Vacanze estive alla Libera Università di Alcatraz

Medaglia agli inventori del TCP/IP

USA: Robert Kahn e Vint Cerf riceveranno una medaglia. Questi due signori nel 1973 hanno creato i  protocolli di trasmissione TCP/IP, una parte della programmazione informatica che oggi permette di connettersi a internet, scaricare e inviare posta elettronica e navigare in rete.
La medaglia verra' consegnata da Bush in persona. Lui non conosce i protocolli TCP/IP, ma Condoleeza Rice si'.


Proteggere la foresta pluviale del Congo

Il Presidente della Repubblica Democratica del Congo Kabila ha firmato un decreto legge che protegge la foresta pluviale del Congo, la seconda per dimensioni dopo l'Amazzonia.
La legge prevede principalmente due cose: il divieto di taglio per 40 milioni di alberi e la creazione di un commissione interministeriale che verifichi la validita' e la legalita' di tutte le concessioni rilasciate per la deforestazione.
Secondo l'analisi di Greenpeace, il freno al taglio illegale di alberi dovrebbe portare alla salvezza di circa 20 milioni di ettari di foreste. Finora e' sparito l'85% degli alberi millenari.

(Fonte: buonenotizie.it)


Il tedoforo Coca Cola

Il sindaco di Roma Veltroni ha annunciato in conferenza stampa che la questione del boicottaggio del passaggio della fiaccola olimpica (perche' sponsorizzata Coca Cola) da parte di alcuni municipi della capitale, e' stata risolta, e la fiaccola potra' circolare.
E bravo, Veltroni, che ha organizzato tutto: alla conferenza stampa era presente il consigliere delegato di Coca Cola Italia, il quale ha annunciato alcune iniziative che la multinazionale intende adottare per risolvere la storia delle violazioni dei diritti dei lavoratori in Colombia. Se il tribunale di Miami che sta valutando il caso stabilira' che ci sono state queste violazioni di diritti, la Coca Cola e' pronta a recidere il contratto con l'aziende di imbottigliamento.
Inoltre una delegazione italiana interistituzionale e con rappresentanti della societa' civile potra' visitare l'impianto nel marzo 2006.


IL CACAO DEI LETTORI

Attraverso il sito http://www.sessosublime.it abbiamo ricevuto una mail di Laura, una donna che da 11 anni combatte contro una malattia che in Italia (e anche negli Stati Uniti) sembra essere sconosciuta alla maggior parte dei medici. Si tratta della "vulvodinia", un disturbo della vulva molto doloroso (bruciori, arrossamenti, prurito) che (citiamo dalla mail) "ci rende impossibili  tanti gesti apparentemente banali (come indossare i pantaloni) ed altri importanti. Per esempio rende molto dolorosi, se non impossibili, i rapporti sessuali".
Dopo anni di lotte Laura e' riuscita a capire di che malattia soffrisse e ora sta guarendo. Insieme ad altre donne nella medesima situazione ha creato un sito internet di divulgazione, che siamo felici di "divulvare" anche noi: http://www.disturbivulvari.it.
Il sito e' realizzato in collaborazione con un gruppo di medici.


Polvere bianca 1

Qualche tempo fa abbiamo pubblicato i risultati di uno studio a campione condotto sulle acque del Po. Ne emergeva che ogni giorno si potrebbero estrarre dal fiume piu' lungo del nostro paese circa 4 kg. di cocaina, riversata in acqua tramite le urine dei tossicodipendenti.
Uno studio simile e' stato ora condotto sulle acque del Tamigi e i risultati parlano di 2 kg. di cocaina giornalieri. I dati rivelano che i londinesi consumano quotidianamente circa 150.000 strisce di polvere bianca. Nulla a confronto di quello che, si dice, fosse capace di fare il nostro Lapo.

(Fonte: Ansa)