Sta per crollare!

Spostatevi da sotto.
Gli scommettitori danno 2 a 1 che Berlusconi arriva fino al primo aprile. Ma io sono convinto che si sbagliano.

Ora, per valutare la situazione con realismo ti invito a riflettere su un episodio riferitomi da persona fidata e attendibile, avvenuto pochi giorni fa, in un importante incontro tra 5 grosse societa' che si occupano di ecotecnologie fantascientifiche. Parliamo del top del top, addirittura piu' dell’hula-hop.
Un manager rampante di una di queste aziende, che generalmente indossa slip commestibili (perche' non si sa mai), aveva scritto al proprio amministratore delegato una mail privata, dicendo peste e corna di una delle aziende che avrebbero partecipato all’incontro, aggiungendo qualche termine scurrile per rendere piu' chiaro il concetto. Solo che poi, questo stesso manager ha stampato la mail con gli insulti in fondo al documento base per l’incontro. Ovviamente ne e' nato un pandemonio. Racconto quest’episodio assurdo a una mia amica di Roma e lei mi dice: “Incredibile, e' successa la stessa cosa ieri nella ditta dove lavoro!”
E’ una sindrome?
E’ un’epidemia?
Si'.
Non esiste altra spiegazione logica alla situazione italiana.
Una percentuale sensibilmente alta di nostri connazionali ha perso il lume della ragione. Questo spiegherebbe un mucchio di eventi.
Prendi la crisi dell’immondizia a Napoli. Ora spero converrai che per quanto uno possa essere disonesto e stupido pare assurdo che riduca in uno stato cosi' una citta', perche' e' evidente che se tiri troppo la corda poi c’e' un minimo di reazione dell’opinione pubblica e, alla lunga, anche dello Stato…
La ‘ndrangheta poteva comunque guadagnare miliardi di euro e i politici corrotti farsi bustarellizzare a morte senza arrivare allo sfascio totale.
Non e' normale… I criminali esistono in tutto il mondo… Solo da noi usano 3.000 tonnellate di rifiuti per far sapere che sono i padroni di un’intera regione…
Questo e' autolesionismo. Vorrei sapere chi e' il loro consulente strategico… E quanto lo pagano…

La buona notizia e' che secondo me B. e' morto e sepolto.
E il Ministro Mara Carfagna, spiattellando coraggiosamente la camurria del PDL campano, ha messo i chiodi alla bara.
Persino i giornali del Presidente non ce la fanno piu' e attaccano Bondi accusandolo brutalmente di aver trovato un lavoro sia per il figlio della propria compagna che per l’ex marito e aver poi dichiarato, senza ritegno, che e' intervenuto perche' era un caso umano…
Avete visto la faccia di Fitto mentre B. telefonava in diretta a Ballaro'?
Era livido. Stava male fisicamente, povera creatura. Ma come si fa a stare dietro a un leader che ormai ha perso ogni senso della realta'?
Comunque capisco i bookmaker che hanno quotato positivamente B. in sopravvivenza fino ad aprile e anche oltre. In un’Italia cosi' puo' succedere che i morti continuino a camminare per mesi… Tanto chi se ne accorge?
E intanto a sinistra non si vede la possibilita' di mettere assieme un grande fronte ecoetico alla francese. Un bel sogno… Una sinistra etica che sappia unificare la societa' civile. Ma non puo' funzionare… Altro che unita', siamo quelli di rissa continua. Ognuno arroccato nel suo orto perfetto. A coltivare grossi cetrioloni sodomiti.
E la base progressista che fa?
Pare proprio che dal popolo rosso, viola, verde, rosa, con le paillettes, non ci sia da aspettarsi gran che… ci si indigna, ci sediamo sul divano a milioni, con passione, a guardare Saviano (grande trasmissione!), sentiamo un piacevole pizzicorino lungo la spina dorsale e siamo quasi contenti che ci venga da vomitare, partecipiamo a un grande rito catartico, dobbiamo essere li' in diretta, vivere l’evento, la rivalsa, la soddisfazione di sentire qualcuno che finalmente gliele canta… ma poi da questo popolo imbufalito non riesce a venir fuori qualche cosa di piu' solido di un rutto bestiale...
O meglio, si sta facendo moltissimo come societa' civile, volontariato, gruppi d’acquisto ecc. Ma sul piano politico e' tutto un pantano di dissapori incrociati.
Risultato?
Alle imminenti, possibili, elezioni, potremmo scegliere tra un asse Fini-Bersani passando per Casini e Rutelli (bentornata DC), oppure un’alleanza confusa tra PD, IDV e qualche altro gruppo di ex ex ex. E rischiamo pure un asse Bossi-Mpa-Katanga pugliesi-extraterrestri marchigiani… Puo' succedere di tutto. Anche Woody Allen candidato alle primarie del PD (vincerebbe). In alternativa potremo tirarci fuori dalla tenzone votando Grillo per affermare il rifiuto totale a questo Nuovo Sugnagnesimo.
Molti dicono che bisogna rassegnarci, che per arrivare a una grande unita', costruita dalla base, a sinistra, dovremo aspettare ancora… Bisogna ricostruire il movimento e ci vuol tempo… Quanto? Gli ottimisti parlano di un anno minimo. I pessimisti di 5. Gli iettatori di 10.
Si', ma se ci becchiamo altri 5 anni di delirio poi ci resta solo di prendere scopa e paletta e raccogliere le ceneri di questa nazione. A Pompei ci mettiamo le foto di com'era…
 
Pero', gente, tocca non smettere di sperare…
Chi l’avrebbe detto, due anni fa, che Fini avrebbe piantato giu' questo caos?
Per non parlare del Bunga Bunga. Neanche nei miei sogni piu' sfrenati ho immaginato uno che si coprisse cosi' di Mubarak, da solo.
Quindi mentre ci prepariamo a resistere sulle montagne a eventuali altri anni di yuppismo malato, propongo di tirarci su il morale con un gioco: cosa potrebbe succedere in Italia capace di causare l’avvento di un Obama riunificatore del popolo del buon senso?
Quale tipo di Nuovo Partito Incredibile potrebbe vincere contro il grigiore della ghenga del tanga?
Quale fenomeno paranormale potrebbe ridare entusiasmo e capacita' di intendere e di volere a un popolo stanco di farsi raggirare da polipi dotati di due lingue, entrambe biforcute?
Insomma, immagina di avere una ubriacatura eccessiva di
ottimismo: cosa potrebbe succedere che possa rapidamente trasformare il nostro paese in un posto che quando sei all’estero non fingi di essere spagnolo perche' sei stufo di rispondere a una serie di domande su come mai noi italiani siamo in balia di una setta diabolica di pulcinella maniaci sessuali… Un paese normale insomma… Dai! Partecipa a questo gioco… E’ una roba tipo rito sciamanico. Magari se ci mettiamo a pensare tutti assieme a una via d’uscita poi si avvera.
E comunque e' storicamente dimostrato che quando sei nello sterco di ippopotamo fino al collo e' meglio impegnarsi a sognare di tuffarti dentro una vasca d’acqua coi sali da bagno e i petali di rosa, che continuare a ripetersi che le deiezioni di ippopotamo fanno proprio schifo. Quello si sa…
Mandela ha mantenuto il suo equilibrio mentale durante i 27 anni di carcere duro facendo finta che le lettere che scriveva ogni giorno alla direzione carceraria per protestare contro varie piccole illegalita', alla fine avrebbero ottenuto dei risultati. Un’idea assurda quando sei prigioniero di un regime filonazista e spacchi pietre tutto il giorno col piccone, per produrre sabbia. Ma nel suo caso l’idea ha funzionato… Alla lunga.
Io speriamo che sia piu' breve.


Commenti

carissimi, mi balena un gioco troppo ottimista..
Perchè non facciamo una specie di monopoli dove invece delle case e dgli alberghi ci mettiamo le poltrone politiche e quelle ministeriali, i segretari di partito e i posti di comando e di potere (che sono quelli che contano) e poi ci divertiamo a togliere le faccine che li occupano e vedere chi ci piacerebbe su quel posto.. che so Gabanelli for president o quel dolcissimo ma incredibile prete -che tutto quello che gli manca in grasso deve avercelo come anima nelle palle..! quello che Saviano e Fazio ci hanno permesso di conoscere (ahimè sono arrivato tardi per il nome..)..ecco ministro delle forze armate e quanti ce ne sarebbero in Italia..poi se proprio la parte egoista dell'Italia li odia così tanto (visto che le elezioni le vincono sempre) sicuramente per punizione anzichè mandarli in esilio o in carcere magari -come estremo segno di crudeltà - li condanneranno a forza a guidare il nostro povero paese..che so a 15 anni di ministero dell'economia a 20 anni di sottosegretariato all'istruzione.. quelli sono cattivi, si sa.. e magari con un colpo di fortuna ci ripigliamo la dritta via

Perchè invece di sommergerci di parole e sterco, non facciamo ciò che doveva fare la sinistra e non fa perchè troppo impegnata a godersi il privilegio?
Sarebbe interessante vedere la reazione della gente a trovarsi per un periodo di circa sei mesi manifesti (autorizzati e in regola) per la città che raccontano ciò che succede in maniera asettica, tipo: "Mr. B. è stato con la minorenne Tizia ecc." e alla fine la frase "Questo è quello che ti meriti?" o cose simili ("Mentre tu cerchi lavoro lui se la gode, tanto paghi tu", "Continua a votarlo, che lui ha ancora tanta voglia di...", "La prossima è tua figlia"), insomma una guerrilla pubblicitaria, non riconducibile a partiti movimenti e gruppi vari, incessante, non passabile di querele per calunnie ecc., ma che martelli la gente.
Diciamo... sfruculiare la gente.

FORSE NON è PROPRIO CIò CHE CHIEDEVI O TI ASPETTAVI COME RISPOSTA MA PERSONALMENTE MI CONFORTA MOLTO, SEMBRA QUASI CHE LA TERRA, IL NOSTRO SISTEMA SOLARE E L UNIVERSO TUTTO INSIEME SI RIEQUILIBRI E CURI DA SOLO; SPERO SUSCITI LO STESSO IN CHI LEGGE.

TRATTO DAL SITO: aspettando-2012.com

La ghiandola pineale simboleggia il Terzo Occhio, in collegamento con il sesto chakra, che permette la visione astrale. Essa produce una sostanza chiamata DMT, capace di far compiere all’uomo viaggi extradimensionali ed extracorporali. La ghiandola pineale e’ infatti particolarmente attiva durante i sogni o durante la meditazione. Ai giorni nostri questo organo risulta molto atrofizzato, a fianco della mancanza di spiritualita’ che caratterizza i nostri tempi.

I mutamenti magnetici che si registrano sul nostro pianeta gia’ da qualche tempo, secondo alcuni studiosi avranno un impatto non solo di tipo geologico e fisico.
Ne risentira’ anche il nostro organismo: in particolare assisteremo nel 2012 a uno sviluppo spontaneo di massa dell’ umanita’. Questi mutamenti magnetici influiscono infatti a livello di ghiandola pineale e porteranno una diffusione enorme di fenomeni di coscienza superiore, di tipo paranormale. La ghiandola pineale, secondo queste teorie, iniziera’ a produrre sostanze neurochimiche dall’ effetto allucinogeno che favoriranno visioni e nuovi stati di consapevolezza.

Tutto questo sembra confermare cio’ che si dice nelle principali profezie, a proposito dell’inizio di una nuova era di rinnovamento spirituale.
L’era dell’ Acquario comincera’ dunque attraverso la riapertura del Terzo Occhio? Per adesso puntiamo gli occhi sull’ arrivo del 2012.

Bè SPERIAMO SIA DAVVERO COSì, ALLORA LE COSE CAMBIERANNO DAVVERO!

UN SALUTO

ALBERTO

Credo che dietro ad ogni magnate si nasconda un gregge di ignoranti e qualunquisti.
Non mi occupo di politica e tanto meno cerco di farlo, ma ho viaggiato abbastanza da comprendere che il problema in Italia non sono i politici ma gli stessi italiani.
Si parla tanto della spazzatura di Napoli e si punta il dito su una città dove la politica non funziona trascurando il fatto che tutta l'italia e coperta di immondizia ed è un paese dove la politica è in mano alla mafia da tanti anni.
Ho visitato paesi dove i beni storico-culturali sono quasi inesistenti. Ogni chiesetta, ogni lapide ed ogni anfratto viene tenuto pulito ed ordinato.
In Italia persino le cattedrali vengono imbrattate e nelle strade, nei parchi e nei boschi la spazzatura regna indisturbata.
Il signor B. è solo un tizio che ha fregato un paese che si sarebbe fregato da solo.
Apprezzo siti come questo ed apprezzo quello che scrivi ma la tua è una voce su mille e il mondo è andato oltre la sua stessa natura troppo in fretta, ed incauto ha creato un pezzo di carta che chiama moneta sonante e con cui ha comprato i sogni degli uomini.

Anch'io combatto, ed insegno ogni giorno alla gente a restare in armonia con la natura e con se stessa, ma siamo pochi, siamo poveri di menti concrete e logiche, di esseri senzienti e di responsabilità.

Un abbraccio a tutti.

Ok, è sicuramente vero, ma si può chiedere ad una società che ha altre occupazioni più impegno di quello che ci mette?
Sono daccordo che è meglio partecipare ad una riunione del consiglio di quartiere, comunale o provinciale che sia, ed eventualmente intervenire, che starsene davanti alla televisione ad indignarsi.
Ma poi l'impegno sostanziale deve mettercelo i politici rappresentanti, che purtroppo non ce ne sono, di rappresentanti, o forse lo sono troppo del popolo che se ne sta davanti alla tv a rallegrarsi dell'indignazione.

Saviano, interessante, ma cosa c'entra con la politica, quella che permette di fare ciò che si può e determinare cosa non si può fare, cioè quello di una trasmissione televisiva è solo un discorso teorico che ha poco a che fare con la realtà, perché è importante sognare, ma è meglio realizzare quello che si può senza indignarsi per ciò che dovrebbe essere.

La rivoluzione parte necessariamente dal basso, in tutti i sensi, perché i rappresentanti in parlamento sono lo specchio di quelli nelle amministrazioni locali, e le amministrazioni locali sono il risultato dell'indifferenza ai problemi locali e l'indolenza dei cittadini di fronte a un "non si può fare".

Ecco, secondo me ci si sta sbagliando, bisogna indignarsi sì, ma per quello che capita vicino casa tua, e diffondere così l'idea che ciò che si può fare va fatto e bene, e ciò che è sbagliato non va fatto e condannato.

Sì, sono di quelli che pensano ci vorranno degli anni, come molti dicono il problema non è Berlusconi, ma il berlusconismo, che è un nome fuorviante, piuttosto direi la mancanza di partecipazione disinteressata (molti berlusconiani partecipano, ma per una poltrona o qualche favore, altra cosa è andare a parlare con l'assessore affinché sturino le fogne senza chiedere altro)

Buona sera a tutti, rispondo un pò in ritardo, ma meglio tardi che mai.
Interessante il gioco di Jacopo, vorrei parteciparvi.
Secondo me l'unico modo che hanno gli italiani di rinsavire un attimo è quello di subire una crisi veramente profonda tipo un bel crack finanziario alla Argentina, un evento talmente pesante da rendere palesi a tutti le balle raccontate fino a quel momento e alla fuga della classe politico/dirigenziale esistente (il famoso rumere delle pale degli elicotteri di Beppe); a mio avviso in un contesto del genere ci sarebbe lo spazio per una nuova cultura popolare, più partecipativa, chiamiamola a 5 stelle.
La maggior parte delle persone oggi a mio giudizio non si rende ben conto della direzione che la nostra società ha inboccato, ben presto questa sarà palese a tutti.
Amico che mi leggi, io lo so che ti stai tastando le parti basse ora, io sto scrivendo con una mano sola sulla tastiera!
Pero è così!
La domanda che mi pongo è la seguente.
Ho le spalle abbastanza grandi per affrontare questo casino?
Ad ogni uno la sua risposta, vivere per vedere.
Buona serata a tutti.

...che un disastro, generalmente, porti ad un rinnovamento ma bisogna appuntare due cose.
La prima è che forse l'ultimo disastro di cui davvero l'italia ha risentito interamente è la seconda guerra mondiale, poichè dopo la ricostruzione è venuto l'ozio di cui tutt'ora siamo schiavi e di cui non esiste una consapevolezza globale.
La seconda è che finchè il popolo italiano non si rende conto che le finestre e i terrazzini di cui un tempo era contornato non hanno assunto le sembianze di muri di una prigione dipinti con vari scenari, beh, nulla si muoverà in italia.
Basta osservare ciò che è accaduto in questi giorni con la riforma Gelmini, una riforma che ci rende ancora più schiavi, un duro colpo alla libera cultura e quindi alla capacità di ribellione, eppure dopo un paio di giorni di sommosse tutto è tornato alla normalità.
Credo che gli italiani meritano la situazione in cui stanno finendo e se ne renderanno conto solo quando si arriverà ai livelli dell'argentina di qualche anno fa, quando ad un posto di blocco decidevano se stuprare tua moglie o le tue figlie e tu non potevi ribellarti pena l'incarcerazione o la morte.

L'unica soluzione credo sia creare tante comunità stimolando però tutta la gente ad un processo di rinnovamento culturale, spirituale ed evolutivo.
Proprio in questi giorni sto riunendo una decina di ragazzi per iniziare un progetto di questo tipo e credo comunque che presto ti verrò a trovare caro Jacopo per conoscerti meglio e studiare se possibile una crescita complementare.

Un abbraccio.