toscana

La Pontassieve rinnovabile

Per i propri immobili questo Comune della provincia di Firenze utilizzera' energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili.
L'operazione prevede la stipula di 40 nuovi contratti per la fornitura di energia elettrica verde, lo stesso servizio che offriamo con il nostro Gruppo di acquisto Merci Dolci-Agsm.
Verranno risparmiati circa 70mila euro all'anno, il 14% del totale.
A Pontassieve e' gia' in vigore anche l'obbligo di installare pannelli fotovoltaici e termici negli edifici di nuova costruzione.
(Fonte: Ecquologia)
Fonte immagine


Piu' allattamento al seno per tutti!

E' ufficialmente diventata operativa in Toscana la Rete regionale delle banche del latte materno, un network di strutture dove le mamme che non riescono ad allattare al seno possono trovare comunque latte materno sicuro, controllato e sano.
Nel 2009 le 6 banche toscane del latte umano (e' la regione in cui sono piu' numerose, un quarto di quelle presenti su tutto il territorio nazionale) hanno raccolto oltre 4.000 litri di latte, alimentando 600 bambini.
(Fonte: ilreporter.it)

fonte immagine


La palestra passiva

Sorgera' a Borgo San Lorenzo, in provincia di Firenze e non avra' collegamenti alla rete elettrica o del gas. Grazie a un impianto fotovoltaico, all'impianto solare termico, alla pompa di calore e a un'attenta coibentazione, la struttura scolastica sara' a consumo zero, completamente autosufficiente dal punto di vista energetico e di riscaldamento.
Il progetto costera' 2.400.000 euro. I lavori termineranno appena pronta la canapa per la rete da pallavolo.
(Fonte: Greenme)


In Toscana parte la certificazione energetica delle case

Dopo Lombardia, Piemonte, Emilia Romagna e la provincia autonoma di Bolzano, anche in Toscana, dal 18 marzo, entrera' in vigore l'obbligo di certificazione energetica degli edifici in caso di affitto, compravendita, ristrutturazione o nuova costruzione.
Il nome del certificatore energetico andra' indicato nella comunicazione di inizio lavori, pena la non concessione dell'abitabilita' della struttura, mentre nel caso di affitto o vendita, la mancanza della certificazione energetica colloca automaticamente l'edificio nella classe G di peGGiore, con ripercussioni sul canone di affitto o sul prezzo di vendita.
“Lo scopo del regolamento - spiega l'assessorato all'energia della Regione Toscana - e' quello di spingere i cittadini e le imprese a migliorare le qualita' energetiche dei propri edifici. Non si tratta di una misura vessatoria, ma di un invito ad adottare accorgimenti in grado di far risparmiare sui consumi invernali ed estivi e quindi di produrre nel tempo benefici economici per i cittadini e positivi effetti sull'ambiente”.
(Fonte: Greenreport)

fonte immagine


Il piu' grande

A Montalto di Castro (Viterbo) e' stato “acceso” l'impianto fotovoltaico piu' grande d'Italia: 80 ettari, 78.720 moduli solari in grado di produrre 40 GWh di energia all'anno, con una potenza di picco di 24 MW.
I pannelli sono “a inseguimento” (ruotano seguendo il sotole) e questo garantisce una produzione del 25% in piu' rispetto ai moduli fissi.
Con la produzione energetica del campo solare, sufficiente a soddisfare i fabbisogni di energia di 13.000 famiglie, si risparmieranno all'atmosfera 22.000 tonnellate di CO2 all'anno. A regime l'impianto dara' lavoro a 50 persone.
(Fonte: Ansa Ambiente)

fonte immagine


Acqua minerale in bottiglia? Non in Toscana...

www.commercioetico.itSecondo quanto riportato da Alfredo De Girolamo, presidente di Cispel Toscana (l’associazione regionale delle aziende di servizio pubblico), un toscano su tre beve abitualmente l’acqua del rubinetto.
Arezzo e' la citta' regina con il 50% degli abitanti che consuma sempre acqua dell'acquedotto. Dieci anni fa erano meno del 20%.
Per ridurre le perdite e migliorare la rete idrica regionale sono stati investiti 3 miliardi di euro.
(Fonte: ToscanaOggi.it)