Ferrovie

Ferrovie dello Stato contro i viaggiatori

Jacopo FoDa anni denunciamo il modo in cui le FS sabotano il trasporto ferroviario!

Anni fa appoggiammo la protesta di alcuni gruppi di viaggiatori a causa del sistema delle coincidenze.
Le FS, oltre a scegliere sistematicamente poltrone scomode organizzavano (e organizzano tutt’ora) l’orario ferroviario in modo tale che le coincidenze con le linee orizzontali sulla linea Milano/Napoli ti fanno aspettare minimo mezz’ora. In pratica, prendi il super rapido e poi perdi tutto il vantaggio per aspettare la coincidenza, come ad esempio da Firenze per Pisa o per Perugia.
Ora Yuri Rambelli mi segnala che si è arrivati a rendere impossibile in tempi brevi il viaggio da Ravenna a Firenze, senza passare per Bologna, che fino a poco tempo fa era possibile (ma mal segnalato) in un tempo pari a quello che si impiega con l’alta velocità passando per Bologna.
Una scelta protezionista degna della Compagnia delle Indie a tutto danno dei viaggiatori.
Ma le FS non erano al servizio dei viaggiatori?  
Speriamo che ora che Moretti se ne è andato cambi qualche cosa. E che magari i sindacati si rendano conto che i vertici delle FS stanno sabotando l’azienda (la domanda è: perché i sindacati non si impegnano a far pressione sulle FS perché usino il buon senso?).

CONTINUA SUL BLOG DEL FATTO QUOTIDIANO


Evviva l'autocostruzione!

Dopo aver atteso per trent'anni che le Ferrovie risolvessero i problemi di bilancio, gli abitanti di Taznagar, un piccolo villaggio dell'India non lontano da New Delhi, si sono autocostruiti la stazione ferroviaria.
Il Comitato promotore ha raccolto piu' di due milioni di rupie con cui sono state costruite due pensiline e una biglietteria, il tutto con energia elettrica e impianto idrico.
Ora si fermano 7 treni locali al giorno che risparmiano agli abitanti 10 km a piedi.
(Fonte: Peacereporter)

fonte immagine