Emergency

Nobel alternativo a Gino Strada

Nobel alternativo a Gino Strada

"Per la sua grande umanità e la sua capacità di offrire assistenza medica e chirurgica di eccellenza alle vittime della guerra e dell'ingiustizia, continuando a denunciare senza paura le cause della guerra" il fondatore di Emergency vince il Right Livelihood Award. Fondato nel 1980, il Premio Right Livelihood è presentato ogni anno al Parlamento svedese ed è più comunemente conosciuto come il Premio Nobel alternativo, nato per "onorare e sostenere coloro che offrono risposte pratiche ed esemplari alle maggiori sfide del nostro tempo".
E’ la prima volta che viene assegnato a un italiano.
(Fonte: Repubblica.it)

LEGGI LE ALTRE BUONE NOTIZIE DI OGGI


Buone notizie da Firenze

Dal 7 al 12 settembre si e' tenuto a Firenze il nono incontro nazionale tra Emergency e coloro che amano questa splendida associazione.
Leggiamo il programma, e' ricco di temi e incontri particolarmente interessanti. La manifestazione e' iniziata gia' martedi' ma noi ci possiamo organizzare solo per le serate di venerdi' e sabato.
Venerdi': la serata al Mandela Forum (il palazzo dello sport di Firenze) ha come tema "Il mondo che vogliamo", conduce Fabio Fazio e partecipano, oltre a Gino Strada, Camilleri, Tabucchi, Saviano, Vauro... c'e' anche Samuele Bersani... Ce la prendiamo con un po' di calma, l'immobilismo culturale in cui vogliono calato il nostro Paese ci fa pensare che saremo i soliti quattro gatti esaltati e sognatori. Arriviamo 20 minuti prima dell'inizio e... sorpresa! i cancelli sono chiusi, un maxischermo ci avvisa che potremo seguire la manifestazione dall'esterno perche' il Mandela Forum e' al completo: piu' di mille persone sono rimaste fuori. Vabbe', stasera e' andata cosi', siamo contenti (e, per la verita', persino un po' stupiti) che l'interesse sia cosi' alto... Comunque ci rifaremo domani sera, sabato: con la Dandini ci saranno Lella Costa, Fiorella Mannoia, Dario Vergassola, Antonio Albanese... la musica di Patti Smith... Tocca andare li' presto, lo spettacolo inizia alle 21.30... Dobbiamo essere al palazzetto almeno un'ora prima! E cosi' facciamo. E... cancelli chiusi! Gli ultimi sono riusciti a entrare, sgomitando, alle 19.30. L'inizio dello spettacolo viene addirittura anticipato alle 21. Okei, abbiamo una certa eta', non possiamo competere con chi si mette in fila 3 ore prima... Ci allontaniamo un po' delusi, e tutto sommato parecchio felici: 8mila (c'e' chi dice 10mila) ragazzi erano davanti al Mandela Forum gia' dal pomeriggio per una serata a favore di Emergency: vuoi vedere che "Il mondo che vogliamo" potrebbe anche non essere un'utopia irrealizzabile?!?
 


Liberate gli uomini di Emergency e vergognatevi!

Frattini, quello cattivissimo, pare abbia detto che si vergognava per il comportamento dei tre volontari di Emergency, accusati di complottare per l’uccisione di un boss del governo afgano.
Ha creduto piu' alle veline della polizia afgana che a decenni di impegno umanitario di Emergency.
Io mi vergogno di condividere un numero esagerato di combinazioni del dna con persone che non sanno distinguere un terrorista da una persona straordinaria che si dedica a ricucire persone ferite.
Va da se' che il comportamento del nostro governo sulla questione e' stato vergognoso.
Quando c’e' da mettere bambini di 6 anni a pane e acqua o buttarli giu' da un pulmino scolastico sono tutti Superman. Ma se si tratta di muovere il culo per tirar fuori di galera degli innocenti gli piglia la paralisi intestinale.

Vi ricordate quando avevano deciso tutti contenti di invadere l’Afghanistan per catturare Bin Laden e migliorare le condizioni di vita del popolo afgano?
E noi che dicevamo che quel che interessava loro era solo il passaggio per i loro oleodotti e il traffico di oppio?
E quando cercavamo di spiegare loro che col cazzo che facevano una guerra lampo e che avrebbero preso un sacco di legnate?
Non ci hanno dato retta e dopo quasi 9 anni e miliardi di euro buttati nel cesso della storia, piu' della meta' dell’Afghanistan e' in mano ai talebani, il popolo afgano e' nella merda, la corruzione, le vessazioni e l’ingiustizia sono a un livello fantasmagorico, le donne girano ancora col burqa, la produzione di oppio e' passata da meno del 5% di quella mondiale a piu' del 90%. Non hanno preso Bin Laden. Il terrorismo internazionale ha raddoppiato le sue forze. I nostri soldati continuano a morire per una guerra infame. E milioni di afgani patiscono la fame.
Inoltre l’odio verso l’Occidente e' aumentato in modo enorme anche grazie alle prove sulle torture generalizzate praticate da inglesi e americani.
Inoltre, l’esercito dell’Occidente Cristiano continua a fare stragi di innocenti scambiati per terroristi. Ne ammazzano cento alla volta e poi chiedono scusa.

Milioni di onesti cittadini occidentali guardano questo disastro e non capiscono che stiamo agendo in modo perfetto per allevare nuove generazioni di terroristi super incazzati che verranno a mettere bombe nelle nostre citta'.
Non capiscono che solo occupandoci del benessere del popolo afgano e rispettandolo possiamo porre fine a questa guerra. Non capiscono che dovremmo fare qualche cosa di concreto per indurre i nostri governi a varare una vera azione di pace e di sostegno allo sviluppo del popolo afgano se vogliamo uscire da questo pantano di sangue
(ad esempio: non comprare piu' carburante alla Esso e aderire a tutte le forme di boicottaggio economico delle multinazionali che sostengono la guerra).

 

Emergency Firma l'appello

Campagna contro la base militare americana a Vicenza
Campagna contro la base militare Usa di Vicenza