Comuni

Il sindaco e il rabdomante

Geniale iniziativa del sindaco di Azzate, in provincia di Varese. Per rimettere in funzione il vecchio lavatoio ha chiamato un rabdomante che cerchera' una falda acquifera.
Il sistema e' molto piu' economico e a basso impatto ambientale rispetto alle tradizionali trivellazioni esplorative.
E funziona! Lo dichiara lo stesso sindaco Gianni Dell'Acqua, un nome un destino. Trent'anni fa, utilizzando un rabdomante, trovo' una falda con cui ancora oggi innaffia il giardino della sua casa.
“Da quel momento non ho piu' dubitato del fatto che questa pratica potesse essere utilizzata anche per questioni di pubblica utilita'.”
Il rabdomante sara' il noto Giuseppe Secca.

fonte immagine


Flash mob comunale

100 sindaci di comuni del centro Italia hanno inscenato un flash mob di protesta in piazza della Signoria a Firenze.
Tutti con la fascia tricolore ufficiale si sono sdraiati a terra mettendosi “al tappeto”, come i conti delle loro amministrazioni.
L'auspicio e' che possano rialzarsi presto.
(Fonte: Ansa)
Fonte immagine


Diamo ancora i numeri: 6.993

Sono i Comuni italiani, secondo un rapporto di Legambiente, dove e' presente almeno un impianto di produzione di energia da fonti rinnovabili.
Erano 5.580 nel 2009 e 3.190 nel 2008.
15 di questi sono Comuni 100% rinnovabili, sia dal punto di vista energetico che termico.
A Sluderno, Bolzano, ad esempio, 960 mq di pannelli solari termici, 512 kW di pannelli fotovoltaici, un impianto eolico, 4 micro impianti idroelettrici e 23 km di rete di teleriscaldamento prodotto da biomasse, rendono i 1.800 abitanti completamente eco-sostenibili.
A Tocco da Casauria (Pescara) invece le 4 pale eoliche da 3,2 MW e i 24 kW di pannelli solari fotovoltaici producono gia' piu' energia di quanta ne serva agli abitanti.
(Fonte: Ansa, dal rapporto Comuni Rinnovabili 2010)


Buone notizie rinnovabili

Grazie ai 33 impianti fotovoltaici installati in 17 Comuni del lago di Garda, la societa' Garda Uno, formata dagli stessi Comuni, ha prodotto 1 milione e 200mila kilowatt di energia elettrica rinnovabile in 30 mesi.
Gli edifici comunali con i pannelli hanno risparmiato mediamente il 20% dei costi in bolletta, e dal canto suo la societa' Garda Uno ripaga l'investimento iniziale incassando il Conto Energia.
Oltre ai benefici economici si sono risparmiati all'atmosfera 640mila kg di anidride carbonica.

fonte immagine