Una Torino bestiale

Il nuovo regolamento comunale, approvato dalla giunta, prevede che d'ora in poi si debba chiedere un'autorizzazione per vietare (e non per “consentire”) l'accesso agli animali nei luoghi pubblici.
I cani potranno entrare nei negozi, salire sugli autobus e sui tram, potranno entrare nelle case di riposo e anche negli uffici pubblici. Rimangono interdetti solo scuole, ospedali e asili.
Le nuove regole vietano anche l'uso di collari elettrici e bandiscono i petardi e i fuochi d´artificio, tranne che nelle feste canoniche, perche' stressano e impauriscono  gli animali.
Anche in altre citta' italiane come Bologna, Napoli, Firenze e Palermo, i cani possono entrare in alcuni locali ma a discrezione dei gestori. Torino e' la prima grande citta' italiana a svoltare in modo cosi' radicale.