Difendo D'Alema: ecco l'intervista: non ha assolutamente alluso allo scandalo delle ragazze squillo per il Presidente Berlusconi

Una volta tanto difendo D'Alema. Nell'intervista con l'Annunziata fa un discorso politico generale e non fa allusione a nessuna inchiesta.
Ghedini e il PDL si arrampicano sui vetri accusandolo di aver anticipato lo scandalo.
La verità è semplice: palazzo Grazioli era un luogo buffo dove si riunivano ragazze avvenenti per feste private con il Presidente. Alcune venivano pagate qualche migliaio di euro per andarci da corrotti che cercavano di ottenere così i favori di Silvio Berlusconi per i loro traffici.
La questione è che se uno c'ha il morbo di Parkinson alla cerniera lampo dei calzoni e ha la passione per scherzare con le ragazze a squadroni, a bizzeffe, a compagnie, a plotoni.. Ed è pure famoso prima o poi trova qualcuna che se ne approfitta.
Dovrebbe saperlo visto che non è certo uno stupido!
Il mondo è pieno di ragazze che conservano vestiti macchiati e altri souvenir...

Contenuto disponibile solo dopo accettazione dei cookie