Vacanze estive alla Libera Università di Alcatraz

Le piramidi Maya erano in realta' strumenti musicali (!)

La bizzarra rivelazione arriva da Jorge Cruz, ricercatore della Professional School of Mechanical and Electrical Engineering di Citta' del Messico e Nico Declercq del Georgia Institute of Technology negli Stati Uniti, dopo uno studio sulla piramide di El Castillo, nello Yucatan messicano.
La struttura funzionerebbe da cassa di risonanza e i gradini sarebbero stati progettati per provocare la diffrazione del suono dei passi di chi li percorreva. Riproducevano un suono simile a quello delle gocce di pioggia che cadono in una pozzanghera e questo fa pensare che servisse per invocare il dio della pioggia Chaac.
“Con un po' di immaginazione - spiega Cruz - possiamo pensare alle piramidi Maya come giganteschi strumenti musicali, da utilizzare in modo sempre diverso”.
Si cercano ora i resti della prima playlist maya.
Da anni sulla funzione delle piramidi abbiamo tutt'altra idea.
Vedi http://www.jacopofo.it/libri/pira.html
(Fonte: Repubblica)

Fonte imm