13 ottobre 2017 - Torino: Omaggio a Dario Fo e Franca Rame

Il mistero della scatola nera

Questo articolo è doveroso quanto superfluo.
Ma da qualche parte dovevo scriverlo.
E' necessario qualcuno interpreti la parte del difensore di Egli.
Dato il momento critico. Bisogna unirsi all'avversario se si vuole farlo cadere.
Quindi vorrei mettermi dei suoi panni. Capirlo.
Era giovane negli anni settanta. E sapeva che avrebbe potuto diventare un grande ma vide che non sarebbe mai entrato nei salotti buoni della politica.
Quindi trovò i soldi dove li trovò. Ma anche se li avesse trovati malamente come alcuni sospettano, poteva dirsi: "Cosa c'è di male, così fan tutti."
E avrebbe detto il vero. Vedi "Campioni d'Italia di Barbacetto sugli atti giudiziari relativi agli incontri tra grandi imprenditori, politici e mafia (anni 70).
Quindi fa questo patto con l'Animale Immondo.
E scala il potere con le tv (che colpo capirlo allora) sempre aggirando le regole e ingegnandosi a trovare una strada dove non c'è neanche un sentiero. E arriva a scardinare il salotto buono (e blindato del'alta finanza italiana. E devaste gli arroccamenti di caste e congreghe protezionistiche.
Indubbiamente grazie a Lui si è rotto il monopolio oligarchico.
Da questo punto di vista è il liberatore.
Su una cosa Feltri ha ragione: I manager di Lui e dell'Avvocato sono stati inquisiti per denaro sottobanco a guardie fiscali.
Ma lui è stato accusato di esserne al corrente. Nessuno ha invece accusato il signor automobile.
E non a caso D'Alema e Bertinotti spesso lo coprirono.
Lo scontro non è solo tra destra e sinistra ma anche tra corporazioni post medioevali mafiose e libero mercato globalizzato. E indiscutibilmente il libero mercato è meglio.
Ora che il suo compito di levatrice si è concluso speriamo che se ne vada.


Commenti

Ecco... non so come dirtelo....
ma sono d'accordo solo sulla prima e sull'ultima frase.

Ma visto che la strategia di Tanit è per la positività... non ti criticherò e non ti dirò che cose così non le devi dire neanche per scherzo...
:D
...il fatto che siano cose vero-simili non ti autorizza a spacciarle come idee sane!

M.

Caro marco,
la valanga di voti che ha preso Berl. ripropone la logica stringente del mio articolo. Un tale risultato dopo le super vaccate che ha fatto è comprensibile solo se si ipotizza una sua corrispondenza "storica" alle esigenze più basse e incoffessabili della parte marcia della nazione italiana.
E comunque ti chiederei critiche più sugose, non puoi liquidarmi con una frasetta........

...azz....

:D

ciumbia un duello ...... ork!

* io tengo per marco bo che è tanto carino gentile intelligente dice cose assennate e non metterebbe mai un povero pisello fumettato in prima pagina *

prrrrrrrrrrrrr

swwwwiiiiiiiiisssssshhhhhhhhhhhh-------

jacopo,, marco bo è un mito della battaglia delle spade di luce

ti avviso
che se gli torci un capello
il movimento pof poi viene,
lassù sulla collinetta di alcatraz
ti fà barba e capelli
e poi li vende all' asta
( qualcuno per i vudu li compra sempre )

e con il ricavato compra una tessera di alleanza nazionale

a nome di jacopo fo!

ah!

prprprprprrprprprprrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrr!!!!

scusa marco se rispondo al posto tuo ma i duelli mi intrigano...... ahhhhhhhhhhhhhh----

trrrrrkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkk-------- * elle ha tirato quà una seggiolina*

SBONG! * elle si è seduta con i pop corn in mano *

...

:D

Con il timore del principiante ripongo la spada di luce e avvio il dialogo... :)

Scrivi: "E' necessario qualcuno interpreti la parte del difensore di Egli" ... A me pare che si difenda benissimo da solo... (il risultato elezioni lo dimostra :D)

Scrivi: "Dato il momento critico. Bisogna unirsi all'avversario se si vuole farlo cadere." .... Questa proprio non la capisco! Alla luce di come hanno miseramente e subdolamente mentito agli exit poll credo che loro abbiamo fatto finta di unirsi all'avversario... Mentre noi, caro Jacopo, abbiamo sempre cercato di mantenere una coerenza ed onestà di pensiero che, anche se non ci ha ancora ripagato del tutto, è la nostra unica forza (ci mancano purtroppo i mezzi di cumunicazione di massa).

Scrivi: "Quindi vorrei mettermi dei suoi panni. Capirlo.
Era giovane negli anni settanta. E sapeva che avrebbe potuto diventare un grande ma vide che non sarebbe mai entrato nei salotti buoni della politica." .... E' molto altruistico da parte tua, ma a me crea ribrezzo e mi dispiace molto per la violenza morale che ti sei dovuto fare. ;ò)

Scrivi "Quindi trovò i soldi dove li trovò. Ma anche se li avesse trovati malamente come alcuni sospettano, poteva dirsi: "Cosa c'è di male, così fan tutti."
E avrebbe detto il vero. Vedi "Campioni d'Italia di Barbacetto sugli atti giudiziari relativi agli incontri tra grandi imprenditori, politici e mafia (anni 70).
Quindi fa questo patto con l'Animale Immondo.
E scala il potere con le tv (che colpo capirlo allora) sempre aggirando le regole e ingegnandosi a trovare una strada dove non c'è neanche un sentiero."

Ecco... hai ragione, è vero... ma mica gliel'ha ordinato il dottore?
Poteva stare a casina sua accontentarsi di fare l'agente immobiliare e campare semplicemente respirando aria buona e qualche pietanza prelibata magari sorridendo e raccogliendo margherite... :)
Ancora non capisco...

Scrivi: "E arriva a scardinare il salotto buono (e blindato del'alta finanza italiana. E devaste gli arroccamenti di caste e congreghe protezionistiche.
Indubbiamente grazie a Lui si è rotto il monopolio oligarchico."

Potrebbe anche non essere... il mondo intanto stava cambiando e la ricca borghesia storica italiana ha avuto come valori fondanti il lavoro... su posizoni contrapposte a quelle degli operai... certo, e pure con il difetto che se qualcosa gli andava male ci pensava lo stato (con i nostri soldi) a dargli una mano. Ma si trattava solo di come redistribuire la ricchezza tra chi la produceva...

"Da questo punto di vista è il liberatore." E qui mi reggo ancora lo stomaco a fatica. (solo perché ti voglio bene sorrido pensando alla fatica che hai dovuto fare :DD)

Direi che "liberatore" è un po' forte... scriverei "innovatore"... Ammetto che la grande innovazione sia stata capire che non era più necessario avere capitali propri e il sogno di produrre un qualcosa... ha capito che erano sufficienti solamente "potere", amicizie, leggi, corruzione, biechi interessi personali da portare avanti a qualsiasi costo...

"Su una cosa Feltri ha ragione: I manager di Lui e dell'Avvocato sono stati inquisiti per denaro sottobanco a guardie fiscali.
Ma lui è stato accusato di esserne al corrente. Nessuno ha invece accusato il signor automobile.
E non a caso D'Alema e Bertinotti spesso lo coprirono.
Lo scontro non è solo tra destra e sinistra ma anche tra corporazioni post medioevali mafiose e libero mercato globalizzato."

Ecco, si ... l'evoluzione del capitalismo in italia non è stata affatto semplice, eravamo un'economia rurale quando gli altri paesi erano già industrializzati. La crisi del '29 ha portato alla statalizzazione delle più grandi industrie del paese e poi... nel dopoguerra c'è stato il boom demografico, con però come valore fondante il lavoro (art. 1 Costituzione) e la crescita è stata fondata sul lavoro... nel modello capitalistico italiano, con poche grandi e potenti famiglie... che però lavoravano e producevano benessere.

Negli anni 70 (io però ero troppo giovane) la ridiscussione dei rapporti di forza tra detentori di capitale e lavoratori... e si sa come è andata... negli anni '80 un boom (drogato da spesa pubblica) di consumi... ma già con loschi figuri il cui unico ideale era la sopraffazione e il bieco interesse personale ai danni degli altri.

Gli anni '80 e l'ascesa economica del nano sono l'apoteosi del non libero mercato... Alcuni politici rilasciavano indulgenze come la chiesa negli anni più cupi della propria storia. Le televisioni di arcore sono il capitolo più nefando perpetrato ai danni della democrazia. Senza autorizzazioni, corrompendo le famiglie per incrementare i dati di ascolto, comincciando a spacciare per libertà i più infimi programmi basati sul nulla e la ripetizione delle battute comiche con la risata di sottofondo per non farti sentire solo... le persone hanno smesso di leggere, si sono sedute e, in quasi vent'anni è passato il messaggio che l'ozio è un valore da coltivare.

"E indiscutibilmente il libero mercato è meglio." Non provarci... neanche a spacciare il libero mercato come l'evoluzione portata da B. ci sono utopisti che teorizzano il mercato con i controca**i. (Vedi il tuo articolo successivo sul PLI - che comprendo ma vedo ex post quanti consensi hanno avuto).. Sono loro i grandi defraudati da Anten-man (Max Bunker lo aveva già messo tra i supercattivi) che ha rubato brandelli di ideologia liberista per giustificare la propria arroganza e pochezza morale.

La discesa in campo mica era fondata su un'idea di libertà per tutti ... Fedele in un'inervista spiega bene che essendo venuti meno gli interlocutori politici che falsavano la concorrenza a vantaggio della biscia... dovevano pensarci da soli a modificare le leggi a proprio vantaggio.

Ecco che ora ci ritroviamo con un partito azienda il cui messaggio politico è: "noi sappiamo farci i nostri interessi se vuoi farti i tuoi interessi votaci..."

A me sembra che di liberismo non ci sia niente, non c'è concorrenza (devo ricordare la libera gara sull'assegnazione delle frequenze dove rete quattro ha PERSO??... l'ho imparato su internet grazie a Dario e Franca... che te lo dico a fare?)

Il liberismo non c'entra... Berl. non può essere neanche lontanamente paragonato ad un liberista e il potere mafioso è stato al governo fino ad ora.

Rileggendoti però, COMPRENDO ORA di avere fatto un'errore di interpretazione. Con la frase... "Lo scontro non è solo tra destra e sinistra ma anche tra corporazioni post medioevali mafiose e libero mercato globalizzato. E indiscutibilmente il libero mercato è meglio." ...Non attribuivi il valore di liberista al Cavaliere!!... ed io invece sono caduto nel tranello (il che vuol dire che il SUO messaggio è talmente forte e radicato da confondere anche me...)

E penso sia per questo che: "Un tale risultato dopo le super vaccate che ha fatto è comprensibile solo se si ipotizza una sua corrispondenza "storica" alle esigenze più basse e incoffessabili della parte marcia della nazione italiana."

Quindi... grande mago della parola, nell'illusione che hai creato sono caduto, come un dilettante e ora ti chiedo alcune cose...

A quando la festa per Franca e la nipote? :D

Come trasformare il consumatore in un essere razionale? ;ò))

Come districarsi dalle vecchie ideologie ed alleare le persone sane di destra e di sinistra che hanno voglia di fare e mettere all'opposizione tutta quella gentaglia di destra e di sinistra che ha come valori il potere e la sopraffazione degli interessi propri ai danni degli interessi di tutti?

Come far comprendere che collaborando si ottengono molti più risultati che facendosi la guerra?

Nell'aiutare in queste cause posso spendere una laurea in politica economica e finanziaria, una tesi sul rapporto tra leggi e modello economico di riferimento, tanta buona volontà e la cosa più bella che mi hai insegnato... la libertà di regalare il mio lavoro in cambio di un sorriso.
:)))

Baci
M.

Congratulazioni a tutti per tutte le belle cose che stanno accadendo!! E' ora di darsi le pacchette sulle spalle. Poi si torna a lavorare su questi temi con più voglia che mai perché insieme siamo in grado di fare grandi cose!!!

"E comunque ti chiederei critiche più sugose, non puoi liquidarmi con una frasetta........"

:DDD

M.

PS Sei proprio un Signore.
Inchino rispettoso.
:ò)

* elle sorride a 52 denti tanto che qualche pop corn prende il volo *

clap clap
varda come è elegante e galante marco bo ...

TTRRRRRRKKKKSSSHHHHHHHHHHHHHHH!!!! * elle aspira succhetto di frutta dalla cannuccia *

:ò)))

e questi sono i pop corn che volano ° °° °°°°°°°°

POF!