buone notizie

[CACAO] Il quotidiano di buone notizie (malgrado tutto)

E rieccoci qua, come troppe mattine da un po’ di tempo a questa parte, a decidere cosa fare: pubblichiamo Cacao anche oggi? Dopo quello che è successo a Manchester?
In Redazione i pareri sono contrastanti, c’è chi dice no, oggi silenzio, riprendiamo domani, c’è chi dice sì, perché in qualche piccolissimo modo Cacao aiuta a dare un’altra visione del mondo, migliore e non è che poi ci voglia molto.
Sì, ma 22 ragazzi morti, 50 feriti… e il cuore pesante mentre vai alla ricerca di qualche buona notizia in decine di siti che parlano solo di morte.
E non sappiamo che fare: cosa è giusto?
Abbiamo alla fine pensato che questo è il nostro lavoro, che dura da quasi 20 anni e vogliamo continuare a farlo, continuare a credere nell’essere umano, continuare a dare buone notizie perché quelle brutte le danno tutti gli altri.
Un abbraccio a tutti
La Redazione di Cacao: Simone Canova, Maria Cristina Dalbosco, Gabriella Canova, Jacopo Fo

LEGGI LE ALTRE BUONE NOTIZIE DI CACAO DI OGGI


L’amatriciana giapponese aiuta i terremotati

Oggi la Saizeriya Co. Ltd., una catena giapponese di cucina italiana che possiede oltre 800 ristoranti in giro per il mondo, consegnerà al sindaco di Amatrice Sergio Pirozzi 900mila euro raccolti in meno di 40 giorni. Si tratta di 100milioni di yen raggiunti donando 100 yen per ogni piatto di amatriciana o di gricia ordinato nei loro locali.
Fate voi i conti: 40 giorni a 100 yen al piatto, quanti piatti di amatriciana sono stati serviti negli 800 ristoranti?
(Fonte: Repubblica.it)

LEGGI LE ALTRE BUONE NOTIZIE DI CACAO DI OGGI


Viale delle Giuste: il bando di concorso

Amici lettori,
abbiamo già parlato su Cacao del progetto/concorso “Il Viale delle Giuste” che la Libera Università di Alcatraz sta portando avanti con l'associazione Toponomastica Femminile e il sostegno della Federazione Nazionale Insegnanti (FNISM) per creare, ad Alcatraz, un viale intitolato a 40 donne “Giuste” che, pur avendo contribuito allo sviluppo socio-culturale del territorio e del Paese intero, sono state poi dimenticate. Il progetto coinvolgerà scuole e università, gli studenti dovranno selezionare i nomi delle 40 Giuste e ricostruirne la storia.
La newsletter di Cacao segue e seguirà passo passo il progetto, in questo numero pubblichiamo il bando ufficiale del concorso.

“Sulle vie della parità”, IV Edizione, anno 2016/2017.

Il concorso, indetto da Toponomastica femminile e sostenuto da FNISM, rivolto alle scuole di ogni ordine e grado, agli atenei e agli enti di formazione, è finalizzato a riscoprire e valorizzare il contributo offerto dalle donne alla costruzione della società. Attraverso attività di ricerca-azione si chiede di:
- riscoprire figure femminili che, pur avendo contribuito allo sviluppo socio-culturale del territorio e del Paese intero, sono state poi dimenticate e proporle per nuove intitolazioni; il lavoro individuerà uno spazio (strada, giardino, rotonda, pista ciclabile, sentiero, edificio, aula, biblioteca...) che non abbia ancora una propria intestazione, da dedicare a una o più figure femminili considerate meritevoli. La proposta sarà accompagnata da repertorio fotografico che consenta di riconoscere il luogo prescelto;
- individuare e descrivere percorsi culturali e itinerari di genere femminile - sulla base di intitolazioni già esistenti - in grado di riportare alla luce le tracce delle donne nella storia e nella cultura del territorio, e proporle come modelli di valore e di differenza sui quali riflettere e ai quali attingere nell’opera complessa della costruzione dell’identità maschile e femminile.

Ragionando sulle intitolazioni presenti e assenti, le/gli studenti impegnate/i nella ricerca-studio saranno stimolate/i a sviluppare il lavoro in modo autonomo, critico e responsabile. Il carattere trasversale della toponomastica e dell’analisi del territorio offre numerose opportunità didattiche di integrazioni interdisciplinari e nel contempo permette a bambine e bambini, a ragazze e ragazzi di sviluppare forme di cittadinanza attiva e di partecipazione alle scelte di chi amministra la città, nel rispetto dei valori dell’inclusione e dell’integrazione. (...)

CONTINUA A LEGGERE CACAO DEL SABATO