Stiamo vincendo

Ma questa volta facciamo un Vaffanculo Day da ridere?

Stiamo vincendo
Non fatevi travolgere dalle immagini del telegiornale!
Stiamo scardinando la melma immobile delle anime congelate.
Stiamo facendo più l’amore.
Stiamo suonando di più i tamburi dell’alba.
Stiamo pensando a scherzi colossali.

Le nuove leggi di Berlusconi, la tristezza di Veltroni
Non cascare nella trappola.
Stanno per cadere nella bocca spalancata del passato
Come gocce di pioggia
Durera' ancora un po’ ma poi diremo:
ti ricordi che paura?

E’ finito il petrolio, si deve cambiare.
E’ finito il monopolio delle informazioni
Sul Web non mi puoi vietare di raccontare
E’ come quando inventarono i telefoni
Dopo un po’ i piccioni viaggiatori non si usavano più.
Il mondo cambia.
Pensa che una volta non esisteva il sesso: solo organismi asessuati unicellulari
Si moltiplicavano per partenogenesi, cioe' si spaccavano a meta'.
E non era un’esperienza piacevole.

Noi adesso siamo organismi pluricellulari estremamente sessuati, possiamo far l’amore e cantare.
Continua: clicca LEGGI TUTTO.

Nel video: San Valentino 2008, Parigi, record mondiale di bacio alla francese

Categoria: Video teatro comico

Temi: french kiss world record bacio collettivo

Ma deve essere chiaro che c’e' bisogno anche di un po’ di spinta per far girare la ruota inesorabile della storia.
Dobbiamo lanciare un’offensiva totale.
e' il nostro compito storico, in quanto progressisti.
Noi non si fa altro: lanciamo mobilitazioni generali una dopo l’altra, ogni volta che abbiamo il fiato per farlo. Ci piace cosi'. Si conosce un sacco di gente interessante e a volte hai anche delle soddisfazioni.
E oggi l’offensiva totale all’ordine del giorno e' fare più l’amore. Un piccolo sforzo, possiamo ancora migliorare.
Scrivi una poesia per la persona che ami.
Di’ a un amico che gli vuoi bene.
Disegna un fiore sul muro di fronte alla sua casa cosi' ogni volta che esce si ricordera' che la ami.
Fai qualche cosa di straordinario, di temerario.
Baciala sulla bocca come se fosse la prima volta.
E’ sufficiente mettere indietro la linea del passato.
E trovarsi a un attimo prima della prima volta che ci siamo baciati. E ricordarsi che per un istante, mentre le bocche si avvicinavano hai annusato il profumo che saliva dal collo.
Dischiudi le labbra, la tua lingua e' in attesa di un sapore che non hai sentito mai.
Un sapore che contiene il suono delle foglie del riso che sbocciano nell’umido dell’acqua.
Senti quella sensazione di onnipotenza che hai nelle spalle per via che tu ora desideri una sola cosa al mondo. Una sola cosa esiste e ha qualche valore, una sola cosa in tutto l’universo riesce ad essere più grande di tutto quello che esiste. E quella cosa tu la stai vivendo tutta, non c’e' niente altro che ti rubi l’attenzione. Vivi interamente il sublime.
E vivere, con tutti i suoi costi, ti appare il più immenso affare che potevi fare.
E benedici la fortuna di essere nato.
Ecco cosa ci serve ora.
E qualcuno, che c’e' sempre, dira': ma checcazzo c’entra questo con Berlusconi.
E questo e' il disastro che il Movimento ribelle non ha capito.
Quando tu sei li', che vi baciate come fosse la prima volta, Berlusconi non esiste più.
E’ gia' sparito.
Tu pensi che io stia dicendo esagerazioni travolto dal gusto per l’iperbole?
No.
Moretti diceva: con questa sinistra non vinceremo mai.
Aveva ragione.
Ma altrettanto giusto sarebbe dire: con questa idea retorica, altisonante, seriosa, noiosa del far politica siamo destinati allo sgampazzo perdente.
Il prodotto del sistema, la linfa del male e' la paura e l’ignoranza nutrite dalla noia e dal conformismo, dall’incapacita' di mettere in discussione, manca la vivacita' della mente.
Non e' il solito brodetto della contestazione che ci cambia la vita.
Ovunque questa politica sta scivolando nel riflusso.
La novita' viene fuori altrove. Nella voglia di prendere per il culo.
La Sinistra Arcobaleno e' vaporizzata. Ma i maestri del pensiero non l’hanno ancora capito.
Il Manifesto non ha mai ancora spiegato ai suoi lettori l’esistenza del piacere anale maschile eterosessuale.
Liberazione ha sempre taciuto sull’orgasmo maschile multiplo e sul punto G. Bertinotti non ha detto una parola sull’eiaculazione femminile e il fatto che il 20% delle donne non ha l’imene o ha un imene inconsistente.
E Pecoraio Scanio non ha mai parlato dell’amore, dei sobbalzi cardiaci legati alla cotta amorosa, dello straripante esplodere delle emozioni durante un amplesso sentimentalmente coinvolgente.

E’ ora di cambiare.
Sono favorevole al V/Day 3. Tutti in piazza a protestare e a firmare contro le leggi della vergogna. Però propongo che si protesti producendoci in un lunghissimo bacio, collettivo.
Un milione di persone che si baciano contemporaneamente in 100 piazze d’Italia.
E sono ammessi anche un po’ di toccamenti per quelli che sono più incazzati.
E poi vorrei che si distribuissero dei volantini che dicono: “Migliora il mondo adesso! Abbraccia una persona che ti vuole bene.”
Berlusconi e' come l’eroina, e' un segnale indicatore del livello di tristezza della gente.
Più tristezza, più paura, più psicofarmaci, più Berlusconi, più suicidi, più crimini.
Scendiamo in piazza per far divertire la gente!
Facciamo gli stupidi contro le leggi vergogna.
Stupiamo questa Italia narcotizzata, facciamo qualcosa di imprevedibile.
Incendiamo le nostre scoregge per protestare contro la non diffusione della produzione di gas combustibile dai liquami e le immondizie organiche.
Serve far correre la fantasia. Attaccarli dove si sentono sicuri. Cambiare gli stili di vita, i pensieri.
Inventarci nuovi consumi.
Perche' nel giorno del Vaffanculo Day 3 non firmiamo anche, tutti insieme, una convenzione per creare una compagnia cellulare autogestita che telefoni solo via internet, risparmi il 95% e hai un cellulare modello Tupamaros che ha la pila, le pinzette, il cacciavite, il cannocchiale, la lente di ingrandimento, il coltellino, le forbicine e una dose di marijuana se ti senti triste?
Cambiare il mondo e' possibile.
Ma solo se hai voglia di giocare.
Il mondo migliora cosi' lentamente perche' i progressisti hanno arie cosi' tristi che la gente inizia a pensare che  sia meglio restare nel passato.

Vinceremo soltanto se sara' gradevole!

Jacopo Fo


Commenti

organizziamo anche noi un bel bacio record?

diciamo: 15 giorni prima delle prossime elezioni (poitiche, europee, comunali, provinciali, condominiali...poco importa quali), scegliamo un partito che ci piace (tipo la lista "per il bene comune" che si era presentata alle ultime elezioni) e lo sosteniamo con un bacio da record in una piazza italiana!

ne approfitto per invitarvi al campionato interplanetario di morra cinese, il 7 settembre 2008 a Losanna (ore 13, parc de Montriond). Venite mascherati e portate da mangiare!

ciao

marco

E' così Jacopo. Alla fin fine si tratta di paure e ignoranza, in tutte le loro forme. E pur essendone cosciente non ne sono immune neanche io: maledizione! Tanto che mi è successo di..."gelarmi" anche ad Alcatraz, perchè le catene mentali ti seguono ovunque. Ma intanto poco fà ho fatto una cosa positiva per Alcatraz/ Cacao e per me stesso, rinnovando la mia quota (e invito tutti gli aficionados a fare altrettanto) perchè dal "mondo alcatraziano" ho ricevuto tanto in termini di emozioni, amicizie, riflessioni, ispirazione e altro; e mi piacete per essere allo stesso tempo sognatori e molto concreti, buffoni e seri. Grazie di esistere Jacopo, Nora, Gabriella, Simone e tutti.
Vincenzo

Pubblicato in Marzo sul Journal of Personality and Social Psychology. A cura di Takahido Masuda.

In questo studio, sono state sottoposte diverse immagini di disegni con diverse espressioni del volto a gruppi di occidentali ed orientali.

L'aspetto interessante ed originale di questo studio consiste nel fatto che nei disegni che raffiguravano l'espressione del volto di un personaggio, comparivano anche immagini di altre persone sullo sfondo con un'espressione del volto non necessariamente uguale a quella del personaggio principale.

Ad esempio, il personaggio principale sorridente, i personaggi sullo sfondo invece tristi.

Ebbene, gli occidentali tendono a concentrarsi sull'espressione del personaggio principale della figura. Per cui hanno attribuito dei punteggi di gioia, rabbia, abbattimento in base alla sua espressione.

Invece gli orientali interpretano l'umore di questo personaggio anche in base all'espressione degli altri.

Ad esempio, se il personaggio centrale è sorridente, e le persone sullo sfondo sembrano depresse, l'intepretazione dello stato d'animo del personaggio centrale viene fortemente influenzata da questi ultimi, fino al punto da considerare il personaggio centrale addirituttura abbattuto, sebbene sorridente.

In altri termini, gli orientali tendono a scrutare tutto il contesto di un gruppo per identificare gli umori delle persone e non si affidano in modo esclusivo alla espressione del volto.

Questo sembrerebbe indicare la tendenza, da parte delle popolazioni orientali, a tenere in maggior considerazione l'ambiente ed il contesto nella concezione della vita.

Tutto ciò ha una profonda ricaduta nella visione orientale della salute, molto più olistica e calata nel contesto etico, sociale, e persino spirituale delle persone.

E forse è per questo che..... i nostri politici ridono sempre (specialmente lo psiconano) e gli italiani piangono..... :-)) MI CONSENTA!

Tutto condivisibile.

Quello che non mi spiego è:

se la parola "Berlusconi" porta così tanta tristezza, se è vero che tutti quanti vorremmo che non esistesse, non fosse mai nato, PERCHE' ogni dieci righe pubblicate su questo blog riappare l'innominabile?

Un' ossessione.

Mia moglie cerco di baciarla prima di accendere il computer. Dopo è diventato impossibile.

Io ci provo ad essere felice, ma pure voi!

Non so come tu faccia a trovare tutta questa energia. Hai forse trovato dentro te la Fonte dell'Eterna Allegria Contaggiosa? Non è che mi disegneresti una cartina per raggiungerla? Io sono anni che la cerco, l'ultima volta mi sono perso nei pressi del mio plesso solare, l'accampamento è stato gettato sottosopra da un attacco di singhiozzo dovuto al cortocircuito nervoso che si verifica ogni qualvolta inspiro fumo di sigaretta.

Io mi ritrovo a fronteggiare situazioni molto più leggere di quelle di cui parli tu (mi riferisco allo sfacello della società in cui viviamo), ma mi ci perdo inesorabilmente, a volte i pensieri sono così tanti da soverchiare quello che io chiamo "sentire". Poi leggo due righe scritte da te, e si risveglia in me il bambino pirata che vuole partire a conquistare il mondo con una bussola fatta con il tappo di sughero ed una spada di legno. A volte però dura troppo poco, e non ho neanche il tempo di salpare l'ancora. Io voglio diventare un clown militante, ci vorrebbe un'investitura (non)ufficiale, tipo andare a prendere un caffè al bar con un secchio di maizena rovesciato in testa o chessòio...

A che serve tutto questo delirio? Semplicemente a dirti GRAZIE...