alimentazione

Alimentazione e salute: vivere in eterno mangiando solo dinosauri

Milioni di italiani stanno discutendo su cosa sia più sano mangiare. La febbre salutista è alle stelle. Le intolleranze alimentari impazzano, la caccia al glutine è aperta. Schiere di cittadini sovrappeso tirano la cinghia e si iscrivono a corsi di fitness, yoga, marcia con i bastoncini e rebirthing olistico.
Il movimento progressista è depresso e rifluisce nel personale che in fondo è politico anche quello. Vanno molto forte i post macrobiotici che ci dicono che se mangi integrale e vegetariano diventi migliore e guarisci dalla colite perché i popoli che mangiano riso integrale e soia non soffrono di stomaco: per almeno 10mila anni gli umani si sono nutriti di granaglie e il nostro sistema digerente è fatto per digerirle. Vero!
Ma poi arriva un altro gruppo che dice: “Ma siete pazzi? Il nostro stomaco è fatto per digerire solo cibi crudi! Per milioni di anni non abbiamo mangiato altro! Il riso lessato è moneta del demonio”!

CONTINUA A LEGGERE SUL BLOG DEL FATTO QUOTIDIANO


Sapori alla moda di merda

Ristorante Alcatraz

Mi è capitato, girando per recitare, di visitare alcuni ristoranti paludati, di quelli che ti propongono vini da 500 euro (!!!) e poi scopri che l’olio per condire l’insalata è da due e cinquanta! Strachimico.
Mostri alimentari… Ma se tu cliente non ti accorgi neanche che l’olio fa schifo, cosa ti compri a fare una bottiglia che costa come un motorino usato, che tanto non ci capisci niente? Ma c’è gente, miserabile di spirito, che non compra la bottiglia per il vino che contiene ma per il gusto di esporre l’etichetta costosa sul tavolo.

L’aveva capito un mio amico che in gioventù era un vero criminale gastronomico. Aveva aperto un ristorantino prospiciente un porticciolo per panfili miliardari. Si era procurato una ventina di bottiglie vuote di champagne di grande griffatura, le riempiva con spumante gasato con l’anidride carbonica che pareva birra, spacciava le sardine per filetti di balena azzurra nana (quasi estinta) e si faceva pagare 20mila lire a cranio, che allora con mille lire ti facevi una pizza e una birra. E più gli avventori erano ricchi più eran contenti. Suppongo che tu abbia visto quella pubblicità con il venditore d’auto che propone una macchina superlativa a poco prezzo, e la signora ingioiellata che sbotta scandalizzata: “Ma noi volevamo spendere molto di più!”
Uguale.

Questi mammalucchi telelesi rappresentano il peggio della cultura speculativa, arrivista, vanesia, esteriore e formalista che si possa immaginare. E hanno i loro ideologi nelle trasmissioni televisive che magnificano i fasti della casa, del vestirsi e del cucinare alla moda.
Per diventare conduttore di una di queste trasmissioni devi passare selezioni severissime: devi dimostrare di essere sprovvisto di buon gusto, senso dell’armonia, capacità di sentire i profumi. Devi invece sapere tutto sulle Grandi Firme.
È gente che è felice quando si mangia il raro miele di calabrone cieco della Valsazia, tagliato a fette ovoidali, scottato con il napalm bergamasco e subissato a intermittenza con linee oniriche di cioccolato caraibico e mousse di caramello laminato in sottilissimi veli edibili di oro zecchino sudafricano. Che se Dio vuole ti stoppa il culo dopo averti vaporizzato il fegato. Poi i calcoli li fai dorati ma fan male lo stesso.

Li vedo ogni tanto questi strani tipi arrivare ad Alcatraz (raramente per fortuna) e restare scandalizzati perché abbiamo le tovaglie di carta e i bicchieri non sono in cristallo di Boemia firmato da Caliciotto De Caliciotti.
Non importa che quel che ti offro nel piatto contenga la conoscenza di millenni di cucina saggia e la fragranza dei bei sogni, non importa che il cibo sia biologico, biodinamico, biobenedetto, etico, equo, solidale, che il lavapiatti sia assunto regolarmente e che l’energia che illumina la sala sia 100% solare e comunista. Non importa che intorno a te ci sia una libera natura selvaggia per chilometri e che l’aria sia tanto pura che i licheni hanno le allucinazione e si credono aironi.
A loro interessa chi ha firmato il piatto.
Quando il saggio indica la luna lo scemo guarda il dito.
Diciamoglielo che sono dei miserabili.
Vampiri estetici.
Poveri sociolesi che si sforzano in modo raccapricciante per apparire simili al modello omologato sotto la dittatura dalla dell’apparenza.

Un’altra cosa che dà loro fastidio è che si mangi disposti attorno a grandi tavolate (cosa per altro non obbligatoria ad Alcatraz, abbiamo anche angoli appartati per innamorati...
Non capiscono proprio il lusso di mangiare facendo conversazione e nuove conoscenze.

Dimmi come mangi e ti dirò chi sei.

Le loro tavole imbandite, le loro case infiocchettate, la loro immagine omologata, sono il goffo tentativo di riprodurre un canone estetico e culturale dominante non perché sia migliore ma perché contiene il maggior numero possibile di status symbol.

Quando sei disposto ad affondare la Grecia per incassare future e bond, quando sei capace di licenziare padri di famiglia perché chiedono salute e diritti… Allora sei uno stronzo e, come effetto collaterale, perdi ogni sensibilità per la poesia del tramonto. E il tuo palato incartapecorisce di giorno in giorno.

Sarà un gran giorno quando la maggioranza dei progressisti capirà che sul terreno degli stili di vita vinciamo noi… Non c’è partita. Il capitalismo speculativo non è solo ingiusto, distruttivo, criminale e assassino. Puzza pure di merda. Ben confezionata ma comunque merda.

 


Ghiaccioli per la nausea da gravidanza

Le nausee e il malessere tipici dei primi mesi di gestazione possono sparire mangiando ghiaccioli a base di ingredienti naturali, senza zuccheri o conservanti. Lo comunica dall'Associazione Ostetrici Ginecologi Ospedalieri Italiani affermando che funziona nel 95% dei casi.
(Fonte: Ansa)
 


Braccio di Ferro aveva ragione! Gli spinaci rendono più forti.

Braccio di FerroLo rivelerebbe uno studio condotto al Karolinska Institutet di Stoccolma e pubblicato sulla rivista medica Cell Metabolism.
Secondo Eddie Weitzberg, fisiologo e coordinatore della ricerca, i nitrati inorganici contenuti in spinaci e altre verdure a foglia verde aumentano l'efficienza muscolare riducendo il consumo di ossigeno necessario per effettuare lo sforzo.
I mitocondri respirano meglio e le proteine si ringalluzziscono.
Per aumentare l'effetto aggiungete un cucchiaio di olio di Olivia.
(Fonte: Corriere.it)
Fonte imm


Mangiate più insetti!

Alimentazione insettiL'appello, indirizzato ai Paesi Occidentali, forti consumatori di carne, arriva addirittura dalla FAO, secondo cui gli insetti sono prelibati, nutrienti e già consumati in 36 paesi africani, 29 asiatici e 23 americani.
“Hanno un apporto proteico pari a quello della carne o del pesce e in forma essiccata contengono spesso una quantità doppia di proteine rispetto alla carne o al pesce crudo” spiega la Food and Agricolture Organization.
Come vi sentireste a ordinare un Mcavallet?
(Fonte: LaStampa)
Fonte imm


L'Etichetta d'origine e' legge, forse

La Commissione Agricoltura della Camera ha approvato le nuove “Disposizioni in materia di etichettatura e di qualita' dei prodotti alimentari”.
In sostanza la nuova legge prevede che per tutti i prodotti alimentari sia obbligatorio segnalare la provenienza degli ingredienti, così da sapere se si sta comprando salsa di pomodori cinesi o mozzarelle di bufala tedesche.
La buona notizia e' stata festeggiata con la preparazione di una salsiccia di 100 metri davanti a Montecitorio. La carne era argentina.
L'UE potrebbe pero' bocciare la legge, in quanto in contrasto con la direttiva europea che prevede l'indicazione dell'origine solo a titolo volontario.
(Fonte: Repubblica)


Bye bye Happy Meal

Il consiglio cittadino di San Francisco ha approvato all’unanimita' un’ordinanza che vieta a tutte le catene di fast food di associare regali e sorprese al cibo ad elevato apporto calorico.
La norma dovrebbe entrare in vigore a dicembre 2011 ma sta scatenando numerose proteste, pare addirittura da parte di alcuni genitori, secondo cui si tratta di un'intrusione nella sfera privata della famiglia.
Stando alle statistiche, il 30% delle sfere e' sovrappeso.
(Fonte: ilPost e Tgcom)


Il miglior ristorante del mondo

Secondo l'annuale classifica della rivista britannica Restaurant Magazine, nel 2009 il miglior ristorante del mondo e' il “Noma” di Copenaghen, diretto dallo chef Rene' Redzepi.
Esperto di slow-food, utilizza solo prodotti di provenienza locale e filiera corta, per friggere usa olio di colza prodotto a pochi km di distanza dal ristorante e invece della carne francese serve bistecche di bue muschiato danese. Buona parte di questi alimenti sono anche da agricoltura biologica.
Altra buona notizia: nella stessa classifica compaiono anche 5 ristoranti italiani, il primo dei quali e' al sesto posto nel mondo.
(Fonte: Repubblica)
Fonte imm