Emergenza FONTI RINNOVABILI. IL GOVERNO VUOLE MAZZIARCI. CHE FARE?

Che succede?
Continuano a ritardare l'approvazione dei decreti attuativi per mini eolico, biomasse e idrico.
L'utilizzo dell'olio fritto e degli scarti alimentari per la produzione di bio carburanti è bloccato, praticamente scoraggiato per legge.
La raccolta differenziata per produrre bio gas dagli scarti organici langue.
Si MINACCIA L'ICI SUGLI IMPIANTI SOLARI? (si mormora)
Obblighi burocratici per cambiare il contratto Enel e modifiche dei tempi di pagamento (in violazione degli accordi contrattuali impliciti nell'erogazione del finanziamento fotovoltaico).
150 impianti solari che vengono bocciati per un giorno di ritardo di una raccomandata.
Rotture di palle.
Il Ministero per lo Sviluppo Economico, interpellato da me, non risponde.
Sono impazziti.
In piena crisi energetica e economica vengono a rompere i coglioni a chi ha fatto un impianto fotovoltaico.
DEMENZIALE.
Che fare?
Il PD è narcolettico, non difendono neanche una loro legge.
I Verdi ahimè sembrano del tutto estinti.
Qui tocca muoversi direttamente noi.
Con che forze?
Si è convinti che questa delle fonti alternative è una questione essenziale per il futuro dell'Italia?
Interessa a qualcuno creare un Comitato di Agitazione?
E poi che si fa?
Sciopero della fame?
Tutti nudi?
Web Corteo?
Causa legale?
Apellarsi all'Unione Europea?
All'Onu?
Alla Madonna di Benevento?
Riti di jettatura?
Maratona di sesso tantrico?
Coccole party?
Telefonare a Obama?
Concupire giornalisti Rai?
Telefonare ai parlamentari uno per uno tutti i giorni (servono 1000 persone che ogni giorno telefonano a un parlamentare diverso, a rotazione, e un software che verifica che tutti abbiano mandato una mail di verifica dell'avvenuta telefonata e che segnala i buchi nel sistema di Oloprotestatelefonica).
Servono idee da fantascienza perchè quelle note son vecchie e non stupiscono più nessuno.
Idee virali.


Commenti

Ciao Jacopo. Secondo me, l'unica azione possibile è fare in modo che la gente comune lo sappia. Agire in modo da attirare i mass media (anche comprando spazi). Ottima idea infatti, quella che hai avuto di acquistare uno spazio sul Manifesto. Oppure attivarsi contattando qualche politico in vista (come Di Pietro, già portabandiera di Grillo...). Non vedo altre possibilità, salvo qualche azione eclatante (alla Grillo, per intenderci...).

Coraggio....ce la faremo!

Bob

E' una bella domanda... Non so se Di Pietro appoggerebbe una cosa del genere, bisogna vedere che interessi ha.. Anche con gli inceneritori non si è mai esposto, anzi (basta chiedere a Montanari)

Comunque intanto facciamo girare la voce il più possibile..

 

Cosa si può fare...

NULLA!!! Come puoi pensare di introdurre questo nuovo tipo di mentalità in Italia dove il tutto gira attorno ad una combricola di vecchi anziani nel corpo e nella mente? Secondo me non fanno nemmeno più l'amore! Ci vuole un cambiamento radicale e sono contento del fatto che appoggi il nostro caro Beppe e tutti gli amici che gli stanno attorno. Ormai l'Italia è diventata una vera e propria Repubbilca delle banane.. Io sono di Catanzaro e ti posso assicurare che girando per le mie campagne mi piange il cuore nel vedere una centrale termoelettrica piazzata al centro della natura come un tumore in fase terminale.. Una spiaggia magnifica dove d'estate puoi fare il bagno anche nudo perchè è talmente grande che non riesci nemmeno ad intravedere il più vicino bagnante, rovinata da due tubi in cemento che si ficcano in mare tanto prepotentemente da farti uscire le lacrime dal dolore... Ho paura Jacopo, ho veramente paura per quello che potrà succedere in futuro.. Spero che l'amore per le cose più semplici, naturali possa veramente trionfare come nei cartoon's della Walt Disney... Mah... Qui tra mafia e interessi politici non si ci capisce più un cazzo!

Solo per confermare che l'agenzia del territorio ha imposto a chiunque abbia installato impianti fotovoltaici su suolo, dovrà procedere all'accatastamento D1 (opifici). Di conseguenza si pagherà ICI e irpef in base alla rendita catastale (fino ad oggi non si pagavano se l'impianto è installato su terreno agricolo).

Caro Jacopo,

per capirne di più, ho cercato nella rete notizie in proposito ma non ne ho trovate.

Invece in questo sito, molto informato www.ecquologia.it/cms/content/view/1900/27/, che non visitavo da un pò, danno  notizie entusiasmanti; il GSE dichiara che a ottobre siamo arrivati a 200 MW di impianti attivati con il conto energia (120 MW nel solo 2008).

Già che ci sei, guarda anche qui:www.ecquologia.it/cms/content/view/1789/27/, che ne dici di questa?

Nel frattempo io sto qui, a friggermi nell'indecisione...

 

Ciao Jacopo e ciao a tutti

ci ho pensato un po'..  mi sono venute in mente le seguenti domande:

1) esistono paesi che fanno parte della comunità europea che sponsorizzano le fonti innovative? (a me viene in mente la Spagna)

2) si potrebbe verificare se fosse possibile sfruttare le leggi di tali paesi per farsi sponsorizzare in Italia. Lo so, sembra fantascentifico... mi è venuta in mente una cosa del tipo creare delle "oasi" di nazionalità non italiana, coincidenti con gli impianti fotovoltaici & C, che quindi non siano sottoposti alla legislazione italiana, bensì a quella dell'altro paese. Magari sparo una stupidaggine, ma perchè non pensarci?

3) se così non fosse, si potrebbe però almeno provare a mettere a conoscenza il resto dei paesi europei delle barzellette che viviamo qui...

 

Nue

Cara Nuemi,
c'è un bel video del simpatico Byoblu che spiega molto bene come funziona e da dove è partito il conto energia:it.youtube.com/watch
Buona visione! Sofia.
 
 

mamy ,CARO JACOPO SIAMOMESSI MALE? ANCHE PER ALTRI MOTIVI NUOVI COME LA DELIBERA SUL NUOVO SCAMBIO SUL POSTO, E CIOE' CHE IL GESTORE DI RETE(ENEL.ECC)MANDERA' LO STESSO FATTURA SU TUTTA L'ENERGIA CONSUMATA ALDILA' CHE A SUA VOLTA E' STATA DA NOI PRODOTTA , ANDRA' TUTTA ALLA RETE E SARA' IL GSE A DARE UN CONTRIBUTO(BADATE BENE AL TERMINE) CONTRIBUTO TRIMESTRALMENTE   E NON RIMBORSO TOTALE ECONOMICO  DELL'ENERGIA PRODOTTA -CONSUMATA E PAGATA,,IN TALE CONTRIBUTO NON SONO PREVISTI TUTTI I BARZELLI FISCALI E ONERI VARI,,I SENTO PRESA PER I FONDELLI  E COMINCIO A TEMERE IN FUTURO X GLI INCENTIVI,LAVORAVO COME ENERGY BROKER ,E ANCHE SE SONO AL SUD SICILIA LA GENTE ADESSO NON E' PIU' CONVINTA DELLA BONTA' DI FARE UN'IMPIANTO E METTERSI SULLE SPALLE UN DEBITO TALE ,,IO NON PREVEDO NULLA DI BUONO SE AVETE SENTORE DIVERSO DATEMENE NOTIZIA PERCHE' SONO NELLO SCONFORTO,,GRAZIE

mamy ,CARO JACOPO SIAMOMESSI MALE? ANCHE PER ALTRI MOTIVI NUOVI COME LA DELIBERA SUL NUOVO SCAMBIO SUL POSTO, E CIOE' CHE IL GESTORE DI RETE(ENEL.ECC)MANDERA' LO STESSO FATTURA SU TUTTA L'ENERGIA CONSUMATA ALDILA' CHE A SUA VOLTA E' STATA DA NOI PRODOTTA , ANDRA' TUTTA ALLA RETE E SARA' IL GSE A DARE UN CONTRIBUTO(BADATE BENE AL TERMINE) CONTRIBUTO TRIMESTRALMENTE   E NON RIMBORSO TOTALE ECONOMICO  DELL'ENERGIA PRODOTTA -CONSUMATA E PAGATA,,IN TALE CONTRIBUTO NON SONO PREVISTI TUTTI I BARZELLI FISCALI E ONERI VARI,,I SENTO PRESA PER I FONDELLI  E COMINCIO A TEMERE IN FUTURO X GLI INCENTIVI,LAVORAVO COME ENERGY BROKER ,E ANCHE SE SONO AL SUD SICILIA LA GENTE ADESSO NON E' PIU' CONVINTA DELLA BONTA' DI FARE UN'IMPIANTO E METTERSI SULLE SPALLE UN DEBITO TALE ,,IO NON PREVEDO NULLA DI BUONO SE AVETE SENTORE DIVERSO DATEMENE NOTIZIA PERCHE' SONO NELLO SCONFORTO,,GRAZIE