festival ecofuturo

Il contrabbandiere di figurine

http://www.cacaoonline.it/images/cacao_quotidiano/save/7671866c80.jpg

Al valico di Lotstetten, in Germania, i doganieri tedeschi hanno fermato un cittadino svizzero che stava tentando di esportare illegalmente 15mila figurine Panini. E' accusato di contrabbando e frode fiscale. Quando gli hanno detto che i Mondiali di calcio sono anche finiti è scoppiato in lacrime. (Fonte: ZeusNews)

LEGGI LE ALTRE BUONE NOTIZIE DI OGGI


Faccio l'Università, studio i Simpson

Faccio l'Università, studio i Simpson

Nell'Università di Berkeley, California, c'è un corso di laurea che si chiama “I Simpson e la filosofia”. Il corso analizza le puntate con approccio filosofico. Da non perdere la lezione sui rutti di Homer!
Alla Staffordshire University, in Inghilterra, c'è invece il corso su David Beckham, 12 settimane durante le quali si studia tutto del personaggio, dalle acconciature a cosa è diventata la società inglese negli ultimi 30 anni.
Alla University of South California c'è: “Sociologia della fama: il caso Lady Gaga”, mentre alla Queens University di Belfast si può diventare un jedi di Guerre Stellari. Il corso esplora diversi settori: il tema dell'equilibrio del destino, il dualismo, la paternità e l’autoritarismo. Esame finale di spada laser.
(Fonte: Linkiesta)

LEGGI LE ALTRE BUONE NOTIZIE DI OGGI


Babbo Natale è cattivo! Il capitalismo è cattivo!

Babbo Natale è cattivo! Il capitalismo è cattivo!

Venetoespatriato” mi scrive che sua figlia di 7 anni ha repentinamente preso coscienza delle ingiustizie di questo mondo e ha radunato i suoi vecchi giocattoli per regalarli a bambini poveri. Evidentemente ha poi continuato ad elaborare ragionamenti e giorni fa è arrivata a una conclusione logica e inoppugnabile: Babbo Natale è cattivo perché non porta i regali ai bambini poveri.
Vorrei osservare che questa bambina è un genio. Ha costruito una trappola logica che non lascia soluzioni e il padre ha dovuto spiegarle come funziona veramente la storia di Babbo Natale. Che altro poteva fare?

Credo che sia opportuno che noi si riprenda a fare qualche ragionamento semplice sulla situazione, usando la logica piana e senza preconcetti. Questo perché la crisi economica ha offuscato la vista di milioni di persone. Spread, povertà, paura, disoccupazione, corruzione e risse politiche hanno confuso, annoiato, complicato il panorama e si finisce per perdere la bussola della logica.
Allora io vorrei cercare di fare un po’ di chiarezza.
Punto primo: il capitalismo è cattivo!
Non perché c’è Berlusconi. È cattivo e basta per ineliminabili cause strutturali. Il capitalismo è un sistema economico nel quale chi ha i capitali detiene il potere e inevitabilmente lo usa per fare più soldi fregandosene dell’etica e della giustizia. Questa mancanza di senso della collettività fa sì che la natura stessa della finanza sia quella di crescere speculativamente a dismisura e poi crollare. Deve crollare perché è un sistema che serve a rubare soldi alla gente. Ti convincono che le azioni argentine sono una figata e il giorno dopo crollano. Non è né una fatalità né un incidente di percorso: semplicemente ti hanno fregato i soldi con un gioco di prestigio. Le crisi fanno guadagnare un sacco di miliardi a molte persone che generalmente di mestiere non fanno gli operai.
In particolare il capitalismo fa 3 cose cattivissime:
1) usa la guerra per arricchirsi, depredando popoli, massacrando donne e bambini, distruggendo ricchezza e torturando. È la legge del mercato: produrre armi conviene, finanziare guerre conviene e quindi si trova qualcuno disposto a corrompere e fare lobbying per riuscire a fare la guerra;
2) crea barriere sociali per impedire il benessere dei popoli. Conviene a qualcuno che solo poche qualità di banane possano essere importate in Europa, conviene a qualcuno pagare una miseria i contadini e gli operai dei paesi poveri, conviene che prendere i finanziamenti pubblici sia così difficile, che solo se hai amici in Comune riesci ad aprire un supermercato o a concorrere per un appalto. Conviene che ci siano le mazzette, le raccomandazioni, gli amici degli amici, la burocrazia veloce o lenta a seconda dei casi, le liste d’attesa per una Tac a due velocità. Il capitalismo è basato sul Dio Denaro. E quindi scatena i più bassi istinti in una parte della popolazione che è ben dotata di capitali e quindi ha grandi possibilità di sfruttare in ogni modo i mezzi a disposizione ed è disposta a usare qualunque mezzo per mantenere il privilegio;
3) il capitalismo se ne fotte delle persone e se ne fotte dell’ambiente, quindi se distruggere conviene è disposto a fare qualunque cosa per difendere il proprio diritto a devastare e spargere veleno.

E noi siamo contro il capitalismo, la guerra, la povertà e la discriminazione sociale e l’inquinamento. E non vogliamo subire altre rapine a mano armata truccate da crisi economiche!

La buona notizia è che, storicamente parlando, il capitalismo è finito.
Al momento siamo nella merda fino al collo ma è solo perché gli effetti delle rivoluzioni storiche sono un po’ lente rispetto ai tempi microscopici della vita umana. Ma è bello annegare nella merda sapendo che si tratta solo di uno strascico del passato. Un dinosauro ti sta stritolando, è vero. Ma è meno terribile se hai la soddisfazione di sapere che il dinosauro è morto. Ti stritola perché ti sta franando addosso in quanto essendo morto non si regge più in piedi. E tu hai vinto perché hai continuato a vivere un secondo più di lui. E lui comunque si è estinto e tu no.

Il capitalismo sta scomparendo come è successo ai piccioni viaggiatori-postini  perché non conviene più. Anche la cavalleria composta dalla crema della nobiltà polacca è scomparsa quando l'hanno caricata con i carri armati. Sono scomparsi tutti. Morti.

Mentre alcuni capitalisti si arricchivano vendendo armi, altri più fantasiosi hanno accumulato montagne di soldi inventando il tempo libero, il consumismo, le canzoni d’amore, la moda, la spasmodica ricerca della felicità, il televisore, i libri tascabili, i computer, internet.

Così succede che la novità oggi è che abbiamo un’immensa quantità di informazioni gratis, comunicazione gratis, nuovi sistemi di connessione sociale, umana e culturale; le tecnologie digitali hanno fatto sì che il capitalismo stia vendendo a vagoni la possibilità di costruire reti solidali.
Incredibilmente il capitalismo ha costruito lo strumento che lo sta distruggendo: lo stile di vita e di pensiero basato sulle reti.
Il capitalismo ha generato la coscienza e l’esperienza che collaborare è meglio, regalare è meglio che vendere, vincere tutti è meglio che vincere in pochi.
Pochi si sono resi conto che oggi il sistema di gestione dei computer che sta diventando leader del mercato è stato creato da un gruppo di sviluppatori che hanno lavorato gratis a rete: Linux è lo spartiacque tra il nuovo e il vecchio mondo.
Oggi grazie ai social network si stanno sviluppando impetuosamente reti di persone che credono che collaborare sia gradevole e che stanno arricchendo la collettività per il gusto di farlo. Perché le canzoni d’amore ci hanno insegnato che certi piaceri  non si possono comprare si possono soltanto regalare!

Oggi centinaia di milioni di persone sono convinte che il vero lusso sia potersi permettere la condivisione. Wikipedia è la più grande enciclopedia che sia mai esistita.
Esistono al mondo almeno 500mila associazioni e gruppi solidali che si connettono freneticamente tra loro dando vita a un numero spaventoso di iniziative che vanno dai flash mob alle raccolte di firme per la difesa di singoli individui o gruppi che subiscono ingiustizie.
Mai nella storia del mondo è esistito qualche cosa di simile.
Quelli che noi oggi ricordiamo come i grandi movimenti culturali del passato non coinvolsero mai masse simili di persone.
E mai con una tale livello di partecipazione individuale.
Ogni singolo, con i suoi tweet e il suo profilo nei social network, è un sensore, un produttore di contenuti e un selezionatore di contenuti. Ogni individuo è uno snodo che moltiplica la potenza della rete relazionale mettendola in contatto con il proprio mondo di amicizie e conoscenze.
Molti non capiscono che questo fenomeno è appena iniziato. Non vedono le potenzialità spaventose di cambiamento.
Milioni di persone vivono già connesse, quasi costantemente, con la loro rete di amici, si scambiano continuamente immagini, parole e musica…
L’idea stessa di spazio si sta modificando e mai nella storia del mondo le persone hanno passato tanto tempo a parlare e quindi, bene o male, a usare il cervello.
E cosa succede se milioni di persone si scambiano messaggi forsennatamente, giudicano fatti e cose, creano sistemi di giudizio, li affinano, in una parola si confrontano e confrontano con altri le esperienze? Succede che cresce la coscienza. E appunto si sviluppa la voglia di essere protagonisti della propria vita, di raccontarla e quindi di avere qualche cosa da raccontare.
Molte persone sono spaventate dalle relazioni digitali.
È vero che c’è qualcuno che sclera. Ma se non ci fosse stato internet sarebbe andato fuori di testa in qualche altro modo.
Oggi milioni di persone usano internet per conoscere persone nuove che poi incontrano nella vita reale e a volte ci lavorano, diventano amici, fanno l’amore. Il web sta arricchendo la vita relazionale di centinaia di milioni di persone.
E cosa succede quando sai più cose, conosci più persone, hai più potere di comunicazione?
Succede che vuoi di più.
E succede che persino qualche capitalista preferisce venderti quello che vuoi e che ti serve veramente. Anzi te lo regala!
Perché la grande novità è che il mondo è talmente cambiato, perché sono cambiati gli stili di vita e di consumo, che regalare conviene: Google ti dà ricerche e posta elettronica gratis, le mappe della terra gratis, Facebook è gratis, YouTube è gratis!
Il futuro è il controllo di massa della qualità dei prodotti, lo sviluppo di un mercato fatto di consumatori informati e consociati che pretendono il meglio, compreso il fatto che i prodotti siano puliti: niente sangue, niente sudore di bambini schiavi, niente puzza di polvere da sparo.
Già ci sono reti di aziende che certificano il loro impatto ecologico e sociale: “Compra la mia automobile e salvo gli orsi dell’Alaska, i bambini poveri del Congo e ripulisco l’aria della tua città”.

Oggi il cittadino ha il potere di protestare, di votare e anche di scegliere cosa consumare e in che modo. Può condividere anche nella realtà spazi quotidiani, mezzi di trasporto, barattare, riusare, riciclare, consociare il risparmio in modo etico…

Quel che serve è che sempre più persone comprendano il grande potere che esercitano ogni volta che fanno la spesa.
Servono persone che desiderano stili di vita che ancora non ci sono e se li costruiscano. Serve costruire grandi sistemi digitali che aumentino la condivisione, sviluppino le reti e la cultura della rete.

Lo stiamo facendo ma se ce ne rendiamo conto lo facciamo meglio.
Stiamo creando il mondo migliore adesso.

Vieni al Festival EcoFuturo: abbiamo bisogno di parlarti. Vieni in tenda, in camper, in sacco a pelo, vieni a piedi a cavallo, in corriera, in elefante, ma vieni. La rete sta quagliando. La gioia sta arrivando! Partecipare costa solo 15 euro al giorno, dalla mattina alla sera, spettacolo continuato.

P.S.
Ovviamente attenzione alla caduta dinosauri. Cammina guardando in alto… Non si sa mai!

Jacopo Fo
 


Città del Messico vieterà gli animali nei circhi

Città del Messico vieterà gli animali nei circhi

Entro 18 mesi a Città del Messico, una delle metropoli più grandi del mondo, sarà vietato utilizzare animali negli spettacoli circensi. La legge è stata approvata una settimana dopo l'inaugurazione, da parte del premier Miguel Angel Mancera, di un nuovo acquario.
(Fonte: Ecoblog)

LEGGI LE ALTRE BUONE NOTIZIE DI OGGI


I protagonisti di EcoFuturo: Chiara Tonelli

Chiara Tonelli rHome for denCity

E' la team leader del Progetto “RhOME for denCity", l'eco-casa progettata da studenti e ricercatori dell'Università di Roma Tre che si è appena aggiudicata il primo premio per il "social housing" al Solar Decathlon Europe 2014.
Anche l'architetto Chiara Tonelli sarà al Festival ECOFUTURO.

Vieni ad Alcatraz a vivere l'EcoFuturo! Dal 26 luglio al 2 agosto alla Libera Università di Alcatraz.
Per tutte le info sul festival EcoFuturo clicca qui

Programma Festival - Costi - EcoFuturo in tv e radio

Per prenotazioni 075.9229914/38/39, info@alcatraz.it.

 


L'albero più vecchio del mondo

Il più vecchio del mondo

Quello che vedete nella foto è probabilmente l'albero più vecchio del mondo: 5.000 anni stando alle analisi degli esperti. Si trova nel cimitero gallese di St'Cynog's, nella località di Defynnog, vicino a Sennybridge. Qualcuno può andare ad abbracciarlo?

LEGGI LE ALTRE BUONE NOTIZIE DI OGGI


Il Comune premia 4 disabili per la loro battaglia contro il Comune

Il Comune premia 4 disabili per la loro battaglia contro il Comune
Succede a Torino, dove la Giunta comunale ha conferito il “Sigillo Civico” a Piera Parnigoni Civallero, Paolo Osiride Ferrero, Vincenzo Bozza ed Enzo Tomatis, rispettivamente presidenti di Anffas, Consulta per le persone in difficoltà, Utim e Unione italiana ciechi, per il loro impegno in una battaglia proprio contro il comune stesso, reo di aver approvato una riforma del servizio di trasporto per i cittadini disabili che, a detta di tutto l'associazionismo locale, lede fortemente il diritto alla mobilità. Un chiaro caso di conflitto d'interessi.
(Fonte: Superabile.it)

LEGGI TUTTE LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI


I cavalieri della Tavola Rotonda: Marco Boschini, Laura Puppato e Federico Pizzarotti

EcoFuturo, festival delle ecotecnologie e dell'autocostruzione

Domenica 27 luglio ad Alcatraz, durante il Festival EcoFuturo, si terrà una tavola rotonda con Marco Boschini, fondato dell'associazione dei Comuni Virtuosi, Laura Puppato, senatrice del Partito Democratico e Federico Pizzarotti, sindaco 5 Stelle di Parma.
Tema del dibattito: Come riorganizzare le amministrazioni comunali e la gestione sostenibile del territorio.
Vieni ad Alcatraz a vivere l'EcoFuturo! Dal 26 luglio al 2 agosto alla Libera Università di Alcatraz.
Per tutte le info sul festival EcoFuturo clicca qui

Programma Festival - Costi - EcoFuturo in tv e radio

Per prenotazioni 075.9229914/38/39, info@alcatraz.it.


Abbiamo bisogno di incontrarci per progettare il futuro

Abbiamo bisogno di incontrarci per progettare il futuro

Vieni anche tu all'Ecofuturo Festival!
(Un viaggio in un altro luogo spaziotemporale, per soli 15 euro al giorno!!!)

La tv non lo racconta ma è ormai in atto una rivoluzione epocale: una serie di novità scioccanti sta per modificare la vita e il modo di lavorare di milioni di italiani.
Una rivoluzione che non ha bisogno di vincere le elezioni per prendere il potere: lo fa e basta! Produciamo la nostra energia, riorganizziamo i nostri consumi collettivamente.
Pensi di poter vivere senza respirare il profumo di questo sconvolgimento epocale?
La nostra proposta di incontrarci per scambiarci informazioni, connessioni, idee e tecniche sta raccogliendo un grande interesse.
Hanno già aderito a Ecofuturo Festival decine di associazioni, aziende e ricercatori indipendenti, con la partecipazione di WWF, Legambiente, Acqua Pubblica e perfino del Politecnico di Milano; e poi Europa7 e la Tv del Fatto Quotidiano online oltre a una rete di emittenti web e satellitari più piccole.
La qualità dei partecipanti e le novità che presenteremo sia sul piano delle tecnologie sia per le iniziative che verranno lanciate in vari settori, dai gruppi di acquisto ai sistemi di certificazione ecologica, ci fanno sperare che da questo evento scaturirà un'ondata di rinnovamento spinta dal basso, da quel movimento poco visibile che è impegnato a costruire macchine e sistemi per un futuro migliore.
Possiamo scardinare il vecchio sistema perché è superato e antieconomico oltre che ingiusto.
E lo possiamo fare se ci mettiamo insieme a pensare e agire.
Non vogliamo fare un partito ma vogliamo connetterci in rete.
Ad esempio, una parte del festival sarà dedicata alle strategie che hanno funzionato portando alcuni (pochi) comuni a tagliare il 50% e più della bolletta energetica. Vogliamo mettere a discutere insieme Marco Boschini dei Comuni Virtuosi, Laura Puppato che pur essendo del Pd ottenne il riconoscimento di "Sindaco a 5 Stelle", e il sindaco di Parma, Federico Pizzarotti e vedere se c'è modo di creare sinergie tra gli amministratori che al di là delle bandiere vogliono migliorare le cose.
Lo stessa logica la proporremo al mondo dell'autocostruzione e delle stampanti in 3D, agli appassionati di auto e moto elettriche (convertire è possibile!), a chi vuole creare reti di turismo sostenibile e a chi lavora nel settore delle fonti rinnovabili (presenteremo nuovi sistemi fotovoltaici!).
Speriamo sia un evento che abbia la capacità di lanciare un'ondata di iniziative concrete in tutta Italia.
Inoltre questo festival non sarà "mordi e fuggi" e tutti i materiali prodotti resteranno on line su un portale dedicato e verranno via via sviluppati sulla nuova serie di Ecotecno.tv, rivista cartacea e digitale il cui terzo numero, di presentazione del festival, è già in distribuzione.
Di tutti questi risultati dobbiamo dare gran merito a Michele Dotti che è diventato il principale fautore di questa iniziativa ed è riuscito a realizzare una poderosa opera di connessione.

A questo punto la macchina organizzativa è partita a predisporre tende e tendoni, servizi, aree ristorazione, stand, esposizioni, laboratori. E a brevissimo sarà anche pronto il volantone in pdf con il programma. Ma ancor prima di partire con la comunicazione stiamo ricevendo segnali di interesse da molte parti e prenotazioni di gruppi che si stanno organizzando per arrivare con tutti i mezzi.
In questi giorni stiamo poi pubblicando una scheda per ognuno dei relatori e delle aziende presenti, che pubblicheremo quotidianamente qui, su Cacao e su tutti i siti del circuito e che vi invitiamo a ripubblicare sui vostri blog e pagine Facebook.
In questo modo otterremo un effetto di diffusione esponenziale.

A questo proposito vorrei sottolineare che nello spirito stesso di EcoFuturo abbiamo in mente di sviluppare Ecotecno.tv come rivista "multitestata", cioè proporre ad altre riviste digitali di mettersi in cordata con noi mantenendo ognuno la propria copertina, la propria autonomia totale ma alleandosi e "distribuendoci" tutti insieme, in modo tale da fare massa critica "unendo" il pubblico di ognuna delle testate che si "assorellano".
Detto questo vi saluto e vi faccio i miei auguri

Jacopo Fo

Per gli ospiti saranno disponibili anche spazi tenda o sacco a pelo, ingredienti e fuochi per cucinare autonomamente e piatti pronti italiani e arabi a partire da 5 euro.

Hanno finora aderito al Festival Ecofuturo
Associazioni, cooperative, istituzioni e società
Legambiente
WWF
Associazione dei Comuni Virtuosi
Rete Comuni Solidali
Italia che Cambia
La Nuova Ecologia
Qualenergia
Equologia
Mani Tese
Verdi Ambiente e Società
Transition Town
Progetto Teknes
Associazione Gaia
Mola Casanova

Esperti, docenti, ricercatori e divulgatori
Gunter Pauli
Marinella Levi
Pietro Laureano
Luigi Rambelli
Sergio Ferraris
Giannandrea Mencini
Corrado Giannone
Cristiano Bottone
Giuliano Tallone
Gianumberto Accimelli
Daniel Tarozzi
Carlo Giordano
Claudio Bertoni
Marco Boschini
Loredana Menghi
Giovanni Cimini
Maurizio Fauri
Federico Butera
Fabio Roggiolani
Claudia Bettiol
Mario Agostinelli
Giorgio Ruffini
Ascanio Tagliaferri
Maurizio Signorini
Sergio Los
Natasha Pulitzer
Daniela Ducato
Massimo Moretti
Fabrizio Zago
Michele Dotti
Mao Valpiana
Joshua Evangelista
Filippo Guerra
Giovanni Maiolo
Laura Puppato
Federico Pizzarotti

Tv e radio che trasmetteranno l'evento
LCN delle emittenti che trasmetteranno il Festival EcoFuturo a partire dal 27/07/2014 fino al 02/08/2014 in seconda serata alle ore 23.00 circa.
TVR VOXSON LAZIO LCN 72
TELEREGIONE TOSCANA LCN 114
ATV7 ABRUZZO LCN 91
Inoltre sarà trasmesso anche sul canale nazionale FLY, visibile sulla piattaforma digitale DVB-T2.

LA NUOVAECOLOGIA TV: LaNuovaEcologia TV trasmetterà pillole serali dal Festival
TELEAMBIENTE
ILFATTOQUOTIDIANO TV
TRASMISSIONI RADIO SU Reset Radio e RadioGamma5

Partner e sponsor
ECOR prodotti biologici e biodinamici
AAM Terranuova
I Bibanesi

Programma provvisorio

26/07/2014
Arrivo ospiti e partecipanti
Conferenza plenaria di benvenuto e presentazione festival di Jacopo Fo
21:30: Concerto di Luca Bassanese & La Piccola Orchestra Popolare

27/07/2014
Laboratorio con Mola Casanova
Laboratorio con Nicola Ulivieri (forni solari)
Laboratorio Ecopillole con Mamma Chimica
Laboratorio con Wasp Project (stampanti 3D)
Autocostruzione di blocchi in calce e canapa per tamponature di abitazione. A cura di azienda Agraia
Autocostruzione pannelli solari termici con materiali riciclati

Conferenza di Fabrizio Zago: Vuoi essere aquila o tacchino? L'impatto della detergenza sull'ambiente e sulla nostra pelle
Conferenza di Filippo Guerra (Recosol): Esperienza pilota di riciclo plastica in Sahel

Tavola rotonda: Biodiversità, una ricchezza da difendere e promuovere con Giannadrea Mencini (vice-presidente nazionale Associazione VAS - Verdi Ambiente e Società), Giuliano Tallone (presidente LIPU dal 2003 al 2011) e Gianumberto Accinelli (fondatore e presidente di Eugea s.r.l.).
Tavola rotonda con Marco Boschini, Laura Puppato e Federico Pizzarotti: Come riorganizzare le amministrazioni locali

28/07/2014
Laboratorio Oli essenziali con Barbara Pozzi
Laboratorio con Wasp Project (stampanti 3D)
Laboratorio di autocostruzione di blocchi in calce e canapa per tamponature di abitazione. A cura di azienda Agraia
Autocostruzione pannelli solari termici con materiali riciclati

Conferenza di Pietro Laureano: presentazione del progetto Toilette a diversione

Tavola rotonda con Progetto Teknes e la giornalista Loredana Menghi: La tecnologia appropriata e la cooperazione solidaria internazionale
Tavola rotonda con Giorgio Ruffini, Presidente di "Azione Energia Solare" e fondatore del Coordinamento FREE (Coordinamento Fonti Rinnovabili ed Efficienza Energetica) un'Associazione che raccoglie attualmente 29 Associazioni del settore rinnovabili.

Ore 21:30: Lu Santo Jullare Francesco, spettacolo teatrale di Mario Pirovano

29/07/2014
Laboratorio Ecopillole con Mamma Chimica
Laboratorio con Wasp Project (stampanti 3D)
Laboratorio con Mola Casanova
Laboratorio di autocostruzione di blocchi in calce e canapa per tamponature di abitazione. A cura di azienda Agraia
Autocostruzione pannelli solari termici con materiali riciclati

Conferenza di Luigi Rambelli sul turismo sostenibile: Il turismo fra green washing, sostenibilità e innovazione gestionale e strutturale
Conferenza Massimo Moretti di Wasp Project (stampanti 3D)
Seminario con Cristiano Bottone: Strade in Transizione, resoconto della prima sperimentazione in Italia di questa modalità di intervento "strada per strada" sviluppato in Gran Bretagna.

30/07/2014
Laboratorio Oli essenziali con Barbara Pozzi
Laboratorio con Wasp Project (stampanti 3D)
Laboratorio di autocostruzione di blocchi in calce e canapa per tamponature di abitazione. A cura di azienda Agraia
Autocostruzione pannelli solari termici con materiali riciclati

Seminario con Cristiano Bottone: RIECONOMY ALL'ITALIANA, ricostruire insieme l'economia del territorio
Intervista via Skype con Gunter Pauli sulla Blue Economy
Conferenza di Corrado Giannone: Come valorizzare le risorse agroalimentari del territorio nei servizi di ristorazione collettiva
Presentazione della prima collana fotovoltaica (Oreficeria D'Orica) con Gianpietro Zonta, Daniela Raccanello e Adriana Sasso

21:30: Spettacolo teatrale di Michele Dotti

31/07/2014
Laboratorio Ecopillole con Mamma Chimica
Laboratorio con Wasp Project (stampanti 3D)
Laboratorio di autocostruzione di blocchi in calce e canapa per tamponature di abitazione. A cura di azienda Agraia
Autocostruzione pannelli solari termici con materiali riciclati

Conferenza di Maurizio e Davide Signorini di Energetismo. Sostenibilità: la felicità dell'appartenenza
Conferenza di Maurizio Fauri: Efficienza energetica e incentivi

21:30: Spettacolo teatrale di Jacopo Fo

01/08/2014
Laboratorio Oli essenziali con Barbara Pozzi
Laboratorio con Wasp Project (stampanti 3D)
Lezione di musica con strumenti autoprodotti con Maurizio Capone e Bungt Bangt
Laboratorio di autocostruzione di blocchi in calce e canapa per tamponature di abitazione. A cura di azienda Agraia
Autocostruzione pannelli solari termici con materiali riciclati

Seminario Ass. Gaia: Presentazione progetto Educational e Wikigaia, il nuovo social commerce
Seminario Ass. Gaia: Acquaponica, presentazione del nuovo metodo di coltura a ciclo chiuso
Conferenza di Giovanni Maiolo (Recosol): Accoglienza migranti nella Locride
Conferenza di Giovannni Cimini: Leonardo System, un sistema innovativo di impianto fotovoltaico con accumulatore e inverter di ultima generazione

Tavola rotonda con Daniel Tarozzi: L'Italia che cambia
Tavola rotonda con Carlo Giordano: EconoMake, se vuoi un'economia diversa, falla!
Tavola rotonda con Daniela Ducato, Maurizio Signorini: Bioedilizia, le migliori esperienze italiane e gli scenari futuri

21:30: Concerto Maurizio Capone e Bungt Bangt

02/08/2014
Conferenza di Natasha Pulitzer e Sergio Los: L'ecovillaggio solare di Alcatraz, la bioclimatica e l'autosufficienza energetica
Conferenza di chiusura Festival con Jacopo Fo