Sta succedendo qualche cosa.

Migliaia di persone si stanno collegando al mio blog, decine di gruppi prendono contatto con noi, centinaia di mail e telefonate...
C'e' un enorme interesse per le ecotecnologie. E dietro c'e' un nuovo modo di sentire l'impegno per un mondo migliore.
Sta crescendo l'idea che solo i piccoli passi concreti, le alternative costruite con buon senso e professionismo, possono farci fare dei passi avanti.

E' un momento magico.
Sono entusiasta e mi sembra veramente che sempre piu' persone la vedano come noi: stanchi della politica delle chiacchiere lontane dalla capacita' di affrontare i problemi nelle loro oscene minuzie.
Su questo invece stiamo lavorando noi.
Ed e' chiaro che se riusciremo a costruire questi benedetti impianti, e se raccoglieremo adesioni per gli altri gruppi d'acquisto che stiamo costituendo, otterremo un risultato culturale e politico enorme.
Stiamo costruendo la Massoneria degli Onesti, stiamo riscoprendo concetti che la sinistra aveva lasciato alla mafia come "essere uomini d'onore".
Stiamo proponendo di "essere professionisti" come scelta rivoluzionaria.
Veltroni fa bei discorsi. Traccia linee politiche. Ma resta un mistero il COME realizzera' i suoi progetti.
L'idea della politica oggi e' che lo scontro sia tra idee giuste e idee sbagliate. Ma questa e' solo una parte del conflitto. Poi si deve scegliere tra metodi giusti per realizzare idee giuste e metodi sbagliati che ti portano a mandare nella merda le idee giuste. E poi bisogna discutere di veri professionisti, uomini d'onore che sono capaci di praticare i metodi giusti in modo corretto e di pirla che mandano in malora progetti perfetti.
Per questo cambiare il mondo e' difficile.
Ad esempio, adesso stiamo lottando contro la burocrazia  dei comuni. Abbiamo una legge buona sul solare fotovoltaico e abbiamo un buon gruppo d'acquisto che sta riuscendo a realizzare quel che avrebbe dovuto realizzare un governo efficiente offrendo gli strumenti pratici e le informazioni che permettano a una famiglia di usufruire veramente dei vantaggi offerti dalla legge (servivano certificazioni delle ditte, pubblicita' sui costi reali degli impianti, predisporre elenchi di banche disposte a offrire condizioni di finanziamento giuste, prototipi di contratti equi, convenzioni con assicurazioni, servizi di informazione e di consulenza per i cittadini veramente funzionanti, una campagna di informazione...).
Qui si fanno le leggi e poi non si fa niente perche' diventino realta'.
E inoltre si sono dimenticati di fare una legge che induca i comuni a non rompere i coglioni sulle autorizzazioni per gli impianti. E non chiedere per gli impianti domestici la Dia che costa e fa perdere tempo! Cioe', da una parte mi incentivi e dall'altra mi fai buttare i soldi dalla finestra per una pratica burocratica assurda.
E ovviamente i comuni di sinistra sono i piu' burocraticizzati.
Siamo riusciti a portare al centro dell'attenzione degli italiani la questione ambientale. Abbiamo fatto passi in avanti sulla percezione dello spreco di Stato e dei costi allucinanti della politica e dei partiti.
E' da sperare che si riesca a far capire la centralita' della lotta alla burocrazia.
STIAMO SOFFOCANDO DI BUROCRAZIA!
E' UNA TASSA NASCOSTA CHE UCCIDE LE IMPRESE E FA IMPAZZIRE LE FAMIGLIE PER DELLE STRONZATE!
Ma anche in questo caso non e' sufficiente dire "diamo un taglio alla burocrazia", bisogna dire come si puo' farlo, indicare il testo delle leggi da approvare,
Ma intanto, per non deprimerci, registriamo altre vittorie. Dopo anni di denunce finalmente, grazie all'Unione Europea, e' scoppiato lo scandalo della diossina ad Acerra e delle discariche abusive della camorra. E questo e' un altro segno che qualche cosa di forte si muove (ne abbiamo parlato sia sul blog che nel libro Napoli nel sangue).
E mentre Beppe Grillo lancia da Bruxelles il VAFFANCULO DAY l'8 settembre in tutte le citta' d'Italia (ci saremo!), alcuni amici di Beppe Grillo stanno addirittura studiando un sistema per costruire una cooperativa che raccolga i risparmi delle famiglie investendoli in impianti di produzione elettrica da fonti rinnovabili. Offrendo cosi' la possibilita' di togliere i risparmi dalle trappole dei fondi di investimento e del mercato azionario. Oltretutto secondo i loro conti preliminari i risparmiatori potrebbero avere addirittura un 7% di interesse annuo. Robe da fantascienza! E con un investimento che non presenta rischi in quanto basato solo sulla costruzione di impianti di produzione di energia dal sole e dal vento e sui dati conosciuti di rendimento di questi impianti.
Cosa succederebbe se un simile progetto riuscisse ad arrivare a buon fine?
Sono piccoli passi che producono grandi cambiamenti. Non volano nel cielo delle ideologie, offrono reali possibilita' di cambiamento sul terreno dei bilanci familiari. Rappresentano un'alternativa non teorica e futura ma qui e subito.
Anche l'idea della campagna "adotta un parlamentare" sta andando avanti e trova persone che collaborano. Serenetta Monti, e Roberta Lombardi, del MeetUp Amici di Beppe Grillo di Roma, hanno organizzato un comitato che sta progettando il funzionamento della campagna.
L'idea e' di trovare dei volontari, ognuno adotta un parlamentare e apre una pagina dedicata al suo protetto (diventa il suo Angelo Custode).
In questa pagina web dedicata a ogni parlamentare si raccolgono i dati su quel che fa in Parlamento. Quali leggi ha proposto, quali ha firmato, quali ha votato, quante volte ha bigiato le sedute.
Poi si realizza un'intervista a questo onorevole, chiedendogli se e' d'accordo su alcune leggi fondamentali per far uscire l'Italia dal disastro. Leggi semplici e elementari. Cose tipo: sei d'accordo a sequestrare i beni della mafia e renderli subito disponibili per scopi di utilita' sociale? Sei d'accordo a dare finalmente alla magistratura i soldi sequestrati durante i processi e giacenti da anni nelle banche? Cosi' i magistrati avranno i soldi per pagarsi le fotocopie. (vedi articolo su 7 leggi per cambiare l'Italia)
In questo modo riusciremmo a costruire una mappa dei parlamentari individuando quelli potenzialmente favorevoli alla piattaforma delle Leggi Facili da approvare perche' basate sul buon senso. E, a questo punto, possiamo iniziare a fare pressione su di loro per convincerli a firmare il pacchetto delle 7 leggi (che ormai sono 10). Allora potremo verificare se ci sono abbastanza parlamentari disposti a un'azione fuori dalle logiche delle segreterie dei partiti. E' una campagna che segue la stessa logica dei gruppi di acquisto solare: andando a incidere su piccoli meccanismi apparentemente secondari puo' riuscire veramente a cambiare la situazione. E' proprio sui piccoli meccanismi inceppati che si basa la paralisi italiana. Migliaia di piccole rotelline che non girano hanno bloccato il rotellone. Inutile e impossibile cercare di sbloccare il rotellone senza prima rimettere in moto le rotelline.
Ma le buone notizie non sono finite.
E' partita la progettazione definitiva dei primi impianti fotovoltaici. Il 16-20 luglio ad Alcatraz faremo uno stage pratico per chi vorra' seguire tutte le fasi dell'installazione del nostro primo impianto (con inseguitori solari).
E sta iniziando a trovare adesioni anche il gruppo di acquisto per l'energia da fonti rinnovabili per aziende e famiglie. Cioe' senza fare nulla (soltanto cambiando un contratto) dal primo luglio e' possibile che una famiglia, invece di comprare energia elettrica dall'Enel, la compri da un fornitore certificato che distribuisce energia elettrica proveniente da fonti rinnovabili (http://www.commercioetico.it/energia-rinnovabile/index.html).
Insomma, a questo punto anche chi non puo' installare un impianto di produzione con i pannelli solari fotovoltaici puo' fare qualche cosa di veramente concreto
Hanno raccolto poi decine di adesioni le proposte di gruppi d'acquisto anche per il solare termico e le caldaie ad alto rendimento.
E stanno anche crescendo le firme della petizione lanciata da Franca per la nuova legge che ha lo scopo di cacciare gli impiegati pubblici che sono stati condannati (http://www.francarame.it/?q=node/377).
Insomma, si muove.
Stiamo a vedere se poi varra' la pena di raccontarlo ai nipotini. Tutto dipendera', come sempre, dalla scelta individuale di molti. E vorrei invitarti a investire da subito il tuo tempo per appoggiare questo momento esplosivo.
Qualunque azione e' preziosa, anche semplicemente firmando la petizione e facendola firmare (magari su carta) oppure segnalare su un blog queste iniziative. Puoi creare un gruppo d'acquisto locale o sostenerci economicamente sottoscrivendo i 27 euro dell'associazione a Cacao.
O semplicemente telefonare a qualche amico e raccontargli cosa stiamo tentando di fare.
Piccole azioni concrete. Ma tante. Questo ci serve adesso.
Diamo la spallata al sistema dell'assurdo?

Jacopo Fo


Commenti

Abbiamo Guru
che gridano l'allarme
dagli schermi di You Tube,
dai Libri, dai Teatri....

Scelte difficili
Insostenibili
perché denunciano
Il più corrotto dei sistemi
Ancora adesso ignorato

Cronisti e Comici
mandati sulla terra
per aprirci la mente...

Mentre in Tv
ci mandano i reality...

Un, due e trè Stalla
L'isola delle tette, dei culi belli...
Le mille case dei GRANDI FRATELLI....

Nei quartierini,
i furbettini,
si fanno pere
con le veline,
e la politica
si fa per strada,
ma soprattutto si FA',
a transessuali,
và sui giornali...

E i mafiosi
presenziano ai comizi,
niente più stragi
per avere leggi
che adesso si fanno...
da soli...,
dai seggi...

Stiamo a guardare
Tg demenziali
che non svelano
progetti inconfessabili
e giornalisti che parlano di niente
perchè del vero non possono parlare...

Ci allarmano
segnali inconfondibili....

Tanti colpevoli...., riconosciuti tali,
mai nella storia li abbiam visti governare,
a gruppi a cosche, a partiti... a bande,
e son lasciati liberi di intercettare,
di ricattare, di governare,
fino a chè non sai più neanche Tu
dov'è il bene e quale è il male...

Ci lascian pure la libertà di dire
e l'autonomia di fare
E non gli importa
se stiamo a guardare,
se stiamo ad scoltare
tanto: "Col cazzo"
che ci stanno a sentire....

Vera politica,
Sana politica...

Ma il mio telecomando
aggiusta la mira
e qualche volta
devia dal canale....
và sulla rete
e si mette a guardare...

Semplicemente
non vuol più sentire
che qualcuno
ci stà a rovinare....

Pensa
prima di votare
Pensa
prima di scrivere
e ratificare
prova a pensare.....

Pensa
che puoi decidere tu
se mandare
rei
passati in giudicato
a legiferare....

Resta un attimo,
soltanto un attimo di più,
con la testa fra le mani...

Ci sono stati uomini
che sono morti giovani
Ma consapevoli che le loro idee
sarebbero rimaste
nei secoli
come parole iperbole.

Intatte e reali
come piccoli miracoli
Idee di uguaglianza
idee di educazione
Contro ogni uomo
che eserciti oppressione
Contro ogni suo simile
contro chi è più debole
Contro chi sotterra
la coscienza nel cemento

Ma ora questi uomini...
li abbiam delusi...,
forse
sono morti invano...

Pensa
prima di votare
Pensa
prima di scrivere e ratificare
prova a pensare

Pensa
che puoi decidere
di NON mandare un complice
al Parlamento a fare cose
che per TE puoi fare TU

Altrove la chiamano
"Democrazia diretta"
quà non la chiamano
perchè ne hanno paura
ma l'ho puoi fare Tu!

Resta un attimo
soltanto un attimo di più
Con la testa fra le mani

Ci sono stati uomini che
sebbene consapevoli
Che li avrebbero uccisi
Hanno lottato, hanno protestato,
Perchè in fondo questa vita
senza futuro non ha significato!

E giusto aver paura di una bomba
o di un fucile puntato
ma ormai senza speranza
ci hanno lasciato
e noi siamo di più,
se stiamo insieme,
se ci vogliamo bene....

Gli uomini passano
e passa una canzone
Ma qualcosa dobbiamo
alle nuove generazioni...

Testimoniare che ci abbiamo provato
Che la giustizia l'abbiamo cercata
e che seppure non l'abbiamo trovata
almeno ci abbiamo provato...
e non bisogna smettere di cercare.

Pensa
prima di votare
Pensa
prima di scrivere e ratificare
prova a pensare

Pensa
che puoi decidere tu
di NON mandare autori
di reati passati in giudicato
a fare quello
che già puoi fare tu...

Resta un attimo
soltanto un attimo di più
Con la testa fra le mani

Pensa!

E FIRMA LA LISTA CIVICA PER LA REPUBBLICA DEI CITTADINI!!!

QUESTA ED ALTRE COVER SUL BLOG www.luigiiovino.it - Storie di ordinaria MALAGIUSTIZIA

Luigi Iovino

Caro Jacopo, seguo con molto interesse la vostra campagna per il fotovoltaico. Volevo chiederti se vale ancora la sciocca regola dell'ENEL che obbligava a reinserire nella rete l'energia prodotta oppure se uno può fare a meno del tutto dell'utenza ENEL. Grazie per una risposta, Marco Saba

Questa mattina ero in piazza, ad autenticare le firme per il referedum in qualità di consigliere comunale.

Qualche persona si è avvicinata al banchetto, qualche firma è stata raccolta. Ma la cosa su cui ho riflettuto, sotto al sole cocente di Piazza Garibaldi a Colorno, era l'inutilità e la vecchiezza delle nostre azioni!

Di fatto sotto al gazebo c'era tutta la "nomenclatura" dei diesse e della margherita colornese (4 persone 4, dai 50 in su...). Era la prima iniziativa politica dopo mesi di letargo, dovuto nei piccoli centri alla mancanza di "personale politico" e di volontari disposti a spendere qualche ora, e a metterci ancora la propria faccia, per parare i colpi ai dirigenti nazionali e alla politica di Roma per come viene percepita dai cittadini oggi!

Bene, per farla molto breve, mi sono chiesto che accidenti ci stessi facendo io lì in quel momento, prestandomi ad una delle cose meno cocrete e più lontane dalla realtà come quella che ho fatto stamattina. Mi sono chiesto se i partiti di Colorno e i loro dirigenti sapessero che da oggi è partita la liberalizzazione del mercato dell'energia, se conoscono l'esistenza di un gruppo di acquisto, se pensano che fare politica oggi non possa partire proprio dalla messa in rete di tante microazioni quotidiane e concrete.

La risposta che mi sono dato è semplice: non so che faranno loro, noi domenica prossima saremo in Piazza a Colorno per promuovere e raccogliere adesioni per il contratto sull'energia elettrica di Merci Dolci. Oggi è così che si fa politica, tutto il resto è preistoria.

Voi andate avanti, siete semplicemente mitici!!!!!
Un abbraccione,
Marco Boschini
www.marcoboschini.it

E, come diceva Pennac, io ti amo "personalmente".
Al di là del banchetto (di cui ti siamo grati) l'analisi che fai è proprio perfetta.
Quando ci siamo incontrati a Terra Futura questa insofferenza ormai era forte per entrambi e non solo la politica ma anche certa sinistra ecologista cominciava a starci un po' strettina.
Quelli del "incontriamoci e parliamone"
Quelli del "parliamone ancora"
Quelli del "tocca riflettere a lungo"
Quelli del "pensiamo al prossimo incontro"
Quelli.... del "non facciamo mai niente ma parliamone tanto" e quando è il momento giusto alleiamoci con quelli forti che così siamo sicuri di vincere. Da qualsiasi parte provengano i forti, ovviamente.
Insomma, quelli che han fatto di una cosa meravigliosa come la politica, un affare di interessi, la ricerca spasmodica al voto, una questione di prestigio personale.. un affare per pochi arroganti intimi.
Rutelli dopo e Mastella prima hanno ben chiarito il concetto. Al di là della figuraccia con Jacopo, un politico serio non può dire che non conosce la tragedia dell'amianto a Monfalcone... semplicemente non può. Ma Rutelli ha fatto di più, Rutelli ci si è pure incazzato e questo è imperdonabile. Come è imperdonabile Mastella che si alza e se ne va per una vignetta di Vauro.
Lasciamoli perdere, come dice Grillo: RESET e facciamo da noi, brava gente di buona volontà.
Un abbraccio
Gabriella

 

mamygrazie per come mi sento'orgogliosa di voi,e di me che ho quotidianamente impiegato con voi le mie uniche mezz'ore libere davanti al sito ,certe volte pensando di fare il pieno di utopie,ma sempre sodisfatta di esserci ,voi la mia finestra sul mondo ,un mondo migliore che io che vivo a CANICATTI' AG posso solo sognare,, grazie vi voglio bene e quando la sera mi sono arrivate decine di sms da colleghi che stanno lavorando per un' azienda di vendita fotovoltaico , con la sensazionale scoperta di jacopo fo,,che la spiega a RUTELLI HIII,,IHHHHI che risate che ho fatto ,GRAZIEEE forse se riesco vengo ai vostri corsi e lavoro con voi ,per non disperdere la preparazione che ho aquisito sul fv ,,,GRAZIE PER ESISTERE,,VIVA L'UTOPIA REALIZZATA dalla sig.ra restivo m.r.

Oggi ho buone nuove sul mio comune Cervignano D'Adda.
Sabato sono andato a chiedere informazioni sui costi di DIA e altro per mettere i pannelli e poi finalmente mandarVi il questionario, (sto aspettando la lettera dall'amministratore per il tetto, ho scoperto che non è solo mio anche se è come se fossi una villetta a schiera...BHA!!!)all'ufficio tecnico, premetto che non era aperto l'ufficio e nonostante ciò mi ha accolto a braccia aperte. Parto chiedendogli altro cose per casa mia e poi attacco, "Volevo sapere cosa devo fare per mettere i pannelli solari, devo presentare la DIA, o cosa?" lui mi guarda, ride e dice, "Secondo te io devo star qui a farti pagare altri soldi quando tu gia devi affrontare una spesa del genere, ma dovremmo darti noi un incentivo, se solo avessimo i soldi, vai pure tranquillo" e da li siamo finiti a parlare di casa mia dell'esposizione del mio tetto, che grazie a lui ho scoperto essere non perfettamente orintato a sud, gli ho parlato di voi, di noi, del gruppo e alla fine abbiamo parlato per mezzora.

Ecco, detto questo, il mio è un comunello, di 1800 abitanti, uno dei tanti che non dovrebbero esistere secondo il sentire popolare e l'idea dei nostri politici, be che si fo..no! Io il mio comune che è senza un euro ma appena ne ha uno mette un pannello solare, che a differenza di altri ti accoglie così, che ha solo pensieri per il risparmio energetico. ma per priacere, chiudiamo i comuni grandi e apriamo un mare di comuni piccoli., gestibili pratici e attenti ai veri bisogni dei cittadinie, e soprattutto senza polici prime donne.

Scusate lo sfogo finale...ma vivendo e lavorando in comuni piccoli, penso che i veri sprechi siano nei comuni come milano o roma, pozzi senza fondo ingestibili.

Ciao Ciao Michele L'Anomalo

Volevo segnalare che gli Amici di Beppe Grillo di Napoli stanno sperimentando un nuovo tipo di economia basata sulla moneta libera da interesse, una moneta equa e solidale, che potrebbe portare ad un'economia non più basata sul debito e sull'usura.

www.progettoscec.com

Prendete e mangiatene tutti, questo è il mio corpo, fate questo in memoria di me!

E' una frase già sentita, ma, putroppo, sempre attuale…;

Una frase sempre nuova, per chi non conosce la storia...;

Non ha portato tanto bene a chi la pronunciò…, ma egli era già consapevole di stare offrendo il Suo massimo sacrificio: SE STESSO, in favore della pacificazione della sete di potere, di violenza, degli egoismi che allora imperavano dovunque, come adesso...!!!

Con forme e parole diverse questa frase e stata ripetuta in ogni angolo del mondo da uomini che si sono immolati sugli altari della storia, contro le violenze, contro gli abusi, per combattere le oppressioni, i fondamentalismi, le mafie, in tutte le sue espressioni... (camorre, 'ndranghete, triadi, tavolini, quartierini, furbettini, sacrestie, logge, malafinanza, malapolitica e malagiustizia, e chi più né ha più ne metta... )...

Credete che non sapessero quale era il loro destino, che non ne avessero paura???
Io dico che “LORO” sapevano, e che avevano PAURA, ma questo non li ha fermati, perché in gioco c'era la credibilità di se stessi, la possibilità di sentirsi uomini dentro, anche per un solo momento.., uomini di fronte agli altri, di fronte ai propri figli, ai colleghi di lavoro, agli amici, UOMINI DENTRO senza altro premio che la propria consacrazione di UOMO;

Qualcuno ha visto indietreggiare il giudice GIOVANNI FALCONE, nel perseguire i suoi obbiettivi, nel porsi come argine al potere straripante dei mafiosi, già addentro ai massimi livelli politici ed istituzionali del paese???

– Egli, diceva,
«Un uomo fa quello che è suo dovere fare, quali che siano le conseguenze personali, quali che siano gli ostacoli, i pericoli o le pressioni. Questa è la base di tutta la moralità umana. »
Avete visto tentennare il giudice PAOLO BORSELLINO, nel fare il Suo dovere mentre diceva le seguenti frasi:

« Chi ha paura muore tutti i giorni, chi non ne ha una volta sola. »
« La lotta alla mafia dev'essere innanzitutto un movimento culturale che abitui tutti a sentire la bellezza del fresco profumo della libertà che si oppone al puzzo del compromesso morale, dell'indifferenza, della contiguità e quindi della complicità.

Avete visto tentennare Martin Luther King, unanimemente riconosciuto apostolo della resistenza non violenta, eroe e paladino dei reietti e degli emarginati, sempre esposto in prima linea contro ogni sorta di pregiudizio etnico.

Avete visto tentennare Ernesto “Ché” Guevara, emblema della lotta per la libertà e la dignità dei popoli del Terzo Mondo, eterno ribelle, sognatore, sempre contro un mondo pieno di ingiustizie…;

Avete visto tentennare Malcom X quando, arrivato a concepire l'Islam come una religione capace di abbattere qualsiasi barriera razziale. proclamò:

"I diritti umani sono qualcosa che avete dalla nascita. - I diritti umani vi sono dati da Dio. - I diritti umani sono quelli che tutte le nazioni della Terra riconoscono.
- In passato, è vero, ho condannato in modo generale tutti i bianchi.
- Non sarò mai più colpevole di questo errore; perché adesso so che alcuni bianchi sono davvero sinceri, che alcuni sono davvero capaci di essere fraterni con un nero.
- Il vero Islam mi ha mostrato che una condanna di tutti i bianchi è tanto sbagliata quanto la condanna di tutti i neri da parte dei bianchi.
- Da quando alla Mecca ho trovato la verità, ho accolto fra i miei più cari amici uomini di tutti i tipi - cristiani, ebrei, buddhisti, indù, agnostici, e persino atei! -
Ho amici che si chiamano capitalisti, socialisti, e comunisti! -
Alcuni sono moderati, conservatori, estremisti - alcuni sono addirittura degli "Zio Tom"!
Oggi i miei amici sono neri, marroni, rossi, gialli e bianchi!"
Io Vi dico che anche loro avevano paura, perchè la paura è umana e che un uomo può e deve avere PAURA, come io adesso ho PAURA..., ciò non di meno mi impone di continuare a denunciare cosa mi stà accadendo..., cosa stà accadendo alla mia famiglia ed al paese...!!!

Non mi paragono certo agli uomini che ho citato, io non sono nessuno, ma le cose che stò vivendo, che stò affrontando, soprattutto per il bene della libertà, del libero esercizio del diritto, che è di tutti, mi rendono vicino a loro...;

Certo, ho il timore che questi poteri (neanche tanto occulti...) possano farmi del male e privare la mia famiglia della mia presenza, in qualche modo che non posso preventivare..., nè ostacolare, e questo mi spinge a lasciare una testimonianza, indelebile...;

Non vi voglio stancare…, sarebbero troppi gli esempi da citare e le pagine da scrivere…, ed alla fine non le leggereste…!

Parafrasando il giudice Giovanni Falcone: “Un uomo fa il suo dovere…” - Il mio preciso dovere è quello di difendere la vita, il patrimonio è l’onore della mia famiglia…, a prescindere da qualsiasi minaccia o sacrificio sia esposto… e stò semplicemente facendo questo, senza eroismi, e, fin'ora senza grandi risultati;

Una signora che mi incontro mentre protestavo sotto la Procura della Repubblica di Napoli, vedendo che denunciavo dei giudici, tornò indietro per portarmi un santino..., la ringraziai piangendo dalla rabbia...;

Un'altra signora, presso la Procura della Repubblica di Nola (NA) mi disse che era tutto inutile..., tanto "Quelli" non avrebbero mai fatto niente..., le risposi che lo sapevo..., ma che non era un buon motivo per non protestare...

I gravi illeciti di cui la mia famiglia è vittima mi provengono non solo da chi ha commesso il reato di truffa, togliendoci ogni bene, ma da chi ha consentito e si è prestato affinché la TRUFFA diventasse frode giudiziaria e poi estorsione…, e, poi, sono vittima anche dell’indifferenza, della cosiddetta “SOCIETA’ CIVILE”…, con me sono vittime i miei familiari, moglie e figli…;
Sono un genitore che (seppure stà scrivendo…) e stato già ucciso, nella figura di padre e di marito, delegittimato nel suo ruolo dal non avere la possibilità di farsi rispettare, nel giusto, nella società ;

I colpevoli di questa uccisione sono al loro posto, nei Tribunali, nelle poltrone amministrative di Casalnuovo di Napoli, nelle Prefetture, nelle Procure, negli uffici preposti alla sicurezza e prevenzione dei reati di abusivismo edilizio, presso i Carabinieri…non solo locali (di Casalnuovo di Napoli, ma anche Provinciali…;

I reati, già denunciati, sono pubblicamente conosciuti, documentati, (addirittura rilevati dal satellite…), ma non per questo vengono puniti…, mentre si sta consumando una tragedia, sempre uguale…;

Prendete e bevetene tutti, questo è il mio sangue, fate questo in onore di mè…;

All’avvocato ................ def foro Napoli, avvocato della mia controparte, promisi che, piuttosto che soggiacere a quella violenza, mi sarei tolto il sangue dalle vene e lo avrei bevuto…;

Questo avvocato venne (Più volte ed in presenza della forza pubblica) presso il mio domicilio a pretendere l’esecuzione della sentenza ................... ............... .........consapevole di stare consumando in concorso con altri una ESTORSIONE,

Ecco, io sono stato già ucciso dalle sentenze ...... ......... .................... e dalle meschinerie di giudici e che ancora si servono della procedura giudiziaria per tentare di nascondere reati commessi da altri giudici…;

Contro questi reati, le omissioni e le omertà di un sistema giudiziario ostaggio di giudici corrotti, io non sono capace di violenze…, ma solo di denunce…, non per questo dirò che TUTTI I GIUDICI SONO COLPEVOLI dei reati di cui sono vittima, ma certo molti sono rei di debolezza e assuefazione all’ingiustizia!!!

Potete proseguire a nascondere gli illeciti, se volete, non potete farmi più del male…, e, per questo non mi fermerete…;

No, non stò cadendo dalle nuvole, dicendo che tutto questo fà schifo..., solo che ormai manca il rispetto dei ruoli..., da un ladro ci si aspetti che rubi, da un'estorsore che estorca, da un truffatore che truffi..., ma dai piu alti vertici istituzionali e cattolici del paese ci si aspetta fermezza e senso di responsabilità, non che si prestino a tacere e consentire ogni tipo di reato in nome del potere!!!

VI SPUTO IN FACCIA IL MIO DISPREZZO, SULLE VOSTRA TOGHE, SUI VOSTRI ABITI TALARI, SUI VOSTRI VESTITI DI INDUSTRIALI DELLA SOPRAFFAZIONE..., NON SIETE NESSUNO..., SOLO DEI MISERABILI...

Voglio, un domani quanto più prossimo possibile, che i miei figli abbiano l'opportunità di potere entrare in un Tribunale, anche a Napoli, ed avere ragione se hanno ragione e torto se sono nel torto…, e vedere in prigione i giudici, notai ed avvocati che si stanno comportando da criminali contro la dottrina ed il diritto...;

Qualcosa si stà muovendo???, bene io sono pronto..., farò qualsiasi cosa per il cambiamento, nella via democratica, per il POPOLO!!!

LUIGI IOVINO

VIVA LA LIBERTA', SEMPRE !!!

Luigi Iovino