problemi drammatici che il Sistema Italia ha davanti.

Queste ipotesi sarebbero entrambe un disastro e un trionfo della Casta. Mi chiedo quindi: esiste un’altra possibilità?

In effetti esiste un’altra eventualità anche se presenta molte difficoltà.

Esiste un grande popolo progressista, migliaia di associazioni locali per la difesa del territorio, delle minoranze, per la promozione della cultura creativa e non violenta, gruppi di acquisto, cooperative sociali, volontariato, imprese etiche gruppi creativi. Un grande movimento che trova la sua unità in obiettivi concreti, battaglie che coinvolgono le persone sui problemi quotidiani.

Si calcola che in Italia vi siano alcuni milioni di persone che praticano una resistenza costante al sistema dominante e cercano di costruire momenti di vita alternativa.

Molte di queste persone aderiscono poi individualmente al PD, all’IDV, Verdi, Comunisti, Rifondazione, sinistra extraparlamentare, movimento di Grillo e ad altri gruppi progressisti.

CONTINUA SUL BLOG DEL FATTO QUOTIDIANO


Commenti

..di movimenti politici, in Italia, ce ne sono troppi. E ne vengono invocati di nuovi come via di salvezza dal "presente"...che non piace...(nuovi partiti, liste civiche, movimenti politici)...ciò che nessuno fa è il lavoro concreto di mettere assieme l'arcipelago di cui tu parli (associazioni etc.etc.) in un contesto sociale praticabile e generale (al di la delle specifiche finalità di ogni associazione)...cioè praticare un'alternativa possibile, elaborare leggi, sostenere movimenti, far crescere nuovi quadri politici, fare cittadinanza attiva, costruire campagne pubblicitarie efficaci, costruire un "sapere scientifico" consapevole e che sostenga il nuovo soggetto sociale, trovare le risorse economihce da investire in questo soggetto sociale. Poi sarà possibile cambiare dal di dentro i partiti politici e/o farne uno nuovo.....