edilizia ecologica

Vuoi risparmiare fino a 48.000 euro di Irpef investendo in un appartamento della Città Verde?

Ecovillaggio Solare

Per tutto il 2014 sarà possibile detrarre dall’Irpef il 50% di quanto speso per la ristrutturazione di un appartamento. L’Irpef è una tassa che pagano sia i dipendenti sia i professionisti.
Questa possibilità di detrarre la metà di quanto investito per migliorare la qualità di un immobile è, una volta tanto, una legge intelligente che mira a rilanciare l’economia restaurando o ammodernando immobili esistenti.
Inoltre, in questo momento i prezzi delle case sono particolarmente bassi ed è quindi ipotizzabile comprare oggi un appartamento, ristrutturarlo e rivenderlo fra qualche anno ottenendo un doppio vantaggio: incassare l’aumento di valore, cioè rivendendo l’appartamento a un prezzo maggiore di quello pagato all’acquisto e contemporaneamente detrarre per 10 anni la metà dei costi di ristrutturazione.
Infine è possibile aumentare la quota di detrazione Irpef in quanto la legge prevede anche una detrazione del 65% per le spese che ottengono un miglioramento dell’efficienza energetica e ci sono anche altre detrazioni sull’acquisto di mobili.
Se la cosa ti interessa ti proponiamo di unire il tuo vantaggio economico personale con un vantaggio più “spirituale”: la possibilità di contribuire allo sviluppo di un grande progetto ecologico ed etico: la costruzione della Città Verde che stiamo realizzando intorno ad Alcatraz e all’Ecovillaggio Solare.

CONTINUA A LEGGERE SUL SITO DI CACAO


Ecologia estrema: i Recy-Blocks

In attesa che vengano cancellati dalla faccia della Terra, i sacchetti di plastica possono essere riciclati in mattoni per l'edilizia.
Si chiamano Recy-Blocks e sono un'idea del designer Gert de Mulder. I sacchetti di plastica vengono lavorati ad alte temperature, ottenendo un mattone molto resistente e solido, in diversi colori (a seconda dei sacchetti utilizzati) e personalizzabile con decorazioni.
Grazie a tutte queste straordinarie tecnologie oggi e' possibile costruirsi una casa in sacchetti e bottiglie di plastica, coibentarla spalmandola di olio fritto e arredarla con mobili in buccia di banana. Invece dell'architetto serve un salumiere.
(Fonte: Ecoblog)
Fonte immagine