Sesso e interruzione di servizio pubblico

Una coppia di ragazzi si e' messa a fare sesso sui binari della Torino-Milano, nel tratto tra Parabiago e Vanzago, bloccando un treno. Il macchinista e' riuscito a fermarsi e pensando a un tentativo di suicidio ha chiamato la Polfer.
I due sono ora accusati di interruzione di servizio pubblico, e non e' l'unica cosa che si e' interrotta...

(Fonte: TiscaliNews)


Record: il volo piu' lungo di un aeroplanino di carta

Fare aeroplani di carta e' certamente un gioco del passato, che ancora oggi attrae pero' migliaia di appassionati che si sfidano in veri e propri campionati e record.
Uno studente inglese di aeronautica della Leeds University e' riuscito a stabilirne uno nuovo: ha costruito un aereo di carta ("Spruce Moose", Alce Elegante), ispirato a un F14 Tomcat, e lo ha fatto volare per 7 secondi (poi e' andato a sbattere contro un cartello, altrimenti avrebbe continuato).
L'aereo e' perfettamente bilanciato ed  e' stato progettato e piegato in modo da aprirsi leggermente durante la fase di discesa, allungando notevolmente la planata. Lo studente si chiama Bond, Steve Bond.
Ufficialmente, secondo il Libro dei Record, il primato di volo per aeroplani di carta risale al 1998 ad Atlanta, negli Stati Uniti. Oltre 27 secondi di volo, ma sembra che il primato sia stato stabilito in condizioni troppo particolari (in una Galleria del Vento e con un aeroplano enorme).

(Fonte: Repubblica)


La prima donna Presidente di un paese africano

La signora Ellen Johnson Sirleaf ha ufficialmente vinto, con il 60% delle preferenze, le elezioni in Liberia, diventando cosi' il primo presidente donna di un paese dell'Africa.
Ex studentessa di Harward ha iniziato la sua carriera politica negli anni '70. Mandata due volte in esilio, per aver criticato il governo e per presunto tradimento, ha lavorato per Programma di Sviluppo dell'Onu, la Banca Mondiale e il Fondo Monetario Internazionale (organismi questi, specialmente gli ultimi due, che non hanno esattamente lasciato ampi spazi ai popoli africani di autodeterminazione e democrazia).
Adesso stiamo a vedere cosa fara' questa signora nel suo Paese. La prima battaglia che dovra' combattere sara' quella contro la poverta' e la corruzione nel settore pubblico.
La Sirleaf  ha invitato il candidato perdente, l'ex calciatore George Weah, a entrare nel nuovo governo. Weah manca di esperienza politica ma e' certamente una personalita' nel Paese e secondo alcuni addirittura un modello per molti liberiani.

(Fonte: Peacereporter)


Archiviatori del delirio.

di Jacopo Fo

Mentre la campagna elettorale di mio padre inizia a strutturarsi (ricordo a tutti: il 28 novembre sera, alle 20,45 lo spettacolo al Teatro Smeraldo, piazza 25 Aprile) il mondo continua a veleggiare nel delirio.
Pinochet e' stato incriminato per le torture e gli omicidi quando era dittatore in Cile, altre accuse di torture vengono mosse agli Usa in Iraq, il Pentagono, dopo aver ripetutamente negato, ammette l'uso di fosforo a Falluja. Intanto si ammassano le prove che la storia dei rapporti sessuali che provocano l'Aids e' tutta una balla (vedi http://www.cacaonline.it e per gli aggiornamenti piu' recenti: "Tutto in vendita" della Nuovi Mondi Media).
Insomma il quadro e' agghiacciante. E ovviamente noi italiani siamo i primi della classe. Ho fatto un paio di telefonate per sapere a che punto e' la storia di Acerra. Un paio di mesi fa Sandro Ruotolo (un eroe) realizzo' un documentario, incredibilmente mandato in onda da Rai3 che conteneva, tra l'altro, un'accusa incredibile. Ad Acerra, alle porte vicino a Napoli, a causa di discariche abusive della camorra c'e' un'area dove la Asl ha misurato un livello di diossina piu' alto che a Seveso. Ruotolo ha fatto vedere gli effetti terribili che questa sostanza ha provocato su un branco di pecore, immagini scioccanti. Come gia' ho detto piu' volte (vedi audioblog su http://www.jacopofo.com) trovo incredibile che dopo questa denuncia NON ci sia stato nessun intervento ne' per evacuare l'area ne' per rimuovere la discarica abusiva...
E cosa dire dell'assenza di reazione al fatto che il presidente della regione Sicilia, Cuffaro, non solo ha incontrato un capobastone (come ha alla fine ammesso) ma possedeva 100 schede telefoniche, intestate perfino a persone inesistenti, per garantirsi comunicazioni non intercettate? A chi doveva telefonare in segreto? Alla sua mamma?
Un punto d'onore per il genere umano lo hanno assegnato i prodi che, capitanati da Beppe Grillo (lo vogliamo santo, subito!) hanno comprato un'intera pagina sull'Herald Tribune per informare il mondo del fatto che 23 pregiudicati siedono nel nostro parlamento.
Ma nonostante i segnali positivi che vengono dal popolo della rete siamo lontani dalla capacita' di concretizzare il nostro desiderio di cambiamento. Come dice Grillo, girando per l'Italia per recitare si incontrano centinaia di persone e non trovi piu' nessuno che si riconosca minimamente in questa classe politica.
E non e' solo un problema nazionale, anche se noi stiamo particolarmente a bagno negli escrementi.
Il centro del problema e' che abbiamo rifiutato il modo dominante di vivere e ragionare ma ancora non siamo riusciti a elaborare pienamente strategie esistenziali diverse. Stiamo ancora misurando lo spessore delle menzogne che ci hanno raccontato e la constatazione della misura dell'orrore e della stupidita' ci paralizza.
Proprio per questo spero che accoglierete con interesse la seconda puntata del romanzo "Per nessuna ragione al mondo!" (allegata a questo numero di Cacao). Questo romanzo e' il mio contributo a questa riflessione. Fa da sfondo a un'avventura, che spero troverete piena di suspence, il castello di bugie e mistificazioni che soggioga l'Umanita'.
E premetto che tutte le tecniche paranormali e le tecnologie che ho elencato esistono veramente. E il piano diabolico contro il quale i buoni dovranno battersi non e' fantascientifico ma assolutamente alla portata tecnologica delle truppe imperiali. Non vi dico altro (e mi mantengo sul vago) per non rovinarvi la sorpresa.
Aggiungo che siccome credo molto in questo lavoro mi piacerebbe se pubblicaste sul mio blog un commento. Ovviamente anche negativo.
Ringraziandovi per la vostra meravigliosa e preziosa attenzione vi auguro di non accorgervi mai che vostro figlio e' tale e quale all'attuale presidente del consiglio.


Grandi progressi del progetto di risparmio energetico del Comune di Padova

Dei 5 punti da attuare 4 sono già stati messi in cantiere. E' stato chiuso il contratto per la riconversione a metano di tutti i 59 impianti a gasolio e per la solarizzazione di 8 impianti sportivi ( in 12 mesi i lavori saranno finiti).
E' già stato riconvertito a metano gran parte del parco veicolare del Comune.
E' stato avviata la trasformazione dei semafori con la sostituzione delle lampadine che durano 2000 ore con lampadine che durano 80-100 mila ore e risparmiano l'88% dell'energia elettrica.
E' stato messo a bilancio il primo impianto fotovoltaico al parcheggio scambiatore del futuro tram...
Inoltre da questa settimana 70 autobus andranno a Biodiesel e fra sei mesi si avranno i risultati della sperimentazione su banco che su strada. A quel punto, se gli esiti saranno positivi nessuno potrà contrastare lo sviluppo di questo eco carburante. Per inciso la Coldiretti si è dichiarata disponibilissima a mettere a disposizione vaste superfici per la coltivazione della colza. E questo risultato è particolarmente importante perché non era previsto di riuscirci in questa prima fase di intervento.
Ora il Comune di Padova affronterà la partita impegnativa della trasformazione della rete di illuminazione pubblica e poi si potrà dire che, a tempo di record, si è  riusciti a dare una svolta importante alla politica ambientale di questa città pesantemente inguaiata sul fronte urbanistico e
del PM 10.
Siamo particolarmente entusiasti di questi risultati, dovuti in particolare alla perseveranza e decisione dell'assessore Francesco Bicciato e alla capacità tecnica del gruppo di ingegneri diretto da Maurizio Fauri. E' la prova che quando la sinistra sceglie di agire concretamente può fare miracoli.
Peccato che lo spirito di innovazione e efficienza di Padova sia sconosciuto in tante altre città dove a nessuno importa di sostituire lampadine preistoriche con altre che fanno risparmiare. Ricordiamo che solo la prima parte del piano di risparmio di Padova comporta un risparmio di 1 milione e mezzo di euro. Quanto si risparmierebbe in città come Roma o Napoli?
Parla di Padova al tuo sindaco!!!
Padova esiste anche se nessun giornale nazionale ha scritto una riga...

Per leggere tutta la storia del progetto clicca qui


Un Nobel per Milano (tratto dal Blog di Beppe Grillo)

tratto dal Blog di Beppe Grillo:

Un Nobel per Milano -

Oggi ho deciso di pubblicare la lettera di un premio Nobel, di Dario Fo che si è candidato come sindaco di Milano.
Io mi schiero con lui, un uomo onesto, intelligente e, anche se ha una certa età, con idee nuove sulla mobilità, sull'energia, sull'integrazione, sull'inquinamento.
Dario è un uomo che ci invidia tutto il mondo, per migliorare Milano è perfetto.

Beppe Grillo

"Cari amici,

sono Dario Fo e vengo a dirvi che in un attimo di follia mi sono buttato in questa avventura: concorro alle primarie per essere scelto come sindaco di Milano, insieme ad altri tre candidati.

Da tempo mi sono reso conto che la situazione fisica e umana di Milano è a dir poco tragica.
Qualcuno in seguito al mio gesto mi ha quasi aggredito, chiedendomi: “Ma chi te lo fa fare? Dove vuoi arrivare? Che t’importa di diventar sindaco? Sei un uomo che ha goduto di tutte le fortune: le tue opere sono rappresentate in tutto il mondo, hai ricevuto riconoscimenti straordinari, sei pure Nobel… ma che vuoi ancora!?”.

E io rispondo: “Voglio vedere la mia città un po’ più civile, un po’ più vivibile, meno caotica, con una periferia meno triste, anzi disperata.

Non posso soffrire il proliferare di furbi e incoscienti che pensano solo a far cassa, svendendo palazzi e beni del Comune, comprese l’aria, l’acqua e la terra. Per questo mi sono buttato e mi sto dando da fare come un pazzo.”

Qualche giorno fa c’è stata una grande manifestazione con migliaia di ragazzi delle scuole che protestavano contro i tagli imposti dal Ministro dell’Istruzione, Letizia Moratti, e contro il progetto che li vuole selezionati in cittadini di prima, seconda e terza categoria. Sono andato in mezzo a quei giovani vocianti e giustamente incazzati.
Speravo di trovarci anche il mio antagonista maggiore, l’ex prefetto Bruno Ferrante, ma non c’era.
Ho pensato: “Forse teme le intemperanze dei ragazzi.”

Il giorno appresso mi sono trovato al quartiere Isola fra una folla di cittadini che manifestavano contro le speculazioni edilizie che il Comune sta realizzando in quella zona dove ha in programma di distruggere un parco dal nome poetico, il Bosco di Gioia, abbattendo ogni pianta per farci crescere palazzi enormi e grattacieli.
Ho cercato il mio antagonista appoggiato dai Ds e dalla Margherita… ma lui non c’era.

Mi dicono che è stato visto in un palazzo del centro a conversare con grandi imprenditori del mattone e della calce.

Qualche giorno dopo dei compagni hanno chiamato me e Franca perché ci recassimo subito in Via Lecco, dove dei rifugiati politici, fuggiti da Eritrea, Somalia, Sudan, disperati hanno occupato un palazzo abbandonato da sedici anni. Il Comune ha in progetto di buttarli fuori all’immediata. Anche il mio concorrente Ferrante è stato chiamato per offrire la propria solidarietà a quei 273 diseredati.
Ma lui non c’era. Ha dichiarato che non sarebbe venuto a parlare coi rifugiati politici. E ha aggiunto: “Non è così che si risolvono i problemi. Quel palazzo è di privati, l’occupazione è illegale.”

Ma se c’è qualcuno che è illegale è lo stato e il comune, che non permettono loro, pur avendo il permesso di soggiorno di ottenere un lavoro, una casa e una dignità. Pure il contributo mensile di 400 euro è stato loro da mesi sospeso.

Accidenti! Ma quando riuscirò a vedere il mio antagonista, o almeno qualcuno dei Ds e della Margherita che lo sostengono?!
Al Comune sta passando il progetto per la costruzione di altri grattacieli alla vecchia fiera… un disastro per la popolazione che abita intorno. Il quartiere si ribella al progetto e ha indetto una riunione pubblica per discutere della situazione grave alla quale era invitato anche Ferrante. Io ci vado, ma Ferrante non c’è.

Dov’è Ferrante?

Ieri hanno deciso di vendere a privati, un enorme antico palazzo di proprietà comunale, già casa popolare, invece di restituirlo ai legittimi inquilini che lo abitavano prima della ristrutturazione durata 20 anni, e che oggi vivono in abitazioni fatiscenti.

Bisogna protestare, muoversi: Ferrante vieni anche tu? Ferranteeee!… Non mi risponde…
Finisce che mi toccherà andarci da solo."

Dario Fo
[Il Blog di Dario Fo]
[Il Blog di Beppe Grillo]


Giornata mondiale del Non Acquisto e Colletta Alimentare

Oggi e' la Giornata mondiale del Non Acquisto, mentre domani, sabato 26, e' la Giornata della Colletta Alimentare o Banco Alimentare.
In oltre 5.200 supermercati sara' possibile acquistare generi alimentari di prima necessita' (pasta, olio e scatolette) e donarli in beneficenza a chi ne ha bisogno, tramite la rete di distribuzione del Banco Alimentare (7.234 gli enti di assistenza convenzionati).
Nell'edizione dell'anno scorso sono state raccolte 6.945 tonnellate di alimenti e hanno partecipato alla raccolta circa 4 milioni e mezzo di italiani.
Il lavoro dei volontari non si ferma alla sola Giornata, alimentari vengono raccolti e distribuiti durante tutto l'anno (53.411 tonnellate nel 2004).
Sabato e' anche il Linux Day. Per tutto il giorno i programmi open source saranno dotati del meraviglioso dono della comprensione umana.

Vi ricordiamo inoltre che domani, sabato 26, alle 21, al Teatro dei Riuniti di Umbertide (PG) Mario Pirovano recita "Lu Santo Jullare Francesco", testo di Dario Fo. Lo spettacolo e' organizzato dal "Comitato inceneritori zero Umbria" contro la costruzione di un inceneritore a Pietramelina (tra Gubbio e Umbertide). Gia' da venti anni il Comitato lotta contro la discarica del luogo, l'unica in Italia in pendenza.
Per maggiori informazioni http://www.inceneritorizeroumbria.it .


La Forza dell'allattamento materno al seno

Secondo un'indagine dell'Organizzazione mondiale della sanita' e dell'Unicef, tra il 1990 e il 2000  la percentuale di donne che allattano al seno nei Paesi in via di sviluppo e' aumentata in totale del 15%.
I bambini allattati al seno corrono meno rischi di ammalarsi e crescono piu' forti. Grazie alle sue proprieta', il latte materno salva la vita ogni anno a 6 milioni di bambini. (Fonte: ansa)
Sempre a proposito di latte materno vi dobbiamo segnalare il "record" di Benedetta D'Arrigo, neomamma e infermiera al reparto di pediatria dell'ospedale 'San Giuseppe' di Empoli.
Benedetta, vedendo le mamme dei nati prematuri che non riuscivano a produrre latte, ha deciso di donare il suo e ci si e' messa di buona lena. In 6 mesi ha raccolto e distribuito 175 litri di latte.
Ora sta pensando di lanciare una sorta di Col-tetta Alimentare.


Romano Prodi e il Risparmio Energetico

Nel pieno possesso di tutte le sue facolta' mentali Romano Prodi, durante un convegno di Legambiente, ha dichiarato "Mezza Italia e' fatta di capannoni industriali, copriamoli di pannelli (solari fotovoltaici, ndr)".
Prodi ha spiegato che e' necessario anche impegnarsi al massimo nel campo del risparmio e dell'efficienza energetica, "sara' questo il primo capitolo del programma del governo".
Infervorato ha anche aggiunto "Ma vi rendete conto che all'estero ci sono imprese di servizi che si arricchiscono offrendo ai cittadini di intervenire sull'efficienza delle loro abitazioni semplicemente trattenendo per tre anni i risparmi ottenuti sulle bollette?"
Dopo mesi, anni, abbiamo finalmente ottenuto un risultato. Se Prodi avesse letto Cacao o facesse una ricerca in rete, saprebbe che queste aziende esistono anche in Italia, lavorano gia' con aziende e amministrazioni comunali e si chiamano Esco.

A CommercioEtico.it sappiamo tutto... contattateci (info@commercioetico.it).


Quattro antiparassitari nel piatto

Diversi studi dei Center for Disease Control degli Stati Uniti indicano che tutti abbiamo in corpo una media di 13 antiparassitari, sostanze estranee che abbiamo assunto mangiando cibi trattati chimicamente.
Alcuni di questi sono innocui, altri invece, quando superano le soglie di sicurezza, possono provocare tumori, problemi ormonali e di fertilita', malformazioni e deficit immunitario.
Problemi che, si e' scoperto in America, colpiscono particolarmente gli addetti ai lavori. Chi opera nella lavorazione e trasformazione di prodotti chimicamente trattati e' piu' esposto alle contaminazioni.
Un articolo pubblicato da "The Palm Beach Post" riporta i casi di tre donne che hanno lavorato con i loro mariti a Immokalee, Florida, in un'azienda di produzione di pomodoro della Ag-Mart Corporation. Tutte e tre le signore hanno dato alla luce bambini con gravi malformazioni e vi risparmiamo i particolari.
La Ag-Mart e' stata denunciata per oltre 300 violazioni delle normative sugli antiparassitari.
La buona notizia si chiama agricoltura biologica. Senza l'uso di antiparassitari chimici nei campi si riduce l'esposizione sia dei consumatori che degli operatori del settore.
Un recente studio realizzato dal National Institute of Environmental Health Sciences rivela che  nutrire i bambini esclusivamente con alimenti biologici per appena cinque giorni fa diminuire notevolmente la quantita' di antiparassitari organofosforati nelle loro urine. I bambini sono quasi certamente esposti a queste sostanze attraverso la dieta.
Mangiate come Bio comanda!

(Fonte: Greenplanet)