Il Buddha degli idraulici (Terza Parte, prima versione anno 2013)

Prima parte clicca qui
Seconda parte clicca qui

65
Gli uccelli volano
in cielo
i pesci nuotano nell’acqua
le cacche si attaccano alle scarpe.

66
Qual è la tua natura?
Hai una “Leggenda Personale” da realizzare?
Oppure stai solo aspettando che tutto questo casino finisca?

67
L’universo è un tipo vitale
(ha l’argento vivo addosso).
Diceva quel tale che tutto scorre e che non potrai mai bagnarti due volte nella stessa acqua.
Anche mangiare due volte la stessa insalata è difficile. C’è un’enorme abbondanza di eventi, molluschi e sfumature di colore.
Anche quando sei depresso e non ce la fai più, i tuoi capelli continuano a crescere. Però ti odiano perché sei un musone.
La forfora è la loro vendetta.
(Senti l’energia vitale dentro di te?).

68
Si può dire tutto di Dio ma non si può negare che sia un tipo preciso.
Potete fare tutte le critiche che volete al creatore per la qualità del cibo, le condizioni igieniche del pianeta o il tipo di compagnia con la quale dobbiamo convivere.
Non si può negare comunque che l’universo, in ogni sua briciola, sia costruito in modo minuzioso.
Prendi a caso uno qualunque dei granelli di sabbia di una spiaggia. Rompilo. Sei certo di trovarci dentro una spaventosa quantità di atomi.
Miliardi di miliardi per l’esattezza.
Se fossero grandi come una capocchia di spillo coprirebbero mezza Europa di un tappeto alto 20 centimetri.

69
Non c’è nulla dentro di te che ti voglia uccidere.
Fidati di te stesso.
Amati.
Mettiti al centro dei tuoi interessi. Rispettati. Abbi pietà delle tue debolezze. “Ama gli altri come te stesso”. Quindi per prima cosa ama te stesso.
Poi potrai amare gli altri allo stesso modo.
Non fidarti di chi si fustiga, fa penitenza e digiuna: non ti offrirà mai un buon pranzo e un giaciglio comodo. E soprattutto si aspetterà che anche tu ti dia delle martellate sulle dita dei piedi per fargli compagnia.

70
Scegliere la professione sbagliata non è grave.
Il dramma è quando sbagli a infilarti i calzini.
Fai poche scelte importanti nella vita.
Fai centinaia di scelte senza importanza ogni giorno.
Sono i piccoli bivi che incontri continuamente che assommandosi determinano il percorso, la trama della tua vita.
Non ti presteranno i soldi se entri in banca con una calza di nylon sulla faccia.

71
Come fanno le montagne a restare ferme se i pianeti girano?

72
Il grande giocatore di poker si diverte a giocare sia che vinca sia che perda.
Il grande giocatore segue il flusso delle carte, il continuo divenire delle combinazioni, le spia, le aspetta, le corteggia, le prega, le sente, le ascolta, le vede.
Questo è il gioco.
Se non lo capisci la vita diventa molto noiosa. Ti diverti solo quando vinci. Ma non vinci sempre e la depressione cresce dentro di te.
Appassionarsi non è difficile. Basta notare le cose più banali.
Puoi riuscire a vedere il bello di un cielo, di un bosco, di un quadro, di un sedere, di un pomeriggio passato a sputacchiare controvento, di una notte profumata trascorsa a dormire, di un treno in ritardo che ti permette di scoprire quanto sono sporchi i cessi delle stazioni…
Qualunque cosa può essere piacevole, eccetto quando la squadra nazionale giapponese dei lottatori di Sumo ti camminano sopra con gli scarponi dotati di ramponi da ghiaccio.
Sai quelli con quei chiodini di acciaio al vanadium…?

73
Bevendo aceto non si diventa grandi intenditori di vini.
Non esiste la possibilità di arrivare a qualche cosa di buono e gradevole facendo qualche cosa di sgradevole.
È vero che è dal letame che nascono i fiori ma questo non vuol dire che devi mangiarti il letame se vuoi diventare un bravo fiorista.

74
Prima di protestare perché la vita è dolorosa, togliti le puntine da disegno dalla scarpa.
Anche se sai che non potevi evitare in nessun modo ciò che è successo, continui a sentirti in colpa.
So che soffri perché lavandoti le mani hai sterminato milioni di batteri ma non puoi rinunciare a farti un bagno se vuoi salire sopra un autobus.

75
Niente è importante come le questioni irrilevanti
Se la realizzazione della tua leggenda personale consiste nel diventare il più grande allevatore di lumache del Sudafrica, ci riuscirai solo seguendo le coincidenze e praticando il pensiero positivo.
Ad esempio prova a sorridere al barista. Magari ti fa un caffè migliore. E il caffè migliore ti fa venir voglia di parlare con un tipo di Bergamo e così vieni a sapere che c’è un festival del Tulipano Blu ad Amsterdam, e invece di andare al lavoro partirai e ad Amsterdam, conoscerai Manuela, la mangiatrice di spade, e con lei arriverai ad Amburgo alle tre del mattino dopo aver bevuto troppo e fuso un pulmino Volkswagen in compagnia di otto dissidenti kurdi. E sarà lì che incontrerai Antonella: la lumaca della tua vita e con lei emigrerai in Sudafrica.

76
Ciò che è buono, è buono.
Quello che fa schifo fa proprio vomitare.
Il creato è giusto.
Nessuno può toglierti il sapore delle ciliegie.
Anche l’anno prossimo, se ci saranno, puoi prevedere che non avranno il sapore di banana (o di acciuga, che sarebbe peggio).
L’universo è incommensurabilmente fedele ai suoi principi.
E’ un piacere avere a che fare con lui. Mantiene sempre la parola data.

77
E la mosca disse:
“Tutti vogliono rubarmi questa merda calda! Resterò sveglia tutta la notte per impedirlo!”

78
Vai piano!
(se arrivi per primo al camposanto non vinci niente).

Il 97% delle donne americane preferisce un uomo che impiega tre ore per ogni rapporto sessuale a un altro che ha sei rapporti in tre minuti.
L’universo ha un sacco di tempo e lo usa con pigrizia.
Ci sono voluti miliardi di anni per produrre le fragoline di bosco.

79
Questa partita l’hai vinta tu, e anche la precedente del resto.
Potevi dirmelo però che era un incontro di Kung Fu full contact, io credevo che ci vedevamo a casa tua per fare l’amore.

80
Non c’è gusto ad arrivare primi a una corsa in bicicletta andando in moto.

81
Non cercare i fenomeni paranormali.
Si inizia camminando sull’acqua e si finisce nuotando giù per le scale.
Tutti pregavano e recitavano mantra ma nessuno riusciva a far piovere.
Il cielo era terso.
Arrivò il grande maestro buddista Trungpa Legpa. Lo chiamavano “lo yogi pazzo”. Era vestito di stracci.
Si mise a testa in giù davanti a tutti i lama riccamente adornati, incrociò le gambe e liberò una potentissima scoreggia.
Subito iniziò a piovere.
Egli si rimise in piedi e disse: «Vale più una mia scoreggia di tutti i vostri mantra».
 
82
Nessuno sa esattamente perché le galline abbiano smesso di volare.
Ma date loro un buon motivo e vedrete che ricominciano.
In nessun caso invece gli aerei riusciranno a fare le uova.

83
Forse non dovevi spendere tutti i soldi per comprarti un paio di sci e poi andare in vacanza al mare.
Ti trovi a Parigi e devi essere a Roma fra dieci minuti e non c’è verso di trovare un taxi e hai mal di pancia.
Praticamente sei sconfitto.
Iscriversi a un corso di merengue potrebbe essere inutile ma forse ti è necessario.

84
Il saggio disse: “Dovrai baciare molti rospi prima di trovare un bel principe”.
Nessuno sa cosa succederebbe a mangiare un blocco di granito.
Non si è ancora trovato un volontario disposto a fare l’esperimento.
Però possiamo ugualmente immaginare che cosa si provi a cagare un blocco di granito.

85
Il nostro mondo è stato creato da un Dio principiante.
Ad esempio, questo fatto che ogni tanto emettiamo aria puzzolente da dietro, non l’ha fatto apposta.
Gli è venuto male, lui voleva farci produrre un vento profumato e luminoso.
In effetti i gas intestinali sono infiammabili, ma non ci puoi illuminare la notte.

86
Inizia la tua ricerca spirituale da cose semplici.
Uno shampoo ad esempio.
Pochissimi riescono a procurarsi una commozione cerebrale facendosi uno shampoo.

87
Se balli devi seguire la musica senza pensare e devi lasciarti andare.
Non ti serve sapere altro.
Evita soltanto di indossare gonne troppo corte se vai a ballare in un locale di fondamentalisti islamici e sei un uomo.

88
Dieci anni in un monastero zen di quelli cattivi, a pane, acqua e bastonate truccate da lezioni di kendo, non potranno insegnarti che prendere il sole è meglio che cadere dal quinto piano.
Questo devi averlo capito prima.

89
Il mondo è quello che tu pensi
(e di sicuro hai fatto una stronzata a non immaginarti che potevamo nascere con il Bancomat incorporato).
Se la maggioranza della gente la piantasse di pensare che il mondo è una schifezza si vivrebbe molto meglio.
Miliardi di persone si alzano tutte le mattine col piede sbagliato e poi fanno una colazione sbagliata e si impegnano in attività sbagliate.
Insomma un disastro. Basterebbe capire come si scende dal letto e tutto andrebbe molto meglio.
Anzi c’è almeno un milione di persone che se restassero a letto tutto il giorno sarebbe proprio molto meglio.

90
Siate realisti.
Solo gli avvenimenti veramente improbabili hanno qualche probabilità di realizzarsi.
Beh, forse questo non è tutto vero.
Ma chi l’avrebbe mai detto che il Muro di Berlino sarebbe crollato così velocemente?
Tutti abbiamo qualche colpo di fortuna nella vita.
Ognuno secondo le proprie aspirazioni. I cercatori di tesori trovano galeoni affondati pieni d’oro e agli stitici, al massimo gli viene la diarrea.

91
Il tempo è la cosa più erotica che ci sia
(le lumache raggiungono l’estasi).
Puoi provare piacere a correre ma non è possibile godere facendo tutto di corsa.
Se ti muovi molto lentamente la sfiga si annoia a starti dietro.

92
Quando affondi nella merda non ti serve avere un buon naso.
Ti serve saper nuotare.  
Se sei nell’impossibilità di agire puoi solo aspettare.
Come l’acqua che riempie il lago e poi tracima.
Incazzarti come una bestia e ululare alla notte non ti servirà.
Alle volte il destino non è solo cieco e sordo. È pure stronzo. Cerca il lato positivo della situazione. A volte c’è.

93
In televisione trasmettono soltanto baseball.
La gente parla solo di baseball.
Dio è un grande giocatore di baseball e tu sei una pallina.
La vita può essere molto dura se non capisci perché il baseball è divertente.

94
Ascolta.
Questa non è una crisi d’angoscia.
Questa è l’artiglieria americana che sta bombardando il tuo quartiere.
Se non ci sei quando ti sparano non riescono a colpirti.
E se ti colpiscono, rantolando, digli che hai nascosto 20 milioni di dollari dietro allo specchio, in un appartamento al terzo piano in via Garibaldi…e poi muori. Senza dirgli né il numero civico né la città. Ma sai quanto gli rode?
95) Il sonno è perfezione.
Nessuno è mai riuscito a fare una cazzata dormendo.
Molti ci hanno provato ma sul più bello si svegliano.
Egli stette zitto in modo tanto intelligente che su di lui scrissero un libro.
Lui lo lesse, cercò l’autore e gli tagliò le mani.
E allora quello disse: «perché mi hai fatto questo? Non ti è piaciuto il libro?».
Lui lo guardò in silenzio e se ne andò.