Il desiderio femminile e le vacanze di sogno

Desiderio femminile e vacanze di sogno. Idee per uomini che vogliono fare più sesso con le loro donne.
Viaggi in luoghi incantati (Laboratorio solidale).

Ricevo da A. una lettera nella quale mi chiede consiglio su un’ardua questione: ama la sua donna, è gentile e sensibile ma lei ha poca voglia di fare l’amore (pubblico il testo in appendice, lo leggi ciccando “leggi tutto”).
Difficile dare una risposta. Il desiderio femminile si accende in modo complesso.
Per capirlo basta dare un occhiata a quel che scrivono alcune cortesi partecipanti alla discussione su cosa faccia impazzire le donne: Come far impazzire di piacere una donna. Apriamo un laboratorio strategico!.
Quindi credo che dovremmo iniziare a far circolare idee. Spunti sui quali far lavorare la fantasia. Quel che interessa alle femmine è proprio che ci si sforzi a cercare la magia. Alla fine importa come lo fai non cosa fai. Concetto arduo per la mente maschile.
Come ho scritto non si tratta di scovare nuove posizioni sessuali ma imparare a giocare con l’amore.
Ma vorrei comunque dare una risposta…
Mi è venuto in mente di consigliare al nostro uomo innamorato e desideroso
di maggiori contatti intimi di portare questa fanciulla in qualche luogo incantato.
Un viaggio d’amore.
E mentre lo fai dovresti fantasticare tu per primo su questo luogo.
Non viaggiare con l’ansia dell’orario, incazzandoti se lei si vuol rifare il trucco all’ultimo momento. Adotta una tabella di marcia ultra prudenziale e poi abbandonati agli eventi. Considera lei la musa ispiratrice di questo viaggio e lasciale fare tutte le stramberie che vuole. Non è una spedizione militare. E’ un viaggio nell’inconsio infantile e solo lei tu può guidare, seguendo i ritmi segreti che hanno creato le montagne e i laghi. Affidati, rilassati, sorridi e parti. L’importante è come ci si gode il viaggio. Arrivare è solo una possibilità secondaria. Puta caso che perdi l’aereo? Sorridi, non importa, puoi benissimo trovare il paradiso tra le sue braccia a 500 metri da casa. Basta che non perdi la magia.
E’ un consiglio d’amico. Inutile fare un viaggio per litigare tutto il tempo sugli orari e i percorsi. Ricordati che il tuo scopo è fare più sesso. Tutto il resto è irrilevante. Cioò se uno non capisce questo riesce solo a fare il rompicoglioni, non gioca. E lo sai che le ragazze ce lo rimproverano sempre…

E poi mi è venuto in mente che varrebbe la pena di redarre collettivamente un indice dei posti più stupefacenti. (della serie: viaggiare fa bene all'amore)
Come al solito do il buon esempio con la mia top ten.
1) Giardino dei Tarocchi di Niky de Saint Phalle, sotto Capalbio a due km circa dalla super strada… Straordinario. 22 enormi installazioni coperte di piastrelle SAGOMATE, cioè fatte su misura per quel punto della scultura. Stai lì con la bocca aperta! Per dar l’idea delle misure, la Sfinge contiene un appartamento di tre stanze, saranno almeno 100 mq.
2) Barcellona. Noi ci siamo andati in treno, con il vagone letto, invece che in aereo. Una città dove si respira un’aria molto creativa a partire dai chilometri di rambla lungo la quale si esibiscono decine e decine di artisti, dai pittori ai ballerini ai burattinai… Non perdetevi il museo di Dalì, un centinaio di km a nord di Barcellona.
3) Il giardino fantastico di Bomarzo (a Bomarzo). Anche qui grandi sculture assurde, risalenti a fine ‘700 (ma sulla data tiro a indovinare). Mostri con la bocca spalancata, grotte, una casa tutta storta…
4) Oltre a Amsterdam e Copenagen (a Cristiania non perdetevi il ristorante interno, in centro non perdetevi il salmone al burro di Peder Hoxe, credo si scriva così…) che secondo me sono le due città più belle d’Europa, proporrei come meta vicina e inusuale Basilea. Chilometri di graffiti spettacolari fanno da cornice all’ingresso del treno in città. E scopri un posto dove le vetrine sono piene di opere d’arte, si mangia benissimo con ristoranti di molti paesi diversi e c’è una bella atmosfera. Consiglio di visitare il villaggio dell’associazione di Rudolf Steiner, la sede mondiale della Biodinamica. Ci sono costruzioni veramente assurde.
5) Va beh a questo punto non posso non nominare Londra, Parigi, Budapest (non perdetevi la visita ai sotterranei e all’immenso mercato che si trova nell’estrema periferia della città). Leningrado (con il suo sterminato mercatino alla Porta Portese).
6) Impegnativa ma esaltante anche Stoccolma, consiglio il (carissimo) ristorante ricavato dalle stalle del re e l’altro, meno caro, in cima alla torre della televisione. Qui ordinate Salmone Gravad, l’unico vero salmone gravad, 12 ore in salamoia sotto un blocco di granito da due quintali. Non afrodisiaco, di più!!!

Ok, io ho detto la mia.
E ora come premesso la lettera di A.

sono un uomo di 40 anni molto dolce, gentile, caloroso, tenero, delicato, così per carattere, ma da un anno ad oggi, da quando sono fidanzato, ancora di più!

Per mia natura, mi reputo molto, ma molto caldo.. un uomo portato per fare l’amore ogni giorno, più volte al giorno.

Per me è fondamentale! Oltre al puro piacere, quasi una necessità! Qualsiasi ora, qualsiasi momento.. Per farlo, rinuncerei a mangiare, a guardare tv o altro! Per me è una priorità!!

Purtroppo la mia adoratissima fidanzata, non è come me.. non la pensa così! Lavoriamo tantissimo, gli impegni sono tanti, siamo entrambi imprenditori.

Spesso però mi trovo a far discorsi pesanti, nauseanti, stressanti perché mi ritrovo trascurato! Non riesco ad ammettere che passino fino a 4-5 giorni che lei non senta il desiderio, e non venga, nemmeno a darmi un solo bacio! Passano anche 7 giorni che non riusciamo a far l’amore! Scandaloso! Incomprensibile! Ho provato a farle capire con le buone.. parlando tranquillamente e cercando di farle capire cosa desidero, come sono fatto, e perché è importante.. poi ho provato con discorsi più duretti.. stiamo per costruire una casa da copertina.. abbiamo benessere, delle belle famiglie intorno.. ma tutto questo a che vale se non ci troviamo tra di noi?

Sto seriamente pensando di mandare all’aria tutto quanto! Proprio arrivo delle volte che sono al limite! Sono un uomo serio! Ma proprio avrei la necessità di avere un’altra storia parallela.. non lo faccio perché non rispecchia né il mio modo di pensare, né il mio carattere.

Ho esposto tutto questo in sintesi per chiederVi aiuto! Come posso fare per farle capire? Come posso cercare di portarla sulle mie? Ci sarà pure una soluzione ed una via di mezzo…

C’è qualche prodotto farmaceutico in gocce, una rivista specializzata, qualche articolo, qualche recensione.. c’è insomma un qualcosa che io possa fare per migliorare la situazione e finalmente lei ed io si possa fare l’amore molto più spesso?

Vi prego, cercate un valido rimedio da adottare, una soluzione, un qualcosa insomma che eviti reiterate discussioni sessuali..

Rimango in attesa di un Vostro graditissimo ed attesissimo cortese e sollecito riscontro. Con l’occasione, Vi ringrazio e Vi porgo distinti saluti.

SE TI INTERESSA APPROFONDIRE LA QUESTIONE DEL PIACERE NEL MASCHIO E NELLA FEMMINA LEGGI QUI

Pompini solidali
Lo stupratore è frigido! Ecco perché.
Eiaculazione Femminile. Quanto eiaculano le donne? Apriamo il dibattito.
Caro maschio: il tuo è un vero orgasmo o sei frigido? La rivoluzione comincia dal piacere!


Commenti

caro Xxxx,
come prima cosa, ti direi "non metterla sotto pressione".
più la stressi, più le fai pesare il tuo disagio ed la tua necessità, più ottieni l'effetto contrario.
so che non è facile, ma dalle una tregua! per un paio di settimane scordati del sesso, lasciala in pace senza per questo farle mancare le tue attenzioni. è probabile che lei abbia bisogno di un po' più di spazio per potersi avvicinare.
e non deve neanche sentirsi obbligata per amor tuo a fare l'amore con te.
per poter crescere, il desiderio ha bisogno di un po' di distanza.

però, se il sesso è così fondamentale nella tua relazione, ti consiglierei di decidere (con lei, questa volta) un periodo (relativamente lungo) di astinenza volontaria. non per masochismo, ma per capire che altre basi ha la vostra relazione. guarda che anche nelle migliori famiglie ci possono essere dei momenti in cui il sesso viene in secondo piano anche per periodi molto lunghi, tipo una gravidanza difficoltosa o quando ti è appena nato un figlio. che cosa faresti in quel caso? si romperebbe il legame che hai con la tua compagna?
Il sesso è meraviglioso, ma non deve essere l'anima di una relazione, altrimenti non ti resta che cenere tra le dita, una volta esaurito il fuoco della passione.

Leggo la lettera di A e mi ritrovo in alcuni punti...
Interessato leggo i commenti e i consigli...

tutti fin'ora non danno una risposta ovvero dei consigli per aumentare la voglia di fare l'amore della sua compagna ma piuttosto gli dicono di fare piu' astinenza, di dare meno importanza al sesso, di godersi altri aspetti del rapporto...
Dalla lettera sembra pero' che il loro rapporto sia appagante in tutti gli aspetti tranne per il fatto che i loro "ritmi sessuali" non coincidono.

Sono d'accordo che bisogna godersi le coccole a prescindere dal fatto di finire a fare sesso, che la dolcezza e la gentilezza, le attenzioni e il romanticismo siano importanti ma A non ha detto che queste cose non ci sono nel suo rapporto!! Quindi il problema e': come e' possibile aumentare il desiderio sessuale della donne?

Ogni donna avra' la sua risposta ... e sono le donne le piu' indicate a fornire qualche risposta.

... se il vostri rapporti sessuali sono appaganti, se le piace fare sesso con te (altrimenti il problema e' solo che non e' appagata dai vostri rapporti!!) ... magari ha qualche blocco mentale, qualche esperienza passata che le impedisce di vivere il sesso come la piu' bella esperienza che puo' condividere con te!
Se e' bello, apppagante, fa bene alla salute e all'amore... allora e' normale cercare di farlo il piu' possibile!!! se non lo fa bisogna capire che problema c'e' ... e per far venire fuori il problema si puo' provare ad iniziare dei percorsi di crescita .. magari partendo proprio da un bel libro pieno di consigli e di giochi da sperimentare!!

In linea di massima mi sento di condividere quanto scritto da Elide.
Io dico che per esperienza la dolcezza e l'amorevolezza non sempre pagano, nel senso che se troppo reiterate possono diventare scontate e meno apprezzate. Da uomo, non molto dissimile da te, mi permetto altresì di dire che spesso il nostro essere gentili e dolci ha come obiettivo arrivare a fare l'amore, con la penetrazione, con il raggiungimento dell'orgasmo. E le donne questo lo percepiscono immediatamente, in particolare quando nella loro testa questa idea non passa neanche lontanamente, almeno in quel momento o quella sera. Siamo già fuori sintonia. Il nostro avere un "obiettivo" è lì che ci "martella" e non ci permette di godere appieno anche di altri momenti da vivere con la nostra amata. Lo stare abbracciati a parlare o a perdere tempo, fare qualsiasi altra attività assieme, ascoltare musica, cucinare, giocare, uscire, ecc; magari anche godere delle emozioni e delle sensazioni che ci può dare il sentirsi per telefono, lo scriversi, il desiderarsi quando si è lontani. E qui aggiungo e sottolineo quanto sostiene Jacopo, e che trovo azzeccatissimo; dobbiamo reimparare, io per primo, a stupirla ed a stupire noi stessi; a dare spazio alla nostra creatività dentro e fuori il letto, dentro e fuori la nostra casa; ad ascoltare le nostre sensazioni ed il nostro percepirci nel momento in cui viviamo (o non viviamo) qualsiasi cosa con l'altra... Scusa caro A, sto più parlando con me stesso che rispondendo alla tua sollecitazione... Spero possa essere ugualmente uno stimolo valido per te.

P.S. A proposito, ma lei ti dice perchè non vuole fare l'amore con te come tu desidereresti?

elvis

un altro laboratorio! jacopo ne apri tre ogni due giorni!
da quando hai ripreso a sognare ?
sono stremata mi diniego, in bocca al lupo olèèè olèèèèèèèè!
notte..

Grazie Jacopo , vivo a Basilea ma non sapevo del "Goetheanum" : il villaggio dell’associazione di Rudolf Stainer (che per essere pignoli si scrive Steiner) , sabato per il mio compleanno magari ci faccio un salto ; scusate se sono fuori tema ma per me era troppo divertente di conoscere qualcosa che sta a un km da casa in un sito italiano dove si parla di amore. Un Abbraccio

mah, io sono scettica. Se questo tipo a 40 anni ancora non ha feeling con la sua donna finirà che si lasceranno. Lo faranno forse di più, ma poi si lasceranno.Oppure lui la tradirà e poi si lasceranno. Forse lei lo tradisce già, quindi si lasceranno. E poi perchè a 40 anni ancora non vivono insieme ?
Non ho resistito a farmi gli affari vostri e ad essere crudelmente realista. Ed ora passiamo alla parte costruttiva.
A. forse lei non ti viene a dare un bacio per 4 giorni perchè sa che se lo fa tu le zompi addosso. Insomma non è detto che se vi date un bacio poi dovete scopare per forza, devi essere meno ansioso. Magari se la baci solo perchè hai voglia di baciarla e non provi ad andare oltre per un pò sarà lei a farlo.

Da quel che ho potuto leggere, le fazioni sembrerebbero due: quella maschile e quella femminile.
Gli uomini chiedono più sesso, le donne più coccole.....sarà vero?
Dunque, lui si autodescrive come molto dolce, gentile, caloroso, tenero, delicato ecc. ecc., ma poi dice della fidanzata "Non riesco ad ammettere che passino fino a 4-5 giorni che lei non senta il desiderio, e non venga, nemmeno a darmi un solo bacio! Passano anche 7 giorni che non riusciamo a far l’amore! Scandaloso! Incomprensibile! Ho provato a farle capire con le buone.. parlando tranquillamente e cercando di farle capire cosa desidero, come sono fatto, e perché è importante.. poi ho provato con discorsi più duretti.. stiamo per costruire una casa da copertina.. abbiamo benessere, delle belle famiglie intorno.. ma tutto questo a che vale se non ci troviamo tra di noi?"
Non so alle altre donne cosa susciti questo discorso, ma a me fa paura! ...con le buone...discorsi più duretti...casa in cambio di sesso... Quando saranno sposati la obbligherà in nome dell'obbligo coniugale? ma 'sto signore ha mai sentito che non esistono donne frigide ma solo uomini incapaci? Se lei ha altri ritmi perchè mai lui dovrebbe imporle i suoi e non adeguarsi a quelli di lei? che significa la frase delle storie parallele? Che lui è autorizzato ad andare a trombare in giro e raccontare la solita storia della moglie che non gliela da mai? Gocce da darle per aumentare il desiderio?...e magari di nascosto!!! Ma l'ha scambiata per un canarino? Non sarà mica di quelli che ...1...2...3...puff! ronf ronf...?
Noi donne ci capiamo vero?
O di quelli che fanno sesso come lavoro? prima questo, poi quest'altro, poi quello e poi dovresti anche essere soddisfatta...
Caro A. auguro alla tua fidanzata che tu mandi all'aria tutto come minacci e che trovi un uomo capace di farle venire il desiderio... a te di leggere, informarti, interrogarti, forse se continui su questa strada troverai solo donne senza desiderio...

Ciao,
ho 25 anni e la mia situazione è simile a quella della fidanzata di A., cioè ho uno scarso desiderio sessuale. Ho sempre pensato comunque di essere normale. Ora, confrontandomi con altre coetanee, mi sono resa conto che potrebbe effettivamente esserci un problema, magari ormonale, perchè io ho DAVVERO voglia di fare l'amore solo nei 2-3 giorni che corrispondono all'ovulazione. Ptrebbero esserci scarsi livelli di testosterone, o magari un eccesso di prolattina, non so. Tra un mese andrò dalla ginecologa per indagare su questo fronte, perchè dal punto di vista psicologico ho già indagato e va tutto bene.
A questo punto SPERO che ci sia un problema ormonale, perchè in caso contrario non saprei proprio più che pesci prendere!
Un saluto a tutti.
Cristiana

Salve a tutti,
a quest'ora avrei dovuto terminare il paragrafo della mia tesi, invece sto qui a pensare a lui, che chiamerò A.
A. è un ragazzo come tanti: ama la musica metal, i gatti, la letteratura di fantascienza e parlare in modo sconcio di sesso. Lo conobbi per caso su un forum in cui si gioca di ruolo online. Con lui ebbi varie discussioni sugli argomenti più disparati, ma solo dopo NOVE mesi di vaniloquio (almeno per me) mi ACCORSI di lui. Perché mi fece sentire la sua presenza accanto a me.
Di fatto non fece nulla di speciale, dopo un paio di giorni che gli dicevo di non essere al meglio (discussioni che subito dopo io dimenticavo) quando mi chiese "Come stai?" gli risposi "Benone." e lui mi disse: "Finalmente! E' la prima volta che te lo sento dire!"
???
Cosa? Un perfetto sconosciuto si ricorda delle discussioni avute con me?
Da quel momento feci più attenzione a quello che gli dicevo, e scoprii che otre ad essere un "ragazzo come tanti" aveva anche un'anima, e lì nacque il desiderio di vederlo, anche solo per un istante, per scoprire come fosse fatto questo portento della natura.

Non voglio sembrare stupida, facendo apparire come un portento un ragazzo dotato di anima, quindi spiegherò le premesse di codesta riflessione.

L'anno scorso conobbi B.
B. è un ragazzo come tanti, gli piace il rock, i viaggi, leggere ed andare al cinema.
Anche B. fu conosciuto online. Dopo pochi giorni di discussioni online B. mi disse che ero una ragazza splendida, che meritava di essere conosciuta, che ero troppo per lui, che in tutta la vita non aveva mai conosciuto una donna simile a me.
Tanto mi lusingò fino a che non persi la lucidità e decisi di incontrarlo.
Diceva che gli bastava anche vedermi per un attimo, che avrebbe voluto conoscere i miei genitori, per placare le mie ansie, che mi avrebbe accompagnata nella mia quotidianità.
Venne a trovarmi nella mia città: lo portai in giro per stare un po' insieme a lui e per mostrargli la città.
Con una scusa qualsiasi si fece riportare in albergo, e lì mi chiese se mi andasse di accompagnarlo in camera.
Cominciò a baciarmi, e da lì iniziò ad andare sempre più in fondo... io ormai "non volevo deluderlo" e lo feci fare, attendendo il desiderio...
Andò sempre peggio, il desiderio non venne, nemmeno lui, e dalla bocca gli uscirono parole che mi ferirono, le cui cicatrici ancora non si sono rimarginate.
La storia finì (lui mi lasciò perché io ero "troppo attaccata" a lui: maledetto bastardo).

Ebbi altri uomini, ma non riuscii mai a provare piacere, perché, al punto cruciale mi bloccavo sempre... preferivo "dare" piuttosto che "ricevere" e rischiare di riaprire le vecchie ferite.

Un paio di mesi fa incontrai A. durante un raduno dei giocatori del nostro Forum.
Fremevo all'idea di questo incontro, ma allo stesso tempo lo temevo.
Desideravo piacergli, perché anch'egli mi piaceva; ed allo stesso tempo desideravo non piacergli, per non venire distratta dai miei impegni universitari, ma soprattutto per non ricadere negli stessi errori.
L'impatto fisico non fu dei migliori, non corrispondeva all'"idea" che mi ero fatta di lui nei miei sogni.
Durante il giorno lo tenni a debita distanza, mentre lui mi gironzolava sempre attorno e cercava ogni occasione per abbracciarmi, per parlarmi, per starmi vicino, per annusarmi.
Aveva capito che non era il mio tempo, ed attese un giorno intero.
Alla sera, dopo una pizza e birra fra amici, dopo risate fragorose, chiacchierate, ricordi di partite giocate etc etc etc... tornammo a casa (casualmente fummo ospitati da una comune amica).
In macchina, mentre gli altri passeggeri scesero tutti per fumare una sigaretta (i giochi del caso) si girò verso di me e mi baciò.
Lì non resistetti più e lo abbracciai. Lo abbracciai come facevo da bambina, nascondendo il mio viso contro di lui. E poi lo guardai.
Allora iniziammo a baciarci, i nostri nasi si sfioravano, le nostre lingue si carezzavano, le nostre mani si stringevano.
Mi aspettavo che mi avrebbe messo le mani fra le cosce o sui seni.
Non fece niente di tutto questo e mi mandò in estasi.
Ero la perla e lui era il collezionista che aveva trovato il pezzo più prezioso, e lo maneggiava con cura come se avesse rischiato di romperlo da un momento all'altro.
Mi vedeva come una stella (me lo raccontò dopo), ed io in quel momento mi sentivo brillare.
In quel momento avevo trovato l'uomo dei miei sogni.

Il giorno dopo mi chiese di svegliarlo all'alba per salutarmi prima di partire.
Chiese alla nostra amica il mio numero (non glielo diedi appositamente... non credevo che l'uomo dei miei sogni esistesse).
Mi chiamò nel pomeriggio perché "doveva sentirmi".

Ancora oggi questi ricordi sono in grado di farmi venire il groppo in gola-

Da allora una ragazza gelosa, possessiva, tendente al nevrotico fu letteralmente domata.
Io sento di amarlo, per quello che è, coi suoi pregi ed i suoi difetti, ogni giorno di più. Ed ogni giorno sento il bisogno di comunicargli i miei sentimenti. E la gelosia non mi sfiora neppure, perché un uomo che mi abbia amata in quel modo non mi tradirà mai, lo sento.

Non parliamo mai di sesso, ma io sento che entrambi vogliamo farlo.
E' come se dentro di me si fosse risvegliato quel sentimento che era stato represso per tanto tempo.
Lui ha risvegliato in me la libido.
Io voglio essere la sua DONNA, e farò qualsiasi cosa, perché sento che, così come ha già fatto, non forzerà mai i miei tempi, non pretenderà qualcosa che non posso dargli, e così ciò che otterrà sarà sempre il massimo.

Non so se la nostra storia durerà. In fondo la distanza gioca sempre brutti scherzi.
Ma farò di tutto per avvicinarmi a lui e perché la nostra storia duri più a lungo possibile.

Uomini, purtroppo in amore non si può bluffare.
Le belle parole possono ingannare la mente, ma il corpo non si fa ingannare.

Grazie per avermi ascoltata, spero che altri collezionisti possano trovare la loro perla e la facciano brillare fra le loro dita, come ho fatto io.

Buonanotte.